lunedì 25 novembre 2013

Come verrà distrutta Babilonia la grande!!!


L’apocalisse ci svela come Babilonia sparirà dalla faccia della terra …

Capitolo 18,21-22
“Un angelo possente prese allora una grande pietra come una mola, e la gettò nel mare ed esclamò: con la stessa violenza sarà precipitata Babilonia la grande città e più non riapparirà”
Vediamo di capire:
Dice:” prese una pietra grande come una mola”, per noi uomini una mola è piccola come pietra, ma per le dimensioni di un possente angelo le cose cambiano, visto che proporzionalmente un angelo del genere è più grande di una montagna.  Quando si legge che la terra funge da sgabello per i piedi d Dio, si capisce la dimensione fisica di Dio.  Nello sgabello abbiamo una proporzione.
Ma andiamo avanti, “la getto nel mare” dice dove il meteorite cadrà, nel mare . Poi fa un paragone dicendo “con la stessa violenza precipiterà babilonia” altro paragone!  Paragona alla potenza della caduta di una mola, piccolo meteorite, con la potenza distruttiva che colpirà Babilonia. Ma ci fa capire anche come questo paragone come la  città sparirà: “ sarà precipitata” cioè sprofonderà, quindi quello che causerà la distruzione di Babilonia non sarà un meteorite, ma un potentissimo terremoto che farà sprofondare babilonia e in quel luogo non sorgerà mai più.  Ci fanno capire che la potenza del terremoto sarà grandissima, prossima al decimo grado scala Richter e sarà anche un terremoto ondulatorio. Ma ci dice anche che il terremoto no n avverrà sulla terra ferma ma in mare. Quindi l’onda di propagazione genererà distruzione … Se la città sorge su un vulcano, esso la inghiottirà.

Nel cap. 18,1 si parla di un angelo possente che discende dal cielo con grande potere e la terra fu illuminata dal suo splendore.
Questa parte ricorda molto quando satana fu precipitato sulla terra, Gesù cosa dice a tal proposito? “vidi satana cadere come folgore dal cielo” Bene, ora sappiamo che quello che è caduto era un meteorite molto grande che produceva una scia simile a quella di una folgore. In questo capitolo 18,1  invece si legge che un angelo possente scenderà sulla terra con grande potenza e la illuminerà, questo fa capire che si parla di una angelo ma nella sua manifestazione fisica, e sarà un corpo celeste che a contatto con l’atmosfera esploderà producendo una bagliore enorme che annuncia la caduta di Babilonia.  Lo stesso angelo invita i seguaci di Gesù a uscire da Babilonia.