domenica 7 agosto 2016

Satana:"calpesterò le croci sugli altari"


Satana:"calpesterò le croci sugli altari"






DA un esorcismo che personalmente ho assistito.

Molti anni orsono almeno 30, partecipavo come aiutante di un bravissimo esorcista del nord Italia, Un certo Don Franco Bartolomiello, aveva una chiesa un po strana sembrava richiamare una nave per lo strano tetto. Il crocefisso al suo interno era curioso, una Y lo aveva voluto così un architetto, e a lato una bellissima statua dell'Immacolata a grandezza naturale, dove vi erano molti ex-voto appesi alle pareti, vi era un gran folla di gente bisognosa di ogni cosa, si tenevano rosari, e tutto quello che è normale in una parrocchia, ma Lui Don Franco, non era un sacerdote così tanto bonario, era un tipo tutto d'un pezzo, fiero, dal pugno di ferro, assomigliava in qualche modo a S.Pio da Pietrelcina che ricordo mi disse che lo aveva conosciuto. Era un ottimo sacerdote bravissimo oratore ed eccezzionale esorcista, aveva molti amici tra Professori universitari di diversi ospedali, tanto che fece una gruppo di ricerca per studiare i fenomeni di natura satanica e per aver anche assistenza psico-medica in taluni casi veramente drammatici, i più duri erano quelli di preti e suore. Quest'uomo aveva un fisico forte una statura alta e robusto, ma egli aveva un fede veramente da guerriero, tanto che spesso andava avanti ad oltranza nel fare esorcismi, non si fermava per dar respiro al corpo-spirito, come da prassi si fa, con gli esercizi spirituali, perchè diceva che vi era molta gente bisognosa, così finché fu giovane poté operare. Poi quando le forze gli vennero meno e iniziarono i problemi collaterali, per accumulo come sanno bene gli esorcisti, ha dovuto interrompere, sapeva di avere un tumore, e fu questo la causa della sua fine. Ci furono tanti pettegolezzi maligni, come è sempre attorno a persone che danno fastidio, quanto sono un problema per satana. Per cui ha dovuto fronteggiare critiche di ogni genere, ma questo era/è una prassi per gli esorcisti. Quando lo conobbi, fu subito simpatia, anche perchè anche noi lo aiutavamo come si poteva, per cui gestivamo alcuni casi dopo che erano stati liberati, e di alcuni ragazzi bisognosi, con il tempo per altre cose, fu Lui, a chiedermi di partecipare a degli esorcismi, senza per altro sapere il motivo, poi però la confidenza, la stima, esposi alcune cose della mia vita, che ero molto restio a parlarne con chiunque, fu mia madre dir certe cose, che se fosse stato per me mai le avrei dette. Così con il tempo mi soprannominò scherzando dottore delle chiesa, però era un fatto strano mi chiedeva opinione a me che non era nulla, a suo confronto di cose, che pensavo lui dovesse saperne più di me, ed invece mi teneva molto in considerazione, per quanto fossi giovane. In una delle diverse sedute di esorcismo che partecipai, dove io per altro non avuto nessuna paura, ne timore alcuno come molta gente lì presente, mi posi degli interrogativi, per quanto l'esorcista Don Franco facesse di tutto per tacitare il demone, ma questo continuava a parlare, allora io dissi al Don,
"gli chieda come fa a resisterle?" Subito questo sentendo la mia domanda rispose a me, cosa che generalmente fa solo all'esorcista, e il demone risponde che era quella lassù (la Madre di Dio) che lo stava obbligando a  parlare, e che l'esorcista Don Franco, non poteva fare nulla per tacitarlo, al che mi sono chiesto tra me e me, cosa ci fosse di così importante da obbligare un demone, allora, un altra volta questo percependo il mio pensiero mi rispose ,  "fammi la domanda e poi io dirò!" a quel punto Don Franco un po innervosito disse, "no, tu rispondi a me "e pronuncio una formula specifica in latino, ma il demone non rispondeva al sacerdote, e disse di nuovo a Me,"fammi la domanda?" allora senza chieder permesso dissi, " per quale ragione l'Immacolata Madre del Verbo ti sta obbligando a far ciò, cosa deve rivelare che dobbiamo sapere? "

Allora disse questa frase:

"mi obbliga a dirvi quanto farò e quando ho programmato, arriverà il tempo che io calpesterò le croci sugli altari e delle chiese ne farò case da sollazzo, i preti amalgameranno la parola sacra con il sesso, e io allora sarò portato in alto, sarà quello il tempo del mio dominio, voi siete per me solo fango....lunga risata" . 


Questa frase ha letteralmente raggelato tutti e naturalmente il sacerdote mi disse di dimenticarmi e di non far parola con nessuno. 

Ovviamente tra una domanda e l'altra il demonio urlava terribilmente, a faceva fare di tutto al povero malcapitato. 


Allora l'esorcista gli chiese, molti dicono che il vangelo è falso e scritto dall'uomo e il demone rispose, " Le parole, gli atti e la vita di (fece gesto verso l'alto )(Cristo) sono vere, ma l'uomo vuol dir di più di (sguardo verso l'alto)(Dio), gli apostoli hanno scritto secondo quanto gli era stato predetto, guai a coloro che rinnegano la parola sacra, perchè saranno miei ...altra risata", poi ha aggiunto una cosa strana, io capii che parlava di me, e credo anche Don franco, perchè mi guardò. e dice:" tu, hai in te, quel che i primi avevano, perchè Lei ( segno verso l'alto), così ha voluto."


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Questa frase

"mi obbliga a dirvi quanto farò e quando ho programmato, arriverà il tempo che io calpesterò le croci sugli altari e delle chiese ne farò case da sollazzo, i preti amalgameranno la parola sacra con il sesso, e io allora sarò portato in alto, sarà quello il tempo del mio dominio, voi siete per me solo fango....lunga risata" . 

oggi ha molto senso, se guardiamo bene quello che nella chiesa sta avvenendo, proprio quello che era l'intento del demonio, distrugge la chiesa, dal suo interno, e dal suo esterno, nella frase c'è tutto un senso ben preciso di questo tempo presente. 

E chi oggi sta calpestando le croci e le chiese? Lo abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni! 
Non solo ISLAM con l'ISIS e tutti coloro che sono a satana devoti, Massoneria, etc...
Ma anche chi sta nella chiesa stessa, e sappiamo chi è!

Invece noi dobbiamo resistere, non sarà facile, non sarà indolore, non sarà una passeggiata, ma strisceremo nella polvere e saremo provati con il fuoco, come fu provato Mosè, a noi spetta la stessa sorte, prima di rivedere l'alba di una nuova terra. Tante cose profetate non si compiranno, molti rimarranno male e molti si svolteranno prendendo altri lidi, la gente attende cose che non si manifesteranno, perchè qualcuno ha mutato le parole antiche, ed altri hanno detto cose non vere e tutto questo concorrerà a decretare la fine di questa chiesa e questa umanità che ha cambiato padrone, sarà dannata. 

Non è Dio che condanna, ma l'uomo che si condanna! 
E le sventure è l'uomo che le crea interpretando come vuol la parola di Cristo, la chiesa degli uomini si è corrotta fin ad arrivare in questo tempo; perchè non crediamo che la corruzione sia iniziata 100anni fa, ma veniva da molto più lontano, ogni tempo ha avuto i sui corrotti e corruttori. 
Il male è sempre esistito, lavorava nei sotterranei, pian piano non aveva fretta, ma secolo dopo secolo ha tarlato la mente dell'uomo, fino a portala ai giorni nostri, con la sua uscita pubblica, sta letteralmente affascinando il mondo intero. 

Io ricordo una delle prime profezie che mi furono svelate dalla Madre di Dio, che mi diceva che avrebbe avuto un potere tale che avrebbe rapito la mente degli uomini, questo fa capire tutti i sistemi che oggi esistono proprio per questo scopo. 

E prima di giungere alla fine che tutti bramano, siamo ancora indietro, dobbiamo passarne altre.