giovedì 22 agosto 2013

Apocalisse cap 17,11 le due bestie e il Drago





La lettura dell'apocalisse mi ha portato a queste conclusioni, spero sinceramente di trovare qualcuno che smentisca quanto sto per dire... mettiamola come un ipotesi, anche perché oggettivamente, finche i fatti non si sono concretizzati non si può dire che sia così, attendiamo pazientemente gli eventi, saranno loro a parlare vedremo dove si arriverà.....io osservo come tutti, e come fa Dio osserva e poi decide, speriamo solo che sia clemente.


Spiegazione apocalisse cap 17:11


Apocalisse cap17 ver 11....." quando la bestia che era e non è più, è ad un tempo l'ottavo re e uno dei 7, ma va in perdizione. "

Chi è l'ottavo re? è il sesto..... perché asserisco questo?


lo dice la frase stessa: che era e non è più" cosa significa? significa che era un Re, ma per suo volere non lo è più, cioè il re ha abdicato; ma tornerà ad essere re, cioè l'ottavo. Ora se ha abdicato, chi lo sostituisce?, il 7 Re, che lo segue e lo precede. ...


Ora tutti gli uomini della terra hanno guardato al discorso apocalittico, coma a qualcosa che riguardava il mondo terreno, sì! riguarda il mondo terreno, ma principalmente il mondo spirituale che quel re vive. 




Cosa ne sapeva Giotto che la bestia, e che le teste portavano le mitre, lo sapeva perché molto probabilmente S. Francesco glielo disse... 

Aspettiamo il restante degli eventi prossimi venturi, sono più che certo che avremo tutti dei bei ricordi!

 Cmq prima di dire con sicurezza, è bene attendere Tempo al tempo!