lunedì 25 gennaio 2016

Anticristo è alla porte!

Arriverà presto l'anticristo o chi lo impersona. 


Oggi guardando in facebook ho scorto questa immagine e la mia mente istantaneamente mi ha portato ad un lontano 1983, quando in una della mie visioni vidi questa immagine, e a poco distanza da essa in senso temporale, si manifesto nella chiesa colui che tutti chiamano anticristo, quindi questo ci fa capire che in un tempo indeterminato avremo il suo manifestarsi anche se, non ancora ufficialmente. 

Che dire, nulla di più che prepararsi, quindi tutti i cristiani del mondo si preparino con la preghiera, e con le opere, si facciano novene, si dedichino le messe, alla salvezza delle anime, si preghi per ottenere il perdono e si chieda pietà, ma si chieda anche la conversione di coloro che si sono lasciati andare alle lusinghe di un mondo corrotto, non temete arriverà, quando sarà tempo.

Ognuno in questo contesto deve far la sua parte, fino in fondo secondo quanto Dio a messo nel suo disegno. 

I cristiani dovranno provare di essere veramente di Cristo. 
E le prove verranno con quanti le portano, ad ognuno la sua prova.
Nessuno si ribelli al suo destino, perchè altrimenti quello alternativo sarà molto peggio.

Coloro che hanno perso la fede per paura la ritrovino presto, perchè quando si presenterà non avranno, molto tempo per tornare a Dio, perchè presi dallo spavento non penseranno a Dio, ma a salvare le loro vite terrene credendo di salvarsi, periranno tutti assieme, buoni e cattivi. 

Fuggite dal mondo, fuggite dalla perversione, allontanatevi dalla tecnologia, ritornate alla terra, ma sopratutto ritornate alla fede dei primi Cristiani dei veri apostoli, solo quella nei prossimi tempi vi darà sostentamento, sparpagliatevi e disseminatevi non rimanete concertati ed imbrigliati nelle città dove un giorno la mattanza sarà grande. Le leggi degli uomini stanno portando il mondo verso il dirupo, a passi così grandi che solo chi ha in se lo Spirito Santo vede la sua fine. Si approveranno leggi in tutto il mondo contro ogni credente, ma sopratutto contro i cristiani che saranno cacciati, torturati, perseguitati ed infine uccisi, allora come è scritto in un grido di disperazione si alzerà verso il cielo e la voce dei sopravvissuti incarcerati echeggerà, allora quanto predetto si manifesterà. "Chi deve essere ucciso di spada sia ucciso, chi deve andare in prigionia andrà" Apoc.Giov. L'importante che ogni cristiano che creda in Cristo non tema di manifestare apertamente la sua fede, ma non con le armi, come molti cristiani o pseudo tali vogliono fare, ma nella mitezza e nell'intelligenza, Dio non accetta nella sua casa chi si macchia le mani del sangue del fratello, ma chi ne viene macchiato. Com'è scritto se il credente non muore non risorgerà! Questa frase non ha solo senso come qualcuno crede metaforico, ma reale, se Cristo risorse dai morti, così Cristo risorgerà anche coloro che sono morti per LUI. E chi professa una fede diversa da quella enunciata nei vangeli e nella sacra scrittura e ne cambia il senso non è degno di essere neppure chiamato figlio di Dio.