mercoledì 25 maggio 2016

PAROLE DI AMORTH NON CORRETTE.


PAROLE DI DON AMORTH

NON SONO CORRETTE!




Devo dissentire su questo discorso di Don Amorth, perchè vedo molte persone che leggono e non comprendono... condividono senza capire.

Intanto prima di tutto la sua risposta alla domanda delle persone, non la trovo corretta, perchè bisogna capire che la gente si stanca di sottoporsi a interminabili trattamenti d'esorcismo, quando Gesù liberava queste persone in un attimo, anche i casi più estremi di ossessione, che per noi umani diciamo spesso essere un limite, cosa falsa. 
La liberazione delle persone non dipende dalla persona, ne tanto meno dal demone che ha in essa, può avere anche tutte le legioni che esistono. 
Il problema semmai del perdurare degli esorcismi, è duplice, primo la persona vivendo in questa società malata di satana, si viene a trovare continuamente attaccata da questi demoni, secondo perchè la stessa non è in grado di liberarsi dal peccato completamente, per cui diventa difficile liberare un soggetto, anche perchè spesso ci troviamo innanzi a persone che hanno poca volontà nel desiderare realmente di uscirne, si lo desiderano, ma non abbastanza, pensano sempre che tutto debba fare l'esorcista, invece non è così, bisogna desiderarlo con tutto il nostro cuore di uscire da certe situazioni. 
L'aspetto più importante sta nel sacerdote, e nella sua spiritualità, esso deve essere candido come bambino, non ci vuole forza di muscoli, di nervi per esorcizzare, ma candore, santità, per quello gli apostoli erano così bravi nel cacciare i demoni, perchè credevano fermamente nelle parole di Cristo, non dubitavano mai, e dico mai, per quello che gli esorcisti di oggi fanno fatica a liberare questi soggetti, sia per il fatto che essi rimangono in uno stato di peccato, anche se combattono con i sacramenti, la preghiera ecc, 
Ma sopratutto perchè il consacrato non ha la fede santa per liberare costoro.
Molte persone valutano un esorcista per la sua forza, infatti molti dicono quello è più forte dell'altro, ma non è questione di forza, è questione di Santità.

Anche il dire che il Signore permette, non va bene perchè la persona spesso pensa che Dio voglia in qualche modo metterla alla prova e alle volte si stanca di questa prova, ecco perché quella domanda generica che la gente gli fa" sono anni che vengo a farmi esorcizzare quando finirà questa cosa?". Domanda che indica, che la gente non vede esiti positivi. Sembra come si voglia colpevolizzare Dio di permettere che noi soffriamo, questo è sbagliato, da parte un sacerdote pensare questo. Bisogna sempre invece dire che noi siamo la causa principale dei nostri mali, infatti questa è la verità, siamo noi che attiriamo l'azione del maligno in noi, non è Dio che lo manda a noi per suo capriccio, proprio per il fatto che ci ha resi liberi di porci nel bene o nel male. E proprio per questa ragione, noi possiamo cadere nelle reti di satana, e divenir egli nostro ospite. Questa mania che spesso si sente anche nella chiesa, che Dio permette il male, da un lato è vero, ma bisogna capire le motivazioni, non gettare alle persone frasi senza una spiegazione, se non conosci la verità delle cose meglio per te tacere, che non essere accusato da Dio, di aver agito nel male, perchè certe affermazioni conducono la persona ad allontanarsi da Dio. 
Il male al 99% viene all'uomo per mezzo dell'uomo, è una questione di volontà umana, principalmente. Ed è a causa dell'uomo che il maligno rimane in lui/lei, non per volontà di Dio. 

L'idea di Don Amorth è errata, per un motivo molto semplice, Si Dio permette, si sa anche nell'antico e nuovo testamento è scritto, ma non è una Sua volontà che il soggetto diventi posseduto(ad eccezion fatta di alcuni eventi), è volontà invece di chi ha accettato in se stesso il maligno, il male non entra nell'uomo che ama Dio, se ne sta ben lontano da coloro che portano Dio in se, entra invece in chi accetta anche banalmente e inconsapevolmente il peccato, specie chi è superstizioso, chi fa riti magici, i medium, e altre situazioni analoghe  e alle volte cose prodotte da altri. 


" Tu pregheresti cosi? Frequenteresti così la Chiesa , i sacramenti se non avessi questi disturbi?" 

Questa frase non è vera, perchè coloro che hanno doni dello Spirito Santo e sono profeti, ma anche semplicemente gli stessi preti e suore (anche di clausura) che pregano tutti giorni, sono pure questi indemoniati? Assolutamente no! Quindi il pensiero di Amorth è errato.

Alla vita di preghiera e sacramenti ci si avvicina se si ama, si crede e si desidera essere suoi di Dio, questa è la cosa fondamentale.
Il resto è connaturato con le esigenze del soggetto in quel momento, che spererebbe di essere liberato, in un arco di tempo possibilmente giusto, nel senso di poter vivere la vita come tutti gli altri esseri umani, un esorcista deve pensare che il genere umano è stato creato per moltiplicarsi oltre che per amare Dio, Per cui se non ci sono figli e famiglie normali, non ci saranno mai neppure preti e suore, mi sembra logico, invece il sacerdote fa un ragionamento un po errato, senza pensare che non tutte le persone desiderano e sono portate per essere degli apostoli di Cristo. 

Io dico questo alla chiesa invece di tener nascosti gli stigmatizzati che ci sono nei conventi spesso di clausura tirateli fuori e fate fare a loro questo lavoro, vedrete quante persone rapidamente verranno guarite senza che queste debbano soffrire una vita intera, cosa pensate che Dio ci mandi queste persone per rilegarle dentro ai conventi, per rinchiuderle? Niente affatto, sono qui per far conosce il Signore mediante le sue opere.