venerdì 27 dicembre 2013

DIO COSA PENSA DELL'IGNORANZA?


Una domanda di un amico:

Ti volevo chiedere, ma tutta quella marea di uomini che vanno allo stadio e vivono la loro vita nell'ignoranza, nelle risse da stadio, e pensano solo al calcio, secondo te Dio che pensa di ciò?

La mia risposta:

Vedi il problema non è tanto chi va allo stadio o cosa fanno , il problema semmai è se queste persone vogliono di loro volontà prima o poi nella vita avvicinarsi a Dio; noi esseri umani pensiamo sempre che ci siano delle persone che nascono con la fede incorporata(raramente accade), altre che diventano nel corso della storia, ma pensiamo sempre male nei confronti di tutti quelli che si comportano come degli idioti, ma vedi il punto è che Dio non guarda tanto a queste nostre idiozie, osserva invece le nostre caratteristiche caratteriali e le nostre predisposizioni ad essere suoi figli, se vede che nella massa ci sono soggetti predisposti a ciò farà in modo di catturarli e portali a se. Daltronde anche satana agisce così, cerca i soggetti più predisposti ad essere ribelli e li usa per sobillare gli altri. Le guerre iniziano da qui, e poi si estendono a tutto il resto.
E’ come un tempo i guerrieri che ammazzavano qualsiasi essere umano, certo non si può certamente pensare bene di questo, ma Egli prende chi ha un cuore buono e sincero,  che stupidamente si lascia trascinare dalla massa.
Poi ovviamente c'è una parte della popolazione che nasce solo per mettere i bastoni tra ruote a coloro che divengono figli di Dio, sia per loro volontà, diciamo così, che per volontà diretta di Dio. E come dice Gesù stesso ci son i figli delle tenebre che si consacrano realmente al male e questi sono coloro che creano più danni, ma anche questi potrebbero aver la fortuna che Dio li catturi e li porti verso di se.
Non conta tanto se vai allo stadio, o cosa fai nella vita, conta invece la tua predisposizione, il tuo animo, conta il fatto che sai capire dove si cela il male dal bene. Se dovessimo guardare ciò che facciamo in ogni tempo e in ogni società; dovremo dire che l'uomo ne ha combinate di tutti colori, per cui tutto ciò ce facciamo nella stoltezza sarebbe condannabile ed invece Dio trova anche in quei posti, il motivo per far in modo che gli esseri umani, vengano provati. 
Certo l'ignoranza può essere fonte del male, ma non sempre, perche se guardiamo alcuni grandi santi e profeti era ignoranti ed allora? Possiamo dire che l'ignoranza nell'indifferenza, nel disprezzo, ecc è la culla del male; mentre l'ignoranza nella semplicità, nella modestia, nell’ingenuità è la culla del bene.
Quindi il gioco del calcio come qualsiasi altra cosa, non può essere la causa del male, siamo noi la causa del male o del bene, noi con le nostre idee, con le nostre intenzioni e desideri.
Per paradosso anche un film hard non ci sarebbe nulla di male, se non fosse che esso provoca nelle persone dei desideri smodati ed accessi ormonali e quindi si fa peccato al solo vederlo, ma nessun uomo è privo di sentimenti, per cui nessuno vede tali film in modo asettico, senza provare nulla, non è possibile, a meno che non ci sia un problema psichico. C’è sempre una partecipazione minima, del soggetto, per cui tali film creano peccato nel soggetto che li visiona, ed essi sono fatti proprio per questo scopo, per indurre il soggetto a commettere peccato, o un atto a favore di tale cosa.
Per questa ragione bisognerebbe tenersi ben lontani. Generano nella mente delle pulsioni e fantasie involontarie o volontarie che poi portano al peccato è inevitabile.
Gli spettacoli televisivi nel suo insieme, che una volta si stava bene attenti a cosa si mostrava al pubblico, oggi la spudoratezza non fa conto più per nessuno, si dice e si mostra qualsiasi volgarità pur di inculcare nella testa della gente , certe cose.
E sopratutto renderle di uso comune, come se fossero una cosa normale e che tutti devono sapere, che tutti devono imparare, questo è proprio la cultura di satana, portare la prostituzione ai ceti più bassi, corrompere il bambino innocente, per poi distruggere la civiltà cristiana; perche tutto parte dai bambini, ecco il perché della legge sulle adozioni dei gay per questa ragione, si distrugge la società dal basso non dall'alto. Le nuove generazioni prenderanno sempre più normale la condizione di queste persone, fino al punto tale che diverranno irreversibili tali necessità e un fattore comune tra tutti. Si fa un lavaggio del cervello ai bambini che poi diventano giovani e infine adulti con uno schema di vita estremamente modificato rispetto a quello che poteva essere una vita normale, si accetta volontariamente ma in senso dottrinale, che il diverso oggi considerato normale e guai dire che è diverso, per cui loro stessi non avranno più nessuna remora, nel essere loro stessi diversi. In pratica il mondo sta diventando nuovamente Sodoma e Gomorra assieme, quando la terra raggiungerà tale risultato, l’Onnipotente scenderà e tutto distruggerà, ma questa volta non sarà con l’acqua, me ben sì con il fuoco. Per questo Dio ha posto delle leggi tanto rigide, perché conoscendo il futuro di ogni generazione sa bene come esso si disporrà, e quindi cerca di evitare i danni peggiori e salvare più persone(anime) possibili. Non mi sembra che voglia il nostro male, anzi vuole il nostro bene, siamo noi che intepretiamo la sua " intereferenza" come un male perchè vogliamo e vorremmo non essere controllati da Lui, ma se Egli è il creatore esso ha il diritto assoluto su di noi, dato che siamo sue creature.