sabato 11 gennaio 2014

PARLARE IN LINGUE!



Qualcuno mi ha detto che io non credo che esistano soggetti capaci di parlare in lingue se non sono indemoniati!  

Non è assolutamente vero!

·   Attenzione se si parla di satana egli da la possibilità di parlare in lingue, come qualsiasi altro essere soprannaturale, angelo o Dio, però il modo in cui avviene la trasmissione della capacità di parlare in lingue è di diversa, per i demoni, avviene solamente per mezzo di una possessione, mentre per Dio, non c'è bisogno che l'essere umano venga posseduto, anche se anche gli angeli e Spirito Santo stesso, possono possedere un essere umano, similmente a come fa il demonio, però c'è una cosa da dire, qualsiasi dono eccezionale, per quel che riguarda Dio è raro, molto più raro di quanto non sia una possessione che è più frequente; questo è dovuto dal fatto, che è molto più facile, che l'uomo segua il male, che il bene ed è più facile per l'uomo praticare il male che non il bene, quindi è molto più facile ottenere dal maligno doni speciali che non da Dio che per ottenere gli stessi doni, servono ben altre caratteristiche e bisogna dimostrare a Dio di esserne degni, invece con satana la questione non si pone, basta essere avversi a Dio che ottieni praticamente le capacità che desideri, però la conseguenza è che Dio ti da un potenza molto maggiore che non le capacità di satana, inoltre Dio ti da la vita eterna e satana la dannazione eterna. Questa è la distinzione. Però bisogna stare anche attenti perché solitamente chi dice di parlare in lingue non sa neppure quello che dice, se lei parla in lingue deve sapere cosa dice e saper tradurre quella lingua, perché spesso è anche un inganno della nostra mente desiderosa di avere anch'essa di ottenere almeno qualcosa, e credendo di saper parlare, inventa idiomi e lingue inesistenti. Inoltre le manifestazioni che si possono avvertire durante queste presunte sensibilità possono essere anche indotte dalla nostra stessa mente, che è capace di far provare sensazioni veramente belle e piacevoli, sono allucinazioni non solo mentali, ma che possono diventare quasi reali. Per esempio in un sogno, noi possiamo arrivare a percepire persino il nostro corpo ed esso risponde al sogno ce stiamo vivendo, con tutta una serie di eventi e cambiamenti interno ad esso. Quindi bisogna stare veramente attenti. Perché la mente è veramente capace di far percepire cose che non ci sono, basta che essa sia pungolata da un obbiettivo, da un desiderio, che crescendo diventa sempre più spasmodico, per esempio l’invidia è capace di scatenare desideri che sono in grado di scatenare molte cose, soprattutto negative. Ma anche la stessa volontà di essere qualcuno che non si è, fa lo stesso effetto, il voler a tutti i costi sentirsi parte di qualcosa, quando non lo si è! Se una persona non è un veggente o un profeta o un santo o un apostolo o un eletto, non può pensare che dal giorno alla notte lo diventerà, perché si illude, non siamo noi che decidiamo questa cosa, ma è Dio che decide e da. Se noi desideriamo con tutto noi stessi queste cose, accade che la mente prima di tutto, inizia ad illudersi, di poter avere, poi essendo il maligno sempre presente esso non vede l’ora che l’uomo diventi orgoglio, per potersi insinuare, perché oltre ad essere la mente ad immaginare e desiderare certe cose, può essere anche il maligno ad agire contemporaneamente, allora nessuno si renderà conto che a lato di un problema psicologico c’è anche un problema spirituale. Molto spesso accadono questi fenomeni quando il soggetto si trova in compagnia con altri, specie in alcuni gruppi spirituali, che le preghiere e il modo di condurre porta ad un graduale esacerbazione degli effetti, psicoattivi, che portano ad una isteria collettiva, con degli effetti voluti dal soggetto. Quindi bisogna stare molto attenti!


Chi parla veramente in lingue sa quello che dice! Che sia un posseduto o un santo!