domenica 16 febbraio 2014

VANGELO IMMUTABILE


VANGELO IMMUTABILE

Riflessione:
Se il Vangelo è parola Santa e verace di Gesù vero Dio, Figlio di Dio Onnipotente e Dio con Dio, mi chiedo perché l'uomo ha avuto l'ardire di modificarne i testi? Sopratutto l'uomo di chiesa! 
Ma la cosa sconvolgente sta proprio in questo, la chiesa modifica e interpreta come crede le parole di Dio, ma la cosa curiosa, è che per quanto la scienza atea sia contraria a Dio, ma essa non distorce le parole, perché ovviamente altrimenti il senso del parlare non è più reale, ne veritiero, ne coerente, per una verifica scientifica. E' questo il punto dolente della questione, la scienza che critica aspramente non modifica, la chiesa che sostiene e propone, modifica! Mi chiedo il perché di questa distonia! 
Aldilà che poi nella scienza esista la massoneria è un altro paio di maniche, ma stando strettamente a quello che è la scienza nel suo senso logico e coerente, avviene questo. 

Se la chiesa ritiene che la Parola di Gesù, è parola di Dio Padre Onnipotente, parola Santa e nulla di quello che il vangelo o la sacra scrittura contiene, non dovrebbe essere toccato neppure di un solo millimetro, ed invece abbiamo assistito nel corso dell'ultimo secolo, ad un ritocco graduale dei testi, uno sconvolgimento del senso reale delle parole.  

Giusto in questi giorni sto facendo la traduzione dell'apocalisse per intera,  posseggo una Bibbia liturgica della CEI del 1974. facevo paragone con diverse bibbie attuali anche della Cei, e di altre sempre vendute mediante la chiesa Cattolica Cristiana. La cosa curiosa è che per molti versetti per esempio dell'apocalisse, cambiano diverse parole dando sensi completamente differenti, dal senso di una bibbia molto più vecchia, per  esempio:

Nella mia Bibbia Liturgica del 1974:

La frase, è scritta così: cap1 ” non temere io sono il Primo e l’Ultimo e il vivente! Io ero morto, ma ora vivo per sempre e ho potere sopra la morte e sopra gli inferi“

Mentre nelle versioni attuali il suo contenuto cambia … come questo:
..
“Non temere! Io sono il Primo e l’Ultimo, e il Vivente. (*) Ero morto, ma ora vivo per sempre e ho le chiavi dellamorte e degli inferi. “

Notate bene cosa cambia! … perché sostanzialmente cambiano alcune cose … sott’intendendo altro ..

Cosa cambia nel senso generale?

Cambia molto … a parte l’IO … che comunque sia, Dio può dire io, e non è da considerarsi come inutilità … siamo noi che non dobbiamo dire IO ….

 dire ho potere sopra ….. indica che domina, sovrasta,  schiaccia la morte e gli inferi, cioè Gesù ha vinto la morte e gli inferi!  È intoccabile!

Ma mettere le chiavi della morte e degli inferi ha tutt’altro senso …. Che non è il senso giusto! 
Perchè indicherebbe che Gesù ha le chiavi per controllare la morte e gli inferi, ma con questa espressione, la chiesa molto astutamente, ha voluto sottolineare che essa possiede le chiavi della morte degli inferi, cosa falsa!!!!
Questo è diabolico!!!

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non saranno più permessi!
E' inutile che li scrivete perchè non ho tempo per moderali.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

©Copyright

Quest’opera è protetta dalla legge sul diritto d’autore. Tutti i diritti, in particolare quelli relativi, nuove preghiere, messaggi, alla corona stessa, alla sua produzione-realizzazione anche fisica, alla ristampa, alla traduzione, trasmissione radiofonica, televisiva, alla registrazione su microfilm, o database, o alla riproduzione in qualsiasi forma, (stampata o elettronica) rimangono riservati anche nel caso di utilizzo parziale o estrapolati i concetti da essa. La riproduzione di quest’opera, anche se parziale è ammessa solo ed esclusivamente nei limiti stabiliti sul diritto d’autore, ed è soggetta all’autorizzazione dell’autore. La violazione delle norme comporta le sanzioni previste dalla legge vigente in materia.



Per qualsiasi controversia contattare l’autore stesso

Boanerges573@gmail.com

Importante!

Ho sempre scritto che personalmente divido i testi che Dio da me, da quelli che non sono dati da Dio a me, apponendo al testo il termine Messaggio, per far capire che il testo viene da Dio, mentre dove non vi è scritto"MESSAGGIO" sono io che scrivo e quindi da prendere con le pinze, non farò mai come facevano i profeti di un tempo che mescolavano i loro pensieri ai testi ricevuti da Dio , per cui tutto diveniva di Dio, anche le eresie, poi insegnate anche attualmente dalla chiesa ai successori."Bisogna anche dire che data l'istruzione che ricevetti da Dio fin da bambino, è indubbio che alle volte faccio uso di essa, però posso sempre errare, non sono Dio!