venerdì 3 gennaio 2014

RICONOSCERE SOGNI VERI E FALSI.


Sogni premonitori e sogni normali.

Prima di rispondere a questa domanda dovremo fare una breve considerazione sul nostro cervello, come tutti sappiamo il nostro cervello è un potente registratore di qualsiasi genere di impulso, sensoriale(tattile, gustativo, percettivo, elettrico, luminoso, visivo, olfattivo, pensiero) e di ciò che si legge. Questa premessa è importante per capire molte cose e molti aspetti, indispensabili per stabilire chi può essere un vero o un falso veggente o per sapere anche se un soggetto ha sogni premonitori o sogni normali. 


Perché dico questo? Semplicemente! più un soggetto, accumula in se un grande bagaglio di informazioni di qualsiasi genere e natura, più il cervello ha un enorme bagaglio a sua disposizione per fornire in un istante temporale, tutto quello che ha accumulato in se, in un certo lasso di tempo, naturalmente più un soggetto è avanti con gli anni, maggiori informazioni possiede il suo cervello, di modo che esso può fornire in qualsiasi momento sia nello stato di veglia che di sonno, qualsiasi genere di dato, anzi direi di più che nello stato di sonno REM, i dati immagazzinati nel cervello sono addirittura più fruibili di quelli ad uso conscio. Quindi un soggetto che dice di avere molte visioni o fare sogni di natura profetica, bisogna vedere alcune condizioni degli stessi; primo quanto materiale ha letto o visionato, come film, ecc, su argomenti di natura spirituale, come per esempio i vari racconti di santi, profeti, magia, esoterismo, massoneria, anticristo, ecc, tutto questo bagaglio può venir prelevato dal cervello ogni notte, oppure potrebbe essere usato dal cervello, anche nello stato di semi coscienza, e non sapere con precisione assoluta se tale persona ha avuto realmente una manifestazioni di natura soprannaturale o no! Faccio un esempio che riguarda me stesso, io non ho mai letto nulla della vita dei santi o di altri soggetti analoghi, proprio perché conoscendo queste caratteristiche del cervello, non ho mai voluto inquinare la mia mente con storie e fatti vissuti da altri, che possono creare dei falsi-veri! Anche i cosi detti sogni lucidi in realtà non sono altro che allucinazioni visive della mentali, che hanno in se un baglio immenso di conoscenze, la mente crede di uscire dal corpo, per una suggestione voluta dal soggetto, e immagina di vivere vite che potrebbero sembrare esterne al soggetto stesso, in realtà sono un mix di decine di vite di altri soggetti, proiettati su uno schermo virtuale, nelle nostra mente; così sono anche i sogni. Naturalmente per sentenziare se un sogno o una visione è premonitrice di eventi, bisogna che il soggetto sia molto estraneo alla realtà contingente e allo studio di questi fenomeni spirituali, scientifici, ecc che possono interferire enormemente sul sogni, visioni e altro, anzi spesso li determinano. Ma allora come è possibile capire quando si parla di sogno premonitore oppure di visione premonitrice o di apparizioni? Ci sono dei segnali premonitori, che distinguono gli uni dagli altri. Però se il soggetto, è molto dedito allo studio per esempio della sacra scrittura, o della vita dei santi, certamente farà sogni dove questi suoi studi possono emergere, mentre un soggetto che vede molti film o legge molto materiale di altro genere, per esempio HARD, o altro genere i suoi sogni saranno incentrati soprattutto su quel argomento e saranno molto vividi a tal punto da produrre nell'organismo degli effetti collaterali. Per questa ragione chi pensa di avere dei sogni premonitori deve prima chiedersi cosa aveva visionato nei giorni antecedenti al sogno, perché ci voglio un certo numero di giorni perché la mente non riproponga più quel determinato argomento, per esempio se io vedo il film i 10 comandamenti! Può accadere che faccio un sogno dove vedo delle cose che vagamente assomigliano al film, se vedo un film di guerre stellari, la mente ripropone cose simili, se vedo un film erotico, la mente molto portata a questo genere di cose, stimola facilmente i sogni a sfondo sessuale. Per stabilire se un soggetto è un buon profeta, non bisogna che il soggetto, veda film, abbia letture, ecc di un certo genere, eliminando dalla mente tutto quello che riguarda queste cose, allora la percentuale di probabilità che il sogno sia attendibile è molto più elevata che non un soggetto che studia spesso le scritture dei santi, o di altri soggetti, in questo caso i santi, ma possiamo pendere moltissimi altri soggetti tra cui, filosofi, psicologi, ecc. il cervello ripropone continuamente immagini, suoni, emozioni, ecc accumulate nel corso di anni. Possono essere sogni premonitori, quei sogni, dove il soggetto che si sogna non lo si è mai visto nella proprio vita, oppure dove quel determinato susciti un noi anche un emozioni di un certo tipo, come un forte spavento, alle volte i sogni premonitori sono seguiti da emozioni molto violente, tanto violente che la persona si sveglia spesso trafelata. Ma il sogno premonitore ha una caratteristiche inspiegabile in se, che è segnata da un fenomeno di natura soprannaturale, per cui il sogno o non viene rivelato, oppure il soggetto non lo ritiene probabile e lo cancella momentaneamente. Inoltre il sogno premonitore lascia un sensazione di fenomeno che si compierà, ciò la persona sente dentro di se che il sogno gli svelato realmente qualcosa che avverte come vero. Però naturalmente dal dire che è un sogno premonitore e dire che non sia altro che un sogno indotto è difficile capirlo. Generalmente non bado troppo hai sogni, salvo quando essi si ripetono assiduamente per lunghi periodi, allora si deve ricercare la cause del sogno, sia dentro di noi che fuori di noi, prima d dire è un sogno premonitore. Molto spesso i sogni sono dettati, dai film che si guardano, le dalle cose che si leggono, dai fatti della nostra vita. 


Per esempio il sotto scritto non vede mai film, se non eccezionalmente, ascolto qualche volta il telegiornale, non leggo mai nulla di santi e profeti ne di un tempo, ne tanto meno di oggi, gli amici mi sottopongono all'attenzione alcuni brani di alcuni veggenti di oggi e profeti e santi di un tempo, ma più di li non vado. Invece amo leggere materiale scientifico, psicologico, medico. Piuttosto che pendermi a leggere la vita dei santi, preferisco pregare, l'unico che libro sacro che ho letto molto, ma in età giovanile è stata la Bibbia. A.T.- N.T.


Sogni erotici e il peccato!

Molti ragazzi mi chiedono se l’atto sessuale involontario è ascrivibile nel peccato d’impurità! 

La risposta è molto semplice :

NO, se esso non è indotto dalla volontà del soggetto, prima di addormentarsi. 

Si è peccato, se è indotto prima di addormentarsi, mediante stimolazione con ricordi, con immagini, film, sonoro, sensoriale, ecc. Una volta entrai in discussione con un teologo su questo argomento, rimasi un tantino sgomento, nel sentire che questa persona insegnava ai suoi allievi-seminaristi che per attenuare le pulsioni sessuali dovevano indurre prima di addormentarsi una fantasia erotica e diceva che l’atto normale avvenuto nel sonno non è peccato. Risposi al teologo che sbagliava perché tutto ciò che noi facciamo volontariamente anche un induzione prima del sonno, per ottenere un determinato risultato anche nel sonno stesso, era peccato, perché fatto con il proposito di ottenere quella soddisfazione sessuale, a tal risposta il teologo non ha più saputo rispondere. Perché avevo ragione! A rigor di logica, se io costringo la mia mente a desiderare qualcosa, essa lo produce; lo vediamo bene con l’uso dei film erotici, la mente durante il sonno continuerà quella visualizzazione che stavo compiendo o visualizzando poco prima, e produrrà gli effetti collaterali, ma ciò dal punto di vista normale non ha alcun senso, ma dal punto di vista spirituale, religioso, ha molto senso, perché genera peccato, fatto con l’esplicita volontà del soggetto stesso di fare peccato!. 


Non è peccato se il sogno erotico, non è indotto volontariamente prima di coricarsi. 

Capisco molto bene perchè la chiesa si è rovinata da sola, spinge i giovani seminaristi a queste cose, credo bene che poi accadono quelle cose che accadono, invece di perseguire la castità e la disciplina in altro modo. Anche il fatto stesso di spingere, i giovani a sognare e desiderare cose sessuali( secondo l'inclinazione di ognuno) indica che questa è una prassi, ben poco edificante, per un istituzione che vuole essere un baluardo della fede. I giovani che vengono spinti a far ciò invece di allontanare e frenare le loro passioni della carne, così facendo le accentuano sempre di più e divengono con il tempo dei frustrati, per forza di cose, che poi si generano pedofili e omosessuali, sono soggetti, che ne escono disturbati sessualmente. Non è così che si riducono le pulsioni sessuali. Non è con la auto-soddisfazione che si attenuano le pulsioni, anzi aumentano, perchè nel cervello il continuo logorio verso queste cose, diventa ossessivo. Ed infatti i risaltati sono sotto gli occhi di tutti... invece di spingere questi giovani a procurarsi un auto piacere, che li mandino a lavorare e fare lavori anche stressanti non solo per la mente, che è uno stress relativo, ma proprio un lavoro fisico, che consumi i loro ormoni, allora vedranno che la testa non avrà molta voglia di fantasticare. Oltretutto che la smettano di inculcare queste idiozie perverse, perchè si dovrebbero solo vergognare.