giovedì 6 marzo 2014

BENEDETTO XVI una lancia a suo favore.

Spezzo una lancia a favore di BXVI, se devo essere onesto, non credo assolutamente alla sua abdicazione, anche all'inizio m'era balenato per le mente che il pontefice "uscente" fosse stato indotto ad agire in questo modo, per motivi oscuri, certo che probabilmente Lui ha avuto paura per se stesso, quindi come una normale persona si è comportato, anche se io non l'avrei fatto, ma forse egli non è diventato pontefice per essere un martire della fede, e forse non sentendosi più sicuro, ha preferito mettersi da parte o lo hanno messo da parte a forza. Ora se dovessi scegliere se pormi con uno dei due pontefici, direi che mi porrei senza ombra di dubbio con BXVI. Se però il Pontefice Emerito mi dice che devo seguire Francesco, prima voglio che BXVI, sottoscriva in toto l'operato del suo successore, compresa la trasformazione di alcuni dogmi Mariani e di Cristo e di questa graduale trasformazione in una chiesa modernista, dove molti sacramenti sembrano in procinto di sparire.  Se sottoscriverà in toto l'operato del suo successore Francesco allora dico che seguo Francesco, ma dico a BXVI che se dirà ciò, ogni sbaglio commesso dal suo successore ricadrà anche su di Lui in eterno.

Visto che ora BXVI dice che la sua decisione è stata presa da lui senza nessuna imposizione da parte di nessuno, allora che dobbiamo dire? E si prenderà anche tutta la responsabilità  derivanti da essa?  Visto che tale decisione ricade all'interno della profezia della beata Emmerick?
Personalmente credo poco che nessuno abbia fatto pressione sul suo ritiro, visto che lui stesso disse che era circondato da Lupi e spesso aveva pensato di dimettersi in altre occasioni.