domenica 21 gennaio 2018

SIAMO DI CRISTO O DEGLI IDOLI UMANI?


E' una parola dire chi sia il vero credente, dovremo dire chi fa la volontà di Dio, ma questo non basta.

Allora secondo voi chi crede in concetti, tesi, teorie,  ipotesi, moti politici è credente?
No, non lo è, per un motivo molto preciso, perchè in realtà si pecca di idolatria, si mette sul pulpito le idee umane, si vuole credere alle idee concettuali del inizio che le ha inventate e adottate lui stesso e altri suoi seguaci. In pratica si adotta quel pensiero per farlo proprio, parte reale della propria esistenza e lo si trasforma in un credo, per cui dovremo chiederci, il cristiano che si dovrebbe dire credente, lo è veramente? No! proprio perchè, crede oltre al credo che Cristo ha posto come base fondamentale non solo della sua legge, ma anche del vissuto reale. Crede in altri religioni e in altre ipotesi, in altre filosofie, teologie, ideologie politiche;  per esempio i marxismo, da cui è derivato poi il comunismo e oggi identificato come sinistra, è un credo che oggi giorno ha assunto valenza religiosa, tant'è vero che nella Ex-unione sovietica era una vera religione, tanto da essere inculcato a generazioni, e tutt'oggi ha preso il sopravvento in gran parte del mondo, nazioni come la Cina, Cuba etc, sono comuniste, gli stessi ebrei sono di sinistra, in Italia il comunismo-sinistra è ancora oggi una forza, in molti paesi del mondo il comunismo ha avuto ed ha il suo potere. Anche nella chiesa il comunismo si è insinuato, come un serpente in modo dolce, ha portato sconvolgimenti profondi in essa, ed infatti oggi vediamo bene con Bergoglio la conduce in seno alla sua idea di comunismo, e quale piega ha preso. Nella società di tutto il mondo il comunismo, come anche i fascismo-nazismo ed altre ideologie stanno distruggendo pian piano la vera fede in Cristo. Infatti moltissimi che si definiscono credenti, in realtà hanno in se ideologie che modificano  sensibilmente quel credo in Dio, tant'è vero che spesso si trovano cristiani che sono pure ideologicamente comunisti o fascisti o nazisti o socialisti e/o altro, in sostanza hanno unito la parola di Cristo con l'ideologia umana trasformando di fatto la Fede in Dio in un qualcosa che non ha più nulla neppure di cristiano. Mescoliamo l'ideologia alla teologia, la fondiamo assieme e non rinunciamo mai alla nostra identità politica, piuttosto rinunciamo alla nostra identità religiosa e questo ci fa capire che in realtà il vero Credente Cristiano non esiste e forse non è mai esistito.  Se i preti stessi che sono spessissimo ideologizzati politicamente non rinunciano alla loro ideologia e alla loro appartenenza politica, fa capire che in realtà hanno già sostituto l'uomo al posto di Dio, hanno già innalzato l'uomo su Dio, hanno già posto quel ideologo al posto di Dio, i comunisti-cristiani, come anche i fascisti-cristiani, i nazisti-cristiani, socialisti-cristiani senza saperlo idolatrano Marx, Mussolini, Hitler, altri,  e queste ideologie sono diventate forti credenze; le famiglie così ideologizzate tramandano l'idea nelle generazioni, mentre la fede in Cristo-Dio si fa debole e spesso scompare da costoro, rimpiazzata dagli idoli umani, ecco perchè Dio Padre nel suo decalogo dice non adorate gli Idoli, non si riferiva solo a quelli di pietra che non odono, ma anche a quelli umani che con l'inganno si sostituiscono a Dio stesso, quindi il Suo monito, il Suo comando serviva a tutti gli uomini per sempre ed indicava che se si crede in Dio non si può sostituirlo con nessuno, con nessuna ideologia, invece come vediamo tutti noi dando un voto politico, ci schieriamo da una parte o dall'altra, perchè abbiamo assunto in noi quell'ideologia fatta diventare un dio per noi. Il Credente cristiano, quindi non crede più in Cristo solo come unico Dio, ma ha in se un panteon di dei, potremo dire che non siamo più una religione monoteistica ma siamo diventati politeisti. Questo è solo il caso della politica, ma se guardiamo anche oltre ci accorgiamo che di idoli oggi ne abbiamo una quantità immensa, dai cantanti, ai Vip, a molti scrittori, ai giornalisti, a preti, ect. L'uomo ha veramente in se un mondo di idoli  su cui poggia le sue fondamenta, direi molto labili, dato che in breve tempo è in grado di perdere la sua sicurezza in tutti gli dei in cui esso crede e il primo tra tutti a farne le spese, guarda un po è proprio quel Cristo che i cristiani si dicono tanto amanti, quando in realtà non è affatto così, perchè i credenti cristiani fanno presto a far crollare le loro certezze di fede, a vantaggio dei loro peccati, nessun uomo è così amante di Dio da abbattere i peccati che sono insiti in se stesso; per cui le ideologie sono sempre più forti, perchè in realtà sono la parte maligna dell'essere umano, resa tale da rimpiazzare il Credo in Dio. 

Quel che è veramente spaventoso è che coloro che dovrebbero tutelare la fede, il credo in Cristo oggi lo stanno perdendo, i preti sono così presi dalle ideologie umane che hanno rimpiazzato la fede  in Dio con la teologia scritta di proposito per alterare la fede in Dio, alterare il credo in un solo Dio, per introdurre abilmente l'uomo come Dio.  
Ecco che oggi abbiamo un pontefice o vescovo di Roma come ama farsi chiamare, che è un ideologo di se stesso e porta avanti la sua fede nel comunismo, più forte che non la fede in quel Cristo che lui stesso dice di difendere, invece da quello che osserviamo esso non la difende, la distrugge, la altera la, cambia delicatamente e lentamente con idee di stampo totalmente umano, con il desiderio di essere liberi e liberati da Cristo-Dio. 

Il vantaggio dell'Islam sta nel fatto che la loro fede è anche fede politica, invece noi ci siamo lasciati conquistare da ideologie umane che stanno lentamente prendendo il sopravvento e abbiamo ridotto la Cristianesimo a un idea, non più ad un fede vera e forte, per cui è necessario recuperare la forza della nostra fede abbandonando totalmente qualsiasi ideologia umana, che sia politica o altro e cercando di assomigliare a quella islamica, perchè dopo tutto il cristianesimo è una fede forte, che  ha in se stessa leggi ben radicate e forti, molto più forti dell'islam stesso, perchè le sue leggi sono anche il fondamento di quelle occidentali. Per cui Il vero Credente cristiano non ha bisogno di essere e di seguire ideologie partitiche, non possiamo noi essere fascisti, nazisti, comunisti, socialisti, liberali (che non dice nulla) perchè se lo siamo non siamo cristiani. Se voi credete negli idoli umani, non credete in Dio, non credete in Cristo; qualcuno direbbe" ma noi non possiamo eliminare ciò che siamo," questo non è vero, perchè anche la scienza si rigenera continuamente. Nel secolo scorso credevano in alcune cose e pensavamo fossero vere, oggi invece abbiamo scoperto, che erano false e abbiamo mutato la scienza, questo significa che se vogliamo possiamo cambiare tutto. Per cui o il credente torna a Cristo in toto abbandonando gli idoli umani e le loro ideologie, oppure Cristo ci abbandonerà al nostro destino e ad un certo punto questo avvera, ma ovviamente tutto sta nelle nostre mani. 

Questo metro si deve usare su tutto quello che noi facciamo, non solo sulla fede, ma anche sulle decisioni che dovremo prendere in futuro di qualsiasi natura, anche fossero elettorali. Dobbiamo ben pensare dove vogliamo andare, e a che idolo vogliamo credere, cerchiamo di dar il nostro voto a chi è tra gli uomini il meno peggiore, ma in questa nostra società è difficile capire chi sia il meno peggiore tra gli uomini, dato che l'uomo è ingannevole nelle sue idee e dichiarazioni. Ma è fondamentale per un credente, non credere in nessuna ideologia umana perchè sono tutte fatte per istradare l'uomo contro Dio. Ovviamente in ciò bisogna far attenzione a non ascoltare il parroco o il papa, se di questo si conosce la sua ideologia umana, cioè da quale parte propende. Io posso dire solo questo, da questo punto di vista, in una nazione si deve votare per qualcuno, ma si voti secondo coscienza cristiana, cioè applicando la fede in Cristo, seguendo le sue direttive, allora si saprà chi è di Cristo e chi non lo è, e chi merita aver un voto, lasciate a casa le ideologie umane.

I preti proprio perchè sono di Cristo o dicono di esserlo, non dovrebbero nemmeno sognarsi di votare alcun partito politico, se lo fanno significa che danno il loro voto all'uomo, (ricordo che Dio vi vede ovunque e vi giudica anche a voi) cioè a quell'ideologia in cui pensano e credono che è più forte di Cristo-Dio. Per cui non dovrebbero neppure dir messa, dato che innanzi a Dio commettono peccato! E dato che essi sono suoi rappresentanti , proprio per questa ragione, sono da Dio scomunicati, non pensate cari preti che essere di Cristo sia una passeggiata, Dio è buono ma anche severo e molto rigido in certe cose, specie se si vuol essere sacerdoti suoi, non si può sgarrare. I sacerdoti sono l'esercito in terra di Cristo, se l'esercito celeste è composto da valorosi soldati che darebbero anche la vita per Cristo e giurano in eterno fedeltà  a Lui, cioè danno a Dio il loro unico voto, perchè mai un prete umano deve fare  il contrario?

Quindi quanti sono i veri credenti, basta farsi un esami di coscienza e lo capiremo subito, prima per noi stessi e poi guardando gli altri, potremo dire con assoluta tranquillità che chi professa un ideologia personalistica o dettata da altri non è cristiano, perchè pone se stesso a idolo per gli altri. Rimanendo sulla politica, come per altre cose, dovremo dire che nessun politico serio è realmente un credente cristiano, perchè ovviamente crede nella sua idea, quindi nella sua ideologia e questa la sua forza e la sua base su cui poggia quello che vuol far credere agli altri, usare il cristianesimo è lo specchietto per le allodole e per le pecore, che come somari cadono nel pentolone di chi propone quel pensiero, quell'idea. 

Un politico serio, dovrebbe togliere da se l'idea di cristianesimo, se fosse serio.

Non si può mescolare l'uno e l'altro, come non si può essere di Dio e di satana o si è dell'uno o si è dell'altro. Chi mesce l'uno e l'altro è un ingannatore e moltissimi sono ingannati.


Anche chi si erge a veggente e applica su se stesso i dettami ideologici umani, usando una falsa fede, perchè Cristo mai disse di arricchirsi, anzi disse il contrario, "lasciate tutti i vostri beni e seguitemi" da quello che si vede,  pochi che si dicono veggenti oggi, hanno lasciato i loro beni, anzi molti si sono arricchiti, come potrebbe la vera Madre di Dio, parlare con costoro, visto che non praticano la vera parola di Cristo-Dio, quando cercano denari ovunque. La S.S.ma Madre di Dio è la prima a praticare la legge di Dio e quindi non potrebbe mai e poi mai dir nulla di diverso ne parlare con persone che applicano come meglio gli garba a loro comodo la legge di Dio, questo proprio non esiste, per cui si comprende molto bene che sono falsi, chi cerca di giustificarli significa che è come loro.

Lo stesso si può dire a chi mesce l'islam o altre fedi al cristianesimo, l'intento è quello di creare un alternativa al cristianesimo stesso, ma anche alle altre fedi per cui si crea un terzo polo, che alla fin-fine dominerà gli altri e chi agisce in questo modo, è l'ingannatore travestito da agnello.
E oggi giorno ne abbiamo più uno che traghetta il mondo.


Prima di porre il vostro voto, a chiunque, fatevi alcune domande:

  1. il mio voto a va a chi tutela la mia fede?
  2.  costui a che ideologia appartiene?
  3. a chi do il mio voto pratica la inter-religiosità? (significa che gli vanno bene tutti i culti)
  4. nella sua vita costui da che parte stava? Ed ora da parte sta?(si capisce dai discorsi che fa)


Buona riflessione.



°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Nei prossimi giorni vorrei fare un esame approfondito dei vari programmi dei partiti che si presenteranno alle prossime politiche, vediamo quanti dicono la verità.






mercoledì 10 gennaio 2018

ESORCISTI SI O NO?



Rispondendo ad un amico su facebook, sulla questione veggenti che impongono le mani sulla gente, come fanno oggi molto spesso i veggenti di Medjugorie.

Il problema dell'imporre le mani va valutato prima di tutto alla luce del vangelo stesso.

""Marco 9,38-40
38 Giovanni gli disse: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava i demòni nel tuo nome e glielo abbiamo vietato, perché non era dei nostri». 39 Ma Gesù disse: «Non glielo proibite, perché non c'è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito dopo possa parlare male di me. 40 Chi non è contro di noi è per noi. """

Poi alla Luce di cosa si fa quando s'impone le mani, l'imporre le mani si fa solo per le parole di Cristo cioè per togliere il maligno, e lo si fa pronunciando le parole in nome per conto di Cristo a voce alta. Se non avviene esattamente così, l'imposizione delle mani è fatta per conto proprio, e non solo non ha valore, ma quel che s'impone o quel che trasmetti non viene da Cristo e può produrre o condurre altro male a chi viene sottoposto a tale rito.

Quello che costoro fanno non lo fanno a nome e per conto di Cristo perchè non pronunciano nessuna formula ma solo impongono le mani perchè si ritengono santi, dimostrando mancanza di umiltà e arroganza, ecco dove sta il problema si ritengono ciò che non sono.

L'imposizione delle mani va fatta in luogo appropriato, al riparo da sguardi indiscreti, lontano dai riflettori, perchè non diventi un atto feticistico, oltre che non si toccano le persone, ed altre cose... Oltretutto è facile che il veggente cada in errore in queste cose, perchè spesso ignorano la verità, perchè non hanno conoscenza perfetta delle parole stesse di Cristo, dimostrando per altro mancanza dello Spirito Santo e già questo dice tutto sulla loro reale capacità di veggenza. Se fosse presente lo Spirito santo che tiene la persona in perfetta umiltà ci penserebbero 100 volte prima di far cose così importanti e sopratutto in pubblico con tanta disinvoltura innanzi a telecamere al solo scopo di mostrarsi quelli che non sono.
Il vangelo di Marco va contro la volontà degli uomini Chiesa, perchè le parole contenute in questo passo, sono contrarie a quando la teologia in 2000 anni ha ritenuto giusto; se le Parole di Nostro Signore Gesù sono vere e sante, gli uomini di chiesa, non hanno nessun diritto di cambiarne il senso o interpretarle come gli garba solo perchè si ritengono loro i principali detentori del potere regale di Cristo, perchè il passo in questione dimostra esattamente il contrario. Purtroppo i preti in 2000 anni, ha commesso lo stesso errore degli apostoli ritenendosi gli unici detentori del potere di Dio, il brano di questo vangelo dimostra solo una cosa che Gesù dice che tutti possono in Nome Suo esorcizzare e quindi tutti sono portatori del potere di Dio se fatto per Dio e in nome di Dio. Ora che la i preti contestino questo punto è da scomunica perchè essi contestano Cristo, cioè si pongono sopra a Cristo, giudicano l'opera di Cristo e le sue parole errate secondo i loro insano giudizio di uomini.
Questo la teologia ha fatto in 2000 anni di storia si è imposta a Cristo interpretando secondo la propria volontà e intendere umano le parole di Dio, spesso cambiando il senso delle parole stesse, dando un taglio come gli è piaciuto di più, impedendo alla gente di amministrare il rito esorcistico, facendo credere che solo la chiesa degli uomini ha diritto di amministrare tale potere, invece Cristo ordina e comanda diversamente, il giudizio di Gesù vero Dio non è un opzione ne un comanda e cambia molto la posizione delle sue parole se quel che dice è un ordine autoritario coercitivo, perchè così è!!!. L'unica differenza che ha il prete dal popolo sta nel fatto che solo il prete può amministrare le specie sacre, solo il prete può battezzare, solo il prete può fare alcune cose, ma sempre rispettando il COMANDO di CRISTO DIO se non si fa ciò si è automaticamente fuori di Cristo. Non si scappa da ciò.
Ed anche le parole pretestuose dei teologi che voglio abdurre che la chiesa ha fatto questo per proteggere la popolazione, che volesse fare questo, non solo dimostrano che considerano Dio, Cristo Uno sciocco che non sapeva quello che diceva o comandava, perchè avrebbero secondo il loro pensare, messo nella mani del popolo tutto, un potere che avrebbe secondo loro pensare di teologi posto questa gente in pericolo, come se Dio non sapesse valutare cosa una singola persona possa fare.  Ho la vaga sensazione che i teologi siano sempre stati un tantino arroganti credendosi sopra a Dio.  Dimostrazione chiara di un idea maligna posta nel cuore dei preti stessi, da qualcuno che ha operato nel far sentire il prete un dio (satana), quando il miglior esorcista è il più umile essere umano graniticamente credente in Dio. 

Purtroppo i teologi puntano la loro fortuna sul fatto che la gente è ignorante di vangelo per cui fanno gioco forza e malignamente continuano perniciosamente a pensare che solo loro sono i detentori di una parte del potere di Dio, solo loro possono esorcizzare, ignorano volutamente queste cose, facendo un grande peccato al cospetto di Dio. Chi si oppone alle parole del Verbo di Dio e un anti-dio. 

L'imposizione fatta dal laico come dal sacerdote, deve essere fatta con il vangelo in mano pronunciando le parole di Cristo ""Non glielo proibite, perché non c'è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito dopo possa parlare male di me. Chi non è contro di noi è per noi. "" come altre parole pronunciate da Cristo, allora l'imposizione è valida, ma senza questa frase nessuna imposizione o rito esorcistico è valido. 

Ovviamente si deve tener presente che imporre le mani non è uno scherzo ed è il caso che non tutti lo facciano, anche perchè bisogna avere lo spirito giusto per farlo, bisogna essere privi di peccato, aver ricevuto la comunione da poco tempo, non aver pensieri e smanie di potere, non essere in contrarietà con nessuno, ecc, ed altre cose che qui non elenco, quindi sarebbe bene che la gente e anche i preti che avesse animosità, peccati e qualsiasi altra cosa, non si accingessero a far nulla, se loro stessi non vogliono far danno a loro e a chi impongono le loro mani.


Si osservi come la Viska tiene le mani sui due malcapitati, questa cosa non si deve fare, primo non si deve toccare le persone si sta a distanza e poi la posizione delle mani dimostra il suo pensiero, non si agisce con forza ne con prepotenza, perchè nessuno viene liberato con quel modo di fare, e con quel pensiero che dimostra la Viska, tutto deve essere fatto con delicatezza, il potere di Dio non ha bisogno di forza o di oppressione per essere esercitato, ma di gentilezza e candore. Quindi invece si vede un pensiero ed un fare coercitivo, fatemi il piacere non fatevi imporre le mani da persone così.

sabato 6 gennaio 2018

CHI AMEREMO NELL'ALTRA VITA?



TUTTO È NELL'UNO!


Leggevo questo (articolo)  l'ho preso come riferimento per parlare di un altro argomento.

La madre di uno di questi ragazzi si dovrebbe chiedere sinceramente dove fidanzati? Il problema che quando si è di là nessun anima sta più legata all'altra per cui fidanzati? Non diciamo cose che non si sanno, capisco che la madre aver questo ricorso, e nessuno glielo può togliere dalla mente, ma nella realtà sono cose inesistenti, ogni anima va per la sua strada e tutte sono sconosciute una rispetto l'altra, Le anime nell'altra vita non si conoscono più, tra di loro, è un idea che noi cristiani ci siamo fatti per millenni, ma è falso. Noi tutti diciamo di la incontreremo parenti amici, e molti credenti sopratutto preti continuano a istillare questo pensiero, ma ciò è falso totalmente falso, per i credenti cristiani quello che vale è solo Dio, più un uomo o donna ama Dio più il suo amore terreno per gli esseri umani si sposta verso Dio, anche se Dio ci comanda su questa terra di amare i nostri simili, ma sempre per primo c'è Dio, per cui quando saremo si là, saremo solo con Dio e Dio, e degli amici, fidanza te, mogli, mariti, etc, non ricorderemo più nulla se non quello che di bene o di male abbiamo fatto, quindi saremo effettivamente svincolati da tutti, anzi sarebbe bene dire che avremo un amore totale solo per Dio, ma dato che saremo in Dio, e Dio ama tutti, tutti color che gioiranno di Dio ameranno tutti, e quindi tutti saremo amati l'un l'altro non ci sarà più la preferenza per l'uno o per 'altro esclusivamente, ma tutti in tutto che è Dio.

Per cui per i poveri ragazzi non solo loro ma tutti coloro che sono come costoro e chiunque altro, non solo nel caso specifico anche tra sposi, non solo non saranno fidanzati per sempre ma non saranno neppure innanzi a Dio e questo la vera chiesa lo sa bene perchè mentire?

Perchè illudere dei genitori per metterli tranquilli! Beh mi pare un discorso di comodo per alleggersi la coscienza! 


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

La chiesa del peccato giustifica il peccato!

Siamo sempre alle solite la chiesa degli uomini non condanna perchè così gli fa comodo per nascondere i loro peccati, trovando la giustificazione che non sarebbe pubblico, quando in realtà un soggetto che manifesta la sua sessualità è sempre fatto in modo chiaro altrimenti come potrebbero trovare un altro, se non si palesano, queste sono giustificazione puerili, per altro dimostrano una chiara tendenza perversa anche di chi li scusa. In questo modo si distrugge la legge di Dio a favore della perversione umana e chi li sostiene e li tutela è esattamente come loro, no, anzi peggio di loro, perchè costoro sono malati, mentre chi li tutela è peggio vuole la distruzione delle norme che Dio ha posto a salvaguardia dell'anima.

Giustificare il peccato significa stare con satana non c'è altra spiegazione, per cui tutti possono dedurre che un pontefice che giustifichi e abbassi il valore del peccato a niente lo fa solo per far credere alla popolazione che esso ha in ruolo minoritario e quindi si può peccare come si vuole, niente affatto anche lui sarà giudicato da Dio per quello che fa e fa credere al mondo, non spetta a me giudicarlo ma sarà Dio Padre che lo farà o meglio, dire come tutti noi ci siamo già giudicati da soli, come disse Cristo sono i nostri peccati/azioni e parole che ci giudicano e per tali ci auto-condanniamo.



-->

martedì 2 gennaio 2018

LA FINE È VICINA?


Che cosa ci porterà il futuro?


Il caso del coreano Kim Jong-un , che tiene sulle spine il mondo, recita una parte, dire una chermes, se guardiamo il suo stato di salute, molto ben pasciuto ci fa capire che non è un uomo che vuole rinunciare al benessere, una guerra nucleare potrebbe segnare profondamente la sua vita e anche quella di milioni di suoi concittadini oltre che essere distrutto in toto dai vicini e lontani, per cui ritengo che sia solo uno pollo, come tanti che vuole solo aver la sua parte nel mondo, per essere ricordato come tanti altri nel aver fatto qualcosa ed essere stato qualcuno con un potere per tener in scacco il mondo quasi ai suoi piedi, ma ritengo anche che lui stesso faccia parte di un gioco più grande, dopo tutto questo tizio destabilizza l'economia mondiale e quindi in sostanza il suo agire e parlare agisce nell'alterare temporaneamente i paramatri economici mondiali, fa salire e scendere i mercati e ovviamente pure lui ne guadagna molto, il fatto stesso che ora dice che potenzierà l'arsenale in vista di una possibile guerra, dimostra che non è ancora pronto e che in realtà non c'è un reale e vero desiderio di fare alcuna guerra. Invece la vera polveriera è l'Iran questo sono il vero pericolo non il can che abbia e non morde. per cui oggi il mondo si sta rendendo prone all'islam per farseli amici e tutti a seguire rinunciando a ogni cosa pur di essere a loro simpatici si rinuncia per fino alla propria identità sociale cristiana, si dimenticano le tradizioni e si annulla le fede, questo è oggi lo scopo. Per cui anche il papa si allinea con l'islam, trasformate il sentire vero Cristiano in una pseudo religione che nulla ha più neppure di cristiano, sfrutta i veggenti che ormai sono tutti proni a lui, per attuare le scelte di altri, e far entrare i cristiani in un ottica islamica, dolce e appagante, senza colpo ferire. Ci preoccupiamo per le elezioni che verranno, io dico che ci dovremo preoccupare di altro, tanto chiunque sorgerà di sinistra o destra o altri, la musica non cambia sono altri poteri nel mondo a dominare il mondo, gli eserciti sornioni si fanno più forti fingendosi deboli e quasi invisibili eppure tutti noi siamo super controllati in ogni modo, la tecnologia avanza e diviene sempre più avida di conoscenze per cui anche gli scienziati sono super controllati al fine che producano quello che interessa o sono fermati nel produrre quello che non interessa. I brevetti vengono militarizzati appena pubblicati se questi hanno scopo militare o simile, per cui meglio non produrre nulla che possa esser  d'interesse militare tanto poi nulla viene più in mano al suo inventore. Questo è solo un caso di come il mondo di oggi è soggiogato da poteri più forti di noi. 


Molti dico che la fine è vicina, si è vicina ma non nel tempo che crediamo noi, anche Cristo disse ai suoi apostoli che il suo ritorno era vicino, ma dopo 2000 anni non è ancora tornato, quindi cosa significa dir sono vicino? Cristo nato 23 o 30 dic. del 5 d.C. quindi noi siamo esattamente nel 2023 e non nel 2018, questo significa che tutte le date che conoscete e che qualcuno  ha definito per reali sono spostate di 4-5 anni, ma non solo nessuno sa con precisione quando gli eventi che taluni soggetti hanno voluto predire con largo anticipo si avvereranno nelle date predette, oltretutto ricordatevi che Dio ha detto che nessun uomo neppure il Figlio di Dio conosce la data della fine del mondo, che per ora per noi è assai lontana e nessuno di questo tempo di quest'era se ne dovrebbe curare. L'importante semmai sono gli eventi che si devono compiere nel tempo presente e che ormai sono sotto gli occhi di tutti, clamori o rumori di guerre lontane; gli uomini sapranno leggere il cielo ma non i segni dei tempi; figli contro padri, gli uni contro gli altri, la decadenza della società civile e il suo imbarbarimento, nuove idee sostituiranno vecchi pensieri, eppure si tornerà ad un tempo antico ma in chiave moderna, risorgerà un impero sulle macerie di uno antico, nuovi padroni del mondo continuano idee malsane, anche nella chiesa cadranno molti e il moderno si fa strada in essa, per distruggere e disgregare le solide fondamenta, l'ancora di Pietro sta per essere divelta e la barca vagherà nel procelloso mare delle tempeste, senza sosta e senza meta perdendo uno ad uno i suoi remi, finché anche il suo scafo inizierà ad imbarcare acqua e alle fine solo una delle tante zattere che si tira dietro resisterà, perchè la nave sarà affondata, e tutto questo in un momento storico di grande confusione sociale, politica ma di un effimera pace, allora vedremo sorgere da oriente un uomo. Solo allora si avrà il ritorno del Re dei re.