domenica 23 febbraio 2014

APOCALISSE! Interpretazione di Boanerges 2014.

Premessa:

qualcuno mi ha contestato che quanto qui scritto sarebbe derivato da copiatura di testi, prima tutto gran parte del contenuto è inedito, cioè le parti non appartenerti al testo apocalittico, inoltre è  impossibile perchè l'ho scritto praticamente in stato estatico, quindi non l'ho scritto io di mio pugno, ma lo Spirito Santo,  ha usato me, per scriverlo, per altro scritto come sotto vedete in pochi giorni tutto il testo che è lungo, io invece ho completato la parte visuale delle immagini, lo Spirito Santo ha impiegato circa 3 giorni effettivi, considerando che non sono un dattilografo, per scriverlo interrompendo ad un certa ora, e riprendendo il giorno seguente x tre giorni, così avviene per alcuni testi che scrivo inediti e alcune interpretazioni sia di profezie che dei Vangeli. 

Poi come ben si vede sia personaggi senza scrupoli molto astuti, prelevano i miei contenuti facendoli loro, questa loro attività è iniziata fin dal 2013, e in questi tempi ho dimostrato come alcuni soggetti hanno prelevato parti dei mie contenuti, senza per altro riportare i link o l'autore, ma figuriamoci se certi scrittori, teologi, diranno mai di essere meno intelligenti o illuminati, figuriamoci.  
Tra gli altri molto amanti di questa attività, truffaldina, ci sono veggenti, giornalai, scrittori, e anche preti, alla faccia della verità, che nessuno gliene frega nulla.... Risponderanno allo Spirito Santo visto che è opera sua, quando sarà il momento. 



°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°




APOCALISSE DI GIOVANNI APOSTOLO.

interpretazione e spiegazione di Boanerges Yhwhnn.

Iniziato 13 febbraio 2014, terminato 23 febbraio 2014


Oggi 13 febbraio 2014  anniversario della Vergine di Lourdes .
Oggi ho deciso di scrivere una traduzione/interpretazione dell’apocalisse, visto che tutti tentanto di darne un spiegazione, ho deciso di farlo pure io.... se Dio mi darà la forza e il suo consiglio sempre con grande saggezza e sapienza. Prima di esporre in modo preciso il contento dell’apocalisse penso sia doveroso specificare, alcune cose. 

L'apocalisse è costituita da parti come se fosse un libro, cioè ci sono delle parti in essa che non sono parti del intero testo ma bensì riassumono quello che vien spiegato dopo di essa, per cui la lettura non deve essere fatta, in maniera continuativa come crediamo noi, ma viste le parti che spiegano sinteticamente quelle seguenti, si deve capire dove queste vanno applicate. L'apocalisse non è un testo molto vasto come hanno creduto fin ora buona parte della chiesa, ma è un testo che si suddivide in sezioni e sotto sezioni, ma sovrapponibili, infatti ci sono parti dell'apocalisse che richiamano spesso la fine della stessa, ma poste in posizione retrograda rispetto al senso che hanno. 

La parte che parla delle sette chiese è come un indice per tutta l'apocalisse, e non parla delle 7 chiese del periodo iniziale dell'apocalisse, come se fossero un sorta di indicativo di quel tempo, no, no!, ma parla dei 7 periodi storici da quando questa fu consegnata a Giovanni Evangelista. La chiesa di Laodicea corrisponde all'ultimo periodo storico, cioè all'ultima chiesa di Cristo, quella prima della fine, dell'apocalisse. Si perchè Dio ha voluto dividere il tempo dell ultima ora del mondo, in 7 periodi, ognuno di quali sarebbe stato dominato da una chiesa, che è sempre la chiesa di Cristo ma sarebbe stata portata come Dio aveva predetto. Per cui in ogni periodo la chiesa ha vissuto come in ognuno di quei sette periodi, per un arco di tempo di circa 2000. 

Quindi dovete vedere l'apocalisse contiene, un indice iniziale e delle parti diciamo sintetiche all'interno delle quali si sviluppa il pensiero che viene poi descritto più avanti in maniera più esaustiva, come dire una homepage, con indice, al quale è collegato una sezione descrittiva alla quale si aggiunge in diversi punti di essa, terze parti specifiche dello stesso discorso. Non è assolutamente un testo continuativo, tutti si sono sempre sbagliati. 

Non serve a nulla essere grandi teologi se non si dispone del dono della sapienza dello Spirito Santo!

Una cosa importante che ho dimenticato di dire, tutta l'apocalisse tratta della storia della chiesa e in parte del mondo, ma sopratutto riferito alla vicende riguardanti principalmente la chiesa, inoltre le 7 chiese sono i 7 periodi di tempo della chiesa nell'arco della sua esistenza, quindi sono da considerarsi, ogni chiesa inerente ad un certo periodo di tempo.... 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Prima iniziare ad esporre questa interpretazione dell’apocalisse, che verrà fatta in modo logico e di fede. Bisogna dire che le interpretazioni fatte da molti altri autorevoli soggetti tra cui anche santi e papi, sono state pensate e scritte sulla base della logica umana,  specialmente alla luce delle conoscenze imposte dalla mente cristiana di tutti i padri della fede, non sono state scritte usando la medesima logica di Dio, perché essa è a noi sconosciuta, per cui, noi umani ragioniamo in modo umano, ed escludiamo a propri tutto quello che è per noi razionalmente inconcepibile e che ci appare illogico, noi umani non comprendiamo la logica divina. Se un certo discorso a noi appare illogico, cerchiamo di far in modo di riportalo alla nostra dimensione logica, per cui spesso cambiamo anche il contenuto dello stesso testo, affinché esso corrisponda ai nostri canoni e ai nostri concetti di base umani. Non amiamo che Dio ci parli da Dio, perché per noi è incomprensibile e questo ci obbliga a cambiare il senso reale del testo. Ma sappiamo bene che Dio, usa questo linguaggio criptico per una ragione precisa, quella di escludere la logica umana affinché l’uomo sia costretto a far appello a Dio stesso, e a chieder a Lui spiegazioni, solo i soggetti predisposti al contatto con la divinità riusciranno a decifrare il testo, altri faranno solo che grande confusione. 

Come Dio agisce per aiutare costoro a comprendere il vero senso delle sue parole?
Semplice usa lo Spirito Santo, che illumina i soggetti preposti e disposti a lasciarsi plasmare da Dio stesso, però questi soggetti presi dallo Spirito Santo conoscono alla perfezione la traduzione di tutto il testo, non solo una parte, di conseguenza ne deriva che molto spesso, molti santi, hanno tradotto o interpretato il testo non usando lo Spirito Santo ma le loro menti umane, dai quali è venuto fuori un ragionamento puramente umano e per nulla divino completamente difforme da quello che era il vero pensiero apocalittico. La chiesa credendo che questi santi abbiamo scritto ad opera dello Spirito Santo, si è auto convinta che il loro parlare fosse sempre sotto ispirazione divina, cosa assolutamente falsa. Come ho già scritto non sempre un essere umano costantemente è preso dallo Spirito Santo perché è impossibile, sarebbe costantemente in stato di estasi e ciò non è!  

Uno dei più noti santi molto venerati dalla chiesa è S. Agostino che in merito all'apocalisse, avrebbe detto :

"Riguardo alle parole dell'Apocalisse (cap. 20), come racconta Sant'Agostino (La città di Dio, I.XX), alcuni eretici hanno affermato che i morti resusciteranno una prima volta e che regneranno con Cristo per mille anni sulla terra: questi vengono chiamati millenaristi o chiliasti. Sant'Agostino evidenzia la necessità di ascoltare le parole dell'Apocalisse come riferite alla resurrezione spirituale, con la quale gli uomini sono sollevati dal peccato attraverso il dono della grazia. La seconda resurrezione è quella dei corpi. E' la Chiesa a chiamarsi Regno di Cristo..." L'espressione: "Essi regneranno mille anni insieme a Cristo", come abbiamo già indicato, s'intende in senso mistico. I mille anni sono designati in tutto il periodo da quando Cristo con la Sua resurrezione ha riaperto il regno dei Cieli, attraversando le porte con la Sua Santissima Umanità, e quando grazie alla resurrezione generale i corpi eletti entreranno in esso. Ma le anime dei Beati, esse sono già unite a Lui nella loro vera vita; esse partecipano alla gloria di Cristo, costituiscono il suo cuore, e regnano con Lui"

Questo discorso di sant'Agostino però non spiega perché in apocalisse dice che risorgono prima quelli che hanno rifiutato il marchio e poi gli altri!
Curiosamente S. Agostino all'inizio delle sua carriera di santo, era un millenarista ,curiosamente alla fine della sua vita cambiò idea, mi chiedo ha cambiato idea volontariamente o sotto costrizione, oppure qualcuno ha aggiunto qualcosa hai suoi scritti dopo la sua morte? Perché qui di manomissioni ve ne sono a iosa, chi può dire il contrario nessuno! Non ci sono prove!
Rimanendo a quello che si legge, dovremo dire che il modo di parlare  di S. Agostino non è quello tipico di un soggetto che sa con precisione millimetrica cioè dettata dallo Spirito Santo che il contenuto dell’apocalisse è di un certo tipo e non un altro. Da delle spiegazioni puramente umane che da, si evince che egli non conosce affatto il pensiero di Dio, e da ciò si comprende bene che le sue ipotesi sui testi sacri sono derivate da un suo ragionamento puramente umano, non dallo Spirito Santo. Se lo Spirito Santo avesse illuminato s. Agostino allora gli avrebbe detto esattamente ogni cosa, ma dimostra che ciò non è vero per il semplice fatto che non sa spiegare tutto il contenuto dell'apocalisse punto per punto. Inoltre come ho già spiegato in altro documento su questo blog, lo Spirito Santo non sbaglia mai, e mai si contraddice, come è possibile quindi , che lo Spirito Santo abbia detto a S.Agostino all'inizio delle cose e poi lo stesso le abbia cambiate, se lo Spirito Santo è immutabile?

Teniamo sempre ben presente questa regola quando si leggono i documenti di qualsiasi soggetto: 
Lo Spirito Santo non sbaglia mai, non si contraddice mai, e mai cambia idea! perchè è perfetto!
Applicate questa regola a tutti i santi, tutti i profeti, tutti i veggenti, allora conoscerte la verità!

Papa Pio XII, il 21 luglio 1944, ha fatto pronunciare al Santo Uffizio un decreto così formulato: "Ultimamente, abbiamo più volte chiesto a questa Suprema Congregazione del Santo Uffizio ciò che bisogna pensare del sistema del millenarismo mite, che insegna che prima del giudizio finale, preceduto o no dalla risurrezione di molti giusti, il Cristo nostro Signore verrà visibilmente sulla nostra terra, per regnare". La risposta è stata: "Il millenarismo mite non può essere insegnato in maniera sicura".

Sul discorso del millenarismo dobbiamo dire anche che molti seguaci dell’apostolo Giovanni il suo discepolo policarpo, il suo successore ireneo, erano tutti millenaristi, e anche molti altri santi e martiri dei primi secoli, tertulliano, lattanzio, commodiano.

 legge il link:

L’apocalisse non è opera poetica di S.Giovanni Evangelista che non era certo un erudito letterato come fu S.Paolo, come potrebbe esserlo la Divina commedia o altre opere di poeti e scrittori di qualsiasi tempo, essa è Parola Sacra e Santa di Dio, ora se essa è parola Sacratissima e Santissima di Dio, ogni sua parola viene da Dio, quindi se si accusa di eresia qualsiasi soggetto che usa e crede in quelle parole dettate per bocca di Dio all'apostolo Giovanni, dobbiamo dire che il primo eretico è chi l’ha dettata; ma allora dire questo significa sconfessare Dio stesso, a questo punto c'è da chiedersi, su cosa si poggia la fede? Non certo su Dio!, Ma che cristiani siamo se non crediamo nel contenuto autentico dell’apocalisse? Pensiamo che tutto sia falso! La chiesa cattolica romana asserisce proprio questo, che chi promuove il millenarismo è un eretico, quindi la chiesa di Roma, il Vaticano e quelli che sono venuti prima o dopo anche alcuni “santi” danno dell’eretico prima di tutto a Dio stesso!!!! E questa è una gravissima ingiuria verso Dio!!!!  Io non so se si rendo conto quando interpretano queste parole, che dire che il contenuto dell'apocalisse non è opera di Dio, non so mi pare che il cap. 22,18 parla chiaro:"A chiunque ascolta le parole della profezia di questo libro io dichiaro: se qualcuno vi aggiunge qualcosa, Dio gli farà cadere addosso i flagelli descritti in questo libro; e se qualcuno toglierà qualcosa dalle parole di questo libro profetico, Dio lo priverà dell’albero della vita e della città santa, descritti in questo libro".  e non è inteso come solo per chi toglie o aggiunge ma anche per chi distorce....

Ps: ho usato una parola che è "antichi" per identificare dei soggetti che hanno un  età che arriva agli albori della creazione, così da identificare meglio certi soggetti e dare una connotazione più chiara del pensiero. Perché anziani, e vegliardi non identifica bene i soggetti. Per esempio satana viene identificato come il drago antico, ed è giusta la connotazione, cioè che risale a tempi immemorabili.
La traduzione o interpretazione, la faccio precisa qual è il testo apocalittico, non ometto nulla, cioè non seguo il pensiero della chiesa e non interpreto omettendo nulla di quello che c’è, nel senso che se c’è scritto 1000 anni, non li ometto, e non interpreto come vorrebbe la chiesa, eliminando la parte, No! Quello c’è scritto e quello rimane.

Prima di tutto dobbiamo considerare, che apocalisse inizia 2000 anni fa circa, quindi tutti gli eventi sono da considerarsi progressivi dal 100 dopo Cristo. Facendo le dovute valutazioni storiche e geologiche di 2000 
anni forse si può riuscire a capirne grossomodo in quale momento ci troviamo rispetto all'apocalisse.

Dovete considerare una cosa fondamentale, il punto di vista dell’apostolo Giovanni, in quel tempo non v’era nulla di ciò che oggi c’è! Tenete ben a mente questo fatto!

Nel testo ho inserito delle ipotesi, al solo fatto di non dire cosa penso sia reale e cosa penso non lo sia, in questo modo, non vi dico sono sicuro, ma vi dico ipotizzo...però alcune di quelle che ho ipotizzato ci sono delle sicurezze, ma non vi dirò nulla. 

Prima di iniziare l'interpretazione bisogna che spieghiamo un attimo il senso della parola Babilonia!
 

Tutti noi conosciamo cos'è e dov'è collocata l'antica babilonia, ma a noi interessa il collegamento con quella città storica famosa, interessa il temine Babilonia, esso origina dalla parola Babele che significa confusione!  Quindi Babilonia significa confusione, in Apocalisse si cita diverse volte il termine Babilonia, in senso di confusione , quando si dice babilonia la grande si intende la grande confusione...... 

BABILONIA=CONFUSIONE

Tenete a mente questo significato quando leggere l'apocalisse...non identifica solo la collocazione di una città, o il soggetto, ma anche il tempo in cui vive questa donna(città).


Libro dell’Apocalisse - 1

1Rivelazione di Gesù Cristo, al quale Dio la consegnò per mostrare ai suoi servi le cose che dovranno accadere tra breve. Ed egli la manifestò, inviandola per mezzo del suo angelo al suo servo Giovanni, 2il quale attesta la parola di Dio e la testimonianza di Gesù Cristo, riferendo ciò che ha visto. 3Beato chi legge e beati coloro che ascoltano le parole di questa profezia e custodiscono le cose che vi sono scritte: il tempo infatti è vicino.
4Giovanni, alle sette Chiese che sono in Asia: grazia a voi e pace da Colui che è, che era e che viene, e dai sette spiriti che stanno davanti al suo trono, 5e da Gesù Cristo, il testimone fedele, il primogenito dei morti e il sovrano dei re della terra.
A Colui che ci ama e ci ha liberati dai nostri peccati con il suo sangue, 6che ha fatto di noi un regno, sacerdoti per il suo Dio e Padre, a lui la gloria e la potenza nei secoli dei secoli. Amen.
7Ecco, viene con le nubi e ogni occhio lo vedrà,
anche quelli che lo trafissero,
e per lui tutte le tribù della terra
si batteranno il petto.
Sì, Amen!
8Dice il Signore Dio: Io sono l’Alfa e l’Omèga, Colui che è, che era e che viene, l’Onnipotente!
9Io, Giovanni, vostro fratello e compagno nella tribolazione, nel regno e nella perseveranza in Gesù, mi trovavo nell’isola chiamata Patmos a causa della parola di Dio e della testimonianza di Gesù. 10Fui preso dallo Spirito nel giorno del Signore e udii dietro di me una voce potente, come di tromba, che diceva: 11«Quello che vedi, scrivilo in un libro e mandalo alle sette Chiese: a Èfeso, a Smirne, a Pèrgamo, a Tiàtira, a Sardi, a Filadèlfia e a Laodicèa».
12Mi voltai per vedere la voce che parlava con me, e appena voltato vidi sette candelabri d’oro 13e, in mezzo ai candelabri, uno simile a un Figlio d’uomo, con un abito lungo fino ai piedi e cinto al petto con una fascia d’oro. 14I capelli del suo capo erano candidi, simili a lana candida come neve. I suoi occhi erano come fiamma di fuoco. 15I piedi avevano l’aspetto del bronzo splendente, purificato nel crogiuolo. La sua voce era simile al fragore di grandi acque. 16Teneva nella sua destra sette stelle e dalla bocca usciva una spada affilata, a doppio taglio, e il suo volto era come il sole quando splende in tutta la sua forza.
17Appena lo vidi, caddi ai suoi piedi come morto. Ma egli, posando su di me la sua destra, disse: ,” non temere io sono il Primo e l’Ultimo e il vivente!! Io ero morto, ma ora vivo per sempre e ho potere sopra la morte e sopra gli inferi“ 19Scrivi dunque le cose che hai visto, quelle presenti e quelle che devono accadere in seguito. 20Il senso nascosto delle sette stelle, che hai visto nella mia destra, e dei sette candelabri d’oro è questo: le sette stelle sono gli angeli delle sette Chiese, e i sette candelabri sono le sette Chiese.




L’apocalisse inizia con la frase:

Capitolo 1 .

“RIVELAZIONE DÌ Gesù CRISTO che Dio gli diede per render noto ai suoi servi le cose che devono presto accadere ……”

Tutta la rivelazione dell’apocalisse è opera di Dio e lo scrivente è Giovanni Apostolo! Quindi nessun essere umano si deve permettere di dire, che l’apocalisse è una mera metafora e ridurne il suo senso ad una favola.
Nel  primo capitolo Giovanni dice che la prima visione avviene nel giorno del  Signore …  nella quale gli si presenta l’Onnipotente e l’apostolo ne da una descrizione …. Lo vede in volto … Dio gli parla … vede 7 candelabri d’oro, questi formavano una forma di eptagono perché Dio si trovava al  centro.  Lo descrive così, come un figlio d’uomo, simile nell’aspetto ad un uomo, ma la connotazione figlio, fa capire che è giovane, se lo avesse visto come un anziano, lo avrebbe rapportato a lui, che era anziano, per cui dice simile a figlio d’uomo, con un abito lungo fino ai piedi, e cinto al petto con una fascia d’oro. I capelli della testa erano candidi, ricordiamoci che Mosè quando scese dal Sinai il suo volto era cambiato e i capelli erano bianchi, questo fa capire che la presenza di Dio fa sbiancare i capelli, perché è la sua potenza che si manifesto, anche Dio ha i capelli bianchi come candida lana. Aveva gli occhi fiammeggianti come fuoco. I piedi avevano l’aspetto di bronzo splendente … cioè in stato di fusione luminosa al calor bianco. La voce era simile al fragore di grandi acque, cioè ci sta dicendo che il fragore significa che Dio parla  con un insieme di voci tutte insieme, potenti, roboanti, tonanti.  Poi dice, nella destra teneva sette stelle , nella bocca gli usciva una spada affilata a doppio taglio che rappresenta la verità e la giustizia, e il suo volto assomigliava al sole in tutta la sua forza, quindi splendente, radioso, abbagliante, che non può essere guardato, bruciante!  Dice che appena lo vede, cade a suoi piedi come morto! Poi Dio gli dice,” non temere io sono il Primo e l’Ultimo e il vivente! Io ero morto, ma ora vivo per sempre e ho potere sopra la morte e sopra gli inferi“ e poi gli descrive il significato delle 7 stelle e dei 7 candelabri .  le stelle sono gli angeli delle 7 chiese e le 7 lampade(fuoco) o candelabri sono le 7 chiese.

7 chiese sono : Efeso, Smirne, Pergamo, Tiatira, Sardi, Filadelfia, Laodicea.
Prima di addentrami nel capitolo 2… bisogna dire qualcosa ancora del primo capitolo soprattutto di quello che Gesù dice a Giovanni di se stesso!

La frase esprime con precisione chi è Gesù: ” non temere io sono il Primo e l’Ultimo e il vivente! Io ero morto, ma ora vivo per sempre e ho potere sopra la morte e sopra gli inferi“
“Il primo e l’ultimo e il vivente” parla di se stesso come Figlio, ma anche come Padre. Infatti la descrizione della voce, come il fragore di grandi acque descrive Gesù nella sua funzione trinitaria, cioè unito al Padre, ecco cosa significa quando dice ai discepoli  nei vangeli “quando tornerò al padre mio”, significa che egli si riunirà con il Padre fisicamente definitivamente , nello stesso corpo, per formare la Trinità.
Perche definirsi il primo e l’ultimo sarebbe connotazione solo del Padre, se egli fosse svincolato dal Padre. Ma così non è, ce lo dice Gesù stesso, io sono l’Alpha e l’Omega, il principio e la fine.

Ma andiamo avanti, Io ero morto, ma ora vivo per sempre e ho potere sopra la morte e sopra gli inferi, qui specifica ancora meglio chi egli è! Ma dice molto di più di quello che noi vediamo …
Io ero morto, dice che è morto, perché l’uomo lo ha ucciso ….  Questa affermazione sembra a noi scontata perché pensiamo da esseri umani, ed invece ha una connotazione molto diversa.

Cosa vuole farci capire?
Perché mette in mostra questa affermazione, se lui è una divinità figlio di Dio Onnipotente?
Che bisogno c’è di specificare questo particolare, era scontato? Invece no! Non è affatto scontato, anzi, il sottolineare questo aspetto vuol farci capire qualcosa di diverso, di molto importante, altrimenti non lo avrebbe citato. Anche perché qui parliamo del figlio di Dio, di un essere che dice sempre la verità, per cui vuole che noi conosciamo la verità! Ma non vuole svelarla direttamente, perché essa deve essere rivelata da qualcuno e nel tempo giusto non da tutti .

Ma ora vivo per sempre …. Quel ma, che aggiunge ha un sapore strano … cosa vuole farci capire …(questo concetto, l’avevo già scritto tanti anni fa sempre qui su internet, ma lo ripeto anche a voi) …  praticamente Dio si incarna mediante Maria e nasce come umile essere umano …. Vive come tale celando più possibile la sua natura, ma nemmeno tanto, perché poi si rivela per quello che è ad alcuni apostoli, anche se questi non capiscono più di tanto ….

Lo fa capire parlando spesso ai discepoli che lui è in realtà lo stesso Padre Eterno che abita nel tempio di Gerusalemme. .. ma uno si chiede, per quale motivo doveva incarnarsi, poteva salvarci lo stesso? perché dopo tutto Lui è Dio può tutto! Ma oltre al salvarci dal segno del peccato che satana aveva lasciato sull’umanità,  ha voluto fare di più di questo,  e ce lo rivela proprio in questa frase, che all’apparenza può sembrare semplice, ma non è così.

Io ero morto! Parla del tempo della sua morte fisica materiale, in questo contiguo del nostro tempo fisico. 
Ma perché ha tanta importanza questo io ero morto?

Perché fa una distinzione , vuole distinguere se stesso da suo Padre Dio. Perchè?

Che necessità c’è? Sembra cosa di poco conto, ma in realtà è veramente importante capire questo!
Gesù nasce ad opera del Padre, mediante lo Spirito Santo nel corpo della madre Maria, come si vede in Gesù convivono praticamente 3 soggetti, il Padre, lo Spirito e la madre, i quali tutti e tre determinano il figlio!  Ma sappiamo che nella letteratura ebraica la parola Spirito Santo ܪܘܚܐ ܕܩܘܕܫ ha una connotazione femminile e non maschile come crediamo noi! Nella lingua nativa, la parola spirito in aramaico  רוחא  e in ebraico si dice ….רוח ("ruach") essa è anche il soffio materno, cioè la Madre o la donna amata che viene anche rappresentata sotto forma di una colomba.

Il Figlio però che è diverso dal Padre, per quanto sia anche parte del Padre stesso e del suo Spirito e della Madre umana. Quindi Gesù a tutti gli effetti si riconosce come un Dio umano. Ma non umano nella connotazione umana, ma come Dio appartenente alla dimensione materiale, oltre che spirituale.
Cosa invece che non può dire oggettivamente il Padre Suo che è un Dio totalmente appartenente all’invisibile anche se è lo stesso Dio Onnipotente che genera il visibile, ma oggettivamente esso non appartiene a questa nuova realtà. Praticamente Dio Padre Celeste si da un Figlio che è un Dio, ma umanizzato, per cui il figlio Gesù è si un Dio, ma un Dio non della dimensione invisibile, anche se legato ad essa dal Padre e dello Spirito Santo, ma della dimensione visibile, in sostanza Gesù diventa il Dio Onnipotente del visibile, cioè della materia fisica reale. Questo fatto mai esplicitato da nessuno fin ora, è di un importanza enorme, soprattutto per Gesù stesso, per alcune ragioni. Ecco il perché dice ero morto, ma ora vivo per sempre,  perché egli come essere umano divinizzato, figlio di Dio, ha vinto la morte della carne, cioè ha reso la carne umana immortale, libera dall’invecchiamento, dalle malattie e da ogni peccato, quindi mediante Lui, la materia del nostro universo, è stata salvata ed egli stesso ha in quel momento impresso in questa materia, la sua impronta, il suo sigillo, cioè il suo sangue, come dire questo è mio.

Ora dopo la morte e resurrezione di Gesù vero Dio, tutta la materia è diventata vivente, piena di Lui stesso in eterno. In pratica, il figlio con  la sua carnalità si è rigenerato nello Spirito, e ha fuso lo spirito con la carne, diventando un tutt’uno. In questo modo ora Gesù è il Dio Onnipotente del visibile, egli è il dominatore incontrastato del visibile.

Per questo dice: “ma ora vivo per sempre “e ho potere sopra la morte e sopra gli inferi . Infatti vive per sempre, vivente per sempre, in carne ed ossa e spirito al tempo stesso, tutto uno. Ha sconfitto la morte(cioè il peccato tutto insieme), nel corpo umano, cioè ha reso il corpo umano immortale, fondendosi con esso, mediante sua Madre Maria , è diventato un tutt’uno, come dire che noi potremo essere immortali! Ma, ciò non è possibile, perché noi singoli non abbiamo vinto il peccato, Lui lo ha vinto, noi no!  Qualcuno dirà, ma Lui lo ha vinto per noi, No! Non è vero, se avesse fatto ciò, pure noi saremo come lui, ma non è così!

Però ci ha permesso di ambire a divenire immortali, il peccato che Gesù toglie a noi, è solo il primo peccato, quello orginale … non toglie a noi gli altri peccati, no! E sono questi che ci rendono mortali, se non avessimo questi peccati, saremo immortali. Ecco cosa intende dire quando parla della prima morte,  sono coloro che hanno vinto il peccato tutto, senza aiuto, cioè con le loro sole forze; certo mediante la parola di Gesù, diventano immortali. Chi arriva a superare se stesso, avrà il premio della vita eterna e vivrà come dice Gesù stesso, sulla terra. Rigenerato o resuscitato da Dio, mediante il sacrificio personale di ognuno! Come Gesù ha sacrificato se stesso, Gesù vuole la stessa cosa da noi, il sacrificio, solo così si otterrà la vita eterna. Ora come si presenterà  Gesù al suo ritorno?  Non è dato a noi sapere e non ha importanza. Dice ho potere sulla morte, perché l’ha vinta, ha superato la barriera della morte fisica, diventando carnalmente immortale, lo era già spiritualmente da vivo.  

Quindi dire io ero morto, intendeva dire che la Sua parte carnale - corporale era morta, non vivente, per cui doveva trasformare la sua natura morta, in natura eterna viva.  Perché noi siamo mortali, cioè morti, la nostra vita è apparentemente viva.

Dice che ha  potere sugli inferi, ciò significa che ha sconfitto su questo piano materiale satana, che non possiede il potere per diventare egli stesso carnalmente simile a Dio, cioè egli non potrà mai assurgere, alla stessa condizione di Dio, quindi Gesù ha allontanato ancora di più la distanza che separa Lui da satana, ora i due sono talmente lontani l’uno dall’altro che nemmeno si vedono.  Significa anche che egli stesso essendo Dio con Dio ha potere anche sul l’invisibile.

In breve abbiamo che : il Padre Eterno, è il Dio Onnipotente, Re degli dei Onnipotenti, gli appartiene l’invisibile anche se ha generato il visibile;  Gesù suo Figlio è il Dio Onniponte Re dei re, gli appartiene il Visibile e lo domina. Ma nella sua Trinità Dio è un solo Dio nel corpo del Figlio assieme con lo Spirito Santo e  il Padre è colui gli appartiene tutto il visibile e l’invisibile.

Ecco cosa significa questo passaggio estremamente importante, “Io ero morto, ma ora vivo per sempre e ho potere sopra la morte e sopra gli inferi,” forse più importante di tutta l’Apocalisse.

Possiamo anche mettere così la questione, che Dio Padre Onnipotente premia Gesù per il suo sacrificio x amore nostro e lo rende Re di tutta la sua creazione visibile. Ma sia Gesù che il Padre sono in sostanza parte della stessa natura.

Il resto del testo apocalittico racchiude in se delle verità per noi, per la nostra salvezza, ma quello che conta più di ogni altra cosa, è proprio questo primo capitolo che cela questa verità!

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Voglio farvi notare una cosa ….. nella mia Bibbia Liturgica della Cei del 1974.

La frase, è scritta così: ” non temere io sono il Primo e l’Ultimo e il vivente! Io ero morto, ma ora vivo per sempre e ho potere sopra la morte e sopra gli inferi“

Mentre nelle versioni attuali il suo contenuto cambia … 

“Non temere! Io sono il Primo e l’Ultimo, 18e il Vivente. (*) Ero morto, ma ora vivo per sempre e ho le chiavi della morte e degli inferi. “

Notate bene cosa cambia … perché sostanzialmente cambiano alcune cose … sottintendendo altro ..

Cosa cambia nel senso generale?

Cambia molto … a parte l’IO … che comunque sia, Dio può dire io, e non è da considerarsi come inumiltà … siamo noi che non dobbiamo dire IO ….

dire ho potere sopra ….. indica che domina, sovrasta,  schiaccia la morte e gli inferi, cioè Gesù ha vinto la morte e gli inferi!  È intoccabile!

Ma mettere le chiavi della morte e degli inferi ha tutt’altro senso …. Che non è il senso giusto! Perchè indicherebbe che Gesù ha le chiavi per controllare la morte e gli inferi, ma con questa espressione, la chiesa molto astutamente, ha voluto sottolineare che essa possiede le chiavi della morte degli inferi, cosa falsa!!!!
Questo è diabolico!!!

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Quello che è interessante di questi passi dedicati alla 7 chiese dell’Asia minore, è il fatto che ci sono dei riferimenti ad altre parti dell’apocalisse stessa. 


Da notare che l'apocalisse è strutturata come un indice, questa parte delle sette chiese in realtà non è affatto una parte come se fosse un capitolo a se, ma è un indice di tutta l'apocalisse, ognuna delle sette chiese rappresentata un tempo della chiesa, in un arco di tempo ben preso verso il tramonto del giorno del Signore, che è la giornata del mondo. quindi dopo la descrizione di queste sette chiese, si divida l'apocalisse in due parti, si consideri la seconda parte spiegazione dell prima. o meglio dire precisazione della prima.. dopo di che si divida il tempo delle sette chiese, in 7 parti nel contesto del capito unico l'apocalisse. 
Ve lo metto così proprio per non renderlo perfettamente comprensibile.

.........

1All’angelo della Chiesa che è a Èfeso scrivi:
“Così parla Colui che tiene le sette stelle nella sua destra e cammina in mezzo ai sette candelabri d’oro. 2Conosco le tue opere, la tua fatica e la tua perseveranza, per cui non puoi sopportare i cattivi. Hai messo alla prova quelli che si dicono apostoli e non lo sono, e li hai trovati bugiardi. 3Sei perseverante e hai molto sopportato per il mio nome, senza stancarti. 4Ho però da rimproverarti di avere abbandonato il tuo primo amore. 5Ricorda dunque da dove sei caduto, convèrtiti e compi le opere di prima. Se invece non ti convertirai, verrò da te e toglierò il tuo candelabro dal suo posto. 6Tuttavia hai questo di buono: tu detesti le opere dei Nicolaiti, che anch’io detesto. 7Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese. Al vincitore darò da mangiare dall’albero della vita, che sta nel paradiso di Dio”.
1All’angelo della Chiesa che è a Efeso scrivi: qui l’angelo parla a Giovanni delle chiese.

Hai messo alla prova quelli che si dicono apostoli e non lo sono, e li hai trovati bugiardi. Passaggio interessante …. Ammette che ci sono tra gli apostoli , degli apostoli che non sono apostoli …. Sarebbe da chiedersi chi sarebbero o chi è!!!  Gli apostoli sono principalmente 12… tutti gli altri non sono apostoli perché non eletti per bocca di Gesù!  Quindi ogni soggetto di quel del tempo che si è voluto considerare apostolo, non lo è, perché valgono solo gli apostoli dichiarati da Gesù.


5Ricorda dunque da dove sei caduto, convèrtiti e compi le opere di prima.
Questo da dove sei caduto è un po’ strano bisogna capire cosa significa …

Se invece non ti convertirai, verrò da te e toglierò il tuo candelabro dal suo posto. Minaccia di togliere la chiesa, di farla cadere, di eliminarla ..

Però gli dice che è contraria al gruppo dei Nicolaiti che sono degli gnostici.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

8All’angelo della Chiesa che è a Smirne scrivi:
“Così parla il Primo e l’Ultimo, che era morto ed è tornato alla vita. 9Conosco la tua tribolazione, la tua povertà – eppure sei ricco – e la calunia da parte di quelli che si proclamano Giudei e non lo sono, ma sono sinagoga di Satana. 10Non temere ciò che stai per soffrire: ecco, il diavolo sta per gettare alcuni di voi in carcere per mettervi alla prova, e avrete una tribolazione per dieci giorni. Sii fedele fino alla morte e ti darò la corona della vita. 11Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese. Il vincitore non sarà colpito dalla seconda morte”.
Smirne significa mirra e amarezza:
9Conosco la tua tribolazione, la tua povertà : l tribolazione sta nella povertà fisica.
 – eppure sei ricco – è ricco di spirito.
 e la calunnia da parte di quelli che si proclamano Giudei e non lo sono, ma sono sinagoga di Satana.
attenzione qui la parte interessante è l’affermazione che dice : di quelli che si proclamano Giudei e non lo sono .
Qui parla di chi si finge Giudeo, ma sono appartenenti della sinagoga di satana. Non parla dei veri Giudei, ma dei finti Giudei, di chi sta parlando realmente? Chi era finto Giudeo!  Probabilmente vi era qualcuno che era inserito nel gruppo dei discepoli, per farsi passare per giudeo, per meglio stravolgere i contenuti degli apostoli … qualcuno che si fa passare per apostolo ma non lo è! Qualcuno che appartiene alla sinagoga di satana.  A quel tempo chi era un pagano e conosceva bene gli apostoli, tanto da traviarli?  

Vi lascio pensare, riflettete bene... uno importante c'è!

10Non temere ciò che stai per soffrire”: dice di non temere la povertà e le tribolazioni.

ecco, il diavolo sta per gettare alcuni di voi in carcere per mettervi alla prova, … satana mediante i suoi appartenenti, agirà contro i singoli, per trarli in inganno. (prova) chi è finito in carcere al tempo degli apostoli, chi fu, il primo martire delle cristianità? … cioè S.Stefano protomartire, e chi era presente alla sua martirizzazione e non ha fatto nulla per imperdirlo? 

e avrete una tribolazione per dieci giorni. … in questo caso il numero 10 identifica un tempo pari nel numero 10…..probabilmente è un tempo entro il quale quello che è stato predetto si è compiuto.

Sii fedele fino alla morte e ti darò la corona della vita. ….. promesse di Gesù, per la vita eterna.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

12All’angelo della Chiesa che è a Pèrgamo scrivi:
“Così parla Colui che ha la spada affilata a due tagli. 13So che abiti dove Satana ha il suo trono; tuttavia tu tieni saldo il mio nome e non hai rinnegato la mia fede neppure al tempo in cui Antìpa, il mio fedele testimone, fu messo a morte nella vostra città, dimora di Satana. 14Ma ho da rimproverarti alcune cose: presso di te hai seguaci della dottrina di Balaam, il quale insegnava a Balak a provocare la caduta dei figli d’Israele, spingendoli a mangiare carni immolate agli idoli e ad abbandonarsi alla prostituzione. 15Così pure, tu hai di quelli che seguono la dottrina dei Nicolaiti. 16Convèrtiti dunque; altrimenti verrò presto da te e combatterò contro di loro con la spada della mia bocca. 17Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese. Al vincitore darò la manna nascosta e una pietruzza bianca, sulla quale sta scritto un nome nuovo, che nessuno conosce all’infuori di chi lo riceve”.


So che abiti dove Satana ha il suo trono; tuttavia tu tieni saldo il mio nome e non hai rinnegato la mia fede neppure al tempo in cui Antìpa, il mio fedele testimone, fu messo a morte nella vostra città, dimora di Satana.”
Questo ci insegna una cosa, che non ha importanza dove si abita, ha importanza quello che si custodisce nel proprio cuore.

Identifica Pergamo come la città di satana! ma afferma anche che il soggetto in questione è molto credente, in Cristo!

Ma ho da rimproverarti alcune cose: presso di te hai seguaci della dottrina di Balaam, il quale insegnava a Balak a provocare la caduta dei figli d’Israele, spingendoli a mangiare carni immolate agli idoli e ad abbandonarsi alla prostituzione.”

Presso di te indica la comunità,  vi sono quelli che insegnano la dottrina di Balaam e dei Nicolaiti (agnostici) e che meditano la caduta dei figli d’Israele mediante la fornicazione e l’idolatria.

Convèrtiti dunque; altrimenti verrò presto da te e combatterò contro di loro con la spada della mia bocca. Gesù dice che porrà i nemici sotto la parola che è verità e giustizia.

Al vincitore darò la manna nascosta e una pietruzza bianca, sulla quale sta scritto un nome nuovo, che nessuno conosce all’infuori di chi lo riceve”.

Questo passaggio è interessante, la manna nascosta … è un alimento dolce che sta ad indicare un dono dello spirito.

e una piccola pietra bianca, sulla quale c’è un nome nuovo … questo indica una nomina( Gesù diede ad alcuni apostoli un nuovo nome, quando li scelse.) come per esempio al gruppo dei Boanerges o a Cefa(SimonPietro) .


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

18All’angelo della Chiesa che è a Tiatira scrivi: “Così parla il Figlio di Dio, Colui che ha gli occhi fiammeggianti come fuoco e i piedi simili a bronzo splendente. 19Conosco le tue opere, la carità, la fede, il servizio e la costanza e so che le tue ultime opere sono migliori delle prime. 20Ma ho da rimproverarti che lasci fare a Gezabele, la donna che si dichiara profetessa e seduce i miei servi, insegnando a darsi alla prostituzione e a mangiare carni immolate agli idoli. 21Io le ho dato tempo per convertirsi, ma lei non vuole convertirsi dalla sua prostituzione. 22Ebbene, io getterò lei in un letto di dolore e coloro che commettono adulterio con lei in una grande tribolazione, se non si convertiranno dalle opere che ha loro insegnato. 23Colpirò a morte i suoi figli e tutte le Chiese sapranno che io sono Colui che scruta gli affetti e i pensieri degli uomini, e darò a ciascuno di voi secondo le sue opere. 24A quegli altri poi di Tiatira che non seguono questa dottrina e che non hanno conosciuto le profondità di Satana – come le chiamano –, a voi io dico: non vi imporrò un altro peso, 25ma quello che possedete tenetelo saldo fino a quando verrò. 26Al vincitore che custodisce sino alla fine le mie opere darò autorità sopra le nazioni: 27le governerà con scettro di ferro,come vasi di argilla si frantumeranno,28con la stessa autorità che ho ricevuto dal Padre mio; e a lui darò la stella del mattino. 29Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese”.


Anche in questo caso colui che preside alla chiesa di Tiatira, riceve degli elogi, ma al tempo stesso anche rimproveri, per non aver sorvegliato bene, le tentazioni di persone di un dubbia moralità, nella fatti specie delle falsa profetessa Io le ho dato tempo per convertirsi, ma lei non vuole convertirsi dalla sua prostituzione. 22Ebbene, io getterò lei in un letto di dolore e coloro che commettono adulterio con lei in una grande tribolazione, se non si convertiranno dalle opere che ha loro insegnato. Colpirò a morte i suoi figli e tutte le Chiese” Il  Signore da un tempo per la conversione di questa donna e di coloro che assieme a lei si sono prostituiti, preannuncia cosa farà se non si convertiranno.

A quegli altri poi di Tiatira che non seguono questa dottrina e che non hanno conosciuto le profondità di Satana – come le chiamano –, a voi io dico: non vi imporrò un altro peso, 25ma quello che possedete tenetelo saldo fino a quando verrò.” In sostanza dice di non chiedere di essere alleviati nei loro pesi, cioè dolori della vita, ma di conservarsi fino alla fine … Dice che se avete malattie quasi incurabili, meglio che ve le tenete, piuttosto che cchiedete di toglierle, perchè queste vi salveranno dalla dannazione.

Al vincitore che custodisce sino alla fine le mie opere darò autorità sopra le nazioni: 27le governerà con scettro di ferro,come vasi di argilla si frantumeranno,28con la stessa autorità che ho ricevuto dal Padre mio; e a lui darò la stella del mattino.”  Al soggetto che tiene salda la fede integrale fino alla fine, il Signore gli darà autorità sopra gli uomini, con la stessa autorità che aveva Gesù, le nazioni saranno governate con autorità e durezza e darò la stella del mattino, indica che avrà potere sui demoni.

Dice una cosa interessante:..”io sono Colui che scruta gli affetti e i pensieri degli uomini, e darò a ciascuno di voi secondo le sue opere.”

Scruta gli affetti e i pensieri... indica che lui bada alle sensazioni del cuore e ai pensieri puri e impuri, ci fa capire anche qual'è esattamente il suo metro per valutarci, se siamo degni di essere suoi figli.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

1All’angelo della Chiesa che è a Sardi scrivi:Così parla Colui è che possiede i sette spiriti di Dio e le sette stelle. Conosco le tue opere; ti si crede vivo, e sei morto.
Il soggetto a cui è riferito il discorso sta tra la vita e la morte.

 2Sii vigilante, rinvigorisci ciò che rimane e sta per morire, perché non ho trovato perfette le tue opere davanti al mio Dio.   dice di cercare di recuperare quello che può per renderlo perfetto.

Ricorda dunque come hai ricevuto e ascoltato la Parola, custodiscila e convèrtiti perché, se non sarai vigilante, verrò come un ladro, senza che tu sappia a che ora io verrò da te.
Ammonisce e avverte del pericolo .

 4Tuttavia a Sardi vi sono alcuni che non hanno macchiato le loro vesti; essi cammineranno con me in vesti bianche, perché ne sono degni. 5Il vincitore sarà vestito di bianche vesti; non cancellerò il suo nome dal libro della vita, ma lo riconoscerò davanti al Padre mio e davanti ai suoi angeli.

Come in tutte le comunità ci sono quelli corrotti e quelli che si mantengono saldi alla legge del Signore..
 6Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese”.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

7All’angelo della Chiesa che è a Filadèlfia scrivi:


“Così parla il Santo, il Veritiero, Colui che ha la chiave di Davide: quando egli apre nessuno chiude e quando chiude nessuno apre. Conosco le tue opere. Ecco, ho aperto davanti a te una porta che nessuno può chiudere. “
qui parla di una porta spirituale che sta sempre di fronte al soggetto.
“Per quanto tu abbia poca forza, “ parla della forza spirituale, probabilmente non pregava molto.
hai però custodito la mia parola e non hai rinnegato il mio nome.” Ma credeva in Dio!

“Ebbene, ti faccio dono di alcuni della sinagoga di Satana, che dicono di essere Giudei, ma mentiscono, perché non lo sono: li farò venire perché si prostrino ai tuoi piedi e sappiano che io ti ho amato.”  Questo pezzo sta ad indicare che il soggetto soggiogherà alcuni adepti di Satana che sono falsi giudei, affinché essi attestino che il Signore ha amato il soggetto. Questo pezzo ci insegna una cosa importante, che per quanto sia pericoloso satana esso come angelo decaduto conosce la verità e può essere più credibile di un soggetto che non appartiene a quella realtà.

10Poiché hai custodito il mio invito alla perseveranza, anch’io ti custodirò nell’ora della tentazione che sta per venire sul mondo intero, per mettere alla prova gli abitanti della terra. Vengo presto.” Che è in relazione con i 10 giorni esposti prima … il soggetto ha perseverato nel custodire la parola di Dio, e il Signore lo custodirà nelle tentazione che è venuta nel mondo. Il vengo presto è relativo.
 Tieni saldo quello che hai, perché nessuno ti tolga la corona.  La corona sta per primato! Potrebbe parlare di un pontefice.

12Il vincitore lo porrò come una colonna nel tempio del mio Dio e non ne uscirà mai più. Inciderò su di lui il nome del mio Dio e il nome della città del mio Dio, della nuova Gerusalemme che discende dal cielo, dal mio Dio, insieme al mio nome nuovo.
Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese”.


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


14All’angelo della Chiesa che è a Laodicèa scrivi:


“Così parla l’Amen, il Testimone degno di fede e veritiero, il Principio della creazione di Dio. 15Conosco le tue opere: tu non sei né freddo né caldo.  Magari tu fossi freddo o caldo! 16Ma poiché sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca. “
l’affermazione è conosciuta ed è chiara, ma indica le due nature male e bene, il male è freddo, il bene è caldo, chi si pone a metà è tiepido e quindi non degno di essere salvato, infatti Gesù dice che li vomita. Oggi nella nostra società ci sono tanti episodi di tiepidezza, sia fuori che dentro la chiesa, anche la paura di non prendere una posizione sicura contro certi istinti umani, indica tiepidezza. O contro le religioni pagane, indica la stessa cosa.


Tu dici: Sono ricco, mi sono arricchito, non ho bisogno di nulla. Ma non sai di essere un infelice, un miserabile, un povero, cieco e nudo. 18Ti consiglio di comperare da me oro purificato dal fuoco per diventare ricco, e abiti bianchi per vestirti e perché non appaia la tua vergognosa nudità, e collirio per ungerti gli occhi e recuperare la vista. “   da utili consigli per la salvezza dell’anima!

Io, tutti quelli che amo, li rimprovero e li educo. Sii dunque zelante e convèrtiti. “ Dio parla di essere giusto nei sui intendimenti, ma come un buon padre di famiglia, amando deve rimproverare ed educare i suoi figli, anche nelle prova!  In questo si può leggere il comando di Gesù della correzione!

20Ecco: sto alla porta e busso. Se qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, io verrò da lui, cenerò con lui ed egli con me. 21Il vincitore lo farò sedere con me, sul mio trono, come anche io ho vinto e siedo con il Padre mio sul suo trono. 22Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese”»
.  
La porta è l’anima per invitare Dio a entrare in noi, perché possiamo offrigli il meglio di noi.
Parla di vincitore come se fosse un sfida tra santi … colui che tra tutti, cercherà di avvicinarsi alla perfezione del figlio di Dio acquisterà la possibilità di sedersi sul trono del Figlio che è lo stesso del Padre, questo passaggio indica che il Signore, è disposto ad innalzare la natura umana quasi al suo livello, questa è una novità.  Praticamente colui che capirà come superare le barrire della carne, e sublimerà il suo spirito potrà divenire quasi un Dio. Possiamo dire la medesima cosa che è accaduta con la Vergine Maria sua Madre.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

capitolo - 4

Poi vidi: ecco, una porta era aperta nel cielo”
La porta aperta in cielo sta ad indicare un porta dimensionale, nell’invisibile, un passaggio, una via .

La voce, che prima avevo udito parlarmi come una tromba, diceva: «Sali quassù, ti mostrerò le cose che devono accadere in seguito».
Subito fui preso dallo Spirito. Estasi!

Segue la descrizione di Dio Padre:

“Ed ecco, c’era un trono nel cielo, e sul trono Uno stava seduto. 3Colui che stava seduto era simile nell’aspetto a diaspro e cornalina.

Uno stava seduto:  non dice come per Gesù simile ad uomo, ma uno, senza darne identificazione precisa, però in Genesi dice che siamo simili a Dio, quindi simili, ma non identici. Però poi dice Colui lo identifica come una figura maschile.

Diaspro roccia di color rosso mattone o verde,  cornalina di color arancione rosso, rosso cupo
Simile nell’aspetto: che assomiglia al colore di queste due pietre probabilmente, rosso sangue, ma anche traslucide, forse  simile ad un fuoco che brilla, che riflette …


Un arcobaleno simile nell’aspetto a smeraldo avvolgeva il trono.  

Emette une luce un arcobaleno cioè una sfumatura di color verde smeraldo dal chiaro verso lo scuro.
Consideriamo che il rosso e il verde sono due colori complementari.

Attorno al trono c’erano ventiquattro seggi e sui seggi stavano seduti ventiquattro vegliardi avvolti in candide vesti con corone d’oro sul capo” Attorno al trono, significa a forare un cerchio. Non li chiama solo anziani ma vegliardi, sta ad indicare che sono molto antichi, risalgono a tempi lontanissimi, nel tempo e nello spazio. Ma portano corone, cioè sono Re, probabilmente sono dei immortali,

Dal trono uscivano lampi, voci e tuoni; ardevano davanti al trono sette fiaccole accese, che sono i sette spiriti di Dio.”   sono spiriti che appartengono a Dio. Ma questi spiriti in realtà chi sono?


Si è sempre pensato che lo spirito Santo fosse uno spirito unico, invece esso come nella descrizione dell’arca dell’alleanza sta innanzi al trono, questi 7 spiriti stanno innanzi al trono, quindi di conseguenza si comprende che in realtà questi 7 spiriti di Dio è il così detto Spirito Santo, che in realtà sono 7 Spiriti Santi ed ognuno di essi rappresenta le virtù, doni , carismi, poteri, che possiedono:

Sapienza, Intelletto, Consiglio, Fortezza, Scienza, Pietà, Timor di Dio.

Ognuno di questi produce una serie di altre virtù :
La Sapienza genera la Giustizia e Verità; Intelletto genera il potere, la forza; Consiglio è progetto, disegno; Fortezza genera perfezione, purezza, la sublimazione del bene; Scienza genera la conoscenza; Pietà genera l’amore, la passione, i sentimenti, ardore; Timor di Dio genera la temperanza, carità, ecc. Tutti e 7 gli spiriti in realtà collaborano assieme come se fossero un solo spirito.
Ognuno dei sette spiriti di Dio ha un colore diverso l'uno dall'altro, e i loro coloro corrispondono ai colori dell'arcobaleno, giallo(primario); rosso(magenta); azzurro(cyan);verde, arancione, turchese(celeste), viola. Infatti lo Spirito Santo si presenta come una colomba bianca, perchè la fusione luminosa dei 7 colori forma il bianco. Quindi tutti i 7 Spiriti Santi di Dio, assieme formano un solo Spirito. Poi ognuno dei sette spiriti di Dio è legata una nota musicale. 

Però c'è da dire una cosa interessante i colori dell'arcobaleno visibile sono 7, mentre quelli reali sono 12 perchè manca l'infrarosso e l'ultravioletto, mancherebbe anche la luce nera, nella luce nera si possono inserire le radiazioni ionizzanti che sono sempre una specie di luce, cioè parlo dei raggi invisibili come raggi X, (Gamma, Alpha , Beta, raggi cosmici, ecc).. abbiamo anche le onde sonore divise al loro interno da suono udibile, infrasuoni e  ultrasuoni. 


come si può vedere sono 12.



Ora vediamo chi indovina a quale colore appartengono le 7 virtù, sopra esposte.  


secondo la bibbia ogni virtù ha una sua posizione abbiamo esattamente:
1.Consiglio, 2 Sapienza, 3 Fortezza, 4 Intelletto, 5 pietà, 6 Timor di Dio, 7 Scienza.

Come si leggono i colori e le note musicali abbinati ai sette spiriti? semplice da destra verso sinistra e quindi abbiamo che?


1.Consiglio viola, Do
2 Sapienza blu, Re
3 Fortezza celeste, Mi
4 Intelletto verde, Fa
5 Pietà giallo, Sol
6 Timor di Dio arancione, La
7 Scienza rosso, Si



È interessante il discorso che questi 7 spiriti siano posizionati di fronte a Dio, probabilmente impediscono a chi guarda di vedere Dio, come se fossero dei veli.

ora osservate questa immagine ....


Però  non sarebbe esatta questa numerazione….
Perché lo spettro reale è formato da 12 “colori” onde elettromagnetiche …

Pertanto abbiamo che:

1  luce nera        
2.raggi x               
3.ultravioletti
(4,5,6,7,8,9,10) visibile [4.Consiglio, 5 Sapienza, 6 Fortezza, 7 Intelletto, 8 pietà, 9 Timor di Dio, 10 Scienza.
11.infrarosso           
12 onde elettromagnetiche  (suono) udibile e non udibile(infrasuoni e gli ultrasuoni)


Inoltre notate bene la lunghezza d'onda che va da 400 a 700 nm non vi sembra curioso?

seguendo questo tracciato dovreste capire altro...esempio si dice che satana è un drago rosso ma è rosso o è infrarosso 11, è un numero che in ebraico indica una cosa precisa, oltretutto 11 è anche un numero che associato a taluni eventi infausti.. A voi la ricerca del resto.


1.     -4 Consiglio, viola, Do
2.     -5 Sapienza, blu, Re
3.     -6 Fortezza, celeste, Mi
4.     -7 Intelletto, verde, Fa
5.     -8 Pietà giallo, Sol
6.     -9 Timor di Dio, arancione, La
7.     -10 Scienza, rosso, Si

   faro una nota a parte per espandere meglio questo discorso..

...........................................................................

Davanti al trono vi era come un mare trasparente simile a cristallo. Si nota come i cristalli siamo molto presenti, nell'identificazione di molti soggetti.  Il mare indica una dimensione grande irraggiungibile, ma dice come un mare, cioè non è un mare ma assomiglia, trasparente, come l’acqua pura. 

In mezzo al trono e attorno al trono vi erano quattro esseri viventi, pieni d’occhi davanti e dietro.

Qui bisogna capire, perché prima dice che vede uno che siede sul trono, con innanzi a lui 7 spiriti che gli appartengono , poi però fa una precisazione strana dicendo che a metà e attorno al trono, ci sono questi 4 esseri viventi pieni di occhi dentro e fuori e attorno. In mezzo la trono? Stare in mezzo significa stare al centro dell’oggetto o farne parte. Poi però dice anche che sono attorno al trono, significa che decorano il trono di Dio. Quindi  sono il trono stesso. Giovanni sta descrivendo il trono di Dio che è formato da 4 esseri viventi, probabilmente, visto che l’aquila ha le ali aperte gli fa da spalliera, il leone e il toro ai lati, e l’uomo al centro come seduta.

7Il primo vivente era simile a un leone; il secondo vivente era simile a un vitello; il terzo vivente aveva l’aspetto come di uomo; il quarto vivente era simile a un’aquila che vola.  


Prima di tutto, badiamo bene al termine simile , cioè non identico, che assomiglia. ..Questo ci fa capire che il leone, il vitello, e l’aquila non sono esattamente quelli che pensiamo noi.. Assomigliare significa non essere quella cosa con precisione.  Anche il dire aspetto come, identifica la medesima cosa, che non è uguale, ma assomiglia.  Secondo il mio punto di vista, questi 4 esseri viventi, rappresentano 4 razze umanoidi, perché dice sono simili, ciò sta ad indicare che assomigliano nei tratti a questi 4 esseri, quindi le sculture antiche di esseri che erano simili a falchi, leoni, tori, potrebbero avere una reale rappresentanza, potrebbero essere, esseri che sono venuti prima dell’uomo, oppure esseri che vivono in altri mondi (non lo possiamo escludere). Però c'è una cosa da dire, che sulle prime, m'è sfuggita, i 4 esseri viventi rappresentano tutti e 4 la tipologia o famiglia di animali esistenti sulla terra considerati animali superiori, non animali inferiori, si noti infatti che essi sono un leone, un aquila, un toro, un essere simile ad un uomo, ognuno di essi rappresenta una famiglia, il leone i carnivori, il toro gli erbivori, l'aquila gli uccelli e "l'uomo" gli esseri pensanti. 

Ipotesi: Secondo me hanno un volto con impronta di animali, ma non sono animali. Che abbiamo 6 ali, è indice di esseri soprannaturali.  E gli angeli è la 4, ma non rappresentano l’uomo, l’essere umano è rappresentato da Dio stesso. Quindi le razze sarebbero 5.


Per esempio un essere umano, assomiglia a tutti gli esseri umani, nella forma, ma va trovarlo su 7 miliardi di esseri umani! Quindi alcune caratteristiche non sono uguali per tutti. I cinesi, gli africani, gli eschimesi, ecc, sono tutti uguali nella forma, ma hanno caratteristiche diverse.

Fate attenzione dalla descrizione si ricava che i tre esseri viventi leone, vitello e uomo(angelo), hanno le ali chiuse, mentre l’aquila le ha aperte. Indica esattamente la posizione in cui si trovano. Il  primo cioè il leone, a destra; il vitello a sinistra e l’angelo al centro che fa da seduta e l’aquila gli fa da schienale con le ali aperte formare una raggiera.

Questa disposizione ci fa capire altro, perché la posizione di Gesù rispetto a Dio padre, è alla sua destra infatti Gesù stesso viene chiamato il Leone della tribù di Giuda; quello che è interessante è la posizione del vitello o toro, a sinistra, nella quale sinistra non ci sono soggetti come a destra. Poi ci dice che sul trono siede anche il figlio di Dio, quindi è un trono di grandi dimensioni, dove ci possono stare almeno due soggetti, se non tre o più

I demoni sono rappresentati con le corna, guarda caso, il toro ha le corna, e il vitello d'oro ha le corna e la posizione sinistra è indicata come la via per l'inferno!. quando Gesù nella sua parabola dei caldi e dei freddi, fa sottilmente capire la posizione degli uni e degli altri, il leone ha nel suo manto colori caldi, ma si nutre di sangue, quindi il caldo sta alla destra, mentre il toro o bue solitamente è nero, grigio, nocciola, ma certamente non ha colori in se caldi, inoltre essendo un erbivoro si nutre del colore verde che è freddo. Quindi i colori caldi come il rosso sta a destra e i colori freddi come il blu stanno a sinistra. 


8I quattro esseri viventi hanno ciascuno sei ali, intorno e dentro sono costellati di occhi;
sono esseri strani perché hanno occhi ovunque, quindi vedono in ogni dove, indicano la soprannaturalità, Onniveggenza e Onnipresenza. "giorno e notte non cessano di ripetere:
«Santo, santo, santo il Signore Dio, l’Onnipotente, Colui che era, che è e che viene!»." questa frase ci fa capire che sono esseri coscienti e che comprendono quanto dicono.

9E ogni volta che questi esseri viventi rendono gloria, onore e grazie a Colui che è seduto sul trono e che vive nei secoli dei secoli, 10i ventiquattro vegliardi si prostrano davanti a Colui che siede sul trono e adorano Colui che vive nei secoli dei secoli e gettano le loro corone davanti al trono, dicendo:

Quando questi 4 esseri viventi, glorificano Dio, i 24 vegliardi, che l’identifico come gli antichi, si prostrano innanzi a Dio e gettano di fronte al trono le corone, questo gesto è tipico atto di sottomissione, ma soprattutto dimostra una volontà di cedere o donare i propri poteri completamente a Dio.

11«Tu sei degno, o Signore e Dio nostro, di ricevere la gloria, l’onore e la potenza, perché tu hai creato tutte le cose, per la tua volontà esistevano e furono create».


Notare le parole.... per la tua volontà esistevano e furono create, cioè è l'Onnipotente che le ha immaginate e allo stesso tempo generate. Nel momento in cui Dio le ha pensate esse si sono determinate.




Questa la visualizzazione esatta di come si presenta Dio secondo l'apocalisse!



°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

capitolo - 5


1E vidi, nella mano destra di Colui che sedeva sul trono, un libro  a forma di rotolo, scritto sul lato interno e su quello esterno, sigillato con sette sigilli.
Il libro è pergamena sul quale sono apposti 7 sigilli.

2Vidi un angelo forte che proclamava a gran voce: «Chi è degno di aprire il libro e scioglierne i sigilli?». 3Ma nessuno né in cielo, né in terra, né sotto terra, era in grado di aprire il libro e di guardarlo. 4Io piangevo molto, perché non fu trovato nessuno degno di aprire il libro e di guardarlo. Uno degli anziani mi disse: «Non piangere; ha vinto il leone della tribù di Giuda, il Germoglio di Davide, e aprirà il libro e i suoi sette sigilli».
Colui che apre il libro può essere solo Gesù!
Di quale libro parla?  di quello che Dio ha rivelato a Giovanni ma che egli ha posto sotto sigillo con appunto i 7 sigilli....cosa si cela in questo libro che solo Gesù ne conosce l'esatto contenuto? Evidentemente oltre alle nostre interpretazioni umane, il libro apocalittico contiene qualcosa che nessuno di noi è in grado di cogliere e di leggere, perchè non possediamo le 7 chiavi per aprilo. 

Poi vidi, in mezzo al trono, circondato dai quattro esseri viventi e dai vegliardi, un Agnello, in piedi, come immolato;

qui la notazione della posizione dei 4 esseri viventi, è diversa non è più in mezzo al trono, ma circondano il trono, per il circondare indica che stanno esternamente al trono, ma non dice, se sono staccati dal trono, può essere che sia la stessa cosa di prima.
In un secondo momento, al centro del trono compare Gesù che è l’agnello sacrificale (immagine di Gesù nel momento del martirio)

aveva sette corna e sette occhi, i quali sono i sette spiriti di Dio mandati su tutta la terra.
Le 7 corna hanno un valore di tipo regale come se fosse una corona, i sette occhi sono i 7 spiriti di Dio, quelli che stanno innanzi al Trono.

L’agnello giunse e prese il libro dalla destra di Colui che sedeva sul trono. E quando l’ebbe preso, i quattro esseri viventi e i ventiquattro vegliardi si prostrarono davanti all’Agnello, avendo ciascuno una arpa e coppe d’oro colme di profumi, che sono le preghiere dei santi, 9e cantavano un canto nuovo:
 il libro sta ad indicare un passaggio di consegne, come di poteri … e gli antichi e gli esseri viventi si prostrano suonando e cantando di fronte a Gesù.

«Tu sei degno di prendere il libro e di aprirne i sigilli, perché sei stato immolato
e hai riscattato per Dio, con il tuo sangue, uomini di ogni tribù, lingua, popolo e nazione,
10e hai fatto di loro, per il nostro Dio, un regno e sacerdoti, e regneranno sopra la terra».
11E vidi, e udii voci di molti angeli attorno al trono e agli esseri viventi e agli vegliardi. Il loro numero era miriadi di miriadi e migliaia di migliaia 12e dicevano a gran voce:
«L’Agnello, che è stato immolato, è degno di ricevere potenza e ricchezza, sapienza e forza, onore, gloria e benedizione».


13Tutte le creature nel cielo e sulla terra, sotto terra e nel mare, e tutti gli esseri che vi si trovavano, udii che dicevano:
«A Colui che siede sul trono e all’Agnello, lode, onore, gloria e potenza, nei secoli dei secoli».
14E i quattro esseri viventi dicevano: «Amen». E gli vegliardi si prostrarono in adorazione.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

capitolo - 6

1E vidi, quando l’Agnello sciolse il primo dei sette sigilli, e udii il primo dei quattro esseri viventi che diceva come con voce di tuono: «Vieni». 2E vidi: ecco, un cavallo bianco. Colui che lo cavalcava aveva un arco; gli fu data una corona ed egli uscì vittorioso per vincere ancora.
Interessante la parola per vincere ancora! Fa capire che questo cavallo e l’arciere è già uscito in altri tempi. La corona è quella della vittoria.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

3Quando l’Agnello aprì il secondo sigillo, udii il secondo essere vivente che diceva: «Vieni». 4Allora uscì un altro cavallo, rosso fuoco. A colui che lo cavalcava fu dato potere di togliere la pace dalla terra e di far sì che si sgozzassero a vicenda, e gli fu consegnata una grande spada.

A differenza del precedente cavaliere non vi è scritto (per vincere ancora) ciò mi può far capire che questo cavallo rosso fuoco,  non è mai stato usato prima. Toglie la pace dalla terra e provoca la reazione dei popoli uno contro l’altro, a questo cavaliere gli viene data una spada speciale.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


Quando l’Agnello aprì il terzo sigillo, udii il terzo essere vivente che diceva: «Vieni». E vidi: ecco, un cavallo nero. Colui che lo cavalcava aveva una bilancia in mano. 6E udii come una voce in mezzo ai quattro esseri viventi, che diceva: «Una misura di grano per un denaro, e tre misure d’orzo per un denaro! Olio e vino non siano sprecati».
Qui è chiaro che si tratta della pesa dei peccati, e specifica di non sprecare alcuni alimenti, che sono simbolo sacro.  Questo è il cavaliere delle giustizia.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

7Quando l’Agnello aprì il quarto sigillo, udii la voce del quarto essere vivente che diceva: «Vieni». 8E vidi: ecco, un cavallo verde. Colui che lo cavalcava si chiamava Morte e gli inferi lo seguivano. Fu dato loro potere sopra un quarto della terra, per sterminare con la spada, con la fame, con la peste e con le fiere della terra.



Per inferi , si è sempre pensato che fosse definito come purgatorio, invece dovremo vederne il significato antico del termine per capirne l’esatto senso, per esempio per gli egizi, gli inferi erano il regno dell’oltre tomba. Per altre tradizioni gli inferi è l’Ade, ma certamente a questo cavallo verde è associato l’inferno, quindi gli inferi hanno una connotazione infernale.  Lo sterminio che porta questo cavaliere è diverso da quello precedente del cavallo rosso, in una modalità diversa, qui si parla di guerre, fame, malattie e animali avversi all’uomo.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

9Quando l’Agnello aprì il quinto sigillo, vidi sotto l’altare le anime di coloro che furono immolati a causa della parola di Dio e della testimonianza che gli avevano reso. 10E gridarono a gran voce:
«Fino a quando, Sovrano, tu che sei santo e veritiero, non farai giustizia e non vendicherai il nostro sangue contro gli abitanti della terra?».
11Allora venne data a ciascuno di loro una veste candida e fu detto loro di pazientare ancora un poco, finché fosse completo il numero dei loro compagni di servizio e dei loro fratelli, che dovevano essere uccisi come loro.



Sotto l’altare le anime, gli immolati a causa della parola di Gesù - Dio … c’è da chiedersi perché sono posizionati sotto all’altare! Intanto parla dell’altare in paradiso.., non un altare normale.  Stare sotto indica un senso di inferiorità, di sottomissione.
Sono anime di martiri, che non è detto che siano sacerdoti, possono essere tutti coloro che sono stati martirizzati ingiustamente.

 E dicono non darai giustizia e non vendicherai il nostro sangue contro gli abitanti della terra, … sta indicare una situazione dove costoro sono stati uccisi ingiustamente e chiedono giustizia …  gli viene data una veste candida, il fatto che gli viene data una veste bianca, c’è da chiedersi che veste avevano prima, probabilmente non candida! Probabilmente questi hanno lavato le loro anime, con il martirio e gli dicono di aver pazienza affinché altri non giungano nella loro stessa condizione,.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

12E vidi, quando l’Agnello aprì il sesto sigillo, e vi fu un violento terremoto.

Aprire significa rendere noto, portare alla luce, compiere. 
Prima di tutto bisogna capire, cosa può aver provocato il terremoto, a livello fisico, qui parliamo della terra.

 Cos’è un sigillo? Tecnicamente è un marchio che si appone per impedire che un documento sia aperto, se non dopo rottura del sigillo stesso, in questo caso i 7 sigilli sono i 7 spiriti, quindi ogni sigillo è controllato dal rispettivo spirito, quindi dire aprire un sigillo sta ad indicare che viene reso manifesto il potere di quello spirito che lo manifesta, con un effetto ben preciso. Il terremoto è la prima manifestazione dell’apertura del sigillo ed esso avviene sulla terra, visto che è riferito a un documento relativo alla terra. È probabile che nel nostro pianeta ci siano delle caratteristiche tali da influenzare direttamente la natura stessa del pianeta, e che i 7 spiriti siano intrinsecamente legati ad essa. Quindi la manifestazione di ognuno di essi, produce un effetto diretto sul pianeta.

Il sole divenne nero come un sacco di crine, la luna diventò tutta simile al  sangue,"
Qui è chiarissimo che si parla di un eclisse totale con un evento raro che è la luna rossa,(si sa che sono eventi che  si manifestano ogni 500 anni, sempre sotto le festività ebraiche) però non si può escludere qualche altro raro fattore cosmico, che noi umani non abbiamo mai visto prima … non escludiamo un periodo di macchie che potrebbero annerire almeno metà della superficie solare...però spiegare la luna rossa, non così facile poi legata allo fenomeno del sole.

le stelle del cielo si abbatterono sopra la terra, come un albero di fichi, sbattuto dalla bufera, lascia cadere i frutti non ancora maturi.
queste non sono le stelle, ma meteoriti o comete, tipo le stelle cadenti …

Il cielo si ritirò come un rotolo che si avvolge, e tutti i monti e le isole furono smossi dal loro posto.

Questa è un esplosione nucleare causata dalla caduta di meteorite. Il cielo si ritirò, sembra l’effetto di uno tsunami, cioè si arrotolò, proprio l’effetto che ha quando esplode un ordigno nucleare in atmosfera che il vento nucleare sposta velocemente le nudi che sembrano rotolare … i monti, le isole furono smossi dal loro posto, cioè l’onda d’urto è tale da generare un terremoto e maremoto che sposta le isole e  monti, questo significa che i continenti si sposteranno, perché parla di tutti … però il termine smuovere non indica uno spostamento grande, ma piccolo, praticamente come se le fondamenta della terra si scollassero dalla sede pur rimanendo vicine ad essa. Probabilmente la crosta terrestre si muoverà tutta assieme di colpo, ma in due sensi opposti, di coseguenza dal lato opposto dell'impatto, uno scontro di masse, o salgono o scendono. 

Allora i re della terra e i grandi, i comandanti, i ricchi e i potenti, e infine ogni uomo, schiavo o libero, si nascosero tutti nelle caverne e fra le rupi dei monti;
indica che ci sarà un po’ di tempo per nascondersi …

e dicevano ai monti e alle rupi: «Cadete sopra di noi e nascondeteci dalla faccia di Colui che siede sul trono e dall’ira dell’Agnello, 17perché è venuto il grande giorno della loro ira, e chi può resistervi?».

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°



capitolo - 7

1Dopo questo vidi quattro angeli, che stavano ai quattro angoli della terra e trattenevano i quattro venti, perché non soffiasse vento sulla terra, né sul mare, né su alcuna pianta.
2E vidi salire dall’oriente un altro angelo, con il sigillo del Dio vivente. E gridò a gran voce ai quattro angeli, ai quali era stato concesso di devastare la terra e il mare: 3«Non devastate la terra né il mare né le piante, finché non avremo impresso il sigillo sulla fronte dei servi del nostro Dio».


Devastare indica distruggere, ciò che vi è sulla terra e mare, probabilmente mediante gli eventi naturali … penso alluvioni, incendi, ecc

E udii il numero di coloro che furono segnati con il sigillo:


144000 centoquarantaquattromila segnati, 
provenienti da ogni tribù dei figli d’Israele:

dalla tribù di Giuda, dodicimila segnati con il sigillo;
dalla tribù di Ruben, dodicimila;
dalla tribù di Gad, dodicimila;
dalla tribù di Aser, dodicimila;
dalla tribù di Nèftali, dodicimila;
dalla tribù di Manasse, dodicimila;
dalla tribù di Simeone, dodicimila;
dalla tribù di Levi, dodicimila;
dalla tribù di Ìssacar, dodicimila;
dalla tribù di Zàbulon, dodicimila;
dalla tribù di Giuseppe, dodicimila;
dalla tribù di Beniamino, dodicimila 

segnati con il sigillo.


Questa parte sicuramente tratta dei figli d’Israele sparsi per il mondo, che sono sicuramente gli eredi dei primi israeliti dopo la morte e resurrezione di Gesù, cioè il vero popolo di Dio. Sicuramente sono soggetti che nel loro sangue scorre sangue ebreo. Ma non è detto che siano necessariamente di nazionalità ebraica, anzi, potrebbe essere di qualsiasi nazionalità, sicuramente molti cristiani. Porre il sigillo di Dio, che non centra con i 7 sigilli.

Dopo queste cose vidi: ecco, una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare, di ogni nazione, tribù, popolo e lingua. Tutti stavano in piedi davanti al trono e davanti all’Agnello, avvolti in vesti candide, e tenevano rami di palma nelle loro mani.
L’evento accadrà in un periodo di Pasqua.

10E gridavano a gran voce: «La salvezza appartiene al nostro Dio, seduto sul trono, e all’Agnello». E tutti gli angeli stavano attorno al trono e ai vegliardi e ai quattro esseri viventi, e si inchinarono con la faccia a terra davanti al trono e adorarono Dio dicendo: 12«Amen! Lode, gloria, sapienza, azione di grazie, onore, potenza e forza al nostro Dio nei secoli dei secoli. Amen».

13Uno dei vegliardi allora si rivolse a me e disse: «Questi, che sono vestiti di bianco, chi sono e da dove vengono?». 14Gli risposi: «Signore mio, tu lo sai». E lui: «Sono quelli che vengono dalla grande tribolazione e che hanno lavato le loro vesti, rendendole candide nel sangue dell’Agnello.
Conferma il martirio dei seguaci di Gesù.

Per questo stanno davanti al trono di Dio e gli prestano servizio giorno e notte nel suo tempio; e Colui che siede sul trono stenderà la sua tenda sopra di loro.16Non avranno più fame né avranno più sete, non li colpirà il sole né arsura alcuna, 17perché l’Agnello, che sta in mezzo al trono, sarà il loro pastore e li guiderà alle fonti delle acque della vita. E Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi»

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

capitolo - 8


1Quando l’Agnello aprì il settimo sigillo, si fece silenzio nel cielo per circa mezz’ora.
Questo silenzio di preparazione … tutti si mettono in ascolto, sembra un silenzio di attesa.

2E vidi i sette angeli che stanno davanti a Dio, e a loro furono date sette trombe. 3Poi venne un altro angelo e si fermò presso l’altare, reggendo un incensiere d’oro. Gli furono dati molti profumi, perché li offrisse, insieme alle preghiere di tutti i santi, sull’altare d’oro, posto davanti al trono. 4E dalla mano dell’angelo il fumo degli aromi salì davanti a Dio, insieme alle preghiere dei santi. 5Poi l’angelo prese l’incensiere, lo riempì del fuoco preso dall’altare e lo gettò sulla terra: ne seguirono tuoni, voci, fulmini e scosse di terremoto.

Prese il fuoco che sta sull’altare, viene gettato sulla terra, gettare significa lanciare contro … mi da l’impressione di un qualcosa che viene dallo spazio.. credo che siano bombe di fuoco che vengono dal sole o da qualche altro oggetto planetario in transito. Ma sono più propenso per il sole. Il contatto con plasma della corona del sole provoca sicuramente forti rumori, come esplosioni in atmosfera, i quali generano fulmini (aurore boreali), Giovanni non ha mai visto le aurore quindi le può scambiare per fulmini ed indirettamente l’energia assorbita dal pianeta può provocare terremoti.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I sette angeli, che avevano le sette trombe, si accinsero a suonarle.


7Il primo suonò la tromba: grandine e fuoco, mescolati a sangue, scrosciarono sulla terra. Un terzo della terra andò bruciato, un terzo degli alberi andò bruciato e ogni erba verde andò bruciata.

La grandine è provocata da situazioni meteorologiche particolari,  e fuoco, mescolati a sangue, scrosciarono sulla terra,  il sangue potrebbe essere qualche sostanza tossica, corrosiva di color rosso, forse prodotta da nubi radioattive,  il fuoco sono i fulmini, ma può essere anche rari tornado di fuoco.

8Il secondo angelo suonò la tromba: qualcosa come una grande montagna, tutta infuocata, fu scagliato nel mare. Un terzo del mare divenne sangue, 9un terzo delle creature che vivono nel mare morì e un terzo delle navi andò distrutto

Meteorite cade nel mare … parla della morte delle creature del mare e della distruzione delle navi, questo è un mare molto battuto da navi, probabilmente rotte molto trafficate.

10Il terzo angelo suonò la tromba: cadde dal cielo una grande stella, ardente come una fiaccola, e colpì un terzo dei fiumi e le sorgenti delle acque. 11La stella si chiama Assenzio; un terzo delle acque si mutò in assenzio e molti uomini morirono a causa di quelle acque, che erano divenute amare.

Cometa, cade a nord sulle alte montagne, che esplode in atmosfera disseminando le nubi di sostanze tossiche che poi finisco nelle acque.

12Il quarto angelo suonò la tromba: un terzo del sole, un terzo della luna e un terzo degli astri fu colpito e così si oscurò un terzo degli astri; il giorno perse un terzo della sua luce e la notte ugualmente.

Questo ci fa capire che il sole avrà una di munizione di 1/3 in meno della luce irradiata verso la terra. Come possa avvenire la perdita di luce, potrebbe essere spiegato in diversi modi … il più probabile è una copertura da cenere vulcanica.  Il meno probabile è un fenomeno solare quello delle macchie dove il sole diviene scuro a causa della quantità di macchie eccessiva.

13E vidi e udii un’aquila, che volava nell’alto del cielo e che gridava a gran voce: «Guai, guai, guai agli abitanti della terra, al suono degli ultimi squilli di tromba che i tre angeli stanno per suonare!».

Questo indica che c’è ancora tempo, ma poco per convertirsi.


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

 

capitolo - 9


1Il quinto angelo suonò la tromba: vidi un astro caduto dal cielo sulla terra. Gli fu data la chiave del pozzo dell’Abisso; 2egli aprì il pozzo dell’Abisso e dal pozzo salì un fumo come il fumo di una grande fornace, e oscurò il sole e l’atmosfera.

Un astro (un meteorite, cometa di piccole dimensioni, può essere anche la fiamma di un missile) colpisce un vulcano di grandi dimensioni. Dice gli fu data la chiave del pozzo, indica che ha la  potenza per perforare la crosta terrestre e provocare in essa una forte eruzione. Penso uno dei super vulcani. Ma la probabilità che un meteorite colpisca proprio un supervulcano, insomma è rara. Mi fa pensare quasi ad un atto voluto.

 3Dal fumo uscirono cavallette, che si sparsero sulla terra, e fu dato loro un potere pari a quello degli scorpioni della terra. 4E fu detto loro di non danneggiare l’erba della terra, né gli arbusti né gli alberi, ma soltanto gli uomini che non avessero il sigillo di Dio sulla fronte. 5E fu concesso loro non di ucciderli, ma di tormentarli per cinque mesi, e il loro tormento è come il tormento provocato dallo scorpione quando punge un uomo.

Dice dal fumo sono usciti, sicuramente il fumo dei vulcani provoca la fuga degli insetti, in questo caso però, ha un senso diverso; però fa un allusione a ciò che mangiano cioè vegetali, ma non trovando cibo, attaccano l’uomo diventando carnivori all’occorrenza. Da questa descrizione sembrerebbero vere cavallette carnivore.
Ed infatti, dice  il tomento che provocano, è pari al dolore del veleno dello scorpione.  I tormenti dureranno 5 mesi, il tempo che l’atmosfera ritorni ad essere normale. Significa che ci sarà anche molto freddo, carestie, morte, emigrazione di massa, creazione di rifugi sotterranei.(gli attuali si preparano all'evento)

In quei giorni gli uomini cercheranno la morte, ma non la troveranno; brameranno morire, ma la morte fuggirà da loro.
Mentre nella Descrizione, seguente le prime cavallette erbivore, cambia sostanzialmente: cambiano la loro dieta alimentare, è un paragone , intende dire che non ci saranno più vegetali da mangiare e si nutriranno di carne, anche umana.


Queste cavallette avevano l’aspetto di cavalli pronti per la guerra. Sulla testa avevano corone che sembravano d’oro e il loro aspetto era come quello degli uomini. 8Avevano capelli come capelli di donne e i loro denti erano come quelli dei leoni. 9Avevano il torace simile a corazze di ferro e il rombo delle loro ali era come rombo di carri trainati da molti cavalli lanciati   all’assalto.10Avevano code come gli scorpioni e aculei. Nelle loro code c’era il potere di far soffrire gli uomini per cinque mesi.

Qual è la caratteristica delle cavallette? quella di saltare e mangiare (voraci), però dice che hanno aspetto di cavalli, cioè con la forma, potrebbero intendersi che sono bardate. Sulla testa portano come delle corone (anche le corna sono corone) (potrebbe essere un casco), e i denti come quelli dei leoni (appaiono dei denti, potrebbe essere un respiratore), aspetto degli uomini( forma di uomini), capelli come quelli delle donne, (mi fa pensare a qualcosa che assomiglia a tanti tubicini lunghi, anche una criniera, come i cavalli); Torace corazzato; il rombo delle loro ali, (anche i calabroni producono un rumore come rombo)( potrebbe essere rumore di motori a razzo, elicottero, oppure ali robotiche ); Code simili a scorpioni, cioè semoventi, con aculei non mortali. Probabilmente lancia fiamme, che provocano ustioni molto dolorose, non parla di aculeo al singolare, ma di aculei, quindi ne ha più di uno.  Di far soffrire non dice di uccidere.

Per valutare bene la questione bisogna tener presente la farse che recita: 4E fu detto loro di non danneggiare l’erba della terra, né gli arbusti né gli alberi,”  se tale frase non fosse stata presente, allora si poteva ipotizzare quello che ho ipotizzato, ma dato che è presente ci fa capire che sono esseri prevalentemente vegetariani o che si supportano sui vegetali … insetti, animali e esseri umani.

Ipotesi 1: Sembrano delle armature per esseri umani, forse dei robot, in fatti hanno l’aspetto di uomini quindi con braccia, gambe, testa,si intende come forma corporea, ma assomigliano anche a delle cavallette, cioè con corazza simile … caschi con visiera che simula i denti dei leoni, tipo paracolpi e maschere antigas. Sui caschi portano come delle corone, che sono probabilmente delle attrezzature tipo puntatori elettronici, visori notturni, ecc, i capelli sono sicuramente dei sistemi di controllo  delle armi cui sono dotati,  il torace con corazza di metallo, sono dotati di ali simili a quelle delle cavallette, forse membranose, sono rigide e con presenza di sistemi a razzo, incorporati,  praticamente sono tute corazzate. Come il film Ironman o anche come Predetor. Per me sono truppe d’assalto, che vengono celate sotto terra, in apposite aree nascoste, in basi segrete.

Anche le moto rombano e in qualche caso posso assomigliare a cavalli, se ci mettete un paio di ali, che abbiano possibilità di decollare, un cavaliere con casco e visiera simile al muso di un leone e capelli di donna,(potrebbero essere guidati da donne), e una coda prensile serpeggiante con lancia fiamme, chi li vede può dare quella descrizione.

Ipotesi 2:
C’è la possibilità che questi” insetti” siano realmente insetti … guardate questo insetto: è la mosca scorpione (Panorpa “Diabolis”). Simile al muso di un cavallo, con ali e zampe da cavalletta, ha torace corazzato, coda da scorpione con due aculei, si nutrono di vegetali, ma anche di ragni vivi e morti, apparentemente non mordono l’uomo, i capelli delle donne potrebbero essere le antenne.  Però in apocalisse, si legge che verrà detto loro di non mangiare vegetali(questo significa che per ora sono innocue), vivono in zone umide e ombrose. Le uniche cose che non coincidono è l’aspetto umano, la corona e il rumore che non fanno. A meno che non sia un mutazione o qualche esperimento atto a trasformare l’insetto in un killer umano.
Panorpa
Esiste anche un altro insetto con abitudini simili solo che questo quando punge inietta un sostanza simile a quella dei ragni che dissolve i tessuti, e che può provocare forti dolori, http://it.wikipedia.org/wiki/Mecoptera
Non possiamo escludere qualche specie sconosciuta che vive nelle profondità della terra e che attualmente nessuno conosce, ogni tanto si scoprono specie nuove di pesci, uccelli, ecc, di conseguenza tutto può essere.

Ipotesi 3:
Oppure un insetto robotizzato :

Ipotesi 4: un ibrido, visto che se ne vedono e se ne sentono di tutti i colori, non ci metterei la mano sul fuoco che qualcuno non abbia combinato qualche esperimento strano  …

Ipotesi 5: la descrizione potrebbe trattarsi di una razza aliena, mah questa ipotesi per me è assurda, la ma metto per gli amanti degli alieni. 

.........................................
Avevo deciso di fare dei disegni per mostrare secondo me come sono questi esseri, tute corazzate, robot, o mezzi, ecc, ma poi ho cambiato idea lasciando alla vostra immaginazione e fantasia, il divertimento per una creazione, artistica digitale. Inserisco alcuni suggerimenti utili: Aliens (la coda), Predator(il casco e i “capelli” ); Libellula robot; Iron man (torace corazzato); cavalli robotici; robot giapponesi Mazinga (la corona, i denti); Daltanious; potrebbe essere o un mezzo semirobotico simile anche un centauro alato.

N.B: dovete solo considerare una cosa fondamentale il punto di vista dell’apostolo Giovanni, in quel tempo non v’era nulla di ciò che oggi c’è! quindi come vedeva un robot tipo Mazinga? Con una corona in testa e dei denti simili a leoni, con una forma umana; e con ali simili a cosa? oppure come vedeva una tuta umana corazzata? Pensateci!… Non sapeva spiegarsi quel che vedeva, quindi come descrivere quello che vede? Pensateci! … una coda simile allo scorpione cosa assomiglia? Le ali delle cavallette a cosa assomigliano? Simili a cavalli cosa sono? Voi sbagliate a ragionare, prendendo per certo che è quello che è descritto, gli eventi sono certi, ma le cose per lui sono inspiegabili prendono una forma diversa. Considerate sempre quanto poteva conoscere del passato! La sua estrazione culturale e la sua religione di base l’ebraismo, il suo vissuto reale! Il libro dell’apocalisse vi fa capire le realtà che conosceva, ebraico e greco, un po’ di romano sicuramente, conosceva sicuramente l’Egitto, anche se non ci sarà mai stato. Quelle sono le culture. E soprattutto non esagerate con la fantasia, che non è un film.


Inserisco delle immagini d'aiuto, prese dalla rete.


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Il loro re era l’angelo dell’Abisso, che in ebraico si chiama Abaddon, in greco Sterminatore.
 Questi soldati hanno come capo il re dell’abisso, cioè satana!

Il primo «guai» è passato. Dopo queste cose, ecco, vengono ancora due «guai».

Riepilogando la caduta di un piccolo meteorite o un missile, centrerà un vulcano, l’esplosione farà uscire dai loro nascondigli sotterranei questi soldati per sterminare l’umanità, forse con una scusa metteranno in stato di assedio il mondo per 5 mesi.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

13Il sesto angelo suonò la tromba: udii una voce dai lati dell’altare d’oro che si trova dinanzi a Dio. 14Diceva al sesto angelo, che aveva la tromba: «Libera i quattro angeli incatenati sul grande fiume Eufrate». 15Furono liberati i quattro angeli, pronti per l’ora, il giorno, il mese e l’anno, al fine di sterminare un terzo dell’umanità. 16Il numero delle truppe di cavalleria era duecento milioni; ne intesi il numero. 17E così vidi nella visione i cavalli e i loro cavalieri: questi avevano corazze di fuoco, di giacinto, di zolfo; le teste dei cavalli erano come teste di leoni e dalla loro bocca uscivano fuoco, fumo e zolfo. 18Da questo triplice flagello, dal fuoco, dal fumo e dallo zolfo che uscivano dalla loro bocca, fu ucciso un terzo dell’umanità. 19La potenza dei cavalli infatti sta nella loro bocca e nelle loro code, perché le loro code sono simili a serpenti, hanno teste e con esse fanno del male.


Qui si comprende bene che sono mezzi terrestri, simili a carri armati, teste di leoni sono lancia missili, anche code serpeggianti sono dotate di teste, cioè di lancia fiamme.. Sono mezzi veloci come i cavalli. Verrà uccisa 1/3 dell’umanità.  Questa è una guerra di sterminio.  Sembrano simili a certi robot dei cartoni animati …

Questa guerra non è ancora avvenuta! Perché con questi tipi di macchine, carri armati , aerei,ecc la seconda guerra mondiale ci sono stati 50milioni di morti, su una popolazione di 2 miliardi di persone.(1930) Quindi impossibile.

20Il resto dell’umanità, che non fu uccisa a causa di questi flagelli, non si convertì dalle opere delle sue mani; non cessò di prestare culto ai demoni e agli idoli d’oro, d’argento, di bronzo, di pietra e di legno, che non possono né vedere, né udire, né camminare; 21e non si convertì dagli omicidi, né dalle stregonerie, né dalla prostituzione, né dalle ruberie.

I ¾ dell’umanità che rimangono in vita e non si convertiranno …. 



capitolo - 10

1E vidi un altro angelo, possente, discendere dal cielo, avvolto in una nube; l’arcobaleno era sul suo capo e il suo volto era come il sole e le sue gambe come colonne di fuoco. 2Nella mano teneva un piccolo libro aperto. Avendo posto il piede destro sul mare e il sinistro sulla terra, 3gridò a gran voce come leone che ruggisce. E quando ebbe gridato, i sette tuoni fecero udire la loro voce. 4Dopo che i sette tuoni ebbero fatto udire la loro voce, io ero pronto a scrivere, quando udii una voce dal cielo che diceva:

«Metti sotto sigillo quello che hanno detto i sette tuoni e non scriverlo». 
Qui il Signore cela qualcosa! Forse non vuole far scoprire alcune cose certe, per non fornire ai nemici, cioè a satana e ai suoi servi umani, quello che avverrà!

5Allora l’angelo, che avevo visto con un piede sul mare e un piede sulla terra, alzò la destra verso il cielo 6e giurò per Colui che vive nei secoli dei secoli, che ha creato cielo, terra, mare e quanto è in essi: «Non vi sarà più tempo!


Nei giorni in cui il settimo angelo farà udire la sua voce e suonerà la tromba, allora si compirà il mistero di Dio, come egli aveva annunciato ai suoi servi, i profeti».

8Poi la voce che avevo udito dal cielo mi parlò di nuovo: «Va’, prendi il libro aperto dalla mano dell’angelo che sta in piedi sul mare e sulla terra». 9Allora mi avvicinai all’angelo e lo pregai di darmi il piccolo libro. Ed egli mi disse: «Prendilo e divoralo; ti riempirà di amarezza le viscere, ma in bocca ti sarà dolce come il miele».


Indica che il libro è come un frutto gustoso, dolce,  ma bruciante nello stomaco … ha una similitudine con il frutto della conoscenza del bene e del male, dopo tutto pure questo libro contiene una conoscenza.

 10Presi quel piccolo libro dalla mano dell’angelo e lo divorai; in bocca lo sentii dolce come il miele, ma come l’ebbi inghiottito ne sentii nelle viscere tutta l’amarezza. 11Allora mi fu detto: «Devi profetizzare ancora su molti popoli, nazioni, lingue e re».

Consideriamo che qui Giovanni ha ricevuto l’apocalisse attorno al 94 d.C., quindi non più giovane, parla all’Evangelista o si riferisce a qualcun altro?


capitolo - 11

1Poi mi fu data una canna simile a una verga e mi fu detto: «alzati e misura il tempio di Dio e l’altare e il numero di quelli che in esso stanno adorando. 2Ma l’atrio, che è fuori dal tempio, lascialo da parte e non lo misurare, perché è stato dato in balìa dei pagani, i quali calpesteranno la città santa per quarantadue mesi.

Misura solo quello che è dentro, mentre quello che sta fuori no, i pagani calpesteranno la città santa, per 3 anni e mezzo.  (1) 1260 giorni.
Qui parlano di Gerusalemme  del momento in cui il tempio sarà ricostruito …

3Ma farò in modo che i miei due testimoni, vestiti di sacco, compiano la loro missione di profeti per milleduecentosessanta giorni»(2 ). 4Questi sono i due olivi e i due lampade che stanno davanti al Signore della terra.


Due testimoni vestiti di sacco, sembra che siano due soggetti poveri, oltre che potrebbero essere due sacerdoti, ma non è detto. Perché il tessuto di sacco può essere inteso come un abito povero, di colore variabile sia scuro che grigio o bianco. Però, dice che sono profeti, potrebbero non essere dentro la chiesa ma fuori o forse devono entrarci. I profeti sappiamo che appartengono un po a tutte le culture religiose.

 4Questi sono i due olivi e i due lampade che stanno davanti al Signore della terra.
Specifica: due olivi e due lampade , credo che in queste due identificazioni si celi la natura di questi due soggetti …. Olivi e lampade.(ardono con l’olio) due fiamme sacre.

Precisando che stanno davanti a Dio …. cioè di fronte al trono.  L’identificazione di fronte al trono, potrebbe indicare non solo il trono di Dio.

Perché dire davanti al Signore della terra? Specificare la terra.  Si certo Dio è il Signore della terra!
Ci sono due ipotesi, una è che questi soggetti vestiti di sacco siano angeli, nella veste umana, come Gesù fu poi martirizzato che era Dio in terra, così potrebbero esistere due angeli terreni.  

L’altra ipotesi: è un allusione al vicario di Cristo sulla terra, e che quindi identifichi due soggetti che o sono nella chiesa Cristiana, o devono entrarci in un secondo momento, oppure due soggetti cristiani, che hanno già ricevuto il mandato da Dio, anche se non sono nella chiesa, ma dice che stanno davanti, mi fa pensare a due vescovi, cardinali o apostoli. Stare di fronte indica che il Signore della terra li vede... frontalmente a se. 

5Se qualcuno pensasse di fare loro del male, uscirà dalla loro bocca un fuoco che divorerà i loro nemici.  Così deve perire chiunque pensi di fare loro del male. 6Essi hanno il potere di chiudere il cielo, perché non cada pioggia nei giorni del loro ministero profetico. Essi hanno anche potere di cambiare l’acqua in sangue e di colpire la terra con ogni sorta di flagelli, tutte le volte che lo vorranno.  

Questa precisazione”…. nei giorni del loro ministero …” indica che avranno i poteri solo nel momento utile non prima! Ovvio perché nessuno prima li riconosca, così saranno protetti, questo fa anche capire che se ci sono, è bene che non si mostrino.


La frase che mi fa pensare è questa: uscirà dalla loro bocca un fuoco che divorerà i loro nemici.” Questo è  il fuoco della parola di Dio, cioè il potere del verbo in forma di fuoco, intende dire che dalla bocca di costoro uscirà il potere che uccide i nemici. Cioè con la parola possono essere messi a morte i nemici. Sono sentenze, ciò costoro hanno il potere del giudizio!  

Quindi se questi vengono aggrediti si difendono usando il potere del verbo, che divora come fuoco; molto probabilmente è un potere che incendia le cellule e genera autocombustione delle cellule. Forse un onda sonora che scinde l’acqua in idrogeno e ossigeno e poi provoca un esplosione e quindi fuoco. Infatti il termine divorare indica proprio che consuma e solo un fuoco con una temperatura altissima può consumare velocemente. Com’è la reazione chimica tra ossigeno e idrogeno 2000°C. 

E quando avranno compiuto la loro testimonianza, la bestia che sale dall’abisso farà guerra contro di loro, li vincerà e li ucciderà.
La bestia che sale dall’abisso, mi fa pensare oltre che l’inferno, ma più realmente ad un struttura sotterranea molto profonda, quasi sottomarina .

I loro cadaveri rimarranno esposti sulla piazza della grande città, che simbolicamente si chiama Sodoma ed Egitto, dove anche il loro Signore fu crocifisso. Gerusalemme !


Uomini di ogni popolo, tribù, lingua e nazione vedono i loro cadaveri per tre giorni e mezzo”
Notare 3 giorni e ½ come tre anni e mezzo identico ….

“e non permettono che i loro cadaveri vengano deposti in un sepolcro. 10Gli abitanti della terra fanno festa su di loro, si rallegrano e si scambiano doni, perché questi due profeti erano il tormento degli abitanti della terra.”

fanno festa su di loro, si rallegrano  perché il tormento è finito ,  che consiste in chi accusa dicendo la verità, praticamente è una condanna! Come si dice la verità fa più vittime di molte battaglie. Probabilmente due soggetti intransigenti. Dal tronde in questo pezzo, la parola di Gesù viene usata alla lettera, sono seguaci di Gesù non solo tradizionalisti ma integralisti. Ed è quello che Gesù insegna nel vangelo essere integralisti, che significa integri, perfetti, infatti chi cerca la perfezione cerca di avvicinarsi ad essa. Inoltre Gesù insegna nei vangeli di dire sempre la verità! E se devi dire la verità devi anche condannare, due sono le cose, o dici la verità tutta intera o menti sempre!! Gesù insegna di dire sempre la verità, anche se alle volte dice usate la furbizia, ma non l'astuzia. 

11
Ma dopo tre giorni e mezzo un soffio di vita che veniva da Dio entrò in essi e si alzarono in piedi, con grande terrore di quelli che stavano a guardarli. 12Allora udirono un grido possente dal cielo che diceva loro: «Salite quassù» e salirono al cielo in una nube, mentre i loro nemici li guardavano.  In quello stesso momento ci fu un grande terremoto, che fece crollare un decimo della città: perirono in quel terremoto settemila persone; i superstiti, presi da terrore, davano gloria al Dio del cielo.    
1/10 = 6000 persone quindi Gerusalemme in quel momento avrà 60000 abitanti.

14 Il secondo «guai» è passato; ed ecco, viene subito il terzo «guai».

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

15Il settimo angelo suonò la tromba

e nel cielo echeggiarono voci potenti che dicevano: «Il regno del mondo appartiene al Signore nostro e al suo Cristo: egli regnerà nei secoli dei secoli». 16Allora i ventiquattro vegliardi, seduti sui loro seggi al cospetto di Dio, si prostrarono faccia a terra e adorarono Dio dicendo: 17«Noi ti rendiamo grazie, Signore Dio onnipotente, che sei e che eri,18perché hai preso in mano la tua grande potenza e hai instaurato il tuo regno. Le genti fremettero, ma è giunta la tua ira, il tempo di giudicare i morti, di dare la ricompensa ai tuoi servi, i profeti, e ai santi, e a quanti temono il tuo nome, piccoli e grandi, e di annientare coloro che distruggono la terra».

19Allora si aprì il tempio di Dio che è nel cielo e apparve nel tempio l’arca della sua alleanza.

Ne seguirono folgori, voci, scoppi di tuono, terremoto e una tempesta di grandine.
Alla manifestazione dell’arca dell’alleanza che è celata in cielo, seguono degli eventi terrestri, fulmini, voci, tuoni, terremoto e grandine.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
La settima tomba è un po’ curiosa, pare che parli della fine …. 


Però con un po di attenzione si può capire che l'Arca preannuncia la venuta della Madre di Gesù, come per dire essa viene da Me, permezzo di Me! e io sono in Lei, praticamente Dio ci vuole far capire che la Madre di Gesù è uno scrigno che custodisce la Trinità, perchè come l'arka essa è un involucro che contiene la legge eterna. Mentre l'arka dell' alleanza terrena conteneva solo la legge scritta, l'arka dell'alleanza eterna è uno scrigno che contiene cosa? l'essenza stessa di Dio nella forma trinitaria, ecco spiegata la sovrappostizione del senso dell'arka, la Vergine diviene come nuova l'Arka, perchè anch'essa è uno scrigno, quindi sovrapponibile. 


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

capitolo - 12

1Un segno grandioso apparve nel cielo: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e, sul capo, una corona di dodici stelle. 2
Questa è l’apparizione della Madre di Gesù, infatti dice apparve, un segno! Non è reale ma come un apparizione trasparente, quindi l'evento ha un doppio significato, sia spirituale che reale,  tutto il capitolo 12 è ha una doppia connotazione sia quella spirituale così come è scritta e riportata, sia quella reale materiale che si esplica in modo diverso:


Significato religioso/umano:

Nel cielo apparve un segno grandioso una donna vestita di sole, con la luna sotto i piedi, e sul capo una corna di 12 stelle …

L’Immacolata Vergine Maria è da secoli che appare in questa forma, con una corna di 12 stelle e con la Luna sotto i piedi …. Ora dobbiamo capire perché nella visione di Giovanni, si presenta ancora la Vergine, dato che essa aveva già avuto da Dio Padre, un figlio, Gesù!  Non solo ci dobbiamo chiedere anche come sia possibile che la Madre di Gesù possa avere ancora un altro figlio dallo stesso Dio? 
Beh non ci sarebbe nulla di strano se Dio Padre desiderasse un altro figlio, il problema che qui il senso è certamente un altro. Ma prima di trattare questo argomento dovremo capire alcune altre cose molto importanti …

Come la Vergine Immacolata si presenta all’apostolo? … vestita di sole, cioè luminosa,  con abito puro candido come la neve e splendente, questa connotazione indica proprio come essa tornerà come Vergine Immacolata, il colore bianco denota proprio questo aspetto, la luce del sole invece indica che la sua purezza è di prima grandezza, cioè che essa ha in se lo Spirito Santo.

Perché appare spesso con luna in questa posizione che senso ha? 
Semplice indica che Lei governa e domina le forze lunari, che sono forze legate spesso al male,  ma anche indica che sarà lei a sconfiggere la mezza luna, inoltre sappiamo che la luna riflette la luce del sole, ma Lei dominandola indica che essa supera la luce riflessa del satellite terrestre. Sappiamo che per volontà di Dio, l’Immacolata vergine Maria ha potere su Satana, e tutte le sue schiere, infatti si legge in genesi che la donna riferita alla madre di Gesù , cioè Maria gli schiaccerà la testa, esplicito segno di dominazione. 

Ora vediamo di capire che cos’è la corona di 12 stelle!
Prima di tutto la corona, ha proprio il senso di attribuzione del titolo di regina, quindi nella visione indica che si manifesterà in quel momento come Regina Immacolata, e ciò significa che ha tutto il potere di una dea, perché dal momento in cui Gesù l’ha elevata sopra i santi e gli angeli, essa è stata sublimata ed assunta come una dea immortale, perché è tale, quindi Regina, al pari dei 24 vegliardi al cospetto di Dio, che sono gli dei immortali, quindi nessun demone la può sfiorare. 

Ora la corna di 12 stelle che cos’è? 
E’ molto semplice, passiamo per un istante al capito 21 dove si parla della città celeste,  la descrizione di questa città si basa tutta sul numero 12, infatti dice che ha 12 fondamenti o pilastri, ha 12 porte o perle, ecc. Le 12 stelle sono le 12 porte della città Santa, infatti la corona che la vergine porta sul suo capo è quadrata e la disposizione esatta delle perle che sono 3 per ogni lato come la città Santa, i pilastri che sono di pietre preziose stanno tutti attorno, e sono le gemme che decorano la corona in senso verticale. 

disegno:?


Sono proprio queste le stelle che la Vergine Maria porta sul suo capo, non centrano nulla i segni zodiacali, e le 12 costellazioni dello zodiaco, è stata un nostra erronea interpretazione. Le porte della città Santa la nuova Gerusalemme, sono le stelle delle corona dell’Immacolata Vergine Maria Regina degli angeli e dei Santi. Quindi in parole povere, la città Santa poggia sul suo capo. Ecco perché l’abbinamento adorna come una sposa, perché è la Vergine stessa che la porta che è la Sposa del Padre e dello Spirito Santo, tutto coincide. Tutto ciò che si può dire della città Santa si può dire della Vergine Regina Immacolata. Infatti io ricordo che nell’ultima visione dopo la morte dell’anticristo, la Vergine mi apparve vestita d’oro così splendente che era impossibile guardarla e portava sul suo capo questa corona che era appunto e si vedeva bene la città celeste!
In questa connotazione , l'Immacolata Vergine Maria, è Reggente della citta celeste cioè colei che ha anche il titolo di reggente cioè indica colei che regge e sorregge la Citta Santa! Ed infatti la porta sul suo capo, come una corona. Quindi la Vergine giustamente deve avere anche il titolo di Reggente e coo-rendentrice, perchè ha permesso al redenzione di suo figlio Gesù! quindi è coo-partecipe alla redenzione stessa, in sostanza abbiamo che la Vergine Immacolata è Reggente(colei che regge, o sorregge), coo-redentrice, coo-partecipe, (partecipa alla redenzione), è scrigno di Dio, cioè Nuova Arka dell'Alleanza.

Era incinta e gridava per le doglie ….
Ritengo che questo parto sia il parto di una parte della chiesa di Cristo, quella che è a Dio legata, che partorirà un eletto, destinato a governare … che non è il pontefice eletto! Qualcuno che ha più potere del pontefice eletto dalla chiesa.

Allora apparve un altro segno nel cielo: un enorme drago rosso, con sette teste e dieci corna e sulle teste sette diademi; la sua coda trascinava giù un terzo delle stelle del cielo e le precipitava sulla terra. 


Il drago rosso  ha sette teste,  7 montagne o colline, 10 corna (potere che possiede) 7 diademi (corone) teste coronate(mitre)
Descrizione del regno del drago rosso, come  il sangue dei martiri,….

curiosità:se moltiplichiamo teste x corna x diademi otteniamo 490 che sarebbe come dire 70 volte 7 (70+70+70.....) = 490 , perché 70^7 è ben altra cifra... ed indica una dimensione soprannaturale.
Oltretutto 4+9=13 vi dice nulla il numero?

x la fretta ho dimenticato di spiegare questa parte....
 la sua coda trascinava giù un terzo delle stelle del cielo e le precipitava sulla terra. 

Cosa sono le stelle del cielo? e di quale cielo parla? semplice, il cielo a cui si riferisce è quello della chiesa e le sue stelle sono i suoi più importanti rappresentanti, i cardinali, i vescovi e il clero in generale....qui ci dà una misura di quanto clero verrà precipitato sulla terra e reso peccaminoso... 1/3 . 

Forse non è una coincidenza, indicherebbe un soggetto ben preciso che tenta di emulare, assomigliare a Gesù, l'unico soggetto è la chiesa ... 

Prima di tutto, il fatto che il Drago sia apparso, indica una volontà di negazione, la scelta di Dio, perchè soggetto inopportuno per gli uomini e per satana.... 
Intanto la posizione del drago davanti alla donna indica un tentativo di oscuramento, quindi cerca di trovare il modo migliore per uccidere questo figlio. Senza ombra di dubbio qui si parla di un  figlio, ma non dato direttamente da Maria, ma il parto è riferito ad un soggetto che nasce in seno ad un istituzione che Maria è fondamento, oppure un soggetto fatto crescere in Maria, come se esso fosse stato partorito e la gestazione fosse difficoltosa, (gridava per le doglie) e il parto sta indicare un nuovo apostolo che riporterà la chiesa al suo antico splendore, un soggetto eletto in seno ad un ordine Mariano (ma potrebbe non essere ancora all’interno dell’ordine Mariano) . E un soggetto dedito a Maria, la quale lo fa crescere in se, cioè come fosse una gestazione e al momento giusto verrà partorito, cioè portato alla conoscenza del mondo. Però come tutti travagli dice gridava per le doglie, indica che il parto sarà sofferente e ciò sta indicare che soggetto in questione non è perfetto come poteva essere Gesù, fa capire che il soggetto umano avrà i suoi alti e bassi, ma che alla fine approderà alla suo destino!.

Essa partorì un figlio maschio, destinato a governare tutte le nazioni con scettro di ferro, e suo figlio fu rapito verso Dio e verso il suo trono.


 Dice anche destinato a governare le nazioni con scettro di ferro, qui è riferito è al carattere ferreo, rigido, duro, solido come il ferro che non si piega ed indica anche il bastone, pastorale che avrà, non d’oro ma di ferro. Indica anche il periodo, dove l’oro non c’è ne più per nessuno.  Il rapimento verso Dio indica che questo figlio verrà eletto innanzi al popolo per volere di Maria, ma per comando di Dio, Egli, farà in modo di proteggerlo e portalo lontano verso il suo trono, probabilmente è un luogo segreto che esiste qui sulla terra. Forse si mantiene nascosto agli occhi del mondo, potrebbe già esistere …oppure nasce in questo periodo...

La donna invece fuggì nel deserto, dove Dio le aveva preparato un rifugio perché vi fosse nutrita per milleduecentosessanta giorni. La donna è riferita all'ordine Mariano che fugge in una località sicura per rimanere nascosto per 1260 giorni cioè 3 anni e mezzo. il deserto è sicuramente un luogo dove non abitano da esseri umani o poco conosciuto, può essere ovunque sulla terra. Anche un deserto non deserto!

(1260+1260+1260) tre  periodi da 3,6 anni ciascuno. Il primo si è già concluso, il secondo si sta concludendo, il terzo deve iniziare . Il figlio è nato durante il secondo periodo, ma viene rapito da Dio, cioè portato lontano e custodito in posto segreto.

7Scoppiò quindi una guerra nel cielo: Michele e i suoi angeli combattevano contro il drago. Il drago combatteva insieme ai suoi angeli, 8ma non prevalse e non vi fu più posto per loro in cielo.
Questo è un riferimento antico, alla prima defezione, può essere che sia un parallelismo del primo evento, parla di una guerra tra due potenze, una del bene e una del male, una vincerà e dominerà i cieli, l’altra no, parla di una guerra aerea tra due potenze, una legata a Michele e l’altra legata a Satana (parla di drago rosso) … sono due schieramenti forti nel mondo, il termine angeli in questo caso ha una connotazione di nazioni amiche. Se la guerra si effettua in cielo ciò sta a significare che sarà una guerra combattuta con l’uso di satelliti militari, aerei e missili.  Credo che le potenze siano due coalizioni di stati, da una parte l’occidente dall'oriente, capire chi dei due è il male o il bene è un po complicato, inoltre sapere esattamente chi sono gli stati, non è facile però si potrebbe tentare un ipotesi, fin d'ora, però usando secondo un metro preciso. 

Quale? Semplice tutti coloro che negano Cristo sono contro Cristo, quindi sono a favore del male.

I suoni strani che si sentono da alcuni anni in cielo sono la guerra  tra angeli e i demoni...

Ipotesi attuale: L’Islam(tutti gli stati Medio orientali) ,la Cina, Israele, le religioni politeiste( India, buona parte dell’Asia). Qualche stato comunista: Cuba, Sud Americano.  
Ma al momento dell’evento in questione, non si sa! Possono essere cambiate molte cose....

Dice non vi fu più posto in cielo!  Questo fa capire che alla prima caduta, raccontata anche da Gesù, esso occupava ancora un posto in cielo, per quanto Dio,  vinse la prima guerra, ma evidentemente mantenne ancora un posizione.  Sul piano terrestre, indica che la coalizione sconfitta non avrà più il potere di volare, cioè gli verrà distrutta la flotta aerea.

E il grande drago, il serpente antico, colui che è chiamato diavolo e Satana e che seduce tutta la terra abitata, fu precipitato sulla terra e con lui anche i suoi angeli.
Il drago antico, indica un serafino, nella notazione celeste, mentre per quella terrena indica le forze del male umane, legate a Satana

Colui che è chiamato diavolo e Satana.” chiamato? Qui si capisce bene che il termine diavolo e satana non sono i suoi veri nomi …. Siamo noi che lo identifichiamo così.

Fate attenzione al particolare … abitata …. Indica che satana non abita tutta la terra, ma solo dove è abitata da esseri umani … cosa vuol dire questo, che esso regna dove l’uomo abita, quindi il demonio ci segue e ci tenta …e sta dove stiamo noi! In mezzo al mare, se non c'è uomo, non c'è satana. 

10Allora udii una voce potente nel cielo(un tuono potente) che diceva: «Ora si è compiuta la salvezza, la forza e il regno del nostro Dio e la potenza del suo Cristo, perché è stato precipitato l’accusatore dei nostri fratelli, colui che li accusava davanti al nostro Dio giorno e notte.


È stato precipitato indica che il suo potere è stato ridotto, ma è anche caduto definitivamente sulla terra, non ha più il potere di volare … l’accusatore dei nostri fratelli … cioè colui che accusa in modo disinvolto senza ritegno e senza nascondere il suo pensiero di male....Colui che li accusava davanti al nostro Dio giorno e notte, mi fa capire che il soggetto sta di fronte a Dio, cioè è un soggetto che è nella chiesa e che attacca gli stessi fratelli. Ma li attacca stando di fronte a Dio! cioè sull'altare, ponensdosi innanzi a Dio?

 11Ma essi lo hanno vinto grazie al sangue dell’Agnello e alla parola della loro testimonianza, e non hanno amato la loro vita fino a morire. 12 Esultate, dunque, o cieli e voi che abitate in essi.
Grazie a Gesù e al suo sacrificio, soprattutto alla santa messa detta con tutti i crismi, in modo perfetto! senza riduzioni, o cambiamenti! hanno resistito, cioè si sono posti contro satana e coloro che cambiavano la parola di Gesù.

“e non hanno amato la loro vita fino a morire.”  … sta ad indicare che sono persone che amano di più Dio, di se stessi …

Ma guai a voi, terra e mare, perché il diavolo è disceso sopra di voi pieno di grande furore,
sapendo che gli resta poco tempo».

Qui avvisa, i popoli che rimangono in vita, per il poco tempo che rimane. I guai, sono avvertimenti.
I popoli siamo noi!

13Quando il drago si vide precipitato sulla terra, si mise a perseguitare la donna che aveva partorito il figlio maschio.
Qui tenta di uccidere la donna, che è appunto un ordine religioso …. E’ una persecuzione di coloro che sono appartenenti a Maria. L’anticristo e il falso profeta come il drago satana, hanno in odio l’Immacolata, quindi un sentimento irrazionale senza alcuna spiegazione logica.

14Ma furono date alla donna le due ali della grande aquila, perché volasse nel deserto verso il proprio rifugio,


Le ali della grande aquila:  potrebbe essere riferito ad un discorso di uno stato sulla terra che ha nella sua bandiera/stemma un aquila; potrebbe essere un simbolo della Russia degli Zar, ma anche gli USA hanno un aquila che li identifica. Però mi viene anche in mente la costellazione dell’aquila che dalla terra, può sembrare di perdere le ali. Qui è interessante capire cosa intenda dire per le ali della grande aquila; si sa che l’apostolo Giovanni  ha come simbolo l’aquila, però come uno dei 4 esseri viventi.. L’aquila si priverà delle sue ali per darle a Maria, questo indica che verrà data la forza alla Vergine o all'ordine mariano, forse un supporto aereo, una difesa aerea. Anche qui parla del medesimo tempo, un tempo, due tempi e metà di un tempo sono 1260 giorni. È lo stesso tempo del riferimento poco sopra. Infatti si riferisce esattamente allo stesso fatto.

dove viene nutrita per un tempo, due tempi e la metà di un tempo, lontano dal serpente.
Qualcuno va in soccorso alla donna, forse un ordine mariano, e la mette al sicuro lontano dal serpente..cambia soggetto, il drago diventa serpente, si ovvio senza le ali, non è più un drago, ma un serpente, (il drago rosso può essere la Cina, ma pure anche il medio oriente) senza le ali? si perchè viene precipitato sulla terra, dopo la guerra. 

il drago è stato ridotto di potenza, è stato messo all'angolo....e perciò è furioso...

Sono i soliti 1260 giorni …. Solo che posti nella notazione musicale … provate a mettere in musica questo: 1 tempo, 2 tempi e ½ tempo …. vengono fuori queste parole: “… sta arrivando …”

Allora il serpente vomitò dalla sua bocca come un fiume d’acqua dietro alla donna, per farla travolgere dalle sue acque.


Senza ombra di dubbio il vomitare indica un azione, che è da ricercarsi nell'acqua, sta in questo simbolo il senso di cosa vomitata, ma dice come un fiume d’acqua,  simile ad un fiume quindi in modo impetuoso, o simile ad un fiume, queste possono essere benissimo delle ingiurie, delle bestemmie, ma anche delle azioni atte a generare un qualcosa. 

Il termine vomitare non indica solo quello descritto sopra, ma anche il far piovere intensamente con grandi rovesci d'acqua, torrenziali, oggi li chiameremo bombe d'acqua, dobbiamo sapere che satana è uno spirito dell'aria e come tale controlla le manifestazioni aeree cioè le tempeste, gli uragani, ecc, quindi l'acqua...di conseguenza il dire vomitò sta ad indicare proprio l'azione di far piovere con grande intensità e forza, tanto da creare un inondazione

Quindi vuole che la donna cioè Maria venga travolta dal fume d'acqua torbida, cioè piena di fango e sudiciume, per sporcare la sua immacolatezza. qui sta anche da indicare un altro aspetto, tenta di oscurare l'aspetto immacolato della Madre di Dio, questo ci fa capire che agirà sul mondo per far dimenticare all'uomo che la vergine S.Sma è Immacolata....sporcando la sua immagine e luoghi sacri alla Vergine Maria ... mediante ingiurie, azioni, ma sopratutto nella rappresentazione reale con piogge torrenziali tanto da allagare i luoghi sacri, oggi in fatti ben vediamo questi allagamenti a Lourdes, dove l'acqua della grotta miracolosa e santa, è stata sporcata dalle acque del fiume e come potete vedere la descrizione cade giusta a pennello.... il drago vomita un fiume di acqua contro la Vergine.... Lourdes   il motivo perchè il drago vomita contro la Vergine il fiume d'acqua che dovrebbe travolgerla e qui c'è il riferimento a Lourdes perchè in questa località la Vergine conferma con le sue parole "Io sono l’Immacolata Concezioneil Dogma che Pio IX aveva dichiarato al mondo"

Quindi il drago vuole distruggere il dogma dell'Immacolata.
Tempo presente attuale.

 16Ma la terra venne in soccorso alla donna: aprì la sua bocca e inghiottì il fiume che il drago aveva vomitato dalla propria bocca.
Il termine vomitare sta ad indicare che sono ingiurie, inganni e bestemmie, per infangare l’immagine e il credo di Maria, .facendola passare per quella che non è! ....e per distruggere i luoghi a lei dedicati....! Un esempio: come dire, "se la chiesa è così anche Maria è così!"

Qui dice la terra, è certamente un altro soggetto, che viene in soccorso alla Madonna..

17Allora il drago si infuriò contro la donna e se ne andò a fare guerra contro il resto della sua discendenza,(figli eletti) contro quelli che custodiscono i comandamenti di Dio e sono in possesso della testimonianza di Gesù.(sacerdoti veri di Cristo)

Dopo che venne precipitato sulla terra e perse la sua artiglieria aerea, colui che si è conosciuto come drago, potrà solo usare quelle terrestri e muoverà guerra contro la discendenza di Maria che custodiscono le testimonianza di Gesù, cioè contro i cristiani che sono a lei devoti e i sacerdoti che custodiscono la parola Santa.

Scenario x la chiesa: 
Notare un particolare che forse cela un segreto importante dice ..."contro quelli che custodiscono i comandamenti di Dio e sono in possesso della testimonianza di Gesù."   Nei Vangeli Gesù a chi affida sua Madre? Proprio a Giovanni! Questo affidamento è molto strano, non tanto per l'atto in se, quanto per un altro scopo... La madre di Gesù è colei che custodisce in se il nuovo nato! Ma Gesù da a sua Madre l'affidamento di Giovanni e gli dice che è suo figlio! Lei custodisce Giovanni, e lui fa l'opposto. Ma è Maria che custodisce il segreto in se! Il segreto dei comandamenti di Dio e la testimonianza di Gesù, Maria non è una semplice donna come tutti noi pensiamo, ma è la Sposa del Padre e Madre di Gesù, affidare a Lei Giovanni ha un senso ben preciso di importanza strategica; poi dice, partorirà un figlio, se Gesù ha dato un nuovo figlio a Maria che è Giovanni, ci sta dicendo che ....

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Fin qui ho parlato di alcuni possibili scenari, ma non ho detto che il testo profetico dell'apocalisse ha due modi di esistere diversi tra loro o meglio contiene in se stesso nascosto nello stesso testo almeno 4 differenti interpretazioni dello stesso testo;   quello spirituale; che si divide in quello divino-spirituale(che riguarda Dio, nella fattispecie dell'essere invisibile); e quello spirituale-religioso(che riguarda invece la chiesa di Dio la parte legata al visibile), oltretutto esiste anche  quello materiale che si divide a sua volta in due modi quello materiale; che riguarda il mondo reale-materiale(la terra, l'universo) e quello divino-materiale proprio di Dio(che riguarda la sua natura nel mondo reale materiale), che ora pongo come piccola sintesi, 

Scenario divino-materiale:

C'è la possibilità che Gesù rinasca realmente mediante un altra donna di nome Maria, che impersona la madre di Gesù e il percorso della nascita di Gesù si ripropone esattamente simile come si è proposto 2000 anni fa, solo che ora Gesù non prenderebbe il Nome di Gesù, ma uno degli altri suoi appellativi, più usati nel tempo attuale. E' un modo per rigenerarsi ogni tot di millenni e abitare fisicamente con l'umanità come Re, da uomo vivo, in questo caso verrebbe nella persona dello Spirito. Se notiamo prima vi è il periodo del Padre con a durata di tot di millenni, poi viene il Figlio con 2000 anni e ora lo spirito di Dio, ha dato a tutte e tre le persone di calcare il suolo terrestre, ma per due le volte torna sempre nella forma carnale, parrebbe un desiderio di Dio di vivere la sua esistenza non solo come entità reale vivente nell'invisibile ma anche come entità reale nel visibile, questa volta fa capire che la sua intenzione è quella di invertire le parti, e vuole vivere con l'uomo, lo dice nel capitolo 20, per 1000 anni assieme all'umanità rigenerata o risorta Si parla tanto di corpo glorioso, che i primi esseri umani avrebbero avuto, ma senza saper neppure di cosa si tratta, un modo per identificare una natura umana divinizzata, ma senza sapere come sia fatta, di che sostanza e come avvenga tale processo... quindi si da un nome quasi di fantasia, e non si sa nulla a livello della scienza come avviene questo processo...


Avremo in conclusione che la chiesa verrebbe governata da un altro figlio di Dio che in questo caso è la Trinità di Dio che si da un figlio nuovo  prima invece fu il Padre o lo Spirito(madre) a darsi Gesù come figlio. Ora tutta la Trinità umanizzata si da un figlio! In questo modo vuole maggiormente esaltare l'essere umano e renderlo ancora più perfetto, quasi divino . Sta in sostanza preparando una nuova razza di esseri umani superiori che posseggono anche dei veri e propri poteri mentali. Una razza che potrà espandersi in tutto l'universo! 

Si darà a sua volta  altri apostoli, che lo aiuteranno, nel mantenimento del regno! . 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

18E si  fermò sulla spiaggia del mare.

Il suo limite è il mare , perché volare non può più.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

ipotesi  un po’ azzardata e fantasiosa di tipo planetario:

La donna viene descritta così: vestita di sole, quindi luminosa come il sole, ha la luna sotto i piedi, la corona di 12 stelle.

Appare , indica che si manifesta nel cielo,(che può essere lo spazio), una donna vestita di sole, significa rivestita, ricoperta, che è luminosa come il sole, un planetoide luminoso che riflette la luce del sole,  sul capo ha 12 stelle, sono 12 comete o meteoriti che ruotano attorno. Con una luna che la segue.  Probabilmente un pianeta errante che arrivando in prossimità del sole diventa luminoso come uno specchio, oppure ha una luce propria.


Era incinta, e gridava per le doglie e il travaglio del parto.
Questo discorso mi fa capire che passerà molto vicino al sole il quale produrrà un rigonfiamento come una pancia (incinta)

la sua coda trascinava un terzo delle stelle del cielo e le precipitava sulla terra.
Qui fa capire la potenza di questo drago, la coda capace di attrarre a se 1/3 delle stelle del cielo   e precipitarle sulla terra, ma di quale cielo fa riferimento?

È un vero cielo?  un cielo di una bandiera?. O un cielo riferito a qualche altro modo di dire?
un enorme drago rosso, con sette teste e dieci corna e sulle teste sette diademi;
Il drago rosso è un planetoide o una nana bruna, un oggetto spaziale di color rosso che emette radiazione infrarossa, che si porta dietro una coda molto lunga e grossa di meteoriti, i quali passando vicino alla terra precipiteranno su di essa. Ha sette teste, forse protuberanze o montagne sulle quali vi sono 10 corna o pilastri, speroni di roccia, e 7 diademi (corone) ; 1.( potrebbero essere 7 gruppi di meteoriti che lo circondano.) ;

Il drago si pose davanti alla donna, che stava per partorire, in modo da divorare il bambino appena lo avesse partorito.


Il drago cioè la nana bruna, si pone tra il sole e il planetoide luminoso, che tenterà di divorare il figlio, quale figlio?  Il Sole (Padre), darà alla luce un figlio nuovo, e lo rapirà verso di se, il sole eserciterà sul planetoide luminoso  un distacco di una certa massa, la quale rimarrà attratta dal sole e imprigionata dalla sua orbita.
Penso che si intenda la formazione di pianeta nuovo, che viene rapito da Dio. In tutte le culture Dio è sempre stato la manifestazione dell’oggetto più luminoso che vedevano, il Sole.  Forse in senso reale del termine, è il sole che rapirà, perché dice verso Dio , questo fa capire che va in direzione di Dio, forse intende dire che il nuovo nato, un pianeta viene catturato dal sole per entrare in un orbita nuova. 

Con la creazione di un nuovo pianeta.(Figlio)
Essa partorirà un figlio maschio, destinato a governare tutte le nazioni con scettro di ferro, e suo figlio fu rapito verso Dio e verso il suo trono.


E’ probabile che il pianeta nuovo non sia troppo lontano dalla terra … e che la sua influenza eserciti anche sulla terra. Governare sta indicare un forte influsso sul pianeta.

La donna invece fuggì nel deserto, dove Dio le aveva preparato un rifugio perché vi fosse nutrita per milleduecentosessanta giorni.

Il deserto penso potrebbe essere una zona dello spazio senza materia o lontana da altri corpi celesti, 1260 giorni mi può far pensare al tempo di transito.

7Scoppiò quindi una guerra nel cielo: Michele e i suoi angeli combattevano contro il drago. Il drago combatteva insieme ai suoi angeli, 8ma non prevalse e non vi fu più posto per loro in cielo.
La nana bruna iniziò una guerra contro “Michele” forse Michele potrebbe essere Giove quindi è una guerra di forze di attrazione repulsione. Fa capire che le dimensioni della nana bruna sono un po’ più piccole di quelle di Giove.

Dice non vi fu più posto in cielo!  Fa capire che sparirà dal cielo.
E il grande drago, il serpente antico, colui che è chiamato diavolo e il Satana e che seduce tutta la terra abitata, fu precipitato sulla terra e con lui anche i suoi angeli.


La nana bruna non può certo precipitare sulla terra, può essere riferito a una terra diversa, inteso come superficie.. forse dice che Giove lo ingloberà.
Oppure se non è giove, può essere qualcos’altro.


ipotesi costellazioni

Tutti gli elementi di questo capitolo sembrano delle costellazioni:
serpente; drago; vergine; aquila; fiume(la via latea);ecc

La Donna può essere una stella  luminosa come il sole, e 12 pianeti e una luna
Si vedrà il suo manifestarsi in cielo, forse questa stella è in una fase molto luminosa
Forse questa stella sta per far nascere un pianeta.
Drago potrebbe essere la costellazione. Che vomita come un fiume di acqua, la via latea. Che pare uscire dalla bocca del drago in direzione di questa donna. (costellazione della vergine)...


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Nessuno può sapere se queste ipotesi possono anche essere tutte reali e tutte sovrapponibili, per formare un una soluzione unica che si esplica sia spirituale che materiale e universale. 

Quindi sappiamo in quale tempo ora siamo dell'apocalisse... sono già trascorsi  i primi 1260+1260 = 7 anni giorni, ne rimangono altri 1260/90;  altri tre anni e mezzo, prima che si compia la battaglia finale!!! 


capitolo - 13

1E vidi salire dal mare una bestia che aveva dieci corna e sette teste, sulle corna dieci diademi e su ciascuna testa un titolo blasfemo.

"aveva dieci corna e sette teste," cioè una corona formata da 10 punte... la corona è un soggetto unico
"sulle corna dieci diademi " su ogni corno 1 diadema, sopra di esso ci sono 10 soggetti ed ognuno di loro porta un diadema... 
ma la bestia ha sette teste...

La bestia ha a 7 teste, 10 corna, 10 diademi …
La bestia è il corpo, una sola;  7 teste , sono 7 soggetti che la dirigono; le 10 corna in tutto, cioè ogni testa aveva 1 corno, mentre la penultima ne ha 2, l’ultima ne avrà 3, ogni corno è un Re. Ed infatti l’ultimo è il drago, la prima bestia e la seconda bestia.
La bestia è satana, le teste sono un evoluzione della stessa cosa, di varie società segrete e le corna sono Re. …
Indica che le penultime due teste avranno due re assieme, e che poi ve ne sarà un'altra con tre re assieme, non so se siano i medesimi re delle prime due, o altri. Però l’ultima testa non come le prime 6.
Titolo blasfemo è una bestemmia contro Dio che identifica anche il potere di questo demone.
Nell'antica Roma le prostitute portavano sulla testa un nome blasfemo.

2La bestia che io vidi era simile a una pantera, con le zampe come quelle di un orso e la bocca come quella di un leone.

Simile ad una pantera cioè dal corpo di un felino nero(gatto), zampe simile/come orso, bocca di leone  come/simile.


(leopardo)pantera nera 









leopardo.

Il problema che se vi è scritto simile/come, identifica che non è esattamente così la questione, cioè se metto il come identifica che non è identico, altrimenti avrebbe messo, la zampa di un orso. Il come identifica, che assomiglia; è un altro modo di dire, simile.


Simile alla Pantera, in Africa il leopardo è praticamente la mutazione nera chiamato pantera; in America del nord , il puma la sua variazione nera; e in America latina la variazione nera del giaguaro.

Ora ci dice simile, quindi dobbiamo escludere la pantera e Africa. Rimangono le due Americhe. Con il puma e il giaguaro … vediamo quale dei due assomiglia di più alla pantera.  Secondo me il giaguaro, anche molto più simile come bocca ad un leone.

Puma

Esiste un gatto che è simile alla pantera è il Maine Coon nero detto anche gatto-pantera, originario del America del nord, pure il puma è il leone americano e può essere nero, così anche il giaguaro melanico è nero, e vive in sud America. Come le zampe d'orso, assomiglia ad un piede umano ; bocca come leone, può essere africano come americano.  


  giaguaro


Caratteristiche: zampe orso =  forza, e forma della zampa ; corpo della pantera (giaguaro melanico) =  un aspetto robusto e muscoloso, un po’ tozzo; bocca da leone =  grandi fauci, divoratore, grandi denti, penso che non intenda la dimensione della bocca del leone, forse identifica qualcuno che ha un volto un po’ leonino da giaguaro, e che piace mangiare, robusto, un po’ tozzo.

Sicuramente un uomo dall'aspetto robusto, un po’ tozzo, ma con mandibola forte, bocca grande,  testa grande, come quello del giaguaro, mani grandi, forma della mano simile all’orso.  Provenienza possibile : sud America.


L' animale è un giaguaro melanico, nero.


"era simile a una pantera, (giaguaro) con le zampe come quelle di un orso (uomo)  e la bocca come quella di un leone."(giaguaro)

È esclusa con sicurezza la pantera nera (leopardo ) Africa e Asia. L’animale più simile per forma è il giaguaro, mentre il puma è lievemente diverso è più piccolo, più simile ad un leone(ma non con le fauci grandi come un leone) che ad un pantera, sia per la livrea che per forma della testa, ecc.


Come si può vedere dai confronti, il Leopardo ha una testa più piccola del Giaguaro, il manto simile un po diverso. Anzi il giaguaro ha un testa sproporzionata rispetto al suo corpo e quindi un apertura della bocca più simile al leone.
Alla vostra alla sinistra è un Giaguaro e alla destra è un Leopardo, come vedete anche le dimensioni sono maggiori e il leoperdo è più snello. 



L'unico felino che ha effettivamente ha la bocca come un leone è la tigre! Ma qui parla di simile a Pantera.




Il drago le diede la sua forza, il suo trono e il suo grande potere. 3

Riceve i poteri da satana mediante un rito satanico, ma anche gli viene dato potere da colui che  impersona il Drago, ed è qualcuno che ha sotto di se, altre nazioni.

Una delle sue teste sembrò colpita a morte,

Pare che questo individuo possegga più teste, penso che si riferisca a diversi individui che fanno capo ad uno solo. Un organizzazione mondiale. Una di queste teste, venne danneggiata probabilmente da un attentato.

7 teste, stette re, 7 regnanti, cioè capi di stato, i più potenti, 7 religioni....

ma la sua piaga mortale fu guarita.

Parla di una piaga mortale , da la sensazione di  avvelenamento o un infezione, che forse fa fatica a guarire,. Ma satana guarì la ferita, probabilmente mediante qualche tecnologia scientifica avanzata. O qualche potere soprannaturale, però la piaga può avere anche un'altra connotazione di tipo politico sociale che potrebbe portare a morte un paese.

Allora la terra intera, presa d’ammirazione, andò dietro alla bestia 4e gli uomini adorarono il drago perché aveva dato il potere alla bestia, e adorarono la bestia dicendo: «Chi è simile alla bestia e chi può combattere con essa?».

Già il fatto di dire combattere, fa capire il senso. Cioè chi ha la forza armata per imporsi su di essa?
Si capisce che le persone più esteriori che facilmente si lasciano impressionare, saranno colte da stupore, per una guarigione che apparirà magica.

5Alla bestia fu data una bocca per proferire parole d’orgoglio e bestemmie, con il potere di agire per quarantadue mesi.(1260)   6Essa aprì la bocca per proferire bestemmie contro Dio, per bestemmiare il suo nome e la sua dimora, contro tutti quelli che abitano in cielo.

Parole d’orgoglio e bestemmie …. Certamente sono vere bestemmie, le parole d’orgoglio sono eresie, contro l’Immacolata vergine Maria, gli Angeli, i Santi, la Trinità, che dimostrano chi è … ….. Tre anni e mezzo.

7Le fu concesso di fare guerra contro i santi e di vincerli; le fu dato potere sopra ogni tribù, popolo, lingua e nazione.

Acquisisce potere su tutti gli uomini.

La adoreranno tutti gli abitanti della terra, il cui nome non è scritto nel libro della vita dell’Agnello, immolato fin dalla fondazione del mondo.

Il termine La, serve per far confondere che sia una donna … invece è riferito alla bestia in senso di animale.  Verrà adorato da tutti coloro che non sono iscritti nel libro della vita eterna e ciò fa capire bene che chi sa distinguere questo soggetto, è chi è scritto nel libro della vita eterna.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Ritengo che il soggetto in questione non è ancora tale, per cui siamo ancora un po’ indietro nel tempo …. Però …
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

9Chi ha orecchi, ascolti: 10Colui che deve andare in prigionia, vada in prigionia; colui che deve essere ucciso di spada, di spada sia ucciso. In questo sta la perseveranza e la fede dei santi.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

11E vidi salire dalla terra un’altra bestia che aveva due corna, simili a quelle di un agnello, ma parlava come un drago.


Una bestia con due corna e con voce di drago, cioè bassa, ma forte,  un carattere autoritario, imperioso, imporrà il suo credo. Le due corna dice simili a quelle di un agnello, vuol dire, non come quelle di un agnello, ma come quelle di una capra … simili!  Un capretto!  Parla di un copricapo.

 12Essa esercita tutto il potere della prima bestia in sua presenza e costringe la terra e i suoi abitanti ad adorare la prima bestia, la cui ferita mortale era guarita. 13Opera grandi prodigi, fino a far scendere fuoco dal cielo sulla terra davanti agli uomini.

Usa il potere della Prima bestia in sua presenza, per far credere di essere Dio, manifesterà potere straordinari.. ma anche è probabile che utilizzi tecnologie avanzate per mostrarsi potente.

14Per mezzo di questi prodigi, che le fu concesso di compiere in presenza della bestia, seduce gli abitanti della terra, dicendo loro di erigere una statua alla bestia, che era stata ferita dalla spada ma si era riavuta. 15E le fu anche concesso di animare la statua della bestia, in modo che quella statua perfino parlasse e potesse far mettere a morte tutti coloro che non avessero adorato la statua della bestia.

Fa costruire un robot parlante che sentenzia in onore alla prima bestia. Telecomandato.


16Essa fa sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, ricevano un marchio sulla mano destra o sulla fronte, 17e che nessuno possa comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome.

Viene imposto il marchio! Il marchio ha due effetti quello di annullare il marchio di Dio e quello di divenire servi di satana. Oltre che avere tutte le caratteristiche che già conosciamo.

 18Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: è infatti un numero di uomo, e il suo numero è seicentosessantasei.

Nome della prima bestia : Santo, Sisto, VI – (XVI) = 666

http://666anticristobestia.blogspot.it/2013/08/666-nuova-traduzione-numero-della-bestia.html
               
Apocalisse 13:18. :
Qui sta la sapienza. Chi ha intendimento(intelligenza) conti il numero della bestia, perché è un numero d'uomo; e il suo numero è seicentosessantasei.”
  
Questo codice, ha come risultato il numero 666, ma a noi interessa capire principalmente cosa si cela dietro al numero.
Però vediamo un attimo di capire meglio alcuni aspetti... qui si parla di un soggetto che deve avere sapienza e intelligenza, in ebraico antico le due parole si traducono entrambe con una sola parola saggezza, quindi l’autore dell’apocalisse nasconde la parola saggezza dietro a questi due sinonimi, per farci capire cosa? Due aspetti simili ma non uguali.
1. Ci dice che, il soggetto che deve tradurre questo passo dell’apocalisse deve avere in sé queste caratteristiche cioè sapienza e intelligenza, per poter giungere facilmente alla soluzione.
2. Ci dice anche che la sintesi delle due parole in ebraico dà come soluzione una terza parola che è la saggezza, questa parola però porta con se’ il suo significato. 
Chi è saggio? l’anziano è solitamente un saggio. Quindi ci aiuta a comprendere che il soggetto del 666 è una persona che ha fatto uso dell’intelligenza e della sapienza per crescere in saggezza, e solo uno studioso, molto promettente può essere annoverato tra i saggi. Quindi probabilmente un teologo, un filosofo, un matematico, un fisico, uno studioso delle scritture.
3. Quindi  sappiamo che colui che deve determinare il nome dal numero è una persona intelligente e sapiente; ma di che sapienza costui ha bisogno? Non certamente della sapienza umana, ma di quella divina con una particolare intelligenza.


Ma torniamo alla nostra frase:

“Qui sta la sapienza. Chi ha intendimento(intelligenza) conti il numero della bestia, perché è un numero d'uomo; e il suo numero è seicentosessantasei.”


conti il numero della bestia” intanto la parola bestia è femminile, ma sta sicuramente ad indicare una condizione caratteriale dello stesso soggetto, che pure essendo maschile, ha una caratteristica femminile. Perché ci dice conti il numero? Cosa vuole farci capire? Vediamo perché il numero 666 , dice “conti” perché dal numero, si estrae una data di nascita cioè il 1927. Come si ottiene questo numero? Cercate voi di comprendere come sono arrivato a determinare il numero della data .


Perché è un numero d'uomo” identificare un uomo con un numero, potrebbe sembrare strano, se non che, qui non si vuole identificare un nome di uomo, ben preciso, ma un nome che identifichi la sua natura. Fin dall'inizio della creazione il linguaggio prese funzione numerica, infatti si sa, per quello che riguarda la lingua antica specie l'aramaico, ad ogni lettera dell'alfabeto gli antichi fecero corrispondere un numero, il quale doveva aiutare a descrivere meglio la natura stessa della parola, per cui, tutto si fece con quella logica, quindi la lettera diveniva numero, con questa logica si è scritta l’intera sacra scrittura, che cela alcune verità ancora nascoste.


Ma quale sarebbe questo possibile nome? Certamente non può essere un nome di natura divina, ma un nome che ne descriva la funzione, cioè un nome che richiama come significato dello stesso ad una frase che porta come senso un appellativo ben preciso. Non è un nome comune che ha un significato divino, come può esserlo Emmanuel che significa “Dio con noi” oppure Anna che significa La misericordiosa” no, è una parola che identifica la funzione di un soggetto o meglio dire una caratteristica.  
  
שישה מאה
שישים
ושש /  השש


Vediamo di ottenere il nome dal numero, è facilissimo, ma l’umanità scientifica e teologica ha sempre pensato che fosse una sfida alla nostra intelligenza e alla nostra poca sapienza, da un certo punto di vista lo è, perché in effetti nessuno ha pensato in modo sapiente, ma solo con la logica raziocinante. La sapienza è un dono di Dio, solo se si è illuminati, si ha  la sapienza che ha una connotazione tipicamente spirituale; mentre l’intelligenza ha una connotazione logica e razionale. Come detto sopra, le due parole si fondono prendendo il medesimo significato in ebraico, cioè saggezza e questo è un suggerimento doppio .


Ora il nome viene scritto per esteso seicentosessantasei, scindiamo questa lunga parola, dalla quale si ottiene: seicento, sessanta, sei. Dalla traduzione del testo scritto in ebraico antico si ottiene questa parola: VI ,Santo, Sisto.  oppure XVI . La traduzione dell'ultima parte sei, da come risultato doppio sia il VI che il XVI.  La parola Santo ha anche altri sinonimi. La parola Sisto sta per sesto è ha un preciso riferimento al 6 re dell'apocalisse che è l'ottavo. Quindi nel numero, è contenuto il nome , la data di nascita, di quale re si parla, cioè la sua posizione rispetto ai sette re. 

Abbiamo che la parola Santo ha diversi e svariati sinonimi:


assistito, protetto, custodito, aiutato              
felice, fortunato, provvidenziale                     

XVI / VI SANTO SISTO.

Ora da quello che si legge... il numero 666 diventa :.

seicento = Sisto
sessanta = Santo
sei = VI - XVI

Effettivamente se dovo considerare tutte le varianti di un nome sui tre termini usciti dalla traduzione dobbiamo dire che se ne possono considerare almeno due:

SANTO= considerando tutti i sinonimi
SISTO = Sisto
il termine VI -XVI definirebbe il numero che accompagna il nome del pontefice.

Però riflettendo bene questa profezia ci potrebbe indicare due cose...non solo il vero nome del pontefice che diverrà anticristo, 
[ricordo che per assurgere ad anticristo, un individuo deve essere tassativamente prima di Cristo e ciò ci fa capire che deve essere assolutamente un individuo che opererà all'interno della Chiesa Cattolica Romana e quindi essere uno qualsiasi dei suoi appartenenti.]
Ma anche il nome di colui che segnerà l'inizio del tempo dell'anticristo, cioè colui che rimanendo pontefice permetterà in certo senso l'avvio del ciclo dell'era dell'anticristo preceduta dal falso profeta. 

Potremo avere un pontefice(anticristo) con il nome di Sisto VI, la parola Santo o (sinonimo) invece potrebbe indicare un secondo nome, come anche una caratteristica, cioè apparire santo. 

In effetti l'anticristo per divenire tale, deve essere o apparire un santo, prima di essere anticristo! 





Un ipotesi: 

L'affrecco di Giotto da la spiegazione esatta di quel che accacrà, probabilmente il pittore è stato ispirato da S.Francesco D'Assisi.

Quindi ognuno di questi 7 Re è un falso profeta, perchè cmq sia essi non sono eletti per volere dello Spirito Santo, ma bensì per volere d'uomo e/o della massoneria. 

L'anticristo sarà il 6 Re cioè 6 pontefice che diviene l'ottavo, quindi tenete il conto. 

Quindi il nome dell ottavo sarà proprio Santo Sisto VI consideranto che ognuna di queste tre parola riportano al numero 666.

...........................................................
Nella profezia di Fatima dichiarata da 
l'11 novembre del 1984, in questo giorno il cardinale Ratzinger - BXVI si legge:

IL MESSAGGIO, NELL'ULTIMA PARTE RIVELAVA CHE DOPO LA MORTE DI UN PAPA CHE AVREBBE CONDOTTO UN LUNGO POTIFICATO(GPII) (OVVIAMENTE PROTETTO DALLA VERGINE MARIA) SI SAREBBE INTRODOTTO NELLA CHIESA DI CRISTO UN FALSO PAPA, ELETTO DALLA MASSONERIA ECCLESIASTICA PER POTER PREPARARE LA STRADA ALL'ANTICRISTO, MA PRIMA CHE IL NEMICO DI CRISTO, IL FIGLIO DI SATANA INDOSSERA' LA MITRA BIANCA CON LE DUE CORNA, SEGUIRANNO DIVERSI PONTIFICATI, (6Re=3 doppi pontificati)

TUTTI ILLEGGITTIMI SENZA LA GUIDA DELLO SPIRITO SANTO, IN QUEGLI ANNI PREPARATORI LA CHIESA VIVRA' GLI ANNI PIU' OSCURI DELLA SUA ESISTENZA, CARDIANLI CONTRO CARDINALI, VESCOVI CONTRO VESCOVI, GRANDI SCANDALI E VIZI SI PROPAGHERANNO, LA CHIESA VACILLERA' IL PASTORE SARA' PERCOSSO.

LA GRANDE APOSTASIA DILAGHERA' IN OGNI ANGOLO DELLA TERRA. TERREMOTI, INONDAZIONI, EPIDEMIE, ATTENTATI E GUERRE SI ABBATTERANNO IN OGNI PARTE DEL GLOBO, L'UMANITA' SARA' SCONVOLTA. MA IO MARIA SANTISSIMA MANDERO' I MIEI APOSTOLI, SCENDERANNO DAL PARADISO PER FORMARE NUOVI CONDOTTIERI DI CRISTO, LA CHIESA NON POTRA' MAI FINIRE, LE PORTE DEGLI INFERI NON POTRANNO MAI PREVALERE SU DI ESSA. PRIMA DELLA SECONDA VENUTA DI CRISTO, CI SARANNO MOLTI SEGNI SULLA TERRA, TUTTI LI VEDRANNO, MA MOLTI, MOLTISSIMI NON CREDERANNO, ALLORA MIO FIGLIO GESU' OSCURERA' LA TERRA PER TRE GIORNI, E DOPO QUESTA GRANDE PURIFICAZIONE, LA LUCE SQUARCERA' L'INTERO UNIVERSO, GLI ELETTI FARANNO RIOFIORIRE IL MONDO, IL MALE SARA' CACCIATO PER UN LUNGO PERIODO NELL'INFERNO, E CHI AVRA' VESTITO LE VESTI BIANCHE VIVRA' NELLA PACE E NELLA SERENITA', LA CHIESA RIOFIORIRA' PIU' SPLENDENTE CHE MAI. ...





°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Curiosità!
Alcune curiosità che tutti noi abbiamo sentito in questi tempi, dopo l'elezione di Papa Francesco I, abbiamo tutti sentito parlare dei 7 sigilli apposti a sette stanze in vaticano, curiosamente da quanto è emerso, 6 di questi erano aperti, mentre il settimo no! Ma la cosa che mi ha lasciato perplesso è che la settima stanza ha un ascensore interno che porta ad un cortile che si chiama guarda un po’ Sisto V! la cosa mi ha lasciato un po perplesso, un analogia alquanto strana!

Quasi... sembra, che sia bastata  la pubblicazione per aver scoperchiato il vaso di pandora e forse aver aperto il tempo, che il settimo sigillo sia stato rotto per sbaglio ? 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°



capitolo - 14


1E vidi: ecco l’Agnello in piedi sul monte Sion, e insieme a lui centoquarantaquattromila persone, che recavano scritto sulla fronte il suo nome e il nome del Padre suo. 

Dice.... recano scritto sulla fronte il suo nome e il nome del Padre Suo..... ora pensiamoci bene.... quando un cristiano fa  il segno della croce, cosa dice..... Nel nome del Padre!!! sulla fronte..... quindi qui il pezzo sta parlando di Cristiani...... non parla di altri soggetti..... ogni qualvolta noi diciamo posando la mano sulla fronte, nel nome del Padre facciamo un operazione di natura spirituale ma intrisa di potere, per cui il toccare la nostra fronte con il dito indice che è il dito del comando, comandiamo che il nome del Padre si imprima sulla nostra fronte...." recano scritto sulla fronte il suo nome e il nome del Padre Suo."...mancherebbe solo il nome dell'agnello, per cui ci fa capire chi sono questi 144000..... sono soggetti cristiani che hanno ricevuto una particolare consacrazione nelle cui fronte è stato posto sia il nome del Figlio di Dio che del Padre Suo....

credo che i 144000 sia un cifra profetica che indichi altro...ma sicuramente questi sono consacrati...morti come martiri, in questi 2000 anni... quindi non tutti i consacrati ma solo alcuni di essi.


2E udii una voce che veniva dal cielo, come un fragore di grandi acque e come un rimbombo di forte tuono. La voce che udii era come quella di suonatori di cetra che si accompagnano nel canto con le loro cetre. 3Essi cantano come un canto nuovo davanti al trono e davanti ai quattro esseri viventi e agli anziani. E nessuno poteva comprendere quel canto se non i centoquarantaquattromila, i redenti della terra.

Chi sono i 144000?  
4Sono coloro che non si sono contaminati con donne; sono vergini, infatti, e seguono l’Agnello dovunque vada. Questi sono stati redenti tra gli uomini come primizie per Dio e per l’Agnello. 5Non fu trovata menzogna sulla loro bocca: sono senza macchia.


6E vidi un altro angelo che, volando nell’alto del cielo, recava un vangelo eterno da annunciare agli abitanti della terra e ad ogni nazione, tribù, lingua e popolo.


Un nuovo vangelo viene fatto conoscere portato da un messaggero celeste!


Qui però c’è da fare un discorsetto su questo nuovo vangelo eterno.
Forse gran parte di noi non si è accorto che Dio avendo la capacità di vedere il futuro di chiunque innanzi a se , vede anche la storia della chiesa e di ogni suo figlio ovunque non solo sulla terra.  Ciò cosa sta a significare che  ha deciso di annunciare un secondo vangelo, perché eterno indica immutabile, incorruttibile, non deformabile dalla volontà umana. Ma molto intelligentemente Dio ci fa capire che egli sa, che il suo popolo i suoi apostoli si sarebbe lasciati traviare da qualcuno che attenta alla sua parola, per mutare il senso del vangelo dato da suo Figlio Gesù.

Ce lo dice nel discorso alla chiesa di Smirne dove dice:” … la calunnia da parte di quelli che si proclamano Giudei e non lo sono, ma sono sinagoga di Satana.”  Qui il Signore parla chiaro ed anticipa il suo discorso per la fine dei tempi quando proporrà un nuovo vangelo che sarà eterno, cioè non più modificabile. Ma questo legame tra le due parti indica che il Signore sapeva già fin dall’origini che alcuni avrebbe apposto modifiche al testo dei vangeli traviando gli stessi apostoli e poi i più avanti con l’astuta azione di satana, modificando il testo del vangelo a tal punto da non esse quasi più se stesso, tanto da dire a Giovanni che verrà un annunciatore del cielo che porterà un nuovo vangelo eterno.

Perché mai deve portare un vangelo eterno, quando quello dato da suo Figlio Gesù è perfetto? Perché Egli che vede il futuro prima che esso si manifesti, sapeva già che l’uomo lo avrebbe modificato per cui necessitava di un nuovo vangelo puro, immodificabile e perfetto, un vangelo che nessun uomo potesse metter mano, consegnato ad un uomo irreprensibile, e quindi rimarrà in eterno! Ora chi astutamente dice che l’apocalisse è una metafora, lo fa perché tenta di nascondere questa rivelazione, affinché l’uomo comune non comprenda che coloro che lo custodiscono sono i medesimi artefici della modifica del vangelo stesso. Non gli apostoli, ma i seguaci, dei seguaci. Altrimenti perché annunciare la venuta di un messaggero dal cielo che porterà un nuovo vangelo eterno? Non avrebbe alcun senso logico, se non fosse come ho affermato!



Egli diceva a gran voce: «Temete Dio e dategli gloria, perché è giunta l’ora del suo giudizio.
Adorate colui che ha fatto il cielo e la terra, il mare e le sorgenti delle acque».


8E un altro angelo, il secondo, lo seguì dicendo: «È caduta, è caduta Babilonia la grande, quella che ha fatto bere a tutte le nazioni il vino della sua sfrenata prostituzione»

. 9E un altro angelo, il terzo, li seguì dicendo a gran voce: «Chiunque adora la bestia e la sua statua, e ne riceve il marchio sulla fronte o sulla mano, 10anch’egli berrà il vino dell’ira di Dio, che è versato puro nella coppa della sua ira, e sarà torturato con fuoco e zolfo al cospetto degli angeli santi e dell’Agnello. 11Il fumo del loro tormento salirà per i secoli dei secoli, e non avranno riposo né giorno né notte quanti adorano la bestia e la sua statua e chiunque riceve il marchio del suo nome». 12Qui sta la perseveranza dei santi, che custodiscono i comandamenti di Dio e la fede in Gesù.

13E udii una voce dal cielo che diceva: «Scrivi: d’ora in poi, beati i morti che muoiono nel Signore. Sì – dice lo Spirito –, essi riposeranno dalle loro fatiche, perché le loro opere li seguono».


14E vidi: ecco una nube bianca, e sulla nube stava seduto uno simile a un Figlio d’uomo: aveva sul capo una corona d’oro e in mano una falce affilata.


15Un altro angelo uscì dal tempio, gridando a gran voce a colui che era seduto sulla nube: «Getta la tua falce e mieti; è giunta l’ora di mietere, perché la messe della terra è matura».

16Allora colui che era seduto sulla nube lanciò la sua falce sulla terra e la terra fu mietuta.
La falce sta ad indicare un evento che porterà morte e distruzione, come un potente tornado..

17Allora un altro angelo uscì dal tempio che è nel cielo, tenendo anch’egli una falce affilata.

Può indicare con quale tipo di morte, moriranno coloro che hanno la parola di Gesù! Con una lama affilata, una ghigliottina.

18Un altro angelo, che ha potere sul fuoco, venne dall’altare e gridò a gran voce a quello che aveva la falce affilata: «Getta la tua falce affilata e vendemmia i grappoli della vigna della terra, perché le sue uve sono mature». 19L’angelo lanciò la sua falce sulla terra, vendemmiò la vigna della terra e rovesciò l’uva nel grande tino dell’ira di Dio. 20Il tino fu pigiato fuori della città e dal tino uscì sangue fino al morso dei cavalli, per una distanza di milleseicento stadi.

Indica quanti sono coloro che moriranno; se si fanno un po’ di calcoli, si può valutare la cifra.
Fino al morso del cavalli cm x; 1600 stadi sono il diametro. Per 6 litri di sangue = numero di persone morte!
Lo stadio in Grecia sono 177,6 mt, fino 185mt.  Prendiamo 177mt
177,6x1600= 284160mt diametro
Garrese è uguale al morso medio =  1,60 mt .
= 454656 metri cubi. x 5-6 litri circa = 2,3 – 2,9 milioni  persone. .


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

capitolo- 15

1E vidi nel cielo un altro segno, grande e meraviglioso: sette angeli che avevano sette flagelli; gli ultimi, poiché con essi è compiuta l’ira di Dio.
Perché misto a fuoco? perché il fuoco è simbolo dello Spirito ed è inteso come elemento purificante.

2Vidi pure come un mare di cristallo misto a fuoco; coloro che avevano vinto la bestia, la sua immagine e il numero del suo nome, stavano in piedi sul mare di cristallo.


Hanno cetre divine e 3cantano il canto di Mosè, il servo di Dio, e il canto dell’Agnello:
«Grandi e mirabili sono le tue opere, Signore Dio onnipotente; giuste e vere le tue vie,
Re delle genti! 4O Signore, chi non temerà e non darà gloria al tuo nome? Poiché tu solo sei santo,
e tutte le genti verranno e si prostreranno davanti a te, perché i tuoi giudizi furono manifestati».


5E vidi aprirsi nel cielo il tempio che contiene la tenda della Testimonianza; 6dal tempio uscirono i sette angeli che avevano i sette flagelli, vestiti di lino puro, splendente, e cinti al petto con fasce d’oro. 7Uno dei quattro esseri viventi diede ai sette angeli sette coppe d’oro, colme dell’ira di Dio, che vive nei secoli dei secoli.


8Il tempio si riempì di fumo, che proveniva dalla gloria di Dio e dalla sua potenza: nessuno poteva entrare nel tempio finché non fossero compiuti i sette flagelli dei sette angeli.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


capitolo - 16

1E udii dal tempio una voce potente che diceva ai sette angeli: «Andate e versate sulla terra le sette coppe dell’ira di Dio».

2Partì il primo angelo e versò la sua coppa sopra la terra; e si formò una piaga cattiva e maligna sugli uomini che recavano il marchio della bestia e si prostravano davanti alla sua statua.

La piaga è una malattia, cattiva e maligna; cattiva sta per dolorosa, e maligna per tossica,  che colpisce solo chi ha questo marchio! Penso che sia una specie di allergia da sostanze tossiche contenute nel “marchio” che produca dolori forti e possa produrre anche tumori, temo che potrebbe anche essere un marchio tipo un tatuaggio. Oppure il microchip.

3Il secondo angelo versò la sua coppa nel mare; e si formò del sangue come quello di un morto e morì ogni essere vivente che si trovava nel mare.

Cioè putrido, pieno di batteri, virus ecc.

4Il terzo angelo versò la sua coppa nei fiumi e nelle sorgenti delle acque, e diventarono sangue.

L’acqua si tramuta  in sangue, presenza di qualche battere o alga.(assomigliano alle piaghe d'Egitto!), può essere anche sangue.

5Allora udii l’angelo delle acque che diceva: «Sei giusto, tu che sei e che eri, tu, il Santo,
perché così hai giudicato. 6Essi hanno versato il sangue di santi e di profeti; tu hai dato loro sangue da bere: ne sono degni!». 7E dall’altare udii una voce che diceva: «Sì, Signore Dio onnipotente, veri e giusti sono i tuoi giudizi!».


8Il quarto angelo versò la sua coppa sul sole e gli fu concesso di bruciare gli uomini con il fuoco.

………..chiaro…. 

9E gli uomini bruciarono per il terribile calore e bestemmiarono il nome di Dio che ha in suo potere tali flagelli, invece di pentirsi per rendergli gloria.
Dal sole arrivano bombe di plasma solare  in direzione della terra, e la terra verrà arsa.

10Il quinto angelo versò la sua coppa sul trono della bestia; e il suo regno fu avvolto dalle tenebre. Gli uomini si mordevano la lingua per il dolore 11e bestemmiarono il Dio del cielo a causa dei loro dolori e delle loro piaghe, invece di pentirsi delle loro azioni.


Cosa può far sconvolgere il regno della bestia, di così spaventoso? Durante gli esorcismi satana e i demoni vanno in crisi appena vi è la presenza di una delle persone delle Trinità, degli angeli o/e della Vergine. Il regno della bestia viene sconvolto a causa della presenza di uno di questi soggetti … come’è possibile che il suo regno fu avvolto dalle tenebre, visto che è già il regno delle tenebre?  Di che tenebre si tratta? Gli uomini si mordevano la lingua per il dolore! Qui fa capire bene che si tratta di una specie di possessione collettiva, che alla presenza di Dio manifesta questi sintomi. Si parla delle tenebre in senso rafforzativo, perché il rifermento non è spirituale ma bensì reale.  Il suo regno sarà avvolto dalle tenebre, cioè ci sarà buoi sulla terra, questo intende dire... 

12Il sesto angelo versò la sua coppa sopra il grande fiume Eufrate e le sue acque furono prosciugate per preparare il passaggio ai re dell’oriente.


Viene prosciugatoad opera dell'uomo, il fiume Eufrate.

Poi dalla bocca del drago e dalla bocca della bestia e dalla bocca del falso profeta vidi uscire tre spiriti impuri, simili a rane: 14sono infatti spiriti di demoni che operano prodigi e vanno a radunare i re di tutta la terra per la guerra del grande giorno di Dio, l’Onnipotente.
La triade satanica si prepara mediante questi 3 spiriti demoniaci che radunano i re e capi di stato per la guerra.

15Ecco, io vengo come un ladro. Beato chi è vigilante e custodisce le sue vesti per non andare nudo e lasciar vedere le sue vergogne.
16E i tre spiriti radunarono i re nel luogo che in ebraico si chiama Armaghedòn.

La conosciamo tutti la valle di Armagheddòn in Israele … località di Megiddo(dove sono state combattute molte battaglie).

17Il settimo angelo versò la sua coppa nell’aria; e dal tempio, dalla parte del trono, uscì una voce potente che diceva: «È cosa fatta!». 18Ne seguirono folgori, voci e tuoni e un grande terremoto, di cui non vi era mai stato l’uguale da quando gli uomini vivono sulla terra.

Ci sarà un terremoto spaventoso probabilmente del 12 grado.

19La grande città si squarciò in tre parti e crollarono le città delle nazioni. (nazioni unite)
Gerusalemme si squarcio in tre parti e le città di tutte le nazioni furono rase al suolo. .

Dio si ricordò di Babilonia la grande, per darle da bere la coppa di vino della sua ira ardente. 20Ogni isola scomparve e i monti si dileguarono.
Le isole e i monti scomparvero, perché?

Prima ipotesi: il terremoto fa sprofondare tutto nei mari.
Seconda ipotesi: Il terremoto potrebbe innalzare le terre sommerse (fondali marini), per cui tutto viene reso alla pari, le montagne si abbassano, e i fondali emergono.

21Enormi chicchi di grandine, pesanti come talenti, caddero dal cielo sopra gli uomini, e gli uomini bestemmiarono Dio a causa del flagello della grandine, poiché davvero era un grande flagello.
Dopo il terremoto spaventoso, cade una grandinata tremenda.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


capitolo - 17

Alcuni passaggi di questo capitolo specificano quelli precedenti.

1E uno dei sette angeli, che hanno le sette coppe, venne e parlò con me: «Vieni, ti mostrerò la condanna della grande prostituta, che siede presso le grandi acque.
Identificazione della città definita la prostituta. Che si sviluppa sulle rive di un mare.

2Con lei si sono prostituiti i re della terra, e gli abitanti della terra si sono inebriati del vino della sua prostituzione».  Porta nome femminile!

3L’angelo mi trasportò in spirito nel deserto. perché nel deserto?, ha sicuramente un senso preciso il deserto, indica una zona desolata, una desolazione, vi è un altro riferimento a questo.

Là vidi una donna seduta sopra una bestia scarlatta, che era coperta di nomi blasfemi, aveva sette teste e dieci corna.


La donna come detto è una città, però ha un riferimento curioso, da questo riferimento si capisce che non è solo una città dal nome femminile. Dice infatti seduta sopra la bestia scarlatta … ciò significa che domina la bestia scarlatta. Si parla della bestia scarlatta, il termine scarlatto sta ad indicare il sangue e la regalità del luogo, però dice anche che porta su di se, nomi blasfemi. Dice poi sette teste e dieci corna, cosa sono queste teste e le corna? Le teste più avanti dice che sono colline, e le corna 10 re, ma di che collina parla? Saranno veramente le colline romane? No! Non sono le colline romane. Non sono i sette colli di Roma. Ma la città è a cui fa riferimento è Roma, allora chi sono realmente questi sette colli? O teste? Sono sette soggetti, che rappresentano qualcosa di simile alla bestia scarlatta. Chi sono le dieci corna , sono 10 re, come ben dice, ma questi re chi sono in realtà?

4La donna era vestita di porpora e di scarlatto, adorna d’oro, di pietre preziose e di perle; ” spiega come si presenta questa donna ”Roma apocalittica” vestita di oro, pietre preziose, perle e porpora e scarlatto.  “, teneva in mano una coppa d'oro, colma degli abomini e delle immondezze della sua prostituzione.”  il riferimento alla chiesa è molto diretto! Considerando le ultime battute sulla lobby gay, in Vaticano.
porpora e scarlatto sono due colori tipici di alcuni poteri …  vescovi e a cardinali ….
teneva in mano una coppa d’oro, colma degli orrori e delle immondezze della sua prostituzione.

Coppa d’oro, pare essere quella di riti pagani. Satanici.
 “Sulla fronte aveva scritto un nome misterioso: «Babilonia la grande, la madre delle prostitute e degli abomini della terra». nell’antica Roma le prostitute portavano sulla fronte dei nomi.
un nome misterioso” che tradotto significa babilonia

6E vidi quella donna, ebbra del sangue dei santi e del sangue dei martiri di Gesù.

Interessante la parola ebbra significa ubriaca, mi chiedo perché usare questa parola, che apparirebbe un po’ strana nella notazione relativa al sangue dei martiri e santi, ed invece no! Ubriaca indica che è assuefatta, che ne ha uccisi così tanti, che gli vengono fuori dagli occhi.

Al vederla, fui preso da grande stupore. 7
Perché stupore? Forse perché non si pensa che sia stata capace di tanto!

Ma l’angelo mi disse: «Perché ti meravigli? Io ti spiegherò il mistero della donna e della bestia che la porta, quella che ha sette teste e dieci corna.
” La bestia che hai visto era ma non è più, salirà dall'Abisso, ma per andare in perdizione. “ già questo ci fa capire che la Chiesa subirà la sua distruzione. Però questo passaggio va in contrasto con una nota profezia detta a più non posso da molti,” che le porte degli inferi non prevarranno,” ma stando alle parole dell’apocalisse pare tutto il contrario, quindi su questa frase c’è da chiedersi di quale chiesa parlava? Sicuramente le porte degli inferi non prevarranno sulla chiesa di Dio, cioè sul paradiso.  (Naturalmente se sarà confermata se è la chiesa Babilonia!)

E gli abitanti della terra, il cui nome non è scritto nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo, stupiranno al vedere che la bestia era e non è più, ma riapparirà”. Qui abbiamo diversi discorsi da fare, prima di tutto parla chiaramente che non tutti gli abitanti della terra si salveranno dall’inferno, perché solo alcuni si salveranno e sono coloro che sono iscritti nel libro della vita eterna, fin dalla fondazione del mondo. Certo per fortuna che nessuno di noi sa chi siano, e questo è una cosa molto positiva. Però fa capire chi sono! Cioè coloro che rimarranno meravigliati al vedere la bestia che era e non è più, ma riapparirà, come già spiegato in altra nota, quella della traduzione del 666.

Le sette teste sono i sette monti sui quali è seduta la donna.
Sette monti, ci sono diverse città oltre Roma ad avere 7 colline sulle quali è fondata la città, però è  molto probabile che tutti i riferimenti indichino proprio Roma..

E i re sono sette: 10i primi cinque sono caduti; uno è ancora in vita, l’altro non è ancora venuto e, quando sarà venuto, dovrà rimanere per poco.
11La bestia, che era e non è più, è l’ottavo re e anche uno dei sette, ma va in perdizione
L’ottavo Re e uno dei sette …  la bestia che era e non è più.  Il sesto re è l’ottavo!


 “Le dieci corna che hai viste sono dieci re, i quali non hanno ancora ricevuto un regno, ma riceveranno potere regale, per un'ora soltanto insieme con la bestia”. Chi sono questi 10 re? Dice “non hanno ancora ricevuto un regno,” cioè significa che il regno non c’è l’hanno! “ma riceveranno potere regale”, pur non avendo un regno! Quindi sono 10 soggetti veri umani. Non hanno regno, ma avranno potere di Re per un breve periodo, potrano governare. Quindi la bestia conferirà loro potere regale, su un regno che non gli appartiene.  Ma di quale regno parla? Il regno rappresentato da un dominio non di natura politica.


“Questi hanno un unico intento: consegnare la loro forza e il loro potere alla bestia”.  Il loro intento è quello di concentrare sulla bestia, il potere economico e militare, dei regni assegnati. Praticamente un trasferimento di poteri. La bestia non può farlo di persona ha bisogno di ambasciatori per attuare quest’opera.
“Essi combatteranno contro l'Agnello, ma l'Agnello li vincerà, perché è il Signore dei signori e il Re dei re e quelli con lui sono i chiamati, gli eletti e i fedeli” La frase è chiara essi combatteranno, cioè ci sarà una specie di guerra, contro i figli della luce cioè dell’agnello,  coloro che rimarranno fedeli a Dio.

15E l’angelo mi disse: «Le acque che hai visto, presso le quali siede la prostituta, simboleggiano popoli, moltitudini, nazioni e lingue.

Le acque, popoli, nazioni e lingue, sono le nazioni unite.(NWO) quindi la prostituta siede presso di loro.

 16Le dieci corna che hai visto e la bestia odieranno la prostituta, la spoglieranno e la lasceranno nuda, ne mangeranno le carni e la bruceranno col fuoco.
Perché odieranno la prostituta se è dalla loro parte? Perché essa avrà acquisito un grande potere, e poi diverrà un problema e dovrà essere eliminata.

Prostituirsi, non significa solo avere rapporti sessuali,con chiunque, ma anche vendere se stessi, cioè la politica, l’economia, la religione, cedere hai compromessi, vendere i popoli e i loro beni, ecc.

17Dio infatti ha messo loro in cuore di realizzare il suo disegno e di accordarsi per affidare il loro regno alla bestia, finché si compiano le parole di Dio.

18La donna che hai visto simboleggia la città grande, che regna sui re della terra».
Quale sarà la grande città che regna sui Re della terra?  Roma!?
(I sette colli potrebbero non essere esattamente delle montagne ma bensì dei culti religiosi.)



capitolo - 18

1Dopo questo, vidi un altro angelo discendere dal cielo con grande potere, e la terra fu illuminata dal suo splendore.2

Questa parte ricorda molto quando satana fu precipitato sulla terra, Gesù cosa dice a tal proposito? “vidi satana cadere come folgore dal cielo” Bene, ora sappiamo che quello che è caduto era un meteorite molto grande che produceva una scia simile a quella di una folgore. In questo capitolo 18,1  invece si legge che un angelo possente scenderà sulla terra con grande potenza e la illuminerà, questo fa capire che si parla di una angelo reale, ma nella sua manifestazione fisica, sarà un corpo celeste che a contatto con l’atmosfera esploderà producendo una bagliore enorme che annuncia la caduta di Babilonia.  Lo stesso angelo invita i seguaci di Gesù a uscire da Babilonia. 

Gridò a gran voce:
Il grido potrebbe essere inteso nel senso fisico come un suono simile ad grido.
«È caduta, è caduta Babilonia la grande, ed è diventata covo di demoni, rifugio di ogni spirito impuro, rifugio di ogni uccello impuro e rifugio di ogni bestia impura e orrenda. Perché tutte le nazioni hanno bevuto del vino della sua sfrenata prostituzione, i re della terra si sono prostituiti con essa e i mercanti della terra si sono arricchiti del suo lusso sfrenato».

 "bevuto del vino" in questa terminologia del vino, si cela un senso ben preciso, l'articolo usato non specifica un certo tipo di vino, ma del vino qualsiasi, intendo dire che nella coppia non si porrà il vino "di cristo" cioè il suo sangue ma un vino diverso, per quello dice "Del Vino" e non il vino.  
Quindi c'è da chiedersi che vino s'intende e di quale tipo e specie... vediamo di capirlo . Il vino nella tradizione cristiana è il sangue di Cristo. Sappiamo che Gesù metteva nella coppa quando doveva benedire il pane e il vino solo il vino, non anche l'acqua, questa tradizione è venuta poi molto dopo gli apostoli stessi, Gesù quando tramuta l'acqua in vino da un chiaro segnale, che nella coppa non ci deve stare l'acqua ma solo il vino. Che poi la tradizione Cristiana ha posto acqua e vino assieme è un altro paio di maniche perché in qualche modo dice, dato che dal suo costato è uscito sangue e acqua la chiesa ricorda con quell'evento il martirio di Gesù, per cui ha deciso di mescolare il vino all'acqua, ma io credo che questo sia stato un grosso errore, perché Gesù fa capire anche in altre parabole che il vino deve essere annacquato, come dire che il sangue non deve essere diluito, o è tutto sangue o non lo è, non una via di mezzo.  Credo di poter dire che il vino di cui si parla nel pezzo sia proprio questo, la mistura tra acqua e vino, anche se la chiesa lo considera come sangue e acqua uscito dal costato di Gesù, ma io penso invece che il vino alterato sia proprio questo, "del vino" il fatto di dire anche che la meretrice siede presso grandi acque si capisce che si parla di molti popoli e lingue, è logico e connaturato, ma quando dei che è ebbra del sangue dei santi, si comprende che si riferisce direttamente al sangue di Cristo, non al mix di acqua e vino, ma solo la vino puro, e corposo come  e simile a sangue. Quindi penso che sia un analogia per identificare che le acque(popoli) con cui la chiesa(vino) si sarebbe mescolata, avrebbe causato a lei la sua dipartita, la sua fine, ovviamente si comprende che non si parla della chiesa universale, intensa chiesa di Cristo, ma della chiesa degli uomini, quella chiesa che avrebbe mescolato le acque(popoli) con il vino(chiesa), cioè avrebbero mescolato il santo(chiesa-vino) con il profano(popoli-acque), quando riferisce alla sua fornicazione, fa proprio questa analogia, parla della prostituzione che la chiesa(del vino) si sarebbe data al mondo(delle acque) ecco cosa realmente intende, la nuova chiesa con il nuovo rito, avrebbe mescolato l'acqua dei popoli, con il vino dei santi, ottenendo per tale ragione un vino annacquato, che altro non è che il vino definito dal passo "del vino" i santi non sono intensi come i santi morti, non ci confondiamo ma i santi sono in realtà il popolo santo di Dio cioè i sacerdoti in vita che rispettano e seguono Cristo, cioè la chiesa, vera e propria che si è lasciata conquistare dal mondo, questo sta a significare il passo, la chiesa di Cristo che tradisce il suo Dio, dalla quale nasce e spunta una nuova chiesa, parallela a quella che ancora regge, ma che verrà tentata, cioè gli eletti. Quindi è ovvio dire il VII, dopo, ma io credo anche prima, a intervalli. e penso che il VII sia stata la punta dell'Iceberg, cioè la ciliegina sulla torta la realizzazione e il compimento di una lunga opera distruzione che si è perpetrata hai danni della Chiesa di Cristo ad opera di genti e di popoli atei e pagani che l'hanno trasformata e cambiato il suo vertice pian piano nel tempo, appunto creando una seconda chiesa, nell'apparenza più potente e forte, quindi piena d'oro, di bisso, porpora, di scarlatto, di cocchi, etc. Quindi penso che la chiesa avrebbe dovuto mantenere un calice solo riempito di con del Vino e non mescolato all'acqua , anche se essa ha pensato che fosse bene fare così, per ricordo alla crocifissione. Proprio perché Cristo quando benediceva usava solo vino, e non acqua e vino, guardiamo le nozze di Cana, tramuta l'acqua in vino e da quello agli sposi non una mescolanza dei due.

Ritengo che la Chiesa faccia un errore, quando considera il mescolamento tra acqua e sangue che sono usciti dal costato di Cristo, ovvio che si sono mescolati, ma quando Cristo era vivo, acqua e sangue non si mescolavano, il mescolarsi fu una conseguenza diretta della ferita, non fu una volontà di Cristo, quindi è riferito solo al momento della trafissione. 

Quindi la meretrice offre al mondo un calice ricolmo degli abomini della terra e della sua sfrenata prostituzione, quindi l'uso di mescolare acqua(popoli) e vino (chiesa) è intenso proprio in questo senso, la prostituzione deriva dal unirsi carnalmente con popoli e razze di tutti i tipi, questo è intenso come senso reale, ma parallelamente il pensare che il calice dovesse essere una fusione di acqua e vino, in ricordo della crocifissione secondo me è sbagliato, perchè dar da bere.. s'intende che propina una parola non conforme alla parola di Cristo, la chiesa non di Cristo, ma che era di Cristo unita con il pensiero del mondo(acque), somministra al mondo un veleno e non l'opera santa. In pratica la Chiesa non di Cristo, amministra una legge camuffata, fatta passare come parola di Cristo, mi pare che ci siamo in pieno. Basta vedere cosa sta facendo Bergoglio! 

Il discorso più importante qui è l'immagine figurativa del calice, o coppa, o vaso questo elemento non indica un vero calice, o coppa, ma è riferito al senso di assunzione su di se, di prendersi carico di qualcosa, Gesù in Zebedeo(20,22) fa un riferimento proprio al calice che lui prende su di se, questo è il calice dei peccati, che lui pone sulle spalle per togliere gli stessi al genere umano, si fa carico dei peccato dell'umanità,  poi però sempre nello stesso passo Zebedeo(20,22) dice che porterà il suo calice questo non lo stesso calice, questo ha un senso diverso, questo è il calice della vita eterna, cioè della rigenerazione o risurrezione, quindi il termine calice a seconda del contesto dove è posto può prendere diverso significato.  Nel caso specifico del calice dove la meretrice mesce acqua e vino, ha un senso diverso anche se affine, perchè essa beve la sua condanna, cioè assume in se la morte, assume su di se il peccato, fa capire che chi prende parte a questa falsa Chiesa non vine perdonato e in esso rimane il peccato, ma il calice dove si mescolano i popoli e la chiesa assieme in atto di prostituzione, è riferito precisamente al peccato in s'è stesso, come dire che questa falsa chiesa ha aperto un destino distruttivo, nel quale versa la sua condanna, quindi gli abomini, la prostituzione, ecc, quindi questo non è un vero calice, ma l'unione tra corpo carnale del consacrato con il corpo pagano del popolo intenso però com satanico. Cioè l'unire il Santo con il peccato, questo è il vero senso della questione, quindi il calice diviene l'elemento di unione , si mescolano gli elementi come nella fucina si fonde il ferro con il carbonio per fare l'acciaio, è la stessa cosa, il calice è solo un simbolo per intendere l'azione, il destino, assunzione, creazione, un ambiente, un elemento dove si mescolano le parti, io dire che è intenso come cervello, nel calice si pongono e si prendono le decisioni, acqua e olio sono immiscibili, mentre vino e acqua si. In sostanza potremo dire che in il termine generico per la sacra scrittura di  calice è la decisione. Quando per esempio Gesù parla dell'amaro calice è riferito alla decisione. Il calice è riferito come il pensiero=cervello, ma in senso spirituale il calice è l'anima, quindi il senso del calice in questo passo dell'apocalisse è riferito all'unione dell'anima santa con il peccato, cioè dannare l'anima. Quindi il calice della meretrice è il calice della dannazione, questo è il senso vero, la volontà, il pensiero, la decisione, quindi corrompere il santo o l'eletto in dannato, quindi mescere. Non si può unire dice il passo Apocalittico il santo=vino con il popolo=acqua. Nel calice di Cristo va messo il solo il vino=santo-sacerdoti, apostoli, perchè l'ultima cena Cristo non ha usato acqua ma solo Vino e Pane, non vino, pane e acqua. 




4E udii un’altra voce dal cielo «Uscite, popolo mio, da essa, per non associarvi ai suoi peccati
e non ricevere parte dei suoi flagelli.

Questa frase potrebbe indicare qual è la città! Parla del popolo di Gesù! Uscite sta ad indicare che vi è ancora una parte del popolo di Gesù fedele a Lui.


Questo uscire ha un senso reale di divisione, la chiesa rimasta veramente legata a Cristo, deve separarsi, come dice in questo passo, non può essa rimare sotto lo stesso tetto, altrimenti il rischio che anche il buono, possa divenire cattivo, è concreto, questo è quello che dice il passo, la voce dice ci sia lo scisma, in pratica dice questo. ci sia la separazione tra buoni e cattivi, in modo che sia visibile la differenza tra le due Chiese. 

5Perché i suoi peccati si sono accumulati fino al cielo e Dio si è ricordato delle sue iniquità.
6Ripagàtela con la sua stessa moneta, retribuitela con il doppio dei suoi misfatti.
Versàtele doppia misura nella coppa in cui beveva.Quanto ha speso per la sua gloria e il suo lusso, tanto restituitele in tormento e afflizione.



Qui dice che Dio da l'ordine di tormentare questa chiesa non chiesa, dopo che però il popolo dei veri santi sia uscita da essa. 


Poiché diceva in cuor suo:
“Seggo come regina, vedova non sono e lutto non vedrò”.

Seggo come regina …. Cioè  siedo e domina come una regina!
Perché dice vedova non sono? Semplice perché dopo aver tradito il suo sposo, ha trovato qualcun altro, con cui prostituirsi, quindi dice lutto non vedrò, indica che sa bene che lo sposo non è morto, quindi non vedrà mai lutto. E ciò significa che ha molti spasimanti!

8Per questo, in un solo giorno, verranno i suoi flagelli: morte, lutto e fame.
Sarà bruciata dal fuoco, perché potente Signore è Dioche l’ha condannata».
9I re della terra, che con essa si sono prostituiti e hanno vissuto nel lusso, piangeranno e si lamenteranno a causa sua, quando vedranno il fumo del suo incendio, 10tenendosi a distanza per paura dei suoi tormenti, e diranno:


«Guai, guai, città immensa,
    dato che sorge su 7 montagne, non ce ne sono tante … immensa riferito al tempo dell’Impero Romano è chiaro.


Babilonia, città possente;  il termine possente da l’idea di grandiosità, magnificenza e storia antica , ma anche che possiede mura.
in un’ora sola è giunta la tua condanna!».

Verrà distrutta in un ora!  Cos’è che può distruggerla in un ora? Un incendio, ma non certo un incendio normale.

11Anche i mercanti della terra piangono e si lamentano su di essa, perché nessuno compera più le loro merci: 12i loro carichi d’oro, d’argento e di pietre preziose, di perle, di lino, di porpora, di seta e di scarlatto; legni profumati di ogni specie, oggetti d’avorio, di legno, di bronzo, di ferro, di marmo; 13cinnamòmo, amòmo, profumi, unguento, incenso, vino, olio, fior di farina, frumento, bestiame, greggi, cavalli, carri, schiavi e vite umane.


14«I frutti che ti piacevano tanto si sono allontanati da te; tutto quel lusso e quello splendore
per te sono perduti e mai più potranno trovarli».15I mercanti, divenuti ricchi grazie a essa, si terranno a distanza per timore dei suoi tormenti; piangendo e lamentandosi, diranno: 16«Guai, guai, la grande città, tutta ammantata di lino puro, di porpora e di scarlatto, adorna d’oro, di pietre preziose e di perle!

Curiosa la scelta dei colori e tessuti … lino, porpora, scarlatto… decorata con oro, pietre e perle.

17In un’ora sola tanta ricchezza è andata perduta!». Tutti i comandanti di navi, tutti gli equipaggi, i naviganti e quanti commerciano per mare si tenevano a distanza 18e gridavano, guardando il fumo del suo incendio: «Quale città fu mai simile all’immensa città?».  

Una città di mare. E’ una città storica.
19Si gettarono la polvere sul capo, e fra pianti e lamenti gridavano: «Guai, guai, città immensa,
di cui si arricchirono quanti avevano navi sul mare: in un’ora sola fu ridotta a un deserto!


20Esulta su di essa, o cielo, e voi, santi, apostoli, profeti, perché, condannandola, Dio vi ha reso giustizia!».


21Un angelo possente prese allora una pietra, grande come una mola, e la gettò nel mare esclamando:
Vediamo di capire:

Dice:” prese una pietra grande come una mola”, per noi uomini una mola è piccola come pietra, ma per le dimensioni di un possente angelo le cose cambiano, visto che proporzionalmente di un angelo del genere è più grande di una montagna.  Quando si legge che la terra funge da sgabello per i piedi di Dio, si capisce la dimensione fisica di Dio.  Nello sgabello abbiamo una proporzione.
Ma andiamo avanti, “la getto nel mare” dice dove il meteorite cadrà, nel mare . Poi fa un paragone dicendo “con la stessa violenza precipiterà babilonia” altro paragone!  Paragona alla potenza della caduta di una mola, piccolo meteorite, con la potenza distruttiva che colpirà Babilonia. Ma ci fa capire anche come la  città sparirà: “ sarà precipitata” cioè sprofonderà, quindi quello che causerà la distruzione di Babilonia non sarà un meteorite, ma un potentissimo terremoto che farà sprofondare babilonia, e in quel luogo non sorgerà mai più.  Ci fanno capire che la potenza del terremoto sarà grandissima, prossima o superiore al massimo grado scala Richter e sarà anche un terremoto ondulatorio. Ma ci dice che il terremoto non avverrà sulla terra, ferma ma in mare. Quindi l’onda di propagazione genererà distruzione Tsunami… Se la città sorge su un vulcano, esso la inghiottirà. I due vulcani quiescenti vicino a Roma.


«Con questa violenza sarà distrutta Babilonia, la grande città,  e nessuno più la troverà.

Sparirà dalla faccia della terra. Penso un enorme terremoto che la fa sprofondare.

22Il suono dei musicisti, dei suonatori di cetra, di flauto e di tromba, non si udrà più in te;
ogni artigiano di qualsiasi mestiere non si troverà più in te; il rumore della macina non si udrà più in te; 23la luce della lampada non brillerà più in te; la voce dello sposo e della sposa
non si udrà più in te. Perché i tuoi mercanti erano i grandi della terra e tutte le nazioni dalle tue droghe furono sedotte.

Furono sedotte dalle tue droghe! È inteso in senso metaforico le droghe sono le astuzie con cui ha corrotto il mondo.

24In essa fu trovato il sangue di profeti e di santi e di quanti furono uccisi sulla terra».

In essa fu trovato il sangue di tutti coloro che sono stati uccisi sulla terra, potrebbe essere un riferimento alla città ma intenso come colei che è stata la mandante di tutti quei morti!


I martiri a causa della parola di Gesù, sono sicuramente tanti, se pensiamo tutti coloro che sono morti durante il periodo delle persecuzioni, dei romani, ogni periodo ha avuto i suoi martiri e i suoi santi, profeti. Il tempo non è ancora finito! È probabile che sia confermata Roma!

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

capitolo - 19

1Dopo questo, udii come una voce potente di folla immensa nel cielo che diceva:
«Alleluia! Salvezza, gloria e potenza sono del nostro Dio, 2perché veri e giusti sono i suoi giudizi.
Egli ha condannato la grande prostituta che corrompeva la terra con la sua prostituzione,
vendicando su di lei il sangue dei suoi servi!».


3E per la seconda volta dissero: «Alleluia! Il suo fumo sale nei secoli dei secoli!».
4Allora i ventiquattro vegliersi e i quattro esseri viventi si prostrarono e adorarono Dio, seduto sul trono, dicendo: «Amen, alleluia». 5Dal trono venne una voce che diceva:
«Lodate il nostro Dio, voi tutti, suoi servi, voi che lo temete, piccoli e grandi!».


6Udii poi come una voce di una folla immensa, simile a fragore di grandi acque e a rombo di tuoni possenti, che gridavano:
«Alleluia!


Ha preso possesso del suo regno il Signore, il nostro Dio, l’Onnipotente.
7Rallegriamoci ed esultiamo,  rendiamo a lui gloria, perché sono giunte le nozze dell’Agnello;
la sua sposa è pronta: 8le fu data una veste di lino puro e splendente».
La veste di lino sono le opere giuste dei santi.


9Allora l’angelo mi disse: «Scrivi: Beati gli invitati al banchetto di nozze dell’Agnello!». Poi aggiunse: «Queste parole di Dio sono vere». 10Allora mi prostrai ai suoi piedi per adorarlo, ma egli mi disse: «Guàrdati bene dal farlo! Io sono servo con te e i tuoi fratelli, che custodiscono la testimonianza di Gesù. È Dio che devi adorare.

Infatti la testimonianza di Gesù è lo Spirito di profezia».

11Poi vidi il cielo aperto, ed ecco un cavallo bianco; colui che lo cavalcava si chiamava Fedele e Veritiero: egli giudica e combatte con giustizia.

Indica che Gesù combatte con giustizia nel senso che non è uguale agli uomini che uccidono senza senso, egli lo fa sapendo chi colpire. Fedele e veritiero cioè è colui che ha la verità, la fede e la giustizia.

12I suoi occhi sono come una fiamma di fuoco, ha sul suo capo molti diademi; porta scritto un nome che nessuno conosce all’infuori di lui. 13È avvolto in un mantello intriso di sangue e il suo nome è: il Verbo di Dio.

Gli occhi indicano la presenza di Dio Padre, è un Imperatore,il manto è quello del martirio!
14Gli eserciti del cielo lo seguono su cavalli bianchi, vestiti di lino bianco e puro.
15Dalla bocca gli esce una spada affilata, per colpire con essa le nazioni.
La spada affilata è intensa la Verità!
Egli le governerà con scettro di ferro e pigerà nel tino il vino dell’ira furiosa di Dio, l’Onnipotente.
C’è un altro passaggio che allude allo scettro di ferro.
16Sul mantello e sul femore porta scritto un nome: Re dei re e Signore dei signori.

17Vidi poi un angelo, in piedi di fronte al sole, nell’alto del cielo, e gridava a gran voce a tutti gli uccelli che volano: 18«Venite, radunatevi al grande banchetto di Dio. Mangiate le carni dei re, le carni dei comandanti, le carni degli eroi, le carni dei cavalli e dei cavalieri e le carni di tutti gli uomini, liberi e schiavi, piccoli e grandi».

Qui non fa distinzione di nessuno …

19Vidi allora la bestia e i re della terra con i loro eserciti, radunati per muovere guerra contro colui che era seduto sul cavallo e contro il suo esercito.

20Ma la bestia fu catturata e con essa il falso profeta, che alla sua presenza aveva operato i prodigi con i quali aveva sedotto quanti avevano ricevuto il marchio della bestia e ne avevano adorato la statua. Ambedue furono gettati vivi nello stagno di fuoco, ardente di zolfo. 21Gli altri furono uccisi dalla spada che usciva dalla bocca del cavaliere; e tutti gli uccelli si saziarono delle loro carni.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


capitolo- 20 

Gesù specifica un concetto importante che la chiesa dovrebbe ben tener presente prima di  sentenziare cosa sia giusto credere o non credere , considerare o non considerare vero o falso!
cap 22, 18. A chiunque ascolta le parole della profezia di questo libro io dichiaro: se qualcuno vi aggiunge qualcosa, Dio gli farà cadere addosso i flagelli descritti in questo libro; 19e se qualcuno toglierà qualcosa dalle parole di questo libro profetico, Dio lo priverà dell’albero della vita e della città santa, descritti in questo libro.

La medesima cosa vale se qualcuno crederà o non crederà a quello che contiene.
A me, non interessa sapere quando saranno i 1000 anni, perché questo lo sa solo Dio. Però se nel testo vi è questa parte, perché non prenderla in considerazione se essa esiste, vi sarà pure una ragione, ma se si elimina una parte allora tutto può essere eliminato, e tutto può essere opinabile, non sono nessuno per poter dire questo è giusto e questo non lo è. Non sono Do, come nessuno è Dio! Per tanto quello che è scritto lo considero vero, perché parola di Dio. Se qualcuno conosce una parola superiore a quella di Dio, mi faccia sapere che valuterò!
1E vidi un angelo che scendeva dal cielo con in mano la chiave dell’Abisso e una grande catena. 
Può essere un rifermento ad un corpo celeste..oltre che ad un angelo.

Afferrò il drago, il serpente antico, che è diavolo e Satana, e lo incatenò per mille anni; lo gettò nell’Abisso, lo rinchiuse e pose il sigillo sopra di lui, perché non seducesse più le nazioni, fino al compimento dei mille anni,
 
qui si capisce…
dopo i quali deve essere lasciato libero per un po’ di tempo. 
dopo i 1000 anni verrà liberato di nuovo … per provare ancora l’umanità . 

4Poi vidi alcuni troni - a quelli che vi sedettero fu dato il potere di giudicare - e le anime dei decapitati a causa della testimonianza di Gesù e della parola di Dio, e quanti non avevano adorato la bestia e la sua statua e non avevano ricevuto il marchio sulla fronte e sulla mano.

Chi sono coloro che siedono sui troni e giudicano? Probabilmente coloro che avranno saputo resistere più di altri, alle torture e avranno accumulato un tesoro maggiore in cielo. 

 Essi ripresero vita e regnarono con Cristo per mille anni;  qui Gesù li fa risorgere!
 E vivono con Lui per 1000 anni, sulla terra come viventi. Quelli che riprendono vita sono coloro che giudicano e siedono sui troni. 

5gli altri morti invece non tornarono in vita fino al compimento dei mille anni.
 
Qui c’è una differenza, evidentemente ci sono due modi diversi di concepire  la santità, ci sono santi di serie A e serie B, lo si capisce da quello che qui è scritto. Dopo tutto è anche giusto, perché non tutti i santi sono perfetti come noi crediamo, probabilmente sono soggetti che hanno creduto ma evidentemente hanno anche avuto delle debolezze per cui si sono salvati per altre ragioni.  Tornano in vita dopo i 1000 anni. 

“Questa è la prima risurrezione.”

Questo pezzo fa capire che non esiste nessuna ascensione dentro ad astronavi, come molti credono! ma che bisogna che ci sia la morte, perché solo con l’atto finale di massima prova, che Dio vedrà, chi è degno e chi non lo è, e chi di essere salvato! 

 6”Beati e santi quelli che prendono parte alla prima risurrezione.”
 
Ecco qui lo dice, bisogna sacrificarsi per Dio, per la sua causa, altrimenti non si diventerà santi e beati, praticamente chiede un atto sacrificale simile a quello di suo Figlio Gesù. Allora si riceverà la prima risurrezione. 


“Su di loro non ha potere la seconda morte”,

La seconda morte, non può aver presa su coloro che verranno risuscitati nella prima morte! Ovvio!
La seconda morte cos’è?  È la morte dell’anima! 

 “ma saranno sacerdoti di Dio e del Cristo, e regneranno con lui per mille anni.”

Se la prima è la morte del corpo, la seconda è quella dell’anima.
Se un soggetto viene resuscitato dopo la prima morte, non può più morire nella seconda.
Questo ci fa capire che i morti resuscitati alla prima morte, vivranno in eterno carnalmente, fintanto che poi Dio non decida diversamente.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Il nostro destino del tempo presente si compirà fino a questo punto, il restante riguarda un tempo lontano di cui noi non avremo sentore … 
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

7Quando i mille anni saranno compiuti, Satana verrà liberato dal suo
 carcere ( ribadisce il concetto espresso poco sopra)
8e uscirà per sedurre le nazioni che stanno ai quattro angoli della terra,
qui fa capire che in 1000 anni o più, le nazioni abiteranno tutte le terre, non intende dire solo la terra … come dire  4 angoli dell’universo è la stessa cosa. La terra non possiede angoli, per cui indica l’esterno del pianeta.
 Gog e Magòg? Sono popolazioni dell’Asia, favoleggiate e contenute sia nella Bibbia che nel Corano(anche se ritengo che dato che il Corano viene molto dopo la Bibbia, è possibile che qualche influenza sulla sua stesura ci sia stata),  e riprese nell’apocalisse ma secondo me con connotazioni diverse, però simili come significato cioè sono popoli dalla caratteristiche aggressive e violente, simili a demoni, forse hanno qualcosa a che vedere con l’antica babilonia e i loro popoli feroci, pare quasi che quelle genti siano quasi destinate a rimane sotto il dominio di satana. Come se il diavolo fosse possessore di quelle terre.
e radunarle per la guerra: il loro numero è come la sabbia del mare.
 La sabbia del mare non si può contare  e la terra non li contiene, significa che provengono da ogni dove, forse anche non terrestre.

9Salirono fino alla superficie della terra e assediarono l’accampamento dei santi e la città amata. Ma un fuoco scese dal cielo e li divorò.
 10E il diavolo, che li aveva sedotti, fu gettato nello stagno di fuoco e zolfo, dove sono anche la bestia e il falso profeta: saranno tormentati giorno e notte per i secoli dei secoli.
11E vidi un grande trono bianco e Colui che vi sedeva. Scomparvero dalla sua presenza la terra e il cielo senza lasciare traccia di sé.
 

Qui la terra e il suo cielo scompare letteralmente , viene eliminata dalla faccia dell’universo.

12E vidi i morti, grandi e piccoli, in piedi davanti al trono. E i libri furono aperti. Fu aperto anche un altro libro, quello della vita. I morti vennero giudicati secondo le loro opere, in base a ciò che era scritto in quei libri. 13Il mare restituì i morti che esso custodiva, la Morte e gli inferi resero i morti da loro custoditi e ciascuno venne giudicato secondo le sue opere. 14Poi la Morte e gli inferi furono gettati nello stagno di fuoco. Questa è la seconda morte, lo stagno di fuoco. 1

Cosa ci fa capire questo pezzo, che all’apparenza ci dice tutto sommato poco, però non è così, vediamo un po’?

Il Signore non resuscita i morti, li fa emergere da dove si trovano e si presentano tutti innanzi a Lui, per essere giudicati, ma cosa avviene dopo il giudizio, la seconda morte, in pratica i morti che giacciono fin d’ora nell'inferno o dovunque siano, non hanno subito ancora la seconda morte, cioè sono morti carnalmente ma la loro anima non è stata ancora condannata, ciò potrebbe far capire che per qualcuno forse potrebbe esserci vagamente uno spiraglio di salvezza, perché se fossero stati giudicati fin da principio già alla seconda morte, cioè quella dell’anima, nessuno sarebbe stato giudicato, per cui, c’è uno spiraglio di salvezza, credo che la questione sia stata messa in questo modo per tentare in extremis di vedere chi è salvabile delle anime che sono presso le dimore eterne e che verranno presentate innanzi a Dio per il giudizio finale, si perché anche l’inferno è una dimora eterna, perché le anime e gli spiriti li dentro rimangono eternamente. Considerando il fatto, sicuramente le anime in quella condizione che si trovano soffrono, che sia in purgatorio o all'inferno ma soffrono, può essere che questa sofferenza in qualche modo serva, ma io questo non lo posso dire e non lo so! Ma non per questo qualcuno pensi e dica, beh se finisco all'inferno magari mi salvano, non facciano conto di questo discorso errato, perché è rischioso, meglio essere come Gesù ci vuole piuttosto che agire nel male sulla terra, rischiate di finire più vicino al paradiso anziché all'inferno.
Quindi con il giudizio universale si ha o la salvezza eterna o la morte eterna, cioè quella dell’anima!

5
E chi non risultò scritto nel libro della vita fu gettato nello stagno di fuoco. 
Qui fa capire che è già tutto scritto! Siamo solo noi che non sappiamo chi è iscritto e chi no!
Per cui tutti possono ambire di entrare, ma solo Dio sa chi entrerà, ma non ci verrà detto!.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°



dell’Apocalisse - 21


1E vidi un cielo nuovo e una terra nuova: il cielo e la terra di prima infatti erano scomparsi e il mare non c’era più. 2

Questa descrizione sembra che dica che la terra e ciò che contiene sparisce si dissolve..
Ma dice di più, Dio crea un nuovo mondo un nuovo cielo, quindi da la possibilità agli esseri umani di continuare la vita sulla terra. Ma non a tutti, solo a quelli che saranno resuscitati e ai resuscitati che sono ancora in vita, cioè quelli che hanno già passato i 1000 anni …

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Vorrei farvi notare una cosa curiosa, dopo la creazione di Adamo e Eva i nostri progenitori erano certamente immortali, finché il diavolo non li tenta e li fa cadere nel peccato! Perdono per tanto la loro immortalità perché il peccato, agisce distruggendo questa possibilità!

Adamo ed Eva avevano 930 anni..
Set 930 anni
Enos 905 anni
Enoc 365 anni.
Matusalemme 969 anni.
Mi fermo qui …. È solo per far capire qualcosa …


Ipotesi un pò fanatasiosa:
Ora cosa accade osservate bene, termina la vicenda con il ritorno di Gesù e degli apostoli, vengono resuscitati una parte i migliori, che dominano il mondo per 1000 anni …

Questi futuri genitori saranno immortali, ma questo mondo sarà ripopolato da famiglie di costoro, se ogni anno, questi possono generare figli per 1000 anni la terra sarebbe piena di figli immortali tanto da scoppiare, molto più di ora, non è una cosa realizzabile è possibile certamente, ma tecnicamente irreale anche sul piano dell’immortalità, visto che il pianeta è piccolo e non è immenso come potrebbe essere Giove. Non sappiamo quanti esseri umani verranno resuscitati ma sicuramente almeno 3000 sicuri … Allora dobbiamo ipotizzare un scenario verosimile.
Molto probabilmente solo i capostipiti avranno la possibilità di rimanere in vita 1000 anni ed oltre per l’eternità, anche perché solo loro hanno dimostrato di essere degni di tanto, di conseguenza i loro figli via, via, nel tempo perderanno la capacità di vivere a lungo, anche se prima che si esaurisca la carica dell’immortalità dei padri, ci vorranno 1000 anni. Per cui i primi figli vivranno 999 anni, i secondi 888 e via di seguito fino stabilizzare una età media. Probabilmente simile a quella attuale attorno ai 100anni. Come noterete anche in origine accadde ciò, e come potete vedere la questione si ripete … quando poi ci sarà, la nuova liberazione di Satana che ripeterà nello stesso modo il suo operato sull’umanità in quel momento esistente, con lo scontro finale, l’umanità sarà tentata e posta di nuovo nella prova, e solo le primizie saranno tenute. Quelli che erano resuscitati all’inizio, non hanno problemi perché rimarranno tali e saranno intoccabili, mentre l’azione di satana agirà sui figli, i nipoti e ecc che sono stati generati nei 1000 anni.  Ci dice Dio che crea una terra nuova, e che al momento della guerra ha distrutto satana  definitivamente e incarcerato … darà la terra nuova ai resuscitati nuovi e la progenie continua … come dire … il parallelismo
Terra della genesi, la prima origine … la terra finisce il suo percorso, viene distrutta …. si genera una nuova terra … e il ciclo ricomincia …

Ora la domanda è questa secondo voi … potrebbe essere che in passato, prima, della creazione di Adamo ed Ave, si fosse già verificato lo stesso sistema? Quante volte non si sa! È plausibile pensare che possa essere un sistema, per rigenerare la razza umana, che arrivando ad un limite nella sua natura distruttiva deve essere fermata prima che essa di autodistrugga?  Per ipotesi, e se fosse vagamente vero, secondo voi dove potevamo abitare? Ricordate il testo della Genesi, quando i due progenitori vagano fuori dall’Eden, trovano altri popoli, chi sarebbero?  

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Piccola nota riflessiva …

In questo momento storico siamo un in immensa confusione mondiale, dove anche gli eventi terrestri e cosmici appaiono caotici, cosa che non è, siamo solo noi in confusione, o meglio dire una buona parte dell’umanità lo è! La storia raccontata in apocalisse è reale, solo che mediata da un velo di mistero che cela delle verità reali e concrete, che si sono manifestate, si stanno manifestando e si manifesteranno nel divenire. L’apocalisse è completa fintato che Dio non la completa! Il problema non sono gli eventi che stanno per sopraggiungere, per quanto distruttivi possano essere, ma il problema sta in altro fattore, nel fatto che noi o meglio dire loro, quelli che ci obbligano a credere ad un verità diversa da quella che Gesù ha tramandato con le sue parole, veniamo imbrigliati in un aspetto psicologico fin dalla nostra nascita e indotti a rimanere intrappolati in una condizione particolare e poi continuiamo a credere che loro abbiamo ragione, ci convinciamo che sia quella la verità, una verità che nasconde la verità vera! Se si cogliesse veramente il vero senso della parola vera di Gesù! Voi vedreste la realtà per quella che è, non per quella che vi viene mostrata. Loro imbrigliano il mondo impedendo che l’anima si fonda con la mente; allora sareste in grado di fare anche quello che Gesù faceva, Gesù lo dice mi supererete, ma perché non lo superiamo? Chi lavora le menti umane, chi non vuole che l’umanità si salvi? Chi sta controllando da secoli l’umanità? Perché così poca parte dell’umanità riesce a superare il confine? Perché solo pochi superano se stessi? Ma Dio vuole tutti con se, ci vuole tutti nel Suo Regno, ma allora chi osteggia Dio, nel suo piano salvifico? Il mondo è schiavo di se stesso! Ritrovate l’origine! Riappropriatevi del mistero, esso non appartiene a pochi, ma tutti!
Voi direte satana ci rende schiavi, se l’uomo non ci fosse, satana sarebbe schiavo solo di se stesso! Satana contribuisce, ma non per sua volontà diretta, ma per volontà loro!
Togliete dalla parola, la parola inopportuna e capirete!

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

E vidi anche la città santa, la Gerusalemme nuova, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. 

 In questo momento compare la città di Dio!

3Udii allora una voce potente, che veniva dal trono e diceva:
«Ecco la tenda di Dio con gli uomini!
Egli abiterà con loro
ed essi saranno suoi popoli
ed egli sarà il Dio con loro, il loro Dio.
4E asciugherà ogni lacrima dai loro occhi
e non vi sarà più la morte
né lutto né lamento né affanno,
perché le cose di prima sono passate».

5E Colui che sedeva sul trono disse: «Ecco, io faccio nuove tutte le cose». E soggiunse: «Scrivi, perché queste parole sono certe e vere». 6

Distruzione e creazione di un nuovo mondo!
E mi disse:
«Ecco, sono compiute!
Io sono l’Alfa e l’Omèga,
il Principio e la Fine.
A colui che ha sete
io darò gratuitamente da bere
alla fonte dell’acqua della vita.
7Chi sarà vincitore erediterà questi beni;
io sarò suo Dio ed egli sarà mio figlio.

8Ma per i vili e gli increduli, gli abietti e gli omicidi, gli immorali, i maghi, gli idolatri e per tutti i mentitori è riservato lo stagno ardente di fuoco e di zolfo. Questa è la seconda morte».

come già detto la morte dell'anima!

9Poi venne uno dei sette angeli, che hanno le sette coppe piene degli ultimi sette flagelli, e mi parlò: «Vieni, ti mostrerò la promessa sposa, la sposa dell’Agnello». 

10
L’angelo mi trasportò in spirito su di un monte grande e alto, e mi mostrò la città santa, Gerusalemme, che scende dal cielo, da Dio, risplendente della gloria di Dio.  
Dice che viene portato su un monte alto e grande , sul quale si trova la città Santa, tutte le rappresentazioni fatte fin ora sono sbagliate.   Praticamente il monte grande, ma dire un monte è molto riduttivo perché su una cima ci può stare in paragone una città terrena non gigantesca, ma qui abbiamo proporzioni ben diverse.
Probabilmente non si parla di un vero monte, ma di pianeta con forma di monte, forse
piramidale  e sopra si trova la Città Santa! Come fosse il piramidium .

Se la nostra città santa fosse un pianeta le sue dimensioni sarebbe molto grandi sapendo che la città Celeste ha un lato di circa 2400km , certamente le sue dimensioni sono spropositate, per sorreggere una città che è pari alle dimensioni doppie dell’Italia, se fosse posizionata sopra l’Europa la coprirebbe tutta. Che razza di montagna deve sorregge una città così immensa?

Prima Ipotesi:
Potremo tentare di fare una proporzione, direi un pianeta dalla forma un po’ particolare, pure la terra è un patatone e non è sferica.  Vediamo un po’ di capire le dimensioni di questo “monte gigante”  secondo me, le proporzioni sono da effettuarsi con un paragone con Gerusalemme terrestre, che ha attualmente circa 12 km di lato se fosse un quadrato; quindi sapendo che la Gerusalemme celeste ha circa 2400 km di lato, sappiamo che la circonferenza approssimativa del pianete di Dio “monte” è di 8 milioni di km pari ad un diametro:
C/pi. Greco = 2.546.479 km diametro Ø / 2 =  raggio = 1.273.239,5447 km.

Le dimensioni del sole sono diametro Ø 1.390.000 km
Dimensioni spaventose quasi il doppio del sole.
Potrebbe essere possibile solo che un pianeta del genere il suo influsso lo sentirebbe qualsiasi pianeta attorno anche a distanza e quindi se esiste, sarebbe posizionato in qualche costellazione molto grande, ma ricordiamo che dice che esso non ha bisogno di luce, quindi mi fa capire che splende come una specie di sole.


Seconda ipotesi:
Potrebbe pure essere delle medesime dimensioni del sole.
Perché se la prima ipotesi può sembrare gigantesca, ma il raggio si avvicina alla dimensione reale del diametro del sole!  Perché potrebbe pure essere il sole stesso, nella sua connotazione invisibile, parallela al visibile, perché un tutt’uno. Allora questo farebbe capire che l’invisibile influenza enormemente il visibile. Si spiegherebbero allora molte cose, per esempio il miracolo della danza del sole di Fatima! Altri miracoli che riguardano il sole, il carro di fuoco di Ezechiele, e molte altre cose … recentemente pare se non è una bufala, che dal sole sia uscito un cubo di dimensioni enormi, recentemente sul sole si sarebbe formato uno strano triangolo scuro, molto preciso. Molte antiche popolazione adoravano il sole come mai? Che sia un invenzione? Mah!.   Personalmente sono molto propenso per questa ipotesi!

Ci starebbe tutto anche il resto del testo apocalittico sia la descrizione di Dio, del figlio e di tutti gli spiriti.  Quindi in sostanza cosa possiamo capire, che Dio si cela nella nostra stella in uno spazio invisibile, ma anche visibile, dal quale può controllare la stella stessa e tutto il resto.  Ma questo può far capire molto di più, che Dio usa le stelle come mezzi di spostamento nell’universo, ma rimanendo nello spazio invisibile, usa praticamente il subspazio per spostarsi nell’universo stesso, dato che esse forniscono grande quantità di energia. Si spiegherebbero allora le manifestazioni programmate della stella stessa, come racconta nel testo apocalittico, verso la terra e tutto il resto, ecco perché l’occhio di Dio ci guarda sempre. Ecco perché gli Egizi avevano grande fascino verso la stella. Che conoscessero qualcosa che noi abbiamo dimenticato?  Tral’altro gli Ebrei hanno sempre pregato verso est, che sarebbe la direzione della santa casa, guarda caso corrisponde al sorge del sole, in direzione proprio del sole! Come mai? E perché tutti gli antichi fin dall’inizio della creazione della terra, hanno sempre adorato il sole e lo hanno considerato come un fulcro della loro esistenza, solo perché fa luce, scalda ecc? Mi sembra un po’ strano! Tutte le culture antiche erano rivolte al culto solare, tutte! Che sia una fatalità? Non credo!
Sarà un ipotesi fantasiosa, ma dato che si tratta di apocalisse, io non la escludo anzi, spiegherebbe tante cose.

Ricordiamoci che Dio è immortale e quindi le altissime temperature di milioni di gradi a lui non fanno nulla, anche se avesse corpo umano!

11
Il suo splendore è simile a quello di una gemma preziosissima, come pietra di diaspro cristallino. 
Ancora un paragone simile a diaspro cristallino, vediamo le caratteristiche di questa gemma perché non prende un diamante o altra gemma?  

Intanto dice simile a diaspro cristallino, significa è assomiglia ma non è esattamente quello,  cosa può essere? Nella Bibbia il diaspro è in realtà il cristallo di rocca o quarzo,  il diaspro verde trasparente di Plinio, un crisoprasio; il diaspro di Orfeo, un eliotropio.  Non a caso il termine greco “cristallo” significa ghiaccio.  La leggenda dell’origine del diaspro sanguigno racconta che la prima di esse cadde dal sangue di Cristo e si infilò in un diaspro che si trovava ai piedi delle croce. Un bellissimo esempio di diaspro sanguigno tagliato con sigillo dell’Imperatore germanico Rudolf II può essere ammirata al museo del Louvre a Parigi. Secondo la Bibbia, il Diaspro Rosso è stato un dono diretto di Dio e sarebbe la prima pietra della Nuova Gerusalemme.
In sostanza parla di un cristallo traslucido che va dal trasparente all’opaco, di quarzo con vari colori dal rosso, al giallo-verde e alle volte nero. Esiste però un rarissimo tipo di diaspro cristallino trasparente ecco il riferimento al tipo di gemma preziosissima perché rarissima.

Disegno: diaspro.





12
È cinta da grandi e alte mura con dodici porte: sopra queste porte stanno dodici angeli e nomi scritti, i nomi delle dodici tribù dei figli d’Israele. 13A oriente tre porte, a settentrione tre porte, a mezzogiorno tre porte e a occidente tre porte. 14

Le mura della città poggiano su dodici basamenti, sopra i quali sono i dodici nomi dei dodici apostoli dell’Agnello.

Le mura figurativamente poggiano sopra a tutti gli apostoli non solo a Pietro. Quindi la casa di Dio, viene sorretta da tutti gli apostoli, nello stesso modo.

15Colui che mi parlava aveva come misura una canna d’oro per misurare la città, le sue porte e le sue mura.
Sappiamo che palladio non modifica la sua forma ed è usato come metro campione.

 16La città è a forma di quadrato: la sua lunghezza è uguale alla larghezza. L’angelo misurò la città con la canna: sono dodicimila stadi; la lunghezza, la larghezza e l’altezza sono uguali. 17

Ne misurò anche le mura: sono alte centoquarantaquattro braccia, secondo la misura in uso tra gli uomini adoperata dall’angelo. 
In quale tempo? nel tempo di Giovanni o quando?

18Le mura sono costruite con diaspro e la città è di oro puro, simile a terso cristallo.
Le mura sono formate da quarzo con colorazione variabile. giallo-verde, rosso scuro, e bruno.

19I basamenti delle mura della città sono adorni di ogni specie di pietre preziose.

Le mura stanno sopra i basamenti.

Il primo basamento è di diaspro, rosso-sangue, opaco, traslucido , trasparente
il secondo di zaffiro, blu, rosso, giallo, arancione, trasparente
il terzo di calcedonio, azzurro, rosa, rosso, traslucido
il quarto di smeraldo, verde erba, trasparente
il quinto di sardonice, pietra di vari colori, principalmente bruna, rosso,nero, opaca
il sesto di cornalina, rossa, arancione traslucida
il settimo di crisolito, verde acido, giallo oro, trasparente
l’ottavo di berillo, celeste-turchese, trasparente
il nono di topazio, giallo,rosso, trasparente
il decimo di crisopazio, verde acqua, opaco traslucido
l’undicesimo di giacinto, una specie rara di zircone rosso, trasparente .
il dodicesimo di ametista. Viola, trasparente

21E le dodici porte sono dodici perle; ciascuna porta era formata da una sola perla.
E la piazza della città è di oro puro, come cristallo trasparente.
La città di oro puro simile cristallo terso cioè trasparentissimo, io dire che è formata da oro in stato di fusione.

22In essa non vidi alcun tempio:

Questo fa capire che Dio non ama i templi.

il Signore Dio, l’Onnipotente, e l’Agnello sono il suo tempio.
23La città non ha bisogno della luce del sole,
come si può capire la luce è emessa da Dio stesso, non prende luce da altre stelle …

né della luce della luna:
per forza la luna riflette la luce del sole(Giovanni non può sapere)

la gloria di Dio la illumina
e la sua lampada è l’Agnello.
24Le nazioni cammineranno alla sua luce,
e i re della terra a lei porteranno il loro splendore.
25Le sue porte non si chiuderanno mai durante il giorno,
perché non vi sarà più notte.
26E porteranno a lei la gloria e l’onore delle nazioni.
27Non entrerà in essa nulla d’impuro,
né chi commette orrori o falsità,
ma solo quelli che sono scritti
nel libro della vita dell’Agnello.

La Città celeste, la nuova Gerusalemme!
Ho tentato di fare più simile possibile.
Praticamente è una fortezza.



Libro dell’Apocalisse - 22

1E mi mostrò poi un fiume d’acqua viva, limpido come cristallo, che scaturiva dal trono di Dio e dell’Agnello.

 2In mezzo alla piazza della città, e da una parte e dall’altra del fiume, si trova un albero di vita che dà frutti dodici volte all’anno, portando frutto ogni mese; le foglie dell’albero servono a guarire le nazioni.

3E non vi sarà più maledizione.
Nella città vi sarà il trono di Dio e dell’Agnello: i suoi servi lo adoreranno;
4vedranno il suo volto e porteranno il suo nome sulla fronte.
5Non vi sarà più notte, e non avranno più bisogno
di luce di lampada né di luce di sole, perché il Signore Dio li illuminerà.
E regneranno nei secoli dei secoli.
6E mi disse: «Queste parole sono certe e vere.
Il Signore, il Dio che ispira i profeti, ha mandato il suo angelo per mostrare ai suoi servi le cose che devono accadere tra breve. 7Ecco, io vengo presto. Beato chi custodisce le parole profetiche di questo libro».
8Sono io, Giovanni, che ho visto e udito queste cose. E quando le ebbi udite e viste, mi prostrai in adorazione ai piedi dell’angelo che me le mostrava. 9Ma egli mi disse: «Guardati bene dal farlo! Io sono servo, con te e con i tuoi fratelli, i profeti, e con coloro che custodiscono le parole di questo libro. È Dio che devi adorare».
10E aggiunse: «Non mettere sotto sigillo le parole della profezia di questo libro, perché il tempo è vicino. 11Il malvagio continui pure a essere malvagio e l’impuro a essere impuro e il giusto continui a praticare la giustizia e il santo si santifichi ancora +.
12Ecco, io vengo presto e ho con me il mio salario per rendere a ciascuno secondo le sue opere. 13Io sono l’Alfa e l’Omèga, il Primo e l’Ultimo, il Principio e la Fine. 14Beati coloro che lavano le loro vesti per avere diritto all’albero della vita e, attraverso le porte, entrare nella città. 15Fuori i cani, i maghi, gli immorali, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna!
16Io, Gesù, ho mandato il mio angelo per testimoniare a voi queste cose riguardo alle Chiese. Io sono la radice e la stirpe di Davide, la stella radiosa del mattino».
17Lo Spirito e la sposa dicono: «Vieni!». E chi ascolta, ripeta: «Vieni!». Chi ha sete, venga; chi vuole, prenda gratuitamente l’acqua della vita.
18A chiunque ascolta le parole della profezia di questo libro io dichiaro: se qualcuno vi aggiunge qualcosa, Dio gli farà cadere addosso i flagelli descritti in questo libro; 19e se qualcuno toglierà qualcosa dalle parole di questo libro profetico, Dio lo priverà dell’albero della vita e della città santa, descritti in questo libro.
20Colui che attesta queste cose dice: «Sì, vengo presto!». Amen. Vieni, Signore Gesù. 21La grazia del Signore Gesù sia con tutti.


……………………………………………………………………………