venerdì 2 maggio 2014

PAROLA, LA MATRICE DELL'INTELLIGENZA


 PAROLA ,  MATRICE DELL'INTELLIGENZA.


Oggi è stata una bella giornata per me, questa mattina ho avuto una bella discussione con il nostro Signore Gesù Cristo. In merito a diverse cose...
la più interessante è questa...

Farò un riassunto senza riportare tutti i dialoghi , in pratica L'intelligenza di un individuo non è fonte di apprendimento dato da studi, ma ciò che l'individuo conosce è già codificato nel suo DNA, ad ogni generazione il DNA funge da fissativo della memoria, delle generazioni passate, così che, le medesime informazioni si fissino un maniera permanente, e di generazione in generazione si trasmette tutto il bagaglio storico delle generazioni passate, ma la trasmissione non avviene solo mediante un fattore genetico, ma anche mediante impulsi di cui noi ancora non conosciamo, che il cervello emette e raccoglie dati sopratutto dormendo, specialmente di individui vicini e familiari, in modo che un qualsiasi individuo posto in situazioni difficoltose possa attingere in un determinato contesto a questi bagaglio DNA storico, quindi c'è una trasmissione continua di dati da mente a mente. Lo studio(scolastico) fa solo emergere quello che è già presente nel DNA, non c'è nulla di nuovo, le basi fondamentali scientifiche,(attualmente solo in parte emerse), sono già contenuto nel DNA dell'origine, per questo le famiglie con generazioni più lunghe e dove non ci siano interruzioni hanno un bagaglio più importante. Sarà Dio che mediante il uso spirito attiva in noi delle informazioni nascoste supplementari che sono celate in aeree particolari. Per esempio quando ci sono salti evolutivi rapidi indica un intervento non umano. Poi il DNA è codificato sulla Parola, cioè sul verbo di Dio, cioè sulla Matrice dell'origine, non intesa come pronuncia ma come conoscenza, è questa che determina il fattore intellettivo e le altre specifiche che determinano un soggetto umano. In parole povere come è strutturato il DNA così è strutturata l'intelligenza del soggetto, però mi è stato spiegato che non tutti i DNA sono uguali, è stato creato e progettato che in determinati tempi secondo delle costanti ben precise, si determinano dei DNA superiori, che vengono attivati da geni non geni, sono in realtà geni predisposti a creare questa codifica, che in determinate modalità si uniscono e determinano dei fattori diversi. Ma questi possono essere disattivati o attivati da impulsi non propriamente sonori. Anche le persone, dotate di capacità non terrene, o doti soprannaturali per esemplificare queste capacità devono avere delle doti cerebrali particolari, superiori agli individui anche con notevole intelligenza. Non è detto che siano particolarmente intelligenti, ma hanno altre caratteristiche, per cui sono più affini alla componente spirituale che non a quella materiale. Esistono geni che potenziano delle aree del cervello rispetto ad altre; la cosa interessante è che la preghiera che viene data da Dio, quella autentica, è strutturata in maniera precisa al fine di attivare i ricettori cerebrali e attivare i geni preposti, che si attivano assieme a quelli dell'intelligenza. Mentre esistono geni che vengono disattivati da altri tipi di preghiere che inneggiano a demoni. Anche nella parola-pronuncia “satana” o di altri suoi nomi esiste un fattore di repressione genetica. Dipende da come sono strutturate le frasi non solo dalle parole contenute. Inoltre i geni possono essere repressi da alcune sostanze che noi ci nutriamo, tutti i cibi possono essere tossici, se assunti in quantità non opportune, mentre altri sono altamente nocivi per i geni, le sostanze che attivano intensamente alcuni ricettori cerebrali sono il silicio, anche il nostro corpo ne ha estremo bisogno, ma il nostro cervello ancora di più. Da quello che ho capito,  pare che il silicio (penso sia il silicio organico) esplichi delle proprietà disintossicanti e funga da neurotrasmettitore e propagatore delle onde, come una sorta di radio, proprio similmente alla tecnologia di cui noi possediamo che ancora poco conosciamo. Poi ho posto una domanda chiedendo se l'alimentazione può frenare in qualche maniera lo spirito, la risposta è stata Si! Ha spiegato che lo Spirito non è affatto immateriale che noi crediamo ma è solo invisibile, perché costituito da una realtà diversa dalla nostra che noi non percepiamo, ma solo in determinati contesti. Per questo lo Spirito nasce bambino delle stesse dimensioni del Bambino della medesima forma, esso si sviluppa come l'organismo che lo ospita, anzi i due sono una simbiosi, lo spirito si nutre di qualcosa del corpo umano, di un energia particolare che noi produciamo. Per questo certi alimenti possono essere dannosi allo spirito, e possono anche frenare lo spirito verso una sua più evoluta esaltazione. Per questo Cristo dice che bisogna fare digiuni per purificare il corpo e renderlo più affine allo spirito, il corpo si libera dalla tossine, prima di tutto corporali e poi liberandosi anche dal peccato, che può limitare il movimento di uno spirito o anima. Raggiunta una certa situazione di benessere di entrambi gli organismi sia carnale che "spirituale" ed eliminate le tossicità carnali e spirituali ecco che lo spirito attiva, dei geni speciali, e può preparano il cervello per divenire spiritualmente attivo nei confronti della potenza di Dio. Mentre se si procede inversamente avvelenando il corpo, allo spirito gli viene impedito di agire positivamente, e si attirano a se le influenze diaboliche.

Però Dio dice che anche se noi possediamo nel nostro DNA le basi scientifiche fondamentali per lo sviluppo della nostra intelligenza, e di altre qualità connesse. Se Lui non vuole attivare questi geni, nulla noi potremo fare, perchè non possediamo le conoscenze per attivarli, se non quelle messe a disposizione nella sacra scrittura. 


Potremo fare una scaletta di questo tipo
DNA nativo. (genera DNA dell’organismo.)
DNA ORIGINE (contiene geni - conoscenze scientifiche fondamentali)
DNA a matrice attiva(ricordo di dati scientifici sovrascritti un numero notevole di volte)
Geni attivabili.