giovedì 14 aprile 2016

Gli idoli della vanità!


Non adorare idoli, ne immagini, disse Dio!


Ecco il comandamento:
"Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai. Perché io, il Signore, sono il tuo Dio, un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione, per coloro che mi odiano, ma che dimostra il suo favore fino a mille generazioni, per quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti."


Perché ho posto questo comandamento, per parlare di esso? 
Anche, ma sopratutto per mostrarvi come Dio conoscesse già le intenzioni dell'uomo fino alla fine dei tempi.

Si dimostra chiaramente come i figli degli uomini avrebbero astutamente sfruttato, questa cosa, per un loro tornaconto e per far credere ai popoli cose non vere, ma anche come satana avrebbe imposto sulla natura umana le sue intenzioni per far credere e insegnare cose sataniche fatte passare per cose buone, quasi divine.


Dal filmato sotto stante si nota che da secoli, anzi millenni gli esseri umani spinti da satana hanno ideato simboli e segni, fatti con le mani, per inculcare nella mente umana simboli satanici, ecco perché Dio da questo comandamento così restrittivo tanto restrittivo da escludere quasi se stesso.




Sia un tempo che oggi giorno si producono statue, immagine, quadri, ecc dove si inseriscono simboli fatti con le mani, per rendere l'opera non più sacra, cioè divina, ma satanica, e la popolazione ignara di questa astuzia, s'inginocchia innanzi a queste, credendo che siano create con fini per l'adorazione di Cristo, angeli, la Madre di Dio, santi, ecc. Invece ahimè lo scopo è ben diverso, ecco perché Dio che tutto sa, ha esortato e comandato coloro che lo adorano e lo amano, a non far immagini, ne statue, di ciò che è nell'inferno, o sulla terra e nemmeno nei cieli, sapeva che gli esseri umani avrebbero sfruttato questa cosa, per disonorarlo e inculcare nella mente dei popoli simboli che sarebbero divenuti di uso comune, tanto comune che sarebbe stati usati per ogni cosa.



 Come si può vedere entrambe le icone hanno la mano indicante un 6.



i quadri e le statue con Gesù benedicente con due dita idem come la statua di satana..




segno marrano in entrambe le raffigurazioni.


Oltretutto, l'adorazione di idoli che non sono Dio stesso, non è conforme al pensiero di Dio, sono in sostanza paragonabili ad un tradimento, questo sarebbe comprensibile per gli idoli pagani, per i demoni, e per l'adorazione di uomini, che si ergono a dei, o sapienti, o gran dottori, o santi, ma quello che molti lascia perplesso è la decisione anche della negazione di far immagini e idoli perfino di Dio o delle sue manifestazioni, ma a quest'ultimo desiderio di Dio, c'è una spiegazione che appunto è che Egli l'Onnipotente sapeva che l'essere umano sotto la spinta del demonio, avrebbe usato le immagini sacre per introdurre nell'inconscio umano simboli satanici, per meglio poi arrivare a controllare le masse e portare in esse il desiderio di usarli ed accettarli quando il mondo sarebbe stato pronto per il grande passo, quello dell'entrata in scena del figlio del male, l'anticristo, tutto questo è stato un lento e costante martellamento creato da generazioni per stampare nelle memoria quei simboli che poi verso al fine di un dato periodo e tempo, i popoli le useranno con estrema semplicità, come se fossero una cosa normale e sana. Ma non solo, lo scopo era quello che un giorno qualcuno sarebbe arrivato a benedire il popolo usando proprio quei simboli.

Quindi quando si vedono statue, immagini che portano in se quei simboli non bisogna genuflettersi, nemmeno se sono statue che lo Rappresentano, ma neppure se non hanno simboli o segni strani, secondo il comandamento.


Gli uomini di tutti i tempi, hanno sempre prodotto statue, busti, effige, immagini, per ricordare i loro eroi, dei e demoni, i loro uomini illustri, potenti, poeti, papi, santi, oggi vip, cantanti di tutti i tipi e generi, e a questi poi dedicavano in un modo o nell'altro un culto di idolatria, perché anche il fatto di portare su di se l'effige è un po per dar culto di venerazione ad un uomo.




 Statue di cera rappresentanti fedelmente Bergoglio alias Francesco I°


Questo evento diventa ancor peggiore quando un essere umano “VIP” è in vita, come è il caso di tutti potenti della terra, che oggi giorno si fanno ritrarre in pose diverse per essere dal popolo adorati, diciamo che dal punto di vista degli uomini del mondo la cosa protestante-mente passabile, mentre per quello che riguarda la chiesa se un qualsiasi soggetto permette di essere raffigurato senza che il clero muova contro alcuna accusa contraria, esso è complice di tale ideazione e permette di conseguenza di essere venerato, per cui diviene idolo delle masse, sostituendosi in toto a Dio.


Se un qualsiasi uomo di chiesa non si oppone alla realizzazione di immagini, statue ed effige che lo ritraggono, significa che lascia fare, non può dirsi di rispettare alla lettera il comandamento di Dio. E non diciamo corbellerie per giustificare le nostre cattive azioni e parole, con la legge eterna, visto che Dio è Verbo, amore, Legge e tutto, non siamo illogici e non pretendiamo di porci sopra l'intelligenza di Dio, giudicando Dio, la sua opera e la sua parola come se esso non sapesse giudicare. 




Come mai i raggi di questa statua sono 11?


Un applauso agli artisti che li hanno realizzati, veramente molto bravi!















lì riconoscete...