venerdì 23 agosto 2013

Il potere dei simboli.


Il potere dei simboli.

 

Fin dalla notte dei tempi l’uomo ha voluto crearsi dei simboli per svariati usi, sopratutto di tipo distintivo, poi subentrarono simboli sempre più complessi. Ma solo nelle tradizioni di tipo esoterico, magico e religioso, essi hanno avuto la loro massima espressione, in tutte le culture del mondo, abbiamo simboli dai più semplice ai più complessi, ogni religione, ha un bagaglio di simbolismi veramente notevole. Ma quello che c’è da chiedersi essi veramente cosa servivano? E quale ruolo avevano nelle società che rappresentavano? Ma sopratutto chi sottintendeva svolgere il potere per quei simboli? Ora si potrebbe fare una carrellata di simboli per ogni cultura, ma la cosa sarebbe troppo lunga e dispersiva, è meglio concentrare i simboli per tipologia di essere soprannaturale che li supporta e da loro potere. L’archeologia sostiene che i simboli nacquero a titolo identificativo, e poi successivamente diventarono magici. Io invece dico che i simboli sono nati contemporaneamente alla comparsa dell’umanità sulla terra, e non solo per un ruolo identificativo dei soggetti, ma subito anche magico, esoterico e religioso. Come tutte le cose esistenti in questo mondo, vi è il negativo e il positivo; il positivo (+) è segno maschile, mentre quello negativo (-) è femminile. La religione più antica che l’uomo ha ricordo sono quelle antiche sumeriche, mesopotamiche e babilonesi, egizia, qui le divinità erano principalmente di tipo negativo, anche se nei loro aspetti avevano caratteristiche tal volta positive. Poi entra nella storia la cultura giudaico, che apporta un elemento nettamente positivo, che si distingue da tutte le altre, per l'assenza inizialmente del panteon degli dei, delle altre religione, nella religione ebraica vi era ed è un solo Dio, che determinava con forza, le avventure e sventure di tutte le religioni dell’area. Mentre nelle culture confinanti le divinità sono rappresentate da statue e dipinti, ecc, nelle cultura giudaica non veniva consentita alcuna realizzazione di immagini del Dio creatore. Poi con il tempo anche i giudei, assunsero presso di loro altre divinità dei paesi confinanti. Quindi importando la loro simbologia, quindi dagli egizi ai babilonesi, gli ebrei ebbero una grande quantità di elementi simbolici. Con le verie monarchie in Israele ognuna di esse apportò nuovi simboli, ma quella che determinò, una maggiore crescita in senso simbolico esoterico fu sotto Re Salomone, che con le sua arti magiche un culto più esoterico, e il simbolo acquisto una maggiore forza e un potere maggiore verso gli elementi inviabile quasi incontrollabili, creando una netta divisione tra i simboli che presero una natura nettamente positiva e nettamente negativa. Configurandoli come simboli di Dio e simboli di satana, sappiamo però che la religione ebraica vieta la costruzione di statue ed oggetti che servano per richiamare, evocare o invocare la divinità. Quindi questi simboli rimasero nascosti o ad appannaggio di pochi. Ora dato il conflitto che vi era tra Dio e satana, quest’ultimo, non voleva assolutamente perdere il suo dominio sugli uomini e spinse sempre per la diffusione capillare dei suoi simboli, anche in forma anonima. Salomone dal canto suo, fece il possibile per tentare conoscere il modo per sfruttare i simboli che dominavano i demoni, aveva capito che era molto più facile con appropriati nomi e frasi, dominare gli eventi mendiate i demoni, così ci riuscì. Solo che i secoli futuri portano questi simboli magico esoterici sempre più verso l'occidente, nel quale si diffusero, sopratutto prima ma anche dopo l’impero romano, nel frattempo nasce un altra religione in seno a quella antica ebraica da questa disconosciuta e perseguitata, i cristiani. La quale inizialmente non aveva anch’essa alcun simbolo, ma poi per differenziarsi dagli stessi ebrei, prese a diffondere l’unico simbolo disponibile in campo, la croce di Gesù Cristo, a questo punto satana doveva reagire con forza e insinuare in seno alla chiesa, altre simbologie pagane, così fece. E nelle religione cristiana emergente aumentarono sempre più i simboli di natura esoterica importati sopratutto da Israele e poi anche dalle altre religioni orientali. Quindi la religione e cultura cristiana del tempo, si arricchi, di numerosissimi, simboli, per la maggiore negativi, entrando in tutti gli aspetti delle vita quotidiana, come era anche per altri popoli. Sia la religione Ebraica che Cristiana osteggiavano l’uso dei simboli, perché non contemplati nella religione stessa e vietati dalla divinità principale alla quale entrambe le fedi si attengono, con l’unica variante che la fede Cristiana oltre alla divinità principale ebraica Dio YHWH, aveva anche il figlio della stessa in carne ed ossa, Gesù detto il Cristo. Ma lo scontro è sempre lo stesso, satana contro Dio, l’uomo dal canto suo si è arricchito di tanti simboli indotti proprio da satana che combatte innanzi tutto, la sua guerra proprio Dio-Cristo-Spirito Santo, usando i simboli a lui molto cari. E di questa simbologia di natura satanica è ricco il nostro tempo presente. Il problema più grosso del simbolo è quello che ha la capacità effettiva di insinuarsi nelle credenze delle popolazione, fin a portarle alla superstizione. Si è proprio credere in un pezzo di legno, di metallo di corno, ecc che satana riesce a indebolire le difese personali di un soggetto qualsiasi, è mediante i simboli che noi tutti possediamo, che egli agisce su di noi, naturalmente egli combatte quei pochi simboli della tradizione cristiana, che Cmq sia, sarebbe stato meglio che non ci fossero stati, perché contravvengono il secondo comandamento che recita: “Non ti farai simboli ed immagini e statue di ciò che sta nei cieli, sulla terra e sotto terra , ne le adorerai, ecc... “ per paradosso anche una croce è un simbolo, così come lo è l’arca dell’alleanza, unico oggetto sacro della religione ebraica. Ma Dio sa che l’uomo purtroppo ha bisogno di una qualche raffigurazione anche minima della divinità per averne un contatto diretto, per cui egli stesso ha acconsentito alla realizzazione di un oggetto sopratutto per la conservazione delle tavole delle legge ed altri oggetto che servivano, ad un certo uso, quindi l’Arca ha assunto un valore enorme per il popolo d'Israele, perché era divenuta il trono di Dio tra gli uomini, così anche la croce ha assunto il medesimo valore. Però oltre a questi le chiese successivamente si sono date molti altri elementi da adorare, quali statue di santi, angeli, madonne, ecc. in quantità esagerata, tale da adombrare per fino la croce di Cristo! Ma tutti questi simboli non fanno bene al cristiano anzi lo portano lontano dal simbolo cardine della cristianità. E satana lo sa molto bene. Ma quello che è ancora peggio che la nostra società è riccamente intessuta in un simbolismo arcaico e moderno estremante pericoloso, indotto proprio dalle antiche tradizioni di popoli lontani a noi nel tempo che ci hanno lasciato la loro cultura esoterica, principalmente formata da dei satanici, come è la divinità di ishtar cioè il Baall = Satana. Oggi giorno, non c’è persona che non abbia un cornetto, un ferro di cavallo, un quadrifoglio ecc, tutti simboli apparentemente non satanici, ma in realtà lo sono proprio. Ma di simbolismi ve ne sono tantissimi, non solo tra i simboli fisici, ma anche tra i gesti, abbiamo una ricca gamma di simbolismi, scaramantici che a detta di molti, dovrebbe portare bene, o fortuna e allontanare la sventura, cosa assolutamente falsa! Satana come demone di primaria grandezza, ed estremante astuto, usa tutti i sistemi a lui più congeniali per far credere all’umanità che certo i gesti, simboli ecc, possono essere benevoli, quando nella realtà, qualsiasi di questi elementi, portano male, molto male, ma tanto l’uomo, non vede e non sente quello che gradatamente penetra dentro di lui con l’uso di questa simbologia, gestuale, orale e oggettiva. Da qui nasce la superstizione, il credere che un qualsiasi gesto strano, o parola anomala o farse antica, o oggetto strano, simbolo ecc, possano portare bene è assolutamente falso! Non esiste nessuna parola, frase, simbolo, gesto, che possa portare bene, nessuno! È la nostra credenza popolare che ci è stata tramandata che pone nella nostra mente, queste idiozie di superstizione! Ma se prima questa era a totale appannaggio delle genti culturalmente poco elevate, oggi è ad appannaggio di tutti, sopratutto di coloro che fanno parte della classe alta della società, questo grazie a diversi organismi, nelle società che hanno sostenuto e sostengono satana, che gli vogliono bene, che lo aiutano in tutto e per tutto, e sono a lui asservititi, schiavi, servi. Tutti costoro cooperano, per la diffusione capillare, della superstizione, l’antro dell’inferno è proprio la superstizione, coloro che non si libereranno da questa malattia saranno presto prede di satana, coloro con il loro si a satana adorano i suoi simboli e tutti i simboli in generale, sono già prede di SATANA. Quindi non c’è nulla di peggio che credere ed essere superstiziosi, per esempio si sa che non è affatto vero che il gatto nero, porti male se ti passa da vanti; non è affatto vero che buttare il sale porta male o bene; non è affatto vero, che toccarsi i genitali porti bene o allontani il male, tutto contrario! Sono stupidaggini! invece sono atti che servono per aumentare la forza di Satana dentro di noi. Esso si nutre in noi della nostra superstizione, della nostra creduloneria, della nostra vanità e della nostra ambiguità, tutto questo serve a satana per essere meglio accettato, meglio sostenuto, perché tutto questo facilita la ribellione dell’uomo verso il Suo Creatore, Dio. Noi pensiamo sempre che Dio voglia soggiogarci quando non è affatto vero, è satana che ci propone di credere in ciò, è lui che vuole soggiogare noi, e fa credere allo sciocco umano, che è Dio che vuole questo, invece ahimè è Satana che vuole manovrarci mediante la superstizione, il simbolismo, i gesti, e le parole. Purtroppo chi dovrebbe tutelare ed insegnare che ciò male non lo fa, perché anch’essi sono impregnati di quella cultura massonica, che ci propone continuamente di essere avversi al Creatore. La chiesa nasce in seno alla società, e se la società umana è ricca di simboli di superstizione ecco che anche il sacerdote che entrerà nelle chiesa si porta appresso, tali simboli e tale superstizione, quindi anche se l’insegnamento dovesse allontanare tali condizione, in realtà, la cultura dominante rimane e la superstizione pure. Quindi nessuno insegna più nulla. Di conseguenza abbiamo che anche un parte della chiesa si è adagiata a tali simboli, a tali gesti alla superstizione tutto a vantaggio di satana! Purtroppo però coloro così facendo uso di tali simboli, ecc non sanno che aprono la loro porta spirituale a satana ed esso non perderà un minuto di tempo per entrare in loro. Ecco cosa dice Gesù parlando della casa pulita, la casa è l’anima, non il corpo come la chiesa ha erroneamente intenso, il demonio entra e possiede l’anima, non il corpo. Perché è l’anima la porta dimensionale dalla quale entrano ed escono, tutti gli spiriti, e questo la chiesa lo ignora. Accettare la superstizione ed essere tali significa che presto o tardi, Satana sarà il tuo padrone, e poi liberasi dalla superstizione diventa quasi impossibile. Da li ogni cosa diventa possibile per l’essere umano che si degrada sempre di più. Ma satana farà dire all’essere umano, che queste cose non esistono e che la superstizione non è male, così come ha mentito ad Eva e Adamo. Quindi non esiste nessun simbolo o oggetto che ha potere in se stesso, siamo noi che attribuiamo a tali simboli dei poteri fasulli che non sussistono, ne esistono, in realtà chi esplica il potere che il simbolo cela, è direttamente satana, è lui che mediante la vostra superstizione, esercita tale potere, non l’amuleto, il pendaglio, la conchiglia, il cornetto, la candela, la carte, la sfera, il pendolo, i libri esoterici, la bacchetta, la formula, ecc, ecc. Nessun uomo può esercitare alcun potere senza la volontà dello spirito, che la esercita, da negativo a positivo. Gli spiriti non conferiscono a nessun essere umano poteri. Sono loro che li esercitano direttamente o mediante il simbolo che svolge un azione di richiamo dello spirito, o mediante il soggetto stesso che contiene lo Spirito. Ma senza lo spirito qualsiasi simbolo non sortisce alcun effetto. Per questo Dio ha posto il secondo comandamento e ha detto che le statue di pietra, di legno, di metallo, cristallo, ecc, non odono , ne parlano , ne sentono, perché non hanno alcun potere in sé! Quindi tutta questa oggettistica va bene per arredare una casa, se si vuole; ma certamente non ha nulla di nulla, se non siete voi, a pensare che possegga qualche potere. Io mi permetto di avvertire coloro che operano e vendo superstizione, perché Cristo ha detto che costoro vendono satana e lo inducono a coloro che sono fragili e cadono facilmente nel credo fasullo! Cristo ha detto, che per costoro se non si convertono, ci sarà lo stagno di fuoco e zolfo!


Io vi ho avvertiti!


By Boanerges

Sono, colui che porto alla luce, le opere delle luce.