martedì 6 giugno 2017

L'ASSILLANTE AVVERTIMENTO!



In ogni dove nel mondo si sente il bisogno di ricevere un avvertimento, che avverta l'uomo di quando deve venire, ma l'uomo non si accorge che di avvertimenti ne ha ricevuti molti, di profezie antiche e moderne e massaggi ne è piena la rete, il mondo pullula di parole di Cristo e di Sua Madre Maria , eppure siamo in costante attesa di un super avvertimento, avverrà? 

Gli esseri umani non hanno ancora inteso che tutte le profezie date all'uomo fin'ora sono un avvertimento, non è che il Signore debba dirci ancora qualcosa in più, visto che tutto Egli ha rivelato mediante l'Apocalisse, altre parti dell'antico testamento e talune profezie del passato o presente passato. Per cui questa attesa potrebbe risultare disattesa, il mistero sta anche di questo, nelle parole dell'apocalisse, " il Signore ha messo in cuore che il regno venga consegnato alla bestia" questo significa che se ci sarà un avvertimento, esso avverrà quando la bestia si presenterà, perchè tutto dipende dal contenuto e dalle finalità dell'avvertimento stesso.
Solo l'uomo di poca fede ha bisogno di essere avvertito, ha bisogno di essere scosso, ha bisogno di qualcosa in più per credere, ma l'uomo ha già ricevuto moltissimi avvertimenti, perchè dovrebbe riceverne ancora, se esso ha vera fede in Dio! a quale scopo avvertire il mondo? Per salvare la propria vita o le proprie ricchezze? Cristo disse: "verrò come un ladro" ciò significa che non avvertirà proprio nessuno del Suo ritorno. Egli tornerà all'improvviso quando meno l'uomo se l'aspetta, quando tutto sarà nella mani di satana, quando il mondo cadrà in adorazione del maligno, quello sarà tempo in cui Cristo tornerà. Altrimenti perchè avvertire? Se lo scopo finale è provare, testare, e vedere chi regge fino alla fine? 

Gli avvertimenti l'uomo gli ha sempre avuti, solo che gli ha sempre rigettati. Se l'uomo attende l'avvertimento per decidere di cambiare vita, gli dico questo, quell'uomo non è degno di essere figlio di Dio. Cristo salverà chi avrà perseverato, nella sua volontà!
Non vivete in attesa dell'avvertimento perchè non vivrete, getterete via una vita, in attesa di qualcosa che potrebbe non venire mai. Attenzione che potrebbe essere pure questa una prova. 
Quando il mondo sarà stanco di attendere perderà la fede, allora sarà imminente la sua fine. Invece di attendere un avvertimento, fate la volontà di Cristo in umiltà, carità e verità, altro il Signore non vuole dall'uomo. L'avvertimento serve solo a coloro che non hanno fede.  Al Signore non gli interessa salvare la vostra ricchezza, ne i vostri beni terreni, ne le vostre fatiche, ne quanti libri avete scritto, ne quanti soldi avete accumulato, ne se vivete in una reggia, ne se siete possessori di banche o nazioni, ne se siete vescovi o pontefici, al Signore interessa solo se fate la sua volontà e e spargete la sua legge,  questo è quello che si aspetta il Signore da tutti noi, tutto il resto appartiene al principe di questo mondo, Satana. 


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non saranno più permessi!
E' inutile che li scrivete perchè non ho tempo per moderali.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

©Copyright

Quest’opera è protetta dalla legge sul diritto d’autore. Tutti i diritti, in particolare quelli relativi, nuove preghiere, messaggi, alla corona stessa, alla sua produzione-realizzazione anche fisica, alla ristampa, alla traduzione, trasmissione radiofonica, televisiva, alla registrazione su microfilm, o database, o alla riproduzione in qualsiasi forma, (stampata o elettronica) rimangono riservati anche nel caso di utilizzo parziale o estrapolati i concetti da essa. La riproduzione di quest’opera, anche se parziale è ammessa solo ed esclusivamente nei limiti stabiliti sul diritto d’autore, ed è soggetta all’autorizzazione dell’autore. La violazione delle norme comporta le sanzioni previste dalla legge vigente in materia.



Per qualsiasi controversia contattare l’autore stesso

Boanerges573@gmail.com

Importante!

Ho sempre scritto che personalmente divido i testi che Dio da me, da quelli che non sono dati da Dio a me, apponendo al testo il termine Messaggio, per far capire che il testo viene da Dio, mentre dove non vi è scritto"MESSAGGIO" sono io che scrivo e quindi da prendere con le pinze, non farò mai come facevano i profeti di un tempo che mescolavano i loro pensieri ai testi ricevuti da Dio , per cui tutto diveniva di Dio, anche le eresie, poi insegnate anche attualmente dalla chiesa ai successori."Bisogna anche dire che data l'istruzione che ricevetti da Dio fin da bambino, è indubbio che alle volte faccio uso di essa, però posso sempre errare, non sono Dio!