mercoledì 7 settembre 2016

A CHI E' DESTINATO IL PARADISO?

A CHI E' DESTINATO IL PARADISO?


Da più parti mi sento dire che tutte le religioni del mondo possono accedere al paradiso.
Sarà vero questo? E di quale e quanti paradisi esistono?

Quante sono le religioni maggiori oggi?

RELIGIONE
FONDATORE-DIVINITA'
LIBRO
PARADISO
CRISTIANESIMO
DIO-CRISTO
VANGELO-BIBBIA
SI
EBRAISMO
DIO-YHWH
THORA'-BIBBIA
SI
ISLAMISMO
ALLAH_MAOMETTO
CORANO
SI
BUDDHISMO
BUDDHA
CANONI
SI
INDUISMO
POLITEISTICA
VEDA
SI
TAOISMO
POLITEISTICA
CANONI TAO
SI
JAINISMO
POLITEISTICA

SI
SCINTOISMO
POLITEISTICA
 Sam-bu-han-sho
SI
CONFUCIANESIMO
CONFUCIO
i Lun-yu o Dialoghi
SI
ZOROASTRISMO
ZARATHUSTRA

SI
BAHAISMO 
Báb e il Bahá'u'lláh

SI
GNOSTICISMO
FILOSOFIA-RELIGIOSA
La Sofia di Gesù Cristo
SI
ERMETISMO


SI
MAZDEISMO
Ahuramazdah

SI
MANICHEISMO
MANI

SI
MITRAISMO
MITRA-ZOROASTRO

SI
GEOVISMO
 Charles Russel
Rutherford(GEOVA)
VARIANTE ALTERA DELLA BIBBIA
SI
ESOTERISMO
Divinazione di spiriti
mix religioni
Qabbalah ed altri

MASSONERIA
Divinazione spiriti
credono in tutti e in nessuno!
Qabbalah ed altri


Tutte le religioni del mondo credono nell'esistenza di un luogo detto paradiso.
Ma come ognuna di queste vivono questo paradiso?

Secondo i Cristiani e gli Ebrei esso è il luogo dove vive Dio, e dove le anime migliori andranno.

Secondo l'Islam, è il luogo dove vanno tutti gli islamici, specie chi ha ammazzato gli infedeli.

Per le altre religioni è un luogo di pace, e di riconciliazione con le loro divinità.

Ora a seconda della propria religione ognuno pensa di andare in un paradiso, nel proprio paradiso quello insegnato dalla propria religione, nessuno può dire il contrario.

Quindi nei cieli esisterebbero un enormità di dei, e un enormità di paradisi. Però curiosamente anche le religioni politeistiche non tutte, suggeriscono di essere state originate in un principio da un unica divinità indefinita per alcune. Quindi in sostanza si tratterebbe per gran parte di queste ad un solo paradiso.

Mentre per le religioni monoteistiche, esse dovrebbero essere tutte originate da una sola identità, da un solo Dio, cosi sembra.
Quindi sia le politeistiche che le monoteistiche hanno tutte un solo paradiso, ma allora come sta questione, quanti paradisi ci sono? Uno solo!

Perché sembra è!?
Perché in realtà qui c'è un problema.
Tutte le religioni per quanto abbiamo divinità differenti e credi diversi, libri diversi, ma tutte alla loro origine derivano da un solo Dio sconosciuto, capostipite di tutte, almeno per la maggior parte.

Per cui tutti dovrebbero entrare in questo paradiso a seconda delle proprie religioni! Ma sarà veramente così? No, non è così!

Un conto è dire che c'è un solo paradiso effettivo, e un conto dire che ogni religione ha Dei diversi, divinità diverse, anche se tutte portano ad uno stesso Dio, però per molte quello stesso Dio, non è pregato. Si perché se non determiniamo chi sia questo Dio, come possiamo stabilire chi ha meriti per entrare nel regno dei cieli, in Paradiso?

Qui però bisogna dividere la questione tra le religioni monoteistiche e politeistiche

La religione più antica tra quelle politeistiche è l'Induismo circa 4000anni fa.
Però anche nella religione dell'induismo pare richiamasi ad un divinità iniziale che viene prima, ma di cui non si sa assolutamente nulla.

Tra quelle monoteistiche è l'Ebraismo, circa 3800anni fa.
Mentre l'ebraismo e poi successivamente il Cristianesimo e solo attorno al 600dC, nasce l'Islam derivano da un unica divinità.

Potremo pensare che forse la divinità iniziare fosse proprio quella dell'ebraismo visto che è unica e sola e anche perché nella Bibbia c'è riportata la storia dell'interna umanità, ci sono anche altri testi che parlano di divinità in un lontano passato, ma non possiamo dire che questi non siano sempre derivati da questa iniziale entità. Anzi sicuramente era proprio questa la divinità che ha dato origine a tutte le cose, come essa stessa di è sempre proclamata.

Quindi possiamo dire che tutte le religioni in un modo o nell'altro hanno questa comune origine.
Però bisogna anche essere onesti, le religioni anche avendo avuto nella loro primitiva formazione un origine comune, poi hanno assunto un panteon di divinità, mettendo da parte l'origine comune, almeno in tempi più recenti e proseguendo il loro cammino con divinità diverse.

Se le altre religioni politeistiche hanno preso come divinità per se stesse, dei e non hanno più seguito per motivi sconosciuti la divinità principale, possono entrare a far parte del paradiso di questa divinità principale? No di certo. Perché non hanno più seguito il metro proposto da questa. Quindi automaticamente sono escluse, dalla possibilità di entrare nel Regno dei Cieli o Paradiso.

Quindi chi può entrare?

Chi fa la volontà di questa divinità principale ed unica!
Questo significa che solo le tre religioni monoteistiche possono a accedere al Paradiso, e gli altri no, a meno che non seguano i dettami, chiesti ed insegnati da questa divinità, di cui gli Ebrei sono i primi portavoce e sostenitori.

Ora delle tre religioni monoteistiche quale merita di più rispetto a tutte e tre?

L'Ebraismo è una religione antica di 3-4000anni. Rimasta sempre tale e quale, nel corso della sua storia, con alti e bassi, ma sostanzialmente ha poco variato. Se non che circa 2000 anni fa nasce in seno ad essa, una nuova religione nata per volere diretto dello stesso Dio padre degli Ebrei che ha dato via all'antica religione, ovviamente tutti conosciamo la storia, ma l'ebraismo non accetta questa nuova religione, si oppone al suo stesso creatore Dio Padre e al Figlio Suo Gesù Cristo. Successivamente attorno al 600 circa nasce Maometto che fa sorgere una nuova religione che si vorrebbe richiamare al Dio degli Ebrei.

Ora come possiamo stabilire delle tre religioni quale delle tre merita maggiormente portare la palma di quella con una maggiore possibilità di vincere il Paradiso?

Semplice vediamo quale delle tre attua a pieno il volere di questo Dio unico per tutte e tre.
Vediamo se le tre religioni rispondono alle leggi volute direttamente dal Padre Celeste, si perché per dirsi discendenti di Dio, YHWH, bisogna rispondere ai dei requisiti non solo di discendenza, ma sopratutto di credenza, cioè possiamo dirsi di aver questo Dio che è il tuo Dio solo se, tu segui la sua legge quella che Egli ha decretato per chiunque voglia seguirlo, perché solo chi abbraccia a pieno questa legge può dirsi appartenente a Dio.

Ora chi delle tre religioni, Ebraismo, Cristianesimo, Islamismo rispetta a pieno la volontà di Dio Padre?

Sicuramente lo faranno gli Ebrei suo primo popolo. Almeno quelli osservanti.
Sicuramente lo faranno i Cristiani visto che Cristo era ed è Ebreo, per cui anche i Cristiani seguono le leggi del decalogo sacro.

Ma gli Islamici, seguono il decalogo sacro?
Da quanto io so, no!
Ma come? Loro si dicono discendenti dello stesso Dio, ma non seguono la sua legge?
Ma non è possibile?
Io non posso dirmi figlio di Dio se non seguo la sua legge scritta all'inizio della storia umana!!
Non è logico! Allora l'Islam non segue il Dio degli Ebrei, in fatti essi hanno un altro libro che si chiama Corano, essi credono a questo libro, nel quale ci sono le loro leggi, ma certamente nello stesso non c'è la Legge Eterna cioè non c'è il Decalogo Sacro di quello stesso Dio che loro dicono di credere, per cui non possono vernir a dire che loro Credono nel Dio di Abramo, Isacco, Giacobbe, Mosè e Isaia, etc, non è possibile, se non credono e non attuano il decalogo Sacro non riconoscono lo stesso Dio d'Israele, per cui non possono ambire al paradiso di Dio e non lo avranno. Perché in realtà loro non credono, e non attuano la parola che si cela nell' A. T, sotto forma del decalogo Sacro, non rispettano la legge dei Padri, non rispettano i comandamenti di Dio.
Ma per paradosso neppure neppure gli Ebrei possono accedere al Paradiso, oggi come oggi anche se credono ed attuano i comandamenti, perché essi hanno rifiutato il messaggero di Dio, cioè suo Figlio, che Dio figlio di Dio, lo hanno rifiutato, lo hanno posto morte e quindi si sono in certo senso condannati da soli. Per cui chi in questo momento della storia umana può effettivamente entrare nel regno dei cieli è solo e solamente i Cristiani battezzati e che credono fermamente che Gesù è Dio.
Chi non crede che Gesù è Dio non entrerà mai ne ora ne mai nel regno Eterno, questo è poco ma sicuro.

Quindi tutti coloro che rifiutano Cristo come Figlio del Padre Celeste, e vero Dio, non potranno mai accedere al Paradiso ne che siano di altre religioni, ne che siano Islamici e nemmeno Ebrei.
La venuta di Gesù fu una prova per gli Ebrei, prova che non sono riuscita a superare, l'Onnipotente ha mandato il Figlio Suo, a provare il suo popolo, e lo ha trovato che non voleva neppure più ascoltare il Suo Dio.

Oggi giorno se la chiesa, non supererà la sua prova, anch'essa potrebbe finire come gli Ebrei, distrutta e dispersa.

Quindi nessuno può dire che le altre religioni meritano il paradiso, finché gli appartenenti ad altre religioni non si convertiranno, stiano pure tranquilli che per loro non esiste paradiso, al massimo Dio nella sua infinita misericordia può vedere di salvare dalla dannazione eterna coloro che hanno operato nel bene. Però anche questo è relativo, il fatto che fa comprendere quale sia il metro di misura di Dio, è la crocifissione di Cristo. Sulla Croce Cristo salva chi uno buono?, noooo, uno che ha fatto del bene nella sua vita? ma noooo, e allora chi? Uno che ha creduto fermamente che quel Gesù che avevano Crocefisso i romani, ma per volontà dei sacerdoti del tempio, si è ricreduto su quell'uomo appeso a quella croce e ha capito che quell'uomo era veramente il figlio di Dio, anzi ha creduto che Cristo fosse Dio in persona per quello Gesù lo ha salvato, ma esso era un grande peccatore, questo fa capire che anche i grandi peccatori possono ambire di ricevere la salvezza eterna, di vedere il Paradiso, ma solo e solamente se Credono in Cristo,solo se hanno certezza. Ecco il metro di Dio, se tu credi in suo figlio come vero Dio, allora anche se sei stato un appartenente dell'isis o alla massoneria, puoi ambire al vero Paradiso. Ma ovviamente una volta convertito, e una volta che hai dichiarato la tua volontà nel credere in Cristo, non puoi più praticare quello che facevi prima, altrimenti non ha senso.

Non si può solo credere bisogna anche corrispondere.
Ma prima di tutto devi credere che Gesù è Dio. Allora otterrai il paradiso.


Quindi tutti gli esseri umani nel mondo che non sono di Cristo, non sono destinati al paradiso ma devono solo sperare che Dio sia magnanimo con loro, oppure convertirsi a Cristo.  


Gli esseri umani se non  sono sciocchi
 non possono perdere il paradiso per altri che sono sciocchi!