lunedì 12 settembre 2016

EVENTI STRAORDINARI O NO?

LACRIMAZIONI   E   MOVIMENTI
MISTERIOSI 
SU   STATUE   ED   IMMAGINI 




Oramai sono secoli che su immagini e statue di Gesù cristo e della Madre Sua, avvengono eventi sorprendenti, come lacrimazioni sia di sangue che lacrime, ma anche movimenti di apertura e chiusura occhi, bocca. 



Ora la scienza è atea per cui ovviamente queste o sono frutto di allucinazioni, di truffe, ma certamente per la scienza o meglio dire per certi scienziati, anche se fossero autentiche per loro sarebbero sempre false perchè ovviamente sono soggetti increduli a tutti, scettici all'ennesima potenza, anche perchè la scienza vorrebbe poter ripetere questi fenomeni che sono irriproducibili scientificamente, e ci credo, per riprodurli dovrebbero possedere il potere di Dio, ecco perchè la scienza non ammette , la veridicità di tali fenomeni, in sostanza vorrebbero essere lo stessi Dio. Quindi nulla di quello che viene da Dio o Dio stesso è vero, ovviamente essendo l'uomo generalmente scettico di natura tutto diviene falso. 

Purtroppo c'è anche da dire che il tempo dei falsari è questo, perchè tutti s'inventano come sbarcare il lunario, per cui non c'è più nessun rispetto neppure per il sacro, anzi il sacro rende molto di più di qualsiasi cosa al mondo anche del sesso, perchè tutti ne sono  inesorabilmente attratti. Per cui l'industria del sacro è super attiva, e non termina mai il suo corso, penso che non terminerà mai, almeno per il tempo attuale. Il problema che più si progredisce nelle tecnologia e più le possibilità di far passare cose false per vere diventa sempre più fattibile, ma se l'evento, la manifestazione è autentica nessuno può far nulla, ne tanto mento può essere camuffata con qualche furbizia tecnologica.

Ora il problema immagini e statue che lacrimano, è facilmente distinguibile da quelle false, perchè una statua per lacrimare non deve contenere nulla se non il materiale della statua stessa. solo in questo modo si può dire che la statua ha una certa attendibilità, ma anche in questo caso, è sicuramente necessario una certa ripetibilità, anche se purtroppo è brutto pensare questo, perché metti freno alla potenza di Dio, cioè incredulità, ma purtroppo proprio per la presenza di una scienza atea,  e anche di un clero che alle volte è più ateo della scienza, bisogna che l'evento si ripeta sotto osservazione, una volta che l'evento si ripetuto sotto questi condizioni, è ovvio che non c'è manomissione e che si dovrebbe procedere per la sua autenticazione, il problema è che la scienza non mai contenta e anche certo clero segue, per cui non chiedono più un atto di credo o di fede cieca, ma la chiesa per credere deve assistere anche a molte più manifestazioni. Il problema che la scienza vorrebbe sezionare anche l'impossibile per capire come da una statua in gesso, o marmo, possa trasudare sangue, cosa matematicamente impossibile, proprio perchè il gesso CaSO4  solfato di calcio non può tramutare la sua natura in sangue, ma nemmeno possono le lacche coloranti che sono poste alle volte sopra, ma nemmeno gli impasti a base di carbonati di calcio e magnesio, o polveri marmoree, impossibile dal punto di vista umano. Per cui il mistero per la scienza rimarrà sempre mistero, per la chiesa devono solo ammettere l'evidenza, altro non possono fare. Il problema è che la chiesa impiega un eternità ad approvare una qualsiasi manifestazione autentica, e alle volte sorge il dubbio che la stessa non voglia autenticare proprio nulla, quasi ne avesse paura. Il fatto è che alle volte queste manifestazioni particolare, hanno bisogno di tempi, di tempi brevi per funzionare, se la chiesa non approva c'è il rischio di mettere i bastoni tra le ruote a Dio, ma l'onnipotente sfugge alle logiche di una chiesa, e farebbe lo stesso quello che deve fare, solo che magari, invece di riuscire a convertire molti, ne converte di meno, con il risultato che a causa di insensate decisioni, molti potrebbero perdere la loro salvezza eterna, con il risultato per altro che anche coloro che dovessero decidere contrariamente farebbero la medesima fine, tanto per essere chiari.

Ora tutti dicono che l'evento lacrimazioni, quando appunto è autentico, è un fatto positivo, tutti lo vedono come una manifestazione di grazia, da un certo punto di vista lo è, perchè comunque sia manifestazione con senso positivo, che Dio fa all'umanità, perchè la lacrimazione è indice di stanchezza da parte di Dio, la lacrimazione specialmente quando diviene molto frequente in diversi luoghi del mondo, sta a significare che sono in atto eventi drammatici che poteranno cambiamenti vistosi, per cui non considererei queste manifestazioni tanto positive, quanto negative, perchè quando Dio si manifesta mediante immagini della sua deità, significa che le cose stanno precipitando. 
Quindi non prendiamo tanto alla leggera queste cose, specie quando le lacrime sono di sangue. Perchè sangue porta sangue, sotto tutti i punti di vista. Il fatto stesso che Le lacrime di sangue sono in pratica riversare sul mondo il sangue di Cristo, ha molti aspetti, sia positivi che "negativi" per noi, positivi perchè portano grazie a chi si avvicina o ci crede, mentre negativi, portano sventure a chi non ci crede. Questa è la realtà delle cose. Le lacrime sono una pubblicità che Dio fa verso se stesso, ma con lo scopo di richiamare il mondo al pentimento, alla conversione alla preghiera, prima che  siamo noi a versare il nostro sangue. 
Perchè se ora Cristo versa il Suo mediante le immagini o statue, dopo saremo noi a versare il nostro, questi eventi sono avvertimenti. 

Poi ci sono anche manifestazioni dove non si sà quanto siano vere, dove si vedrebbero movimenti oculari o della bocca, di statue, che pensare? Veri o falsi? E' molto difficile dirsi, sopratutto perchè spesso sono irripetibili ancora meno che le immagini e le statue. 

Mi ripeto per l'ennesima volta, la gente se ha vera fede, cioè un credo certo e forte in Cristo, non ha bisogno di vedere proprio nulla, non ha bisogna di nessuna conferma, non ha bisogna di nessuna manifestazione, queste cose che avvengono anche se sono vere, non sono perchì già crede, ma per chi non crede e ha una fede ondivaga. Ai veri credenti spetta solo il compito di rendersi apostoli ognuno secondo quanto è capace di fare e non attendere il permesso del proprio pastore, per agire, ma di far senza che nessuno te lo ordina.