giovedì 2 luglio 2015

DIO AMA ANCHE CHI E' NELLE TENEBRE DEL PECCATO!


L’amore di Gesù verso il mondo!

Sappiamo dai vangeli che Gesù è un Dio che ama tutti gli esseri umani, specialmente coloro che sono più lontani da esso, e ciò significa tutti coloro che sono nel peccato, e nella tenebre, stare lontani da esso significa essere lontani dalla luce di Dio e chi sta lontano se non chi è opposto a Dio stesso?

Ovviamente c’è da fare una distinzione, qui non si parla di spiriti ma di esseri umani, perché fintanto che sono spiriti essi devono essere precisi nel scegliere da che parte porsi, essendo che gli spiriti hanno una condizione superiore alla nostra per il solo fatto che essi sono eterni. Mentre per noi la condizione che viviamo è mortale. Quindi di conseguenza Cristo parla a noi come esseri lontani dalla sua grazia e dal suo amore, ma non per sua volontà , ma unicamente nostra.

Chi  sono effettivamente tutti questi che vivono nelle tenebre del peccato?
Vediamo nella vita di Gesù, che esso predilige la casa di certe persone povere, ricche, pubblicani, ecc anziché gente che è già salva. Predilige le prostituire e gli usurai, i ladri e chi commette ogni sorta di peccato, anzi che inseguire i buoni. E’è ovvi lo dice chiaramente lui non è qui per salvare i salvati, ma per salvare chi sta nelle tenebre della morte.

Per cui chi sono oggi questi peccatori che vivono lontano dalla vera luce di Dio?

Sono tutti coloro che vivono ai margini del bene, della mancanza di valori, della decenza, nella prostituzione, nella perversione, in sostanza di tutti i peccati descritti nel decalogo sacro.  
E con precisione abbiamo: ladri, briganti, truffatori, assassini, idolatri, bestemmiatori, prostitute, prostituiti, omosessuali, ecc …

Qualcuno direbbe anche gli omosessuali? Certamente anche questi, sono e vivono nelle tenebre della morte, cioè nell’abbraccio del peccato. Cristo non fa distinzione, ma fa distinzione per il loro peccato, Cristo non odia la persona in se stessa, No! Cristo ama le persone, le conosce bene, le vuole salvare e quindi fa di tutto perché esse tornino ad una vita più naturale, per quello che è la loro psiche, il loro naturale essere, ovviamente combattendo contro se stessi, per quelli che sono naturalmente nel loro intimi diversi. Che sono una minima parte della popolazione. Il restante rimane nella perversione .

Quindi quando Cristo dice alla maddalena di non peccare più, lo sta dicendo non solo alle prostitute, ma a tutti coloro che si prostituiscono con donne o uomini che siano donne o uomini, Cristo è disposto a perdonare tutti, basta che questi si sforzino a rimanere fuori dalla condizione in cui essi stessi vivono, e volutamente  l’hanno cercata. Dio ha in orrore il peccato di sodomia, perché è contro le sue disposizioni naturali, perché esso danneggia spiritualmente tutti gli esseri che si apprestano ad esso. Quindi in ciò si capisce che Dio nel punire severamente in realtà ama gli esseri umani che cadono volontariamente in questi orrendi peccati, contro natura. Essendo il Dio dell’amore, della giustizia e della verità ecc, esso ama di più coloro che sono lontani dalla condizione di salvati, che i salvati stessi. 

Ha pietà di costoro, e fa di tutto per riportali a se, usando ogni mezzo possibile per farsi che essi si convertano, ed accettino benignamente di essere amati. Dopo tutto Dio è amore puro e cerca amore, per cui non tollera che le sue libere creature, vendano spavaldamente in modo sciocco la loro eternità per un effimero momento di finto amore; quando potrebbero gioire di una gioia immensa ed un amore eterno, che solo Lui può dare. Quindi Dio non odia gli omosessuali come molti credono, non è affatto vero, “odia” invece l’attività che questi conducono verso la perdizione eterna, condanna severamente tutti coloro che si pongono volontariamente nelle mani del peccato e quindi satana. Esso grida e supplica ogni giorno che questi figli lontani che vivono nelle tenebre tornino a Lui, come le pecorelle smarrite.  

Il maligno invece istilla nelle menti umane che Dio odia costoro, così facendo essi tendono a credere a satana e a staccarsi da Dio, loro stessi si pervertiscono perché satana li tiene legati se, mediante la perversione di altri, che sono presi da satana anche in virtù di vere e proprie possessioni. Molti omosessuali anche nascosti cristiani, frequentando costoro che sono posseduti divengono loro stessi posseduti, e quale miglior vittoria ha un demonio se non quella di possedere un cristiano!!! I demoni ambiscono tutti a possedere chi è più in alto nella scala gerarchica della cristianità, ma anche a far cadere chi sta in basso tra il popolo cristiano, quindi usano ogni attrattiva non “legale” per rendere schiavi a lui gli uomini e le donne.

Quindi Dio non guarda alla folla di prostituiti/e ma al singolo, è il singolo che deve essere salvato, Egli tocca l’anima di ognuno, anche se è il più incallito peccatore. Tutti posso ambire alla salvezza eterna anche chi si prostituisce e ed è un assassino. L’unico peccato che Dio non perdona è il peccato contro lo Spirito Santo, tutti gli altri sono perdonabili, ma non bisogna pensare di farsi perdonare all’ultimo momento perché tu uomo non sai quando arriverà il tuo momento!  

Questo è un appello a tutti coloro che vivono la loro condizione fisica di perversione estrema, come se fossero presi da un qualcosa di incontrollabile e dico loro che Dio li ama, più di quanto ami me, più di quanto ami, il pontefice, più di quanto ami un santo! Ma tutto ciò sta alla loro volontà, sono loro che devono volere la vita eterna e solo loro che devono desiderare di essere amati da Dio.

E posso garantire che l’amore e farsi amare da Dio è enormemente più grande di qualsiasi amore che l’uomo/la donna può dare. Non c’è nulla che possa eguagliare la felicità dell’abbraccio di Dio.

E’ mai possibile che costoro che cercano disperatamente di essere amati da qualcuno continuamente e non sono contenti di nessuno dei loro partner, non cerchino l’amore di Dio? 

Cercano amori effimeri di poche ore, di pochi giorni, di pochi mesi, ma il vero eterno amore, non lo trovano mai, perché non sanno cercare, non sanno vedere, perché satana ottenebra le loro menti, tenendoli lontani da Dio stesso. Voi dite di volervi bene ed invece vi volete male, perché l’unico che vi può dare un vero amore non lo trovate, e non lo cercate e in realtà non lo volete, perché vi fa paura, ma non è Dio che vi fa paura, ma il maligno che vi accompagna ogni giorno che vi terrorizza, e per tale ragione vi tiene lontani dall’amore di Dio.  

Provate a farvi amare da Dio, e scoprirete quanto Esso vi ami.