lunedì 9 dicembre 2013

La chiesa è TERRORIZZATA dall'apocalisse e dai profeti!


Gran parte dei profeti e poi santi, non nascono in seno alla chiesa, ma provengono da fuori di essa, vediamo alcuni casi di un paio di secoli fa, tanto per rimanere vicini al nostro tempo.  Fatima e Lourdes, questi come esempio, ma se ne potrebbero elencare tantissimi anche nei secoli passati.
I veggenti di Fatima e Lourdes entrambi sono predisposti da Dio, prima che i soggetti interessanti entrino nella chiesa.  Sia suor Lucia, che Bernardette S. vengono scelte da Dio, mentre erano in stato laicale, hanno le visioni più importanti, mentre sono in stato laicale, hanno le manifestazioni più importanti finche sono in stato laicale.  Moltissimi altri profeti e poi santi, seguono lo stesso iter. Questo fatto è a dir poco curioso, come se Dio preferisse, lo stato laicale allo stato religioso per comunicare con gli esseri umani. Lo stesso S. Francesco viene catturato da Dio mentre è in stato laicale, poi entrerà nella chiesa in secondo momento.
Però questo fatto che Dio prediliga un laico per essere un profeta o un santo, è molto significativo, indica che non è necessaria la chiesa per essere santi! Infatti nel popolo laico , vi sono stati moltissimi santi, non riconciuti e non consciuti dalla chiesa. Dio non guarda alla chiesa per trovare i suoi seguaci, problema semmai è la chiesa che non permette a Dio, di considerare i profeti che egli trova come autentici, e adduce che bisogna stare attenti, dicendo che fintanto che questi rimangono fuori dalla chiesa non saranno mai considerati veritieri, ma questo modo di fare è da despoti, e anche un modo per stabilire se quanto Dio afferma è fa comodo o meno alla chiesa. Cioè la chiesa vuole avere l’ultima parola sulla parola Santa di Dio. Son d’accordo che bisogna essere attenti e prudenti, perché satana è abile a confondere, ma quando è palese l’intervento di Dio, non si può costringere un essere umano ad entrare nella chiesa, per il solo fatto che essa debba dare il suo avvallo. Non c'è bisogno dell'avvollo della chiesa, perchè Dio trovando apostoli, profeti, santi fuori di essa, fa ben capire che egli non ha bisogno di una chiesa egemonica che qualche volta martirizza i suoi progeti! E di esempio ve ne sono un inifinità. Non è un modo di fare corretto, non tanto, nei confronti degli esseri umani, ma nei confronti di Dio stesso! Praticamente facendo così, si fa capire chiaramente a Dio che sulla terra è la chiesa che comanda e non Dio, ma questo non è vero, la chiesa comanda solo se Dio permette! Il potere di Dio non è di appannaggio della chiesa, ma solo di Dio, la chiesa elargisce e usa il potere di Dio, mediante i santi nomi di Dio, ma non può fare altro, se Dio non consente, essa non fa, infatti è così.
Come è anche il fatto dell’Apocalisse di Giovanni, si ritiene che essa sia un metafora, però alcune sue parti per la chiesa sarebbero autentiche, non si capisce per quale ragione alcune parti sono autentiche e non metaforiche e altre sono metaforiche e poco attendibili, come il discorso del millenarismo, che la chiesa non accetta, dobbiamo dire che la chiesa è  TERRORIZZATA dall’apocalisse, ma veramente terrorizzata, perché in effetti essa parla della sua distruzione, e quindi una parte dell’apocalisse non viene considerata autentica e si preferisce pensare come una metafora che indicherebbe altro, però, se si fa ciò, allora non possiamo dire che una parte di essa è autentica, e l’altra parte no! O è autentica tutta o nulla è autentico e tutto è una metafora, ma se essa è metaforica di conseguenza logica e razionale, è metaforico anche il vangelo di Giovanni, visto che è scritto sempre dallo stesso autore e di conseguenza diventano  metaforici anche i 4 vangeli canonici, con la conclusione finale che Gesù è metaforico!. Non si può dire, questo è metaforico! perché non comoda, perché entrambi testi sono scritti dalla stessa mano! Sia il vangelo di Giovanni che l’apocalisse sono consequenziali, di conseguenza ne viene fuori che anche il primo capitolo di Giovanni è una metafora, per la chiesa!  Non si può dire che l’apocalisse è metaforica, mentre il vangelo di Giovanni no! O sono entrambi metaforici, o sono entrambi completamente veri! Dopo tutto, se è vero che Giovanni era l’apostolo prediletto da Gesù, dobbiamo anche pensare che a Lui solo è stato svelato, quello che agli altri non è stato svelato, Chi siamo noi per dire questo è vero e questo è falso, siamo noi Dio? No! non lo siamo, e neppure la chiesa lo è! h asolo avuto il compit di portare la parola santa alla genti, e null'altro, non ha avuto il comnpito di sentenziare cosa sia vero dei testi evangelici da quello che non lo è, O tutto è vero, o tutto è falso, decidetevi! Quindi l’apocalisse rimane un testo misterioso, autentico. E se in esso è scritto o metaforicamente celata la distruzione della chiesa, nessuno ci può fare nulla! Perché è stato previsto e in un certo senso preannunciato! Ma chi si oppone a questa possibilità di distruzione, è chi in realtà senza accorgersene asseconda la distruzione e non si oppone, fa la volontà di satana. Pensando di screditare l’apocalisse come una mera metafora, si fa invece il gioco di chi la vuol distruggere, senza muovere un solo dito per impedire che gli eventi annunciati in essa, si compiano. Come ho sempre detto le profezie non servono finche  rimangono scritte sulla carta, ma servono per far si che l’uomo tenti in ogni modo di evitarle. Ma fin’ora stiamo attendendo che si compiano, così facendo stiamo distruggendo tutto, perché in realtà dimostriamo a Dio di non credere in Lui.
I profeti vengono uccisi, perche non si vuole sentire Dio che ci rimprovera, ma il suo rimprovero non serve per stressarci, ma per salvarci, ma molti anche nella chiesa sono stanchi e si vede molto bene!
Stanchi di chi? Di Dio! Stanchi di attendere e desiderosi di tornare alla vita normale e ad una libertà senza costrizioni, sentirsi liberi da un oppressione, non data da Dio, ma dalla chiesa, che li opprime con cose che mai Gesù ha detto. Chi vi ha detto di rinchiudervi, in clausurà, non certo Gesù! Il suo comando qual'era? portate la buona novella a tutti..... non rinchiudersi....è solo colpa vostra se oggi siete così!
E questo è il risultato di una chiesa che non ha cercato i suoi adepti liberamente, e non ha chiesto a Dio di trovarli, pochi ma buoni, ma a creato un esercito di persone insoddisfatte, stanche del loro lavoro, spossate e senza energie, che non credono neppure più in Dio, ma seguono e perseguono strade sbagliate . Lasciate che sia Dio a trovare i vostri apostoli e non sia l’uomo ad eleggerete i vostri rappresentanti, perché fintanto che i pontefici saranno eletti per volontà umana, nulla di buono si otterrà!  
Certo l’uomo di chiesa dice, ma io che sono arrivato dopo tanti studi a farmi un mazzo così! Mi sono arrampicato con non pochi sforzi fin sulla cima e ora che posso ambire al podio più alto, dovrei vedermi passare avanti da un omuncolo che nemmeno è prete? Ma Dio non guarda a quanti studi ha fatto il prelato, o quell’omuncolo, ma guarda al cuore dell’uomo a Dio non interessano i vostri studi, ma Dio interessa il cuore puro! Il resto è un sovrappiù che Lui metterà in bocca a quell’omuncolo, più di quanto voi tutti non abbiate studiato in tutta la vostra vita. Ma per lo meno la chiesa avrebbe un papa Santo, come Dio comanda e non come l’uomo vuole!

Il mio intento qual è, quello di scuotere chi legge, specialmente la chiesa, che si è adagiata e adattata al mondo e alle sue bizzarrie ed anche ha assecondato un tantino satana.


Sul discorso del millenarisimo dovremo dire, che il primo millenarista è Dio stesso! Visto che l'apocalisse è stata suggerita da Dio a Giovanni, quindi dire che, credere nel millenarismo è eretico è come dare dell'eretico al Padre Eterno! O No!
Mi chiedo se la gente o la chiesa si rende conto, quando parla, che alle volte bestemmia Dio!
Siamo talmente superficiali nelle nostre considerazione e ci accapigliamo per chi è favorevole o contrario, che ci dimentichiamo chi è l'artefice delle sacre scritture!!!!

Quando un uomo o una chiesa rifiuta la parola di Dio signifa, che ha la coscienza sporca!