domenica 31 luglio 2016

Siamo alla profanazione della Casa del Signore!


Siamo alla profanazione del corpo del Signore! 

Leggendo l'articolo sottostante, mi sono messo le mani nei capelli! 

link: I musulmani in chiesa a Ventimiglia

Che la chiesa stessa conceda e permetta che un altro culto entri durante una funziona religiosa Cristiana e partecipi attivamente ad essa è fare profanazione, mi chiedo ma questi preti e vescovi che permettono  questo sanno cosa si fanno, si rendono vagamente conto di cosa stanno facendo a se stessi, non sanno che questa invitare dei mussulmani di religione e credo diverso dal nostro e farli partecipare alla specie sacre, è compiere un peccato gravissimo contro Cristo, non sanno che 
fanno sacrilegio? Non sbigottito, eppure non tanto perchè me lo aspettavo, ma ogni giorno si vede e si assiste un distruzione dei valori spaventosa, sopratutto da parte del clero, che oramai è totalmente allo sbando. Ma questi preti si rendono conto che fanno mangiare a quegli islamici la loro condanna, si rendono conto che loro stessi, si condanno da soli? O non credono più a nulla? 
Più probabile! tanto gli islamici non certo credono in Cristo, quindi figuriamoci che importanza ha per loro per quel pane! Ma questo grida vendetta la cospetto di Dio. E' un oltraggio a Dio inaudito!

Ecco la chiesa grande e strana di cui preannunciava la Beata Emmerick che sta sorgendo, eccola che sta emergendo e tirando fuori la testa, ecco che si sta imponendo, nel mondo, voluta e spinta da un pontefice che le sta dando spazio, creando le basi per la sua edificazione, dopo tutto a Gerusalemme per marzo del 2017 dovrebbe essere inaugurato il terzo tempio di Salomone. E tutto va in perfetto accordo, con un piano strategico per la distruzione dell'unica vera Fede che è in Cristo. 

Bergoglio si erge a difensore dei deboli, ma in realtà fa gli interessi dei forti, libera la chiesa dai lacci che Cristo le ha posto, e dalle leggi di Dio, che tutti i cristiani ben poco fedeli a Dio, le sentono come una  costrizione , per cui per tutti questi preti che accettano questo genere di chiesa, è per loro una manna di liberazione e non comprendo che in realtà li sta solo prendendo in giro, in attesa di divenire ancora più forti e dominanti, prima sferrare il loro ultimo attacco, alla chiesa di Dio, con il massacro del vero Papa. 

Si arriverà a far partecipare anche al rito anche le religioni, a chi ha le mani insanguinate, e ancora la gente sarà lobotomizzata e non vedrà e non vorrà vedere, terrorizzati tutti nessuno oserà neppure parlare, tutti brontoleranno ma nessuno parlerà e nessuno se non qualcuno che canta fuori dal coro.

Io mi sento di dire questo, se dovessi partecipare ad un funzione religiosa di questo genere, dove vedo che si sono gli islamici, mi allontanerò da quella chiesa, perchè in essa si profana il sacro Corpo di Cristo e io non mangerò un corpo profanato dalla presenza di persone che non appartengono al mio Dio al mio Cristo ed anzi nelle loro religione, c'è il comando di morte verso i Cristiani e verso Cristo!  

La preghiera inter religiosa non prega Cristo, ma satana.
Non la farò mai e poi mai!


Per quello che riguarda il terrorismo, i mussulmani se vogliono distinguersi dai terroristi, che abiurino le sure che incitano alla morte contro i Cristiani poi vedremo se sono veri antiterrotisti, che secondo me questa è tutta una scusa, una parvenza di perbenismo, ma fintanto che non abiurano i contenuti di morte della loro religione noi cristiani veri seguaci di Cristo non potremo mai considerarli veri ed onesti nei loro pensieri e propositi, è facile dirsi sono contro il terrorismo, ma sono d'accordo sui contenuti della mia religione è una presa in giro.






L'apostolo degli apostoli.

Chi era il primo apostolo?

Ce lo rivela Gesù Cristo stesso, in diverse occasioni!




Premessa: L'uomo generalmente pensa con la testa degli altri, intendo dire che molto spesso la gente non ragione quando legge molti testi, prende quello che altri le hanno detto, insegnato, inculcato come oro colato, senza porsi criticamente alcun pensiero, si adagiano a quello preconfezionato che gli stato insegnato e più di la non vanno. Purtroppo è la verità! per cui molte persone, quando leggono certi ragionamenti, rimangono spaesati e si oppongono ad essi, dandoli subito per non veri e non veritieri, ma alcune volte bisogna far lo sforzo di pensare e di capire cosa si vuole dire, non fermarsi alla superficie, senza voler capire nulla di più, questo è il gioco che alcuni fanno per impedire ad altri di poter ragionare e discutere sulle tematiche più importanti della nostra esistenza. I vangeli o le sacre scritture vanno lette, capite, e approfondite, sia nella vita presente che alla luce di quella passata e alle volte futura, non si può leggere un testo senza comprenderne il reale senso, solo perchè qualcuno lo ha intepretato secondo il suo pensiero, che oltretutto non si sà dove vogliano portare e se il suo condurre il pensiero generale dell'uomo sia giusto o no. Per cui quando si legge fatevi pure le domande è giusto, è lecito, e tentate se potete di comprendere oltre quello che altri vi hanno suggerito, e se non riuscite chiedete ad altri aiuto, e se ancora non siete soddisfatti chiedete lumi allo Spirito del Signore, egli se siete veramente credenti e fedeli in lui, vi esaudirà, dandovi le risposte che andate cercando. Che poi altri vi credano o no, ha poca importanza voi avrete ottenuto una risposta, bisogna ricordarsi che l'uomo generalmente ha sempre messo il dito nella piaga ovunque, non ha mai creduto a nessuno, ma al tempo stesso, ha sempre fatto suo le idee di ognuno, come se le idee degli altri fossero di tutti, non fa quanto Cristo dice e comanda: "date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio". 



Gesù ci pone tanti quesiti, da tante risposte, e afferma tante cose, ma una delle tante esprime un concetto ben preciso quando dice, che chi vuole essere il primo si faccia l’ultimo, in questa semplicissima frase si cela una grande verità. Quale?

Gesù non ha mai detto a nessuno degli apostoli che vi era un primo tra di loro, anche se sembra esserci stato in Matteo un testo che lo indicherebbe, ma poi vediamo,  ha sempre detto che al suo cospetto  gli apostoli e discepoli erano tutti primi e tutti ultimi, ma il suo pensiero era volto, a chiarire che Egli era ed è il maestro e innanzi a lui non vi era  nessun altro, mi sembra ovvio e logico e corrisponde esattamente al comandamento che appunta recita la stessa cosa. Per cui non poteva certamente nominare nessuno di loro come suo successore, perchè essere successore indica colui che è pari tuo, ma questo non è possibile, nessuno egli apostoli era come Cristo, un Dio, nessuno di loro era simile a lui. Anche se li aveva resi fondamento, ma questo non significa che sono uguali al maestro, significa solo che ognuno di loro poteva agire nel suo potere, perchè altrimenti non avrebbe separato l'attività del Maestro da quella dell'allievo.

Però, Nasconde la sua volontà in una frase quella appena sopra esposta, perché non vuole che nessuno di loro ne abbia a male, specie chi come Pietro già si sentiva un piccolo capo, e spesso comandando perfino a Gesù stesso, infatti poi Gesù lo caccia in malo modo, usando l’espressione “via da me satana”.  La frase “chi vuole essere il primo si faccia l’ultimo”, non indica soltanto quello che tutti noi pensiamo, che bisogna farsi piccoli per entrare nel regno dei cieli come ci hanno insegnato a credere, ma questa frase cela un piccolo mistero, Gesù nasconde in essa, una sua volontà, nell'esprime che il primo tra di loro era in realtà l’ultimo, si perché questa frase è stata detta agli apostoli non ad altri principalmente, ed era prima di tutto riferita a loro, verso di loro e infatti va ricercato in questo il senso, il vero senso della frase; chi era tra tutti gli apostoli il più giovane di età, il più piccolo? Senza ombra di dubbio Giovanni, si comprende che Giovanni e suo fratello Giacomo, denominati da Gesù i figli del tuono, probabilmente per la voce tonante, che indica un senso di sincerità, cioè coloro che riportavano con fedeltà la parola, cioè Boanerghes. Gesù dice a tutti i discepoli che per essere il primo devono diventare come il più piccolo tra di loro, indicando in Giovanni il più piccolo, senza però dirlo apertamente. Pietro dal canto suo, aveva anche invidia di Giovanni, e lo dimostra dopo la resurrezione di Cristo, quando sul lago di Tiberiade appare agli apostoli, e Pietro o meglio dire Simone di Giona come Gesù continua a chiamarlo sia prima che dopo la sua risurrezione, non lo chiama mai Pietro, tanto per essere presi. Pietro parla a Cristo di quell'apostolo e si esprime con Cristo facendo ben capire che Giovanni era piccolo di età rispetto agli altri apostoli, tanto che afferma “ma lui cosa ci fa tra noi?” intendendo che è troppo piccolo, per stare tra uomini maturi e grandi, questo è il vero senso. Pietro voleva quasi far capire a Cristo che si poteva mandarlo via, Cristo risponde a Pietro: ”potrò fare delle mie cose quello che voglio?”  e aggiunge va e pascola gli agnelli, intendendo dire che doveva fare quello che tutti gli altri apostoli facevano, cioè il pastore di anime, non gli ha detto nulla di speciale,  non ha conferito nulla di particolare con questa semplice espressione, come vorrebbe addurre chi spinge per certa verità. La scena ci mostra come Gesù se ne vada con Giovanni, questo è indicativo che se fosse stato Pietro il primo avrebbe dovuto portarsi dietro Pietro, invece porta con se il vero primo, Giovanni.

C’è anche un'altra frase e un azione di Gesù che indica in Giovanni il vero primo apostolo, questa è così chiara che è lampante, solo che la chiesa non l’ha vista o non forse l’ha voluta vedere, oppure  non ha proprio compreso il passo.

Intanto prima di tutto, bisogna dire che al momento della Crocifissione di Gesù era presente solo sua Madre, Giovanni, e poche altre persone, ma nessuno degli altri apostoli, neppure Pietro, tutti fuggiti perché temevano per la loro vita, mentre Giovanni essendo stato un ragazzino non faceva paura a nessuno. L’evento della crocifissione non è stato solo quello che è stato, ma per gli apostoli è stato un banco di prova, per testarli e provarli, per vedere chi tra di loro avrebbe avuto il coraggio di rimanergli fedele fino alla fine rischiando anche la sua morte, e questo fatto è estremamente importante per Gesù. Un fatto cruciale per stabilire chi fosse il primo degli apostoli.
Giovanni come la Madre di Gesù gli rimane fedele fino alla fine, e non teme per la sua vita.

Poco prima di spirare, Gesù dice a Sua Madre al suo apostolo preferito tra tutti, quella famosa frase:
C.E.I.74: Giovanni 19,18-30 25 “Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria di Clèofa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la madre e lì accanto a lei il discepolo che Egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco il tuo figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco la tua madre!». E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa.

Donna, ecco il tuo figlio! Ecco la tua madre!».” Ora questa frase è stata letta in un infinità di modi, ma essa indica con precisione un elezione, cioè che Giovanni era il suo degno sostituito, perché? Semplice! Lo rivela proprio la frase.  Gesù nell'affidare a Sua Madre quel apostolo, rivede se stesso in Giovanni, cioè Sua Madre diviene Madre di un nuovo figlio, che è Giovanni per volere di Gesù suo Figlio, in pratica dice a tutti, che Lui s rivede in Giovanni, e vuole che Egli sia preso come Egli stesso, cioè che diventi un maestro, perchè il fatto stesso di affidare Maria a giovanni e viceversa sta ad indicare una filiazione, cioè divenire come chi lo ha detto e comandato, perché questo fatto non è avvenuto di nascosto, ma pubblico e molti lo hanno udito, era questo l’importante, che venisse testimoniato da molti, anche non suoi apostoli, affinché nessuno potesse dir diversamente.  Gesù affida a Sua Madre l’apostolo al posto suo, cioè Giovanni diviene Maestro degli apostoli, per volontà di Cristo. Infatti tra tutti gli apostoli è quello che è l’unico ad avere le visioni dell’apocalisse, ed è l’unico che vede Dio assiso in trono, è l’unico che parla ancora con Cristo dopo la sua ascensione, perché ovviamente non poteva che essere lui il vero primo degli apostoli.

Anche perché Pietro ha fatto diverse volte degli atti, contrari alla volontà di Cristo e Gesù stesso lo cacciato come un satana, che lo provocava quasi volendosi imporre anche su Cristo per le sue decisioni, non era certamente adatto a promuovere una chiesa, uno che si imponeva su Cristo con autorità, ora c’è da chiedersi perché la chiesa ha preferito un Pietro ad un Giovanni. Quando Giovanni era il preferito da Gesù, il più puro rispetto a tutti gli altri, era quello che è stato da Cristo stesso affidato a sua madre, cosa che a nessuno degli altri è stato concesso questo privilegio, e questo la dice lunga.

Come poteva Cristo aver affidato a Pietro le chiavi del regno dei cieli, se Pietro dimostro molte volte questa dispotismo nei confronti di Gesù? Come poteva Gesù affidare le chiavi a Pietro, quando questo lo ha tradito? Quando Gesù lo ha cacciato lontano da se come satana, più di una volta?

Cioè di tutti gli apostoli è quello dopo Giuda che si comporta peggio, mentre degli altri non si hanno notizie di questo genere.  

La chiesa dice che Cristo avrebbe asserito queste parole:
Si tratta del passo, presente in tutti i vangeli sinottici (Mt. 16, 16; Mc. 8, 29; Lc. 9, 20) in cui Gesù, giunto dalle parti di Cesarea di Filippo, domanda ai suoi discepoli:
“Chi dicono gli uomini che io sia?”. Ed essi risposero: Gli uni, Giovanni Battista: altri, Elia; ed altri, uno de’ profeti.Ed egli domandò loro: E voi, chi dite ch’io sia? E Pietro rispose: Tu sei il Cristo".
Così in Marco e Luca, ma solo nel vangelo di Matteo è presente questa pezzo, "E Simon Pietro, rispondendo, disse: “Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente”. E Gesù, rispondendo, gli disse: “Tu sei beato, o Simone, figlio di Giona, perché né la carne né il sangue ti hanno rivelato questo, ma il Padre mio che è nei cieli. Ed io altre sì ti dico, che tu sei Pietro, e sopra questa roccia io edificherò la mia chiesa e le porte dell’inferno non la potranno vincere.
Ed io ti darò le chiavi del regno dei cieli; tutto ciò che avrai legato sulla terra, sarà legato nei cieli, e tutto ciò che avrai sciolto sulla terra sarà sciolto nei cieli.” Allora egli ordinò ai suoi discepoli di non dire ad alcuno che egli era Gesù, il Cristo. (N.d.R)

Parliamo ovviamente di vangeli non recenti, ma di molto indietro nel tempo, prima delle attuali ritraduzioni o lavoro di copisti moderni.

Da studi, effettuati, pare che questa parte del vangelo di Matteo pare essere espressa in un greco molto colto, cosa anomala perché i testi originali non lo erano proprio per nulla.  

Vediamo un attimo di capire questo lungo pensiero …


“Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente”. E Gesù, rispondendo, gli disse: “Tu sei beato, o Simone, figlio di Giona, perché né la carne né il sangue ti hanno rivelato questo, ma il Padre mio che è nei cieli. Ed io altresì ti dico, che tu sei Pietro, e sopra questa roccia io edificherò la mia chiesa e le porte dell’inferno non la potranno vincere.
Ed io ti darò le chiavi del regno dei cieli; tutto ciò che avrai legato sulla terra, sarà legato nei cieli, e tutto ciò che avrai sciolto sulla terra sarà sciolto nei cieli.”

Ammettiamo che sia vera la risposta di Pietro, “Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente”. può essere, la prendiamo per vera, non esistono gli elementi per dire il contrario.

“E Gesù, rispondendo, gli disse: “Tu sei beato, o Simone, figlio di Giona, perché né la carne né il sangue ti hanno rivelato questo, ma il Padre mio che è nei cieli.” Anche questo può essere vero, lo prendiamo per vero. Non c’è nulla di male nell'affermare questa frase.

Gesù: “Ed io altre sì ti dico, che tu sei Pietro, e sopra questa roccia io edificherò la mia chiesa e le porte dell’inferno non la potranno vincere.”

Questa frase non indica quello che la chiesa ha voluto intendere, considerando che è parola vera di Gesù.
Ma cosa dice realmente:  il cardine della frase è questa parte , “che tu sei Pietro, e sopra questa roccia”

Quando si dice su questa roccia, indica se stesso, non Pietrom cioè sta dicendo a Pietro che Lui Cristo avrebbe edificato la Sua Chiesa, cioè di Cristo su se stesso, dicendo a Pietro che Egli Cristo è roccia, come si vede si può interpretare questa espressione come si vuole, ovviamente la prima interpretazione è quella giusta, non quella fornita di proposito dalla chiesa per altri scopi, perché Pietro non può essere roccia, su di Lui non si fonda nessuna chiesa è assurdo! Pietro non ha alcun potere, senza Cristo! Per cui solo Cristo è roccia. Come poteva Cristo identificare un uomo come Pietro, Roccia? E Lui stesso Cristo non era forse Roccia, e come poteva essere un Pietro, Cristo? Non poteva! per cui l’interpretazione attribuita è errata. Quando parla della pietra angolare, di chi parla di Pietro o di se stesso? La chiesa ha sempre detto di se stesso cioè di Cristo, allora perché qui parla di Pietro, quante pietre o rocce ci sono? Dovrebbe essere una sola? O No! Come se Pietro fosse quella pietra, non ha alcun senso, Inoltre Cristo finché era in vita, non ha mai detto agli apostoli che vi era tra di loro un primo, in modo diretto e chiaro, anzi  ha sempre detto che tutti erano uguali, lo ha affermato più di una volta, perché contraddirsi? Non  ha senso! Questa frase se è autentica, è stata interpretata come la chiesa ha preferito, forse vi era necessità di darsi autorità a quei tempi attorno al 200 d.C, forse per distinguersi dalle altre confessioni di fede cristiana e per aver una maggiore autorevolezza e soggiogare le altre, potevano anche aver aggiunto una frase. Dopo tutto nessuno di noi era presente a quel tempo, e qualsiasi cosa si poteva scrive anche in tempi successivi, tanto nessuno avrebbe potuto mai confutare. Ma ammettendo che la frase sia anche autentica, ma non è possibile che Cristo abbia posto un Pietro più di se stesso, visto che ha sempre detto che nessuno è più del Maestro, quindi indicava che nessun apostolo si poteva porre sopra di Lui, non lo avrebbe mai detto, a Pietro tu sei roccia, sarebbe stato come smentirsi e Dio non si smentisce mai, non avrebbe mai posto un apostolo più di Lui, anzi in tutti i discorsi che fa ben definisce le distanze tra lui e gli apostoli, NON poteva porre Pietro al suo posto, e non lo ha posto, anche se ha reso tutti suo fondamento, ma questo non significa essere roccia o pietra, non centra nulla, anzi li pone tutti a pari dignità e livello. La chiesa non si fonda su Pietro ma su Cristo, altrimenti che potere avrebbe? Quello di un uomo che non ha potere, Pietro! La chiesa si fonda su Cristo è Cristo il Maestro e il Pastore e il fondamento assoluto e non ve n’è altri, ne Pietro, ne Giovanni, ne Paolo,  non avrebbe avuto alcun senso fondare la Chiesa su un apostolo, ma su se stesso che è roccia, pietra e montagna, si! .

Quindi o la frase è vera, ma interpreta come ha fatto comodo.


Questa frase è ancora più indicativa, che c’è qualcosa che non quadra.


“Ed io ti darò le chiavi del regno dei cieli; tutto ciò che avrai legato sulla terra, sarà legato nei cieli, e tutto ciò che avrai sciolto sulla terra sarà sciolto nei cieli.”


Questa frase specie la sua fine, va in netta contraddizione con quella che Gesù stesso esprime quando parla di divorzio e adulterio.

Marco 10:9 L'uomo, dunque, non separi quel che Dio ha unito».
Matteo 19,6 Così che non sono più due, ma una carne sola. Quello dunque che Dio ha congiunto, l'uomo non lo separi».

Ma queste due frasi di Marco e Matteo non sono per i laici ma precisamente per la chiesa, è un monito che Gesù fa verso i suoi apostoli, perché sono loro che possono unire in suo nome e quindi gli dice, guai a voi se dividerete ciò che mediante voi, io ho unito.

Ora torniamo alla frase in giallo.
Se Gesù pone divieto che esista la possibilità di divorziare, non parlo nemmeno dell’adulterio, ma solo del divorzio, perché mai dice a Pietro che lui può disporre del sciogliere qualsiasi cosa che è stata legata nei cieli ?. Non ha senso, come poteva affermare che esso era contrario al divorzio visto che è un atto di separazione, mentre il matrimonio fatto sotto il cielo, cioè sotto l’autorità di Dio, perché dire sotto i cieli, indica che è stato contratto per mezzo dell’autorità di Dio, non poteva Gesù smentire se stesso, dando a Pietro autorità di far diversamente, ma nella maniera più assoluta.

Quindi temo che questa frase non sia stata trasmessa da Gesù, ma sia di totale pensiero umano.

Gesù non poteva dare a Pietro il consenso, di legare, e poi slegare quello che aveva fatto, perché in netto contrasto con le sue stesse parole, in molte parti dei vangeli, va in contrasto principalmente con il passo del divorzio, ma non è possibile. Dio non si smentisce mai. Oltretutto c’è anche da dire una cosa.

Gesù stesso dice, che lui non è venuto a cambiare la legge e i profeti:” Gesù In Mt 5,17-18: «Non pensate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per abolire, ma per dare compimento.”

Si, è venuto solo a renderla manifesta, cioè chiara, limpida, che non ci fossero confusioni, in questo fa capire che non poteva esistere la possibilità di cambiare la legge antica secondo le  parole di Gesù, se non ha cambiato la legge, perché da a  Pietro la possibilità di cambiarla? Non ha senso!  

Se Gesù è contrario al divorzio perché dovrebbe permette liberamente di slegare un matrimonio?
Non ha senso, non sono parole di Gesù.
Solo Dio può slegare, non certamente un Pietro o qualsiasi suo successore, che non è Dio!
La chiesa non può sciogliere nessun matrimonio perché è contrario alla volontà di Dio.

Ha ragione Cristo o ha ragione la Chiesa?
O si sta con Cristo o si sta con una falsa parola!
O si Crede a Cristo in toto o si è contro, non ci sono altre possibilità!


Nessuno toglie a Pietro di poter essere stato il capo della chiesa, 
ma ci sono delle cose che non quadrano!

Far 12 apostoli non aveva senso se poi alle fine ne esalta solo uno!
Il motivo di 12 apostoli sta nel fatto che tutti dovevano essere tra loro uguali, e lo dice pure, che non ci doveva essere nessun primo, ne ultimo, che tutti avevano pari dignità tra di loro, e che nessuno di loro potesse essere un Maestro, perchè solo Cristo è Maestro.
La chiesa invece ha voluto sollevare Pietro alla dignità di Cristo, cosa sbagliata, perchè volontariamente si è posta sopra Cristo stesso. Ma lo stesso rito nella chiesa volto solo verso Cristo, nega l'identità di Pietro come primo fondamento della chiesa, per cui da un lato la chiesa ha elevato Pietro a fondamento della stessa, e dall'altro lo ha abbassato c'è una contraddizione, nessuno prega in nome di Pietro, tutti pregano in Nome di Cristo che è vera ed unica Roccia o Montagna.
Cioè la chiesa prega Dio, prega Cristo, si sottomette a Lui, ma considera Pietro come suo Fondamento o fondatore, ma questo non è possibile, perchè se Cristo non avesse scelto Pietro e tutti gli altri la chiesa non sarebbe esistita, per cui colui che invia gli Apostoli ai 4 angoli del mondo, è Cristo, e nessuno altro, chi gli da autorevolezza è Cristo e nessuno altro, chi gli conferisce il potere di dominare i serpenti e demoni è sempre Cristo e nessun altro.

Per cui come poteva un uomo essere un Dio e una montagna=Roccia? Non poteva. 
Non esiste nessuno uomo su questa terra che disponga di potere proprio, se non è Dio che lo da, quindi siamo tutti semmai polvere e qualcuno può essere un sasso, ma certamente nessuno è Roccia.

Allora se la chiesa fosse coerente dovrebbe dire si Pietro è il nostro fondamento o fondatore, noi crediamo a lui, perchè ci ha rivelato alcune cose, ma se fosse coerente con il suo pensare dovrebbe pregare Pietro e non Cristo! Cosa che non è coerente. Allora perchè porre Pietro come primo degli apostoli se poi non lo preghi come un Dio? A cosa serviva realmente innalzare un uomo sopra il proprio Dio? Quale fu il reale scopo, di questa operazione, essere umili, ho aver il potere di dire noi siamo autorevoli, noi siamo dei?

sabato 30 luglio 2016

Come l'islam seduce i bambini !

Non fate violenza ai più piccoli!



Guardate questa foto, si evince con quanto piacere, divertimento, questi bambini uccidono con sadismo e soddisfazione questa povera capra, pensate solo quando questi saranno grandi e lo faranno sui vostri figli, o su di voi, sempre che anche da bambini non siano in grado di far altrettanto verso di noi, verso i nostri figli, non voglio allarmare nessuno, ma questa foto, dice tutto, rivela come l'islam educhi i loro figli all'odio verso le creature più deboli, e come inciti alla violenza contro tutti i popoli, che sono a loro,  nella loro mente ostili. Quindi proviamo a pensare se questi bambini vengono educati in questo modo, cosa essi possono essere in grado di fare. Visto che a questi gli è negata, la felicità di essere bambini, non c'è nulla di peggio che insegnare ad un bambino a sgozzare un animale, rafforza il sadismo, e la violenza, questi futuri adulti  saranno e diverranno molto pericolosi, dei veri fanatici. Se i nostri bambini venissero educati con questo sistema islamico, proviamo a pensare cosa potrebbe accadere, quando si sa che in bambini tendono sempre ad emulare i genitori, o le azioni che gli vengono impartire, imposte e indotte. 
I bambini che a questa età dovrebbero essere meravigliosi dei fiori, correre gioiosi per i prati, amare gli animali, i nostri bambini occidentali sono così, amano gli animali, tanto che noi abbiamo un affezione impressionante per essi e un rispetto enorme, da far anche delle leggi, che li tutelano. Questi Islamici invece li vogliono trasformare in mostri, sanguinari, dove uccidere un animale non fa ne cardo e ne freddo, tanto meno un essere umano, specie un infedele o una donna

Gesù amava i bambini come se fossero stati tutti suoi e lo sono, qui invece si usano per farli divenire combattenti sacrificabili, quando senza di questi nessuna nazione diventa forte e rdrabde

venerdì 29 luglio 2016

Macellazione animale = umana!


Macellazione animale = umana!


LE IMMAGINI SONO FORTI MA RENDONO BENISSIMO IL SENSO!


Questo è l'insegnamento che danno ai loro figli 
e quello che vorrebbero dare ai nostri?


Dopo aver letto l'articolo sottostante, ho un attimo riflettuto dove si vuole arrivare con questa cosa della macellazione degli animali, facciamo molto attenzione che non riguarda solo gli animali ma anche anche gli esseri umani. 

In base alla loro legge il Corano, è risaputo che le donne e gli animali sono uguali tra di loro e inferiori ai uomini islamici,  ma l'articolo qui sotto, ci fa comprendere una cosa assai importante e molto più drammatica di quanto non immaginiamo, che per l'islam tutti coloro che non sono islamici e non sono delle loro terre cioè arabi,  sono a loro avulsi, cioè non rispecchiano le loro usanze, le loro tradizioni, ne la loro fede religiosa, per cui sono tutti contro di loro, specie i Cristiani, ma anche altre religioni nel mondo, sono contro di loro, perché ovviamente non sono dalla loro parte e non credono nel corano, come potrebbero, obbiettivamente. Quindi comprendiamo che le loro usanze come la macellazione non servono solo per macellare gli animali, ma anche per ottenere indirettamente il permesso da parte della UE di uccidere liberamente gli esseri umani occidentali e di qualsiasi religione contraria alla loro. Si perchè se gli viene concesso di macellare come vogliono gli animali e dato che donne(madri, moglie, fidanzate, figlie) sono tute paragonabili ad animali, e che i cristiani sono inferiori agli animali, e che gli occidentali contrari a loro sono inferiori agli animali significa che loro si sentono in diritto di uccidere mediante la macellazione ogni essere umano, ed infatti le mattanze che stanno facendo in giro per il mondo dimostrano proprio questo. Il modo che loro uccidono noi occidentali è uguale ed identico a quello che usano per uccidere gli animali, lo sgozzamento, al quale si procura all'animale come all'uomo il maggior dolore possibile perchè non è come la ghigliottina che la testa viene mozzata di netto e dove si tagliano i nervi maggiori staccando gli impulsi elettrici del cervello, no si sgozza per ottenere il dissanguamento, e quindi un dolore enorme alla persona che non solo muore per perdita totale di sangue dalle due arterie maggiori, ma anche per soffocamento, per arresto cardiaco, etc, quindi una sofferenza immensa, questo dimostra che questo è un popolo che al giorno d'oggi non dovrebbe neppure più esistere sulla faccia delle terra, eppure alcune nazioni nel mondo usano ancora questi barbari, per destabilizzare le nazioni occidentali e terrorizzare il mondo intero. 
Quindi ovviamente chi permette nei loro stati la macellazione degli animali con la maggiore sofferenza possibile, tenga presenta che in realtà gli stessi stati concedono loro di ammazzare liberamente i loro concittadini con lo stesso sistema, ovvio che poi diranno ma voi ci permettete la macellazione come ci piace noi. Mi sembra logico, visto che rientra nelle loro usanze ammazzare i loro oppositori come gli animali, mediante la macellazione.

Quindi signori pensateci bene, quali leggi volete concedere a costoro, perchè questa gente, oggi colpisce il popolo ma nel mucchio potrebbe colpire uno di voi, uno dei vostri familiari, uno dei vostri figli, visto che anche in Italia, come in tutto il mondo ci sono le caste. presto o tardi anche voi sarete colpiti, non crediate, più potere concederete a costoro, e più la vita di ognuno sarà messa a rischio, non ci sarà più nessuna legge che li possa fermare e voi politici, magistrati, avvocati, militari sarete in balia di costoro come tutti gli altri, questi che oggi entrano in Europa colpiscono come vediamo a macchia di leopardo, colpiscono ovunque e nessuno di noi può sapere se il giorno che vi recherete a far shopping o in altro posto se lì sarà sicuro o troverete la morte! Non certo vi dicono dove colpiranno, dato che anche i politici, gli scienziati, i magistrati, gli avvocati, i medici etc, i preti sono tutti soggetti a rischio, come tutti i cittadini, per l'islam non esiste nessuna differenza tra me e voi, salvo che voi gli fate comodo fintanto che gli permettete, quello che vogliono, ma quando anche voi non gli farete più comodo sarete trattati come tutti gli altri, per questa religione-stato non esiste l'occidentale buono, noi siamo tutti cattivi per loro, tutti da eliminare e voi lo sapete molto bene. Quindi signori ricordiamoci che noi viviamo non solo per noi stessi, ma per i nostri figli, e per lasciare qualcosa di buono a chi viene dopo di noi, se permettiamo che costoro distruggano il mondo, cosa rimarrà di tutto quello che abbiamo seminato? Nulla! vite, passate a far cosa, vite inutili. Vogliamo bene a noi stessi, ai nostri figli, alla nostra Nazione?
A voi la risposta! 

---------------------------------



Agenpress – La normativa europea circa la macellazione prevede obbligatoriamente lo stordimento preventivo degli animali ma una precisa deroga legislativa italiana, il D.M. 11 giugno 1980 “Autorizzazione alla macellazione degli animali secondo i riti religiosi ebraico ed islamico”, autorizza le comunità islamiche ed ebraiche a non osservare tale obbligo. Queste culture prescrivono che gli animali siano macellati senza preventivo stordimento, devono, quindi, restare coscienti nel momento dell’uccisione che avverrà recidendo trachea ed esofago (taglio della gola).


” Nessun credo religioso può prevalere sulle norme di tutela degli animali e nessuna legge deve essere modificata su imposizione di una esigua minoranza religiosa e contro il volere dell’intera popolazione, in uno stato libero, democratico e laico cio’ è inaccettabile. Questa ingiustizia sta generando sentimenti di natura anti-islamica ed antisemita. – dichiara il presidente del Partito Animalista Europeo, Stefano Fuccelli – Il Regolamento “rispetta di conseguenza la libertà di religione e il diritto di manifestare la propria religione o la propria convinzione mediante il culto, l’insegnamento, le pratiche e l’osservanza dei riti” come stabilito dall’articolo 10 della Carta dei Diritti fondamentali dell’Unione europea; di contro Il diritto garantito al paragrafo 1 corrisponde a quello garantito dall’articolo 9 della Convenzione Europea dei Diritti dell’ Uomo e, ai sensi dell’articolo 52, paragrafo 3 della Carta, ha significato e portata identici a detto articolo. Le limitazioni devono pertanto rispettare l’articolo 9, paragrafo 2, che recita:«La libertà di professare la propria religione o il proprio credo non può essere oggetto di restrizioni diverse da quelle che, stabilite dalla legge, costituiscono misure necessarie, in una società democratica, alla pubblica sicurezza, alla protezione dell’ordine, della salute o della morale pubblica, o alla protezione dei diritti e della libertà altrui.» In forza di tale Convenzione gli Stati di seguito elencati: Svizzera, Norvegia, Islanda, Lettonia, Svezia e Polonia vietano la macellazione rituale. – conclude Fuccelli –Considerato che gli italiani in base al 25° Rapporto Italia Eurispes hanno dimostrato ancora una volta la particolare sensibilità e il rispetto nei confronti degli animali e preso atto di un trattamento di privilegio riservato alle comunità islamiche ed ebraiche, tutto ciò appare ingiusto e discriminatorio nei confronti della maggioranza cristiana e del mondo laico ed ateo. A rafforzare quanto detto la petizione on-line che ha raggiunto 60 mila sottoscrittori. ”

QUESTO NON E' IL NOSTRO PAPA

UN ISLAMICO È SALITO AL SOGLIO PONTIFICIO


Oramai il Vescovo Francesco alias Bergoglio, ha incarnato in se stesso la figura dell'Imam supremo che difende i fratelli mussulmani dalle orde cristiane specie da quelle tradizionaliste, che non gli sono amiche, come ha sempre sostenuto, e da quando è sceso in campo o salito al soglio pontificio, ha sempre esternato con tanta forza. Come dire la tradizione Cristiana ordinata da Cristo io non la voglio è la stessa cosa, quando uno afferma io non sono cristiano tradizionalista e sono anticlericale.

Le parole dell'articolo qui sopra sono allucinanti, 

«Il mondo è in guerra, Ma sono gli altri a volerla non le religioni, che vogliono la pace»

Secondo Bergoglio non è l'islam-isis ha voler la guerra, ma sono altri, in senso generico del termine, che non si sa chi siano, o forse meglio dire, che è il popolo che si fa ammazzare che vuole la guerra, o forse meglio leggerla nel suo vero senso che è la gente che non si fa ammazzare che non accetta di essere sopraffatta dall'Islam. Perchè questa frase melliflua esprime ben precisamente questo concetto gli occidentali vogliono la guerra mentre l'islam porta la pace, in parola povere se gli occidentali non si adegueranno all'islam ovviamente essi hanno ragione nel ammazzarli, ovvio no! 
E Bergoglio gli da pure ragione, li sostiene e li sprona, li incita a progredire verso quello che è il loro bene, quello che è la loro volontà di essere padroni del mondo, gli vuole sinceramente bene, agli islamici e non ama per nulla i suoi stessi cristiani, che gli dedicano notte e giorno preghiere perchè nessuno gli faccia del male, odia coloro che sgranano i rosari per lui, come disse un tempo a coloro che gli offrirono come grande sacrificio d'aver recitato per lui 1000 rosari. Il suo pregare non è rivolto a Cristo, ma è per l'Islam, egli sostiene l'islam contro ogni ragionevole logica. 

Le religioni nel mondo vogliono la pace, ma non l'isis-islam che fa altro che combattere tutte le altre professioni di fede, si dice dissociato dall'Isis, ma in realtà lo sostiene non abiura le sure contro i cristiani e non abiura quanto Maometto ordinò ancora nel 600 quando aveva il desiderio di conquistare Roma, o meglio dire il Cristianesimo, per cui Isis è una costola dell'Islam lo capiscono anche i somari, ma Bergoglio no, perchè ha ben altri interessi, specie di 400milioni di euro l'anno,  per cui il  cristianesimo e Israele non è nelle sue corde vocali, inneggia continuamente all'islam come esso fosse il suo Dio.

Questa che stiamo vivendo non è la terza guerra mondiale, questi sono solo rumori di guerre come descritto in note profezie, ma la vera guerra nucleare si sta preparando e si sta declinando sempre più nel mondo e avverrà all'improvviso, si stanno anche già formando gli schieramenti delle due o tre fazioni e i rumori e le voci lontane stanno sempre più prendendo questa piega, Iran vuole cancellare Israele e ogni altro soggetto che appartiene all'occidente Europeo-Russo, perchè gli USA sono troppo lontani. l'Islam sparirà quando la mecca sarà distrutta e avverrà durante la guerra nucleare.

Oltretutto dire che il mondo ha persona la pace, e ci credo bene perchè? Mi sembra ovvio che si perda la pace, quando un religione come quella Islamica invade ogni città e nazione, per imporre con la forza, il terrore, il mitra, le bombe, gli attentati, il sangue, i massacri e la morte, chi no non più in pace, ecco chi è la causa della non pace del mondo ISLAM che Bergoglio continua a difendere come a sostenere a spronare a invitare gli ingressi, allora io dico questo, in Nome di Dio chi parla a favore di quanti portano sangue e morte li sostiene, li sprona, l'invita, li scusa, li ama, li corre in contro, sapendo che essi sono i veri fautori del terrore nel mondo, e della perdita di tante anime, di innocenti Cristiani, e di tanti fedeli che spaventi corrono in ogni dove perdendo anche quella flebile fede che avevano, sarebbe bene che Egli non fosse mai nato, perchè il giorno del suo giudizio Dio gli destinerà lo stagno di fuoco e zolfo. 

IO RIVOGLIO BENEDETTO XVI COME MIO PAPA!!!!

ALTRIMENTI SI RIELEGGA UNO DEGNO DI CRISTO!!!

giovedì 28 luglio 2016

L'ultimo Pietro, la donna e l'Apocalisse!-2017 e gli anni a venire.

L'ultimo Pietro e l'Apocalisse!

Dal 2017 in poi!






Riporto qui il discorso sulla mia interpretazione dell'apocalisse delcapitolo 12
Il primo a far questa interpretazione, tanto per essere chiari!!!
Ma dello stesso capitolo ve ne è anche un altra... Link qui.


Nell'interpretazione del capitolo 12 apocalisse ho scritto che la donna altro non è che l'Italia intensa anche come Chiesa.  Perché la donna è l'Italia? Perché chi nascerà da lei viene da questo territorio e dovrà per forza di cose essere un Cristiano, e quindi appartenente indirettamente alla chiesa Cattolica Romana. Ma spieghiamo meglio, far per nascere un nuovo figlio, deve averci un padre oltre che una madre, se la madre è l'Italia (incinta)dolente per il travaglio del parto, chi è il padre? Altro non può essere che Cristo stesso, ciò significa che Cristo eleggerà per sua diretta volontà il Suo nuovo apostolo, l'ultimo Pietro che sarà anche il nuovo Pietro della nuova Chiesa rinata dalla ceneri di quella Vecchia o attuale, questo è il vero senso del brano apocalittico. Ecco perché nella profezia di S. Malachia si parla dell'ultimo Pietro, che può sorgere solo per volontà diretta di Cristo e sarà un Italiano. 

Anche la profezia che dice che è un Romano, in realtà non intende che viene dal territorio attorno a Roma, ma che appartiene a quello più vasto dell'Impero Romano, cioè alla stessa Italia.

Da dove non si sa, ma è certamente italiano. Chi sia non lo posso dire, potrei sospettarlo, ma non posso dire. Dice il testo apocalittico che questo figlio verrà rapito verso Dio, intende dire come già scrissi, che verrà rapito verso il Trono di Dio, che non è il trono di Pietro, ma la direzione della Santa dimora cioè verso Est al sorgere del Sole, verso una zona del mondo che sta ad est. Rapito per proteggerlo da chi lo potrebbe uccidere, cioè da coloro che appartengono alla falsa Chiesa, e a coloro che sono avversi alla chiesa di Cristo quella vera; il trono di Dio nell'antichità era l'arca dell'alleanza, quella vera autentica. 

Quindi riepilogando, non verrà eletto da nessuna Chiesa, ma solo per volontà diretta di Cristo, mediante l'apparire della Santa Madre di Dio sarà lei che eleggerà il nuovo pontefice con un evento molto particolare, che nessuno sa di cosa si tratta, si comprende dalla scrittura, ma non ve lo dico.

Ma vediamo di capire alcune altre cose importanti, Pietro come apostolo, come tutti gli altri apostoli, ha seguito un iter di preparazione per divenire apostolo. 

Primo sono stati scelti da Cristo come suoi seguaci, provati, testanti e hanno ricevuto un insegnamento diretto da Cristo(Maestro), quindi questo nuovo ed ultimo Pietro deve aver ricevuto questo stesso insegnamento da Cristo e dalla Madre Sua.

Secondo questo ultimo e nuovo Pietro, dovrà essere stato reso apostolo da Cristo stesso, non dalla chiesa romana.

Terzo dovrà nasce da una donna(Italia) che è anche la Chiesa stessa.

Quindi dopo vari travagli e vicissitudine al termine di una lunga gestazione, dolorosa, verrà portato alla Luce, sarà reso noto, cioè manifestato al mondo, ma la tempo stesso come dice il passo apocalittico, subito rapito, per proteggerlo dalla massoneria e da altri soggetti che lo vogliono uccidere. 

Portare alla luce significa eleggere, cioè far diventare Pontefice.

Quindi questo Ultimo/Nuovo Pietro deve essere Italiano, non straniero, deve essere stato eletto nascostamente da Cristo a Suo Apostolo, quindi esserlo già, e poi divenire di Cristo cioè pontefice, anche se probabilmente potrebbe pure esserlo già, anche se non ufficializzato, non reso alla luce.


°°°°°°°°°°°°°°°°°°





Cosa accadrà del 2017 in poi?


Piccolo riepilogo nel 1915-16 apparve un angelo due volte a Lucia do Santos, ed altri.

L'angelo protettore e patrono del Portogallo, chiese di recitare questa preghiera:

"Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, vi adoro profondamente e vi offro il preziosissimo corpo, sangue, anima, divinità di Gesù Cristo presente in tutti i tabernacoli della terra, in riparazione degli oltraggi, dei sacrilegi e delle indifferenze con cui Egli stesso è offeso, e per i meriti infiniti del Suo Santissimo Cuore e del Cuore Immacolato di Maria vi chiedo la conversione dei poveri peccatori”

Poi nel 1917 a Cova d'Iria, Fatima, apparizione della Vergine.



Tutti si aspettano che l'hanno prossimo sia l'anno della fine, cioè che venga Cristo in terra, no, mi dispiace deludere tutti, toglietevelo dalla testa non sarà così.

Non sarà la fine dei 100anni come molti vogliono far credere, ma certamente sarà un anno molto particolare, sia nelle cose brutte che belle. 

Ora salvo decisioni impreviste[...di Dio...]sicuramente l'anno prossimo avverrà un qualcosa a Fatima.

Cosa potrebbe avvenire all'anniversario delle apparizioni di Fatima?
Io non voglio dire esattamente(così i soliti furbi veggenti non copiano), ma metterò delle ipotesi.

1. Un apparizione della Madre di Dio a Fatima.(a qualcuno, ma sicuramente non ai veggenti noti)
2. Un evento sempre a Fatima forse una nuova manifestazione particolare come fu la danza del sole, ma visibile su tutta la terra e non solo parzialmente per quelle terre.
3. Un evento particolare cioè cosmico di natura difficilmente spiegabile, visibile anche sulla terra.

Salvo che, dopo questo evento, il mondo non cambi strada, sarà difficile, [però non si sa mai, e non si può metter mano, ne bocca prima], perché tutto dipende da questo.
L'evento che dovrebbe avvenire a Fatima, dai 100anni dalla prima apparizione.
Che non centrano proprio nulla con i famosi 100 anni dalla liberazione del maligno dalla sua prigionia, che nessuno sa quando sono iniziati o quando finiranno, quindi non facciamo confusione, che qui di confusione se ne fa tutti i giorni una quantità impressionante, di proposito per tener il mondo in uno stato continuo sbandamento; finiamola con tutte queste paturnie che il mondo cattolico si fa, state tranquilli che non ci sarà la fine del mondo, ve lo dico io!!!

Potrebbe però esserci la fine dell'era moderna!!

Però, non è detto che non ci sia la fine di qualcosa, appunto come ho detto dipenderà dalle scelte che il mondo dall'anno prossimo farà, tutto dipende da quello.

Se il mondo capisce e cambia rotta, allora si avrà un periodo di pace, ma reale e non apparente, un periodo di circa 100anni.

Se il mondo non capisce, intendendo anche l'islam e tutti gli altri, allora vi dico in anteprima che dall'anno prossimo è molto probabile che vi sarà la un evento drammatico per tutto il mondo, le possibilità sono due o la guerra nucleare o terza guerra mondiale,
oppure la caduta di oggetto cosmico, come una cometa o un meteorite particolare con delle code. Comunque è certo che il meteorite deve venire, anche se dovesse venire la guerra o altro, come cometa, verrà lo stesso più avanti.

Quando potrebbe avvenire?

Probabilmente dopo un evento che deve venire a Fatima a chi, non certamente a Veggenti noti e famosi, ma a qualcuno che sarà li a Fatima, non si sa o forse un evento generale.

C'è una terza possibilità, che la guerra possa venire prima dell'apparizione, in questo caso però la cosa sarebbe assai più drammatica, io spero e prego sinceramente che non avvenga ne prima ne dopo.

Però vista la situazione attuale è molto probabile che avvenga, come escalation di quello che sta avvenendo ora, e io posso dire che la causa verrà dalla Nuova Turchia, come non lo so, anche se potrei aver un idea.

Perché ho messo due ipotesi come se non sapessi cosa deve venire, perché in realtà ci sono due possibilità o che venga prima o che venga dopo, cosa cambia?
Cambia che se viene dopo l'evento, sarà breve e se viene prima sarà lunga.

Cioè quanto tempo?

Prima di tutto la guerra nucleare verrà a termine di guerre e battaglie negli stati ad opera di un invasore, e oggi è l'isis-islam. Una guerra nucleare non dura molto, inteso come molti mesi di tempo, breve poche settimane, se lunga qualche mese.

IL punto cruciale sarà il 13 maggio 2017 il giorno della prima apparizione a Fatima del 1917.

Le apparizioni a Fatima sono avvenute in un tempo di guerra e segnarono le prime due guerre; c'è un proverbio che dice:”non c'è due senza il tre” la Madonna indicava che ci sarebbe stata un altra guerra molto più devastante delle prime, con le parole che indicavano nel comunismo mondiale la possibile causa della fine di questa umanità, ecco perché voleva la consacrazione al cuore Immacolato della Russia, per evitare la distruzione del mondo moderno, che tutto sommato non è così male come sembra, se camminasse sulla via del Signore, ma purtroppo cammina su quella di satana, inoltre è avvenuta per colpa di pontefici che si sono susseguiti e sono stati disubbidienti.

Dopo un tot di tempo, se il mondo non fosse cambiato e la chiesa non ha fatto nulla per cambiarlo, anzi, e il mondo stesso non ha fatto nulla per migliorarsi, anzi; per cui ovviamente la guerra deve venire, se non che il limite del 2017 indicherebbe una data di non ritorno, se si supera questo limite posto con il 13 maggio 2017, e non ci sarà nessuno ritorno a Cristo, in forma netta e decisiva e non con una falsa fede, allora la guerra/cometa-meteorite, più probabile la guerra, sarà inevitabile, ve lo posso assicurare.

Tutto sta in cosa l'uomo e la chiesa degli uomini faranno nel 2017 e cosa l'uomo vorrà fare, se tornare a Cristo o andar contro Cristo, se la scelta cade sulla prima si potranno avere anche 100 anni di pace,(ma per tutta una serie di ragioni sono assai dubbioso) ma se la scelta cade sulla seconda sarà inevitabile la guerra nucleare, poco o tanto che duri non cambia molto.

Consiglio vivamente a tutti i credenti se volete fare scorte di cibo, nessuno ve lo impedisce, però vi dico, che, se non farete scorte di preghiere, rosari, e messe valide e fatte con il rito antico, non quello attuale, confessioni valide non quelle proposte da Francesco e tutto quello che può essere utile, comprese le opere, perché sè avverrà la guerra per lo meno molti saranno salvi, anche se magari non vivi, perché bisogna anche dire la verità, non si può dire che tutti i credenti saranno salvati, questo no, ma per chi Dio vorrà sarà salvato in senso che rimarrà vivo tra i morti(vivi in terra), ma non tutti possono rimanere in queste terra, questo è ahimè un dato di fatto, quindi pregate per meritare di rimanere o per andare al Padre, vedete voi, cosa pensate sia meglio.

Dopo la prossima futura imminente guerra nucleare(personalmente temo che ci sarà).
Ci sarà l'avvento dell'anticristo, con un brevissimo periodo intendo dire di poco tempo, forse da 1 a 3 di un apparente pace.

Continuo a ripete che non è Francesco l'anticristo, anche se il suo operare è un misto di vero e falso assieme, ma pare essere più un falso profeta o come recitano talune profezie, un falso pontefice e come io scrissi un traghettatore verso un altro obbiettivo.

Vi dimostro che non lo è:
Per ovvie ragioni di calcolo apocalittico...
Viene eletto nel 13 marzo 2013 per altro data molto simbolica in certi ambienti massonici.
Al 13/3/2016 sono passati 3 anni, quindi al 13/3/2017 sono 4 anni, e non ci siamo.
L'anticristo per essere precisi, rimane al potere esattamente dai 1260-1290 giorni mettiamo anche 1320 a farla grande.

Ma siamo sempre sotto la soglia del marzo 2017, quindi non è lui l'anticristo state tranquilli.

Facciamo i conti precisamente:

13 marzo 2013 elezione strana, si fa chiamare Vescovo di Roma.
13 marzo 2016=3 anni dall'elezione.
il 13 settembre-ottobre 2016.= 3,6-3,7 anni dall'elezione, già passati. 1260-1290 
allunghiamo di un po di più tanto per essere più di manica larga...
1320 giorni, sono 1 mesi in più, cioè novembre 2016, non ci siamo.
Quindi niente non è lui, l'anticristo!!

Non saremo dentro neppure con Fatima che cade a maggio 2017.

Francesco secondo profezia apocalittica rimarrà qui sette anni circa.

Poi ci sarà l'anticristo che uscirà dalla Chiesa degli Uomini!

Ma fino al 13 marzo 2018 sono 5 anni, poi l'anticristo potrebbe entrare in gioco un anno prima del termine dei 7.

Quindi per questi 5-7 anni nella chiesa e nel mondo ne capiteranno di tutti i colori.
Dal 2020 circa sale l'anticristo per altri 2 anni e mezzo.
Fino al 2022-23-24, dovrebbe essere 2022 e mezzo circa, però c'è sempre una possibilità che possa essere qualcosa di più o di meno.

2013+7 = 2020.
2020+3,6 = circa 2024.

Faccio notare una cosa che nessuno ha badato, perché ovviamente la chiesa, è troppo presa dal pensare a se stessa senza badare a quello che effettivamente accade...

Quando il Signore disse che l'uomo sa leggere il passare delle nuvole ma non sa leggere il passare del tempo, era una chiara indicazione riferita non tanto all'uomo del mondo, quanto agli uomini di Chiesa che vivono in simbiosi con gli uomini del mondo e si adeguano al mondo stesso in senso scientifico del termine.

Perché dico questo..

Le date di morte dei tre pastorelli a Fatima; Francesco, Giacinta e Lucia non sono casuali, notate, sono volute per indicare una data sopratutto l'anno.


Francisco Marto 1918


Giacinta Marto 1920


Lucia Do Santos dovrebbe essere morta 13 febbraio 2005( quella vera molto prima)


Si consideri che il Vescovo della località in Portogallo già nel 40 era molto preoccupato per la vita di Suor Lucia, e a quel tempo i farmaci non esistevano, come oggi, per cui Lucia do Santos non sarebbe mai arrivata al 2005, per cui sicuramente è sta sostituita, probabilmente poco prima del 1960.



Le ricorrenze sono un segno preciso di eventi. 2018 – 2020 per gli eventi futuri.

Quindi in ultima analisi tutto sta nella mani degli Uomini, specie quelli di Chiesa.

Come il Signore mi ha detto, se tutto fosse tenebra e una luce splendesse nelle tenebre tutto potrebbe essere ancora salvo. Ma se la luce diventa tenebra tutto verrà distrutto.
Più di così! Chi vuol capire, capisce. Chi vuol essere di Cristo sia di Cristo! Ma non si confonda Cristo con Satana di proposito come certi stanno facendo per creare una nuova chiesa grande e strana come disse la beata Emmerich.

..........................

Molti hanno scritto di tutto e di più, copiando a destra e manca, anche più o meno noti scrittori e saggisti, oggi poi c'è un copiare da altri che è una cosa favolosa. 

Chi scrive per primo, poi tutti se vedono che le sue parole sono interessanti ed intriganti se le fanno loro, e se ne fregano altamente di prelevarle dagli altri materiale, e ben ne se guardano di citar la fonte del loro scrivere, anche se sono preti. 

Alla faccia dell'onesta, che poi è anche la stessa verità.