sabato 16 luglio 2016

COSA IL MESSAGGIO DI FATIMA RIVELA OLTRE I SEGRETI NON RIVELATI.

FATIMA !






Ricordiamo la profezia più famosa del mondo!



Secondo il racconto di tre giovani pastorelli portoghesi – Lucia dos Santos e i suoi due cuginetti Francesco e Giacinta Marto – fra il 13 aprile e il 13 ottobre del 1917 la Madonna sarebbe apparsa in Portogallo in località Cova da Iria, nella diocesi di Fatima, in sei distinte occasioni, rivelando nella terza tre importanti segreti. I più piccoli fra i tre veggenti, i fratelli Francesco e Giacinta, morirono rispettivamente nel 1919 e nel 1920. Noi conosciamo quel che accadde dai testimoni presenti e dal racconto scritto di Lucia, che abbracciò poi la vita claustrale e che, tra il 1935 e il 1941, su ordine del monsignor José Alves Correia da Silva, redasse alcune memorie degli avvenimenti e rivelò i primi due segreti. Ecco di seguito un'interessantissima sintesi di ciò che accadde secondo il racconto di Lucia.





Inserisco solo le parti importanti  che insegnano qualcosa di utile per tutti i cristiani al fine di comprendere la volontà e la giustizia di Dio, da queste parole si traggono molte verità per questo tempo. Le apparizioni avvengono solo una sola volta al mese, il 13 di ogni mese, tranne una in più il 19 agosto.. 



«Non abbiate timore. Non vi faccio del male»  ....tranquillizza...

«Di dove siete?», le domandai.

«Sono del cielo».

«E che cos’è che volete da me?»

«Sono venuta a chiedervi che veniate qui sei mesi di seguito, il giorno 13 a questa stessa ora. Poi dirò chi sono e che cosa voglio. Poi tornerò ancora qui una settima volta» 



«E anch’io andrò in cielo?»
«Sì, ci andrai»
«E Giacinta?»
«Anche lei»
«E Francesco?»
«Pure, ma deve recitare molti Rosari»  

Ci potremo chiedere perchè il bambino maschietto doveva pregare molto a confronto delle altre due bambine, forse il motivo sta proprio nella natura del maschietto, questo fa capire che i maschi proprio per la loro natura, devono pregare molto di più, probabilmente siamo più tentati. 




La Vergine chiese poi ai pastorelli: 

«Volete offrirvi a Dio per sopportare tutte le sofferenze ch’Egli vorrà inviarvi, in atto di riparazione dei peccati con cui Egli è offeso e di supplica per la conversione dei peccatori?»



La Madre di Dio chiede non costringe, chiede nella libertà, ma ovviamente sa già la risposta e la disposizione d'animo di questi bambini, per per nulla li ha scelti per questa missione. 




«Sì, vogliamo»

«Avrete dunque molto da soffrire, ma la grazia di Dio sarà il vostro conforto»

Il conforto non è la ricchezza, ma la grazia di Dio. 


Poi la Madonna aprì le mani emanando una forte luce e, passati alcuni momenti, aggiunse: 
«Recitate il Rosario tutti i giorni per ottenere la pace per il mondo e la fine della guerra».

Subito dopo, la Signora cominciò a elevarsi serenamente, salendo verso levante, fino a scomparire nell'immensità della distanza.

Questo particolare è interessante, perchè non svanisce ma si eleva fino a sparire nel blu del cielo, come se volasse o fosse attirata verso l'alto, in una determinata direzione verso l'est, sempre stata, per altro da secoli e millenni la direzione di Dio, oltretutto è la direzione dove sorge il Sole ad est. Quindi si comprende che la Vergine si dirige verso il sole. 




«Voglio che veniate qui il 13 del prossimo mese, che recitiate il Rosario tutti i giorni e che impariate a leggere. Poi dirò quello che voglio»


La scelta del giorno 13 come numero non è casuale, ha un senso ben preciso, 
1-3 cioè uno in tre, in pratica il numero 13 sta ad indicare il Dio uno in tre persone, quindi tredici. Indica anche che la Madre di Dio viene dalla Trinità di Dio, quindi ovviamente il 13 di ogni mese, proprio come indicativo come firma dell'evento. 



Lucia chiese la guarigione di un malato, e la Vergine le rispose: 

«Se si converte, guarirà durante l’anno»

La Madre di Dio, pone un preciso e perentorio ostacolo a questa guarigione, dicendo "se si converte", il miracolo verrà ottemperato solo se, c'è conversione alla fede cristiana. 
Questo è chiaro e preciso il discorso, quindi la condizione per essere salvati o miracolati è la conversione a Cristo altro non esiste, questo fa capire una cosa molto importante che la Vera Madre di Dio, non accetterà mai altre religioni, come taluni veggenti oggi sostengono, essa è contraria .
Significa anche  che ne Dio ne la Madre di Dio vogliono l'unione di nessuna fede, non vogliono che il cristianesimo diventi parte integrante di alcune fede, il cristianesimo è nato così e così deve rimanere e non mescolato ad altre religioni, come oggi si vorrebbe far credere, per esempio da un falso messaggio di Medjugorje. E questa piccola affermazione della Madre di Dio a Fatima, distrugge ogni altra parola che è venuta dopo di essa, non esiste altra parola diversa, se qualcuno ha detto diversamente questi testi devono essere considerati falsi, o indicanti inganno o indicanti menzogna e quindi i presunti veggenti potrebbero essere a loro volta ingannati o ingannatori ed ingannare chi crede in loro. 



«Vorrei chiedervi di portarci in cielo»

«Sì, Giacinta e Francesco li porterò presto. Ma tu resterai qua ancora per un po’.

Questo sta ad indicare non una vita, ma ha in sé un termine, altrimenti si sarebbe espressa in ben altro modo, un pò indica una parte della vita di una persona, quindi su 100 anni un pò non sono cent'anni, ma una parte di essi, 40, 50, anche meno. Allora si comprende che le illazioni di qualcuno sulla sostituzione di suon Lucia potrebbero essere vere. 


Gesù vuol servirsi di te per farmi conoscere e amare. Lui vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato. Esso sarà il tuo rifugio e il cammino che ti condurrà fino a Dio».

Istituzione alla devozione del cuore immacolato di Maria da parte di Gesù, facciamo attenzione è il figlio che desidera tale evento, non la Madre, questo è giustamente l'esatto pensiero giusto, logico e coerente.


«Voglio che veniate qui il 13 del prossimo mese, che continuiate a recitare il Rosario tutti i giorni in onore della Madonna del Rosario per ottenere la pace del mondo e la fine della guerra, perché solo Lei vi potrà aiutare»


Qui la Madre di Dio, desidera che essa venga chiamata la Madonna del Rosario, quindi istituisce la devozione. 


Lucia allora rispose:

«Vorrei chiedervi di dirci chi siete, e di compiere un miracolo con il quale tutti possano credere che Voi ci apparite»



Qui per quanto velatamente lo ha fatto comprendere, ma essendo Lucia non così brillante d'intelligenza, non capisce chi è,  e continua a chiedersi chi è questa persona. 




«Continuate a venire qui tutti i mesi. In ottobre dirò chi sono, quello che voglio e farò un miracolo che tutti vedranno per credere»

Ovviamente la Madre di Dio, si nega perchè non è ancora tempo e spera probabilmente che Lucia capisca da sola, per quello attende.


La Madonna disse pure che era necessario recitare il Rosario per ottenere le grazie durante l’anno. E continuò: 

«Sacrificatevi per i peccatori e dite molte volte, specialmente quando fate qualche sacrificio: “O Gesù, è per vostro amore, per la conversione dei peccatori e in riparazione dei peccati commessi contro il Cuore Immacolato di Maria”». 


La Madre di Dio, spinge i tre pastorelli, ma questo è un messaggio a tutto il mondo cristiano, che si deve pregare molto, se si vuole la conversione del resto del mondo al cuore immacolato, e suggerisce una frase per far questo.


La Madonna spiegò: 
«Avete visto l’Inferno, dove vanno le anime dei poveri peccatori. Per salvarle, Dio vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato. Se faranno quello che io vi dirò, molte anime si salveranno e ci sarà Pace. La guerra sta per finire, ma, se non smetteranno di offendere Dio, sotto il regno di Pio XI ne comincerà un’altra peggiore».

La Madre di Dio, parla dei dannati come poveri peccatori, essa ha misericordia di costoro, perchè sa quali pene dovranno passare. 
altra condizione per la salvezza delle anime.... 
"Se faranno quello che io vi dirò" condizione disattesa che ha portato il mondo sul baratro, seconda guerra mondiale.


E continuò dicendo: 

«Quando vedrete una notte illuminata da una luce sconosciuta, sappiate che la prossima punizione del mondo è alle porte. Quello è il grande segno di Dio per indicare la fine del mondo a causa dei delitti dell’umanità, mediante la guerra, la fame e le persecuzioni contro la Chiesa ed il Santo Padre. Per impedirla, verrò a chiedere la consacrazione della Russia al mio Cuore Immacolato e la Comunione riparatrice nei primi sabati». 



qui il messaggio riguardava l'evento della seconda guerra mondiale che la Madre di Dio sperava d'impedire.





E concluse, prima di allontanarsi:
«Se si ascolteranno le mie richieste, la Russia si convertirà e si avrà la Pace; se no, essa diffonderà i suoi errori nel mondo promuovendo guerre e persecuzioni alla Chiesa. Molti buoni saranno martirizzati, il Santo Padre avrà molto da soffrire, varie nazioni saranno distrutte. Alla fine il mio Cuore Immacolato trionferà. Il Santo Padre mi consacrerà la Russia che si convertirà e sarà concesso al mondo un periodo di pace. In Portogallo si conserverà sempre il dogma della fede. [..] Questo non lo dite a nessuno. A Francesco sì, potete dirlo» 
Nel punto in cui sono stati inseriti i puntini tra le parentesi quadre, si trova quello che è noto come il "Terzo segreto di Fatima", solo di recente svelato, e su cui torneremo più avanti.


Quindi la Madre di Dio ha innanzi a se la conoscenza degli eventi futuri,  ma in questi c'è sempre una seconda possibilità, come se lei avesse innanzi a se due strade vede entrambe. in questo passo si comprende che parla del comunismo sovietico, che poi si manifesterà, fino alla sua caduta. Oggi la Russia non rappresenta più il drago rosso profetato da qualcuno, ma è tornata ad essere la prima Russia quella Cristiana sotto gli zar. E oggi questa Russia cristiana non piace al resto del mondo, anzi il resto sperava che rimanesse essa il drago rosso, ed invece non lo è più, il drago ha cambiato casa.
Ovviamente la parte nascosta che doveva essere rivelata, mai effettivamente rilevata, se non in modo confuso, non preciso e anche distorto. 
Ci fa capire che il mondo avrebbe preso la via più drammatica, ma la principale colpevole di tutto questo è la chiesa stessa, che negando la profezia ha permesso che gli eventi drammatici si determinassero. 




«Voglio che continuiate ad andare alla Cova da Iria il 13 e che continuiate a recitare il Rosario tutti i giorni. L’ultimo mese farò il miracolo perché tutti credano»

Lucia allora le domandò:

«Che cosa volete che si faccia con i soldi che il popolo lascia alla Cova da Iria?»

«Facciano due bussole: una portala tu insieme a Giacinta e ad altre due bambine vestite di bianco; l’altra che la porti Francesco con altri tre bambini. I soldi delle bussole sono per la festa della Madonna del Rosario e quello che avanza è per la costruzione di una cappella che mi faranno»

Poi, alla richiesta di Lucia di guarire alcuni malati, la Madonna replicò:

«Sì, alcuni li guarirò durante l’anno». 

E ancora, assumendo un aspetto più triste: 
«Pregate molto e fate sacrifici per i peccatori, perché molte anime vanno all'inferno in quanto non hanno chi si sacrifichi e preghi per loro».



Qui la Madre di Dio chiede sacrifici per i peccatori, perchè fa capire che sacrificarsi per gli altri, è il modo di Dio per salvare gli uni e gli altri. Quindi il sacrificio è molto gradito a Dio. Cosa s'intende per sacrificio, vuol dire prendersi i peccati degli altri su di se, questo è un sacrificio, Cosa che gli esseri umani ne la chiesa fa mai. 


Di nuovo la Madonna apparve e disse:

«Continuate a recitare il Rosario per ottenere la fine della guerra. In ottobre verrà anche Nostro Signore, la Madonna Addolorata e del Carmine, S. Giuseppe col Bambino Gesù per benedire il mondo. Dio è contento dei vostri sacrifici, ma non vuole che dormiate con la corda, portatela solo durante il giorno»

Lucia allora le si rivolse dicendo:

«Mi hanno chiesto di chiedervi molte cose: la guarigione di alcuni malati, di un sordomuto» 

«Sì, alcuni li guarirò, altri no. In ottobre farò il miracolo perché tutti credano» 


"ma non vuole che dormiate con la corda" intanto bisogna capire di che corda si tratta e cosa intende dire per corda.... perchè fa questa curiosa affermazione? 
x i bambini invece la corda prende un altro senso, potevano aver avuto un giocattolino fatto di corda, dove esso poteva essere ricettacolo di malattie funginee.
La corda se è inteso come oggetto ed è probabile che sia proprio così, visto che parliamo di bambini, potrebbe indicare un pericolo per questi bambini, il fatto di dire non vuole, indica che nel sonno un bambini possono rischiare di strozzarsi senza saperlo, ovviamente muovendosi, è facile, per cui si raccomanda che nessuno dorma con una corda o qualsiasi altro oggetto che possa essere pericoloso, movimenti inconsulti nel sonno possono sempre esserci, questo fa capire. 

Dopo aver pregato ho inteso cosa sia realmente questo discorso che Gesù fa ai bambini.
Vediamo di capire il senso reale della corda e a cosa alludeva Gesù con questo discorso e a chi era indirizzato realmente, penso fosse un allusione come indicazione per il mondo religioso, per il clero, per tutti gli uomini. 


Nella massoneria gli iniziati dopo esser stati denudati di tutto, nel rito d'iniziazione gli mettono  una corda al collo, meglio dire un cappio e un cappuccio, ecco perchè Gesù si raccomanda di non dormire con una corda, in realtà egli non sta parlando ai bambini, ma direttamente al clero, in questo strano discorso, nascosto, fa capire che Egli è contrario al culto che ne deriva dall'uso dell CORDA o cappio, ecco spiegato chiaramente a cosa sta alludendo, alla massoneria, e ha usato i bambini come mezzo o pretesto per comunicare il suo dissenso, dicendo di non dormire indica di stare attenti di essere vigili perchè il maligno ti può catturare con una corda. In effetti chi sono realmente i bambini a cui Gesù riferisce, sono tutti gli uomini grandi e piccoli. 
Quindi in questo testo che apparentemente sembra una cosa da poco, ma si celano dei precisi messaggi, nascosti che Dio comunica ecco perchè la vera Suor Lucia disse che la chiesa non avrebbe capito il contenuto prima del 1960. 

Sappiamo inoltre che GPII volle a tutti i costi imporre a Suor Lucia che convalidasse, la sua consacrazione alla Russia, alcuni anni prima del 84 aveva chiesto alla vera Suor Lucia questa convalida la quale si negò dicendo che non era stata fatta secondo l'intenzione della Madre di Dio, nel 84 è ritornato alla carica, chiedendo un altra volta conferma e riesce ottenerla, ecco qui si comprende che la prima suor Lucia era quella vera, mentre già nell' 84 essa era già stata sostituita, perchè la versa suor Lucia mai avrebbe assecondato la volontà di un pontefice contro la volontà della Madre di Dio, questo ne sono sicurissimo, piuttosto la morte!



LA SESTA APPARIZIONE 



L’ultima apparizione della Madonna di Fatima avvenne il 13 ottobre 1917.Il popolo era presente in massa all’appuntamento, e vi era una pioggia torrenziale. Lucia, giunta alla Cova da Iria, spinta da un movimento interiore chiese al popolo di chiudere gli ombrelli per recitare il Rosario. Poco dopo apparve ai tre pastorelli la Signora, dicendo: 



«Voglio dire che si faccia qui una cappella in onore mio, che sono la Madonna del Rosario, che si continui sempre a recitare il Rosario tutti i giorni. La guerra sta per finire e i soldati torneranno presto alle loro case»

E a Lucia, che le chiese di guarire alcuni malati e di convertire alcuni peccatori, rispose:

«Alcuni sì, altri no. È necessario che si correggano, che domandino perdono dei loro peccati» 


Come si vede è molto importante la correzione personale(cioè che resistano alle tentazioni) e fraterna(che si correggano errori dottrinali) oltre che chiedere perdono sinceramente dei peccati. 


E assumendo un aspetto più triste: 
«Non offendano più Dio Nostro Signore, che è già molto offeso»

Questa frase è stata totalmente disattesa nel corso di queste decenni...quindi ora siamo talmente nel marcio che non c'è più nulla da fare, non si può sperare se non pregare per se stessi e per tentare di salvare più anime possibili. 


Questa volta la Madonna, aprendo le mani, le fece riflettere sul Sole e così, mentre si elevava allontanandosi, il riflesso della sua luce continuava a proiettarsi verso di esso. 


Questo particolare è interessantissimo, il sole in questo caso funge da specchio le mani della madre di Dio riflettono, cioè essa stava controllando la stella la stava dirigendo, lei stessa stava controllando lo spostamento della stella, certo per noi umani è inconcepibile, ma per esseri soprannaturali certamente no. 


A questo punto, una gran folla assistette a quello che fu subito definito il “miracolo del Sole”, che è stato in seguito riconosciuto dalla Chiesa cattolica.
Era piovuto nel corso di tutta l'apparizione. Alla fine del colloquio di Lucia con la Madonna, nel momento in cui la Santissima Vergine si elevava e che Lucia gridava «Guardate il Sole!»le nuvole si aprirono, lasciando vedere il Sole come un immenso disco d'argento. 

in questo sta la questione prima dice si rifletteva la luce che viene dalla mani dell MADRE DI DIO, videro un disco d'argento, quindi uno specchio, vuol dire che riflette la luce del sole. 



"Brillava con un'intensità mai vista, ma non accecava." Tutto questo durò solo un attimo.  questo particolare ci fa capire alcune cose, e si possono fare alcune ipotesi, il fatto che brillasse di più dell'intensità solare, ma che non accecava indica o che un velo si pose tra il sole e la vista degli esseri umani, oppure che quello che videro non era il sole.

L'immensa palla cominciò a "ballare"

Poi qui cambia non è più piatto come uno specchio ma lo vedono nella sua forma sferica, inizia a muoversi ondeggiando di qua e di là.

Come una gigantesca ruota di fuoco, il Sole girava velocemente. Si arrestò per un certo tempo, per poi ricominciare a girare su sé stesso vertiginosamente. Quindi i suoi bordi divennero scarlatti e si allontanò nel cielo, come un turbine, spargendo rosse fiamme di fuoco. 

Interessante, dalla descrizione sembra essere la massa solare, quindi il sole viene catturato dal potere della Madre di Dio che lo muove nel cielo e lo avvicina alla terra, o la terra che si avvicinata al sole, non si sa. 

la descrizione qui è molto dettagliata, una grandissima palla di fuoco, questa ruota velocemente in modo vorticoso, formando un vortice  e attorno a se i bordi divennero rosso scarlatto e si allontanava dal cielo formando un turbine e lanciando fiamme di fuoco tutt'attorno, dalla descrizione parrebbe proprio il sole, perchè solo questo sparge lingue di fuoco o almeno qualcosa di simile. 

Questa luce si rifletteva sul suolo, sulle piante, sugli arbusti, sui volti stessi delle persone e sulle vesti, assumendo tonalità scintillanti e colori diversi. 

il fatto che la luce faccia cambiare colore agli abiti fa capire che il contenuto della stessa aveva delle radiazioni(vibrazioni) diverse, perchè tutto sta nella radiazione emessa. 

Animato per tre volte da un movimento folle, il globo di fuoco parve tremare, scuotersi e precipitarsi zigzagando sulla folla terrorizzata. 
Potrebbe essere spiegabile anche in altro modo, come una palla di fuoco, che assomigliava alla sfera solare, tipo un esplosione si plasma solare o di materiale solare, tipo un piccolo sole, come un qualcosa che si è staccato dal sole stesso, diretto verso la terra, ma controllato, perchè dice che a ottobre di quell'anno doveva avvenire quell'evento, per cui avevano preparato e creato l'evento, per quel giorno e quel momento, non prima, fa capire che ci voleva del tempo per ottenere questo evento grandioso, e per programmare tutta la questione, beh visto che si parla del sole, ci posso credere anche se per noi è un tempo relativamente breve qualche mese. Quindi in pochi mesi, Dio ha prodotto l'evento programmato per quella data precisa, lo ha creato così, affinché avvenisse in quel modo. 
Un evento di questa portata richiedeva del tempo e in questo si comprende che Dio agisce come uno scienziato, in modo scrupoloso, preciso e attento, programmato, si prende il tempo giusto per creare gli eventi, che non vengono rivelati, agisce sulla materia in relazione alla sua dimensione perchè ovviamente un sole non è un bruscolino come la terra che fu creata in sette giorni, in questo caso si può vederne un metro di misura, per ottenere un evento velocissimo e di durata ridotta, questo ci fa capire perchè si prenda tanto tempo per modificare il corso della storia, ovviamente considerando miliardi e miliardi di parametri da considerare e tutte le possibili variazioni temporali nel corso della storia, si può capire bene perchè preanuncia degli eventi, senza dir esattamente il tempo in cui avvengono, ovvio in questo ben si comprende che lo fa per essere certo che tutto vada come egli stabilisce, per cui in certi ambiti la data non può essere data, perchè come una persona saggia l'imprevisto può sempre esserci, e in questo si nota un aspetto di Dio umano. 


Il tutto durò circa dieci minuti. Finalmente il Sole tornò zigzagando al punto da cui era precipitato, restando di nuovo tranquillo e splendente, con lo stesso fulgore di tutti i giorni. Molte persone notarono che le loro vesti, inzuppate dalla pioggia, erano improvvisamente asciugate. Il miracolo del Sole fu osservato anche da numerosi testimoni posti fuori dal luogo delle apparizioni, fino a quaranta chilometri di distanza.


Anche la pioggia ovviamente rientra nel contesto dell'evento, ovviamente tutto creato a posteriori.
Il fatto che le vesti il terreno, era tutto asciutto fa capire che l'evento era reale, non è un illusione.
Ecco il fatto che l'evento non si osservò su tutto il globo e non su tutto l'emisfero mi fa propendere per un globo di plasma ad alta energia che poi torna verso la sua stessa stella a meno che non fosse il sole stesso ridotto compresso in dimensioni tali da essere facilmente controllato, beh per Dio è possibilissimo, dato che la sua tecnologia è di milioni di anni, avanti la nostra, per cui noi siamo solo all'inizio di un era di scienza, e ci consideriamo tecnologicamente evoluti, mi fa tanto da ridere, poveri uomini arroganti.


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°



IL "TERZO SEGRETO DI FATIMA"



Moltissimo si è ipotizzato, per ben più di mezzo secolo, sul famoso "Terzo segreto di Fatima", cioè su quella parte del discorso della Madonna, alla sua terza apparizione, che Lucia non riporta nel proprio racconto in quanto la stessa Santissima Vergine le disse: «Questo non lo dite a nessuno. A Francesco sì, potete dirlo».



Le prime due parti - se si vuole "i primi due segreti" del messaggio di Fatima, riguardanti la predizione della Seconda Guerra Mondiale e l'ascesa e il crollo del comunismo in Russia - furono messe per iscritto da suor Lucia nel 1941, su ordine del Vescovo di Leiria e le abbiamo lette prima. Nel 1944, suor Lucia mise per iscritto anche il Terzo segreto e, prima di consegnare all'allora Vescovo di Leiria-Fatima la busta sigillata contenente questa parte del messaggio della Madonna, scrisse sulla busta esterna che poteva essere aperta solo dopo il 1960 o dal Patriarca di Lisbona o dal Vescovo di Leiria. Alla domanda molto diretta posta nel 2000 a suor Lucia dal Mons. Tarcisio Bertone «Perché la scadenza del 1960? È stata la Madonna ad indicare quella data?», suor Lucia aveva risposto: «Non è stata la Signora, ma sono stata io a mettere la data del 1960 perché, secondo la mia intuizione, prima del 1960 non si sarebbe capito: si sarebbe capito solo dopo». 




Il fatto che Suor Lucia dica io ho scritto così perchè ho inteso che sia così.
fa capire che la Madre di Dio gli suggerisce in cuore, che doveva porre quella data, come elemento e come punto cardine di questi eventi, come è avvenuto anche per Pietro quando diede quella risposta, è la stessa cosa.  
Lei presume che il mondo prima non capirà. 
Il fatto che dica che il mondo non capirà indica che intendeva dire che prima del 1960 mancavano le conoscenze scientifiche per comprendere, ed indica anche che ha qualcosa a che vedere con la scienza, quindi l'ultima parte celata del segreto ha bisogno di conoscenza per essere compreso. 
Quindi non si capiva come queste cose, potessero avvenire, perchè la conoscenza umana non era ancora sufficiente per capire e le cose, del mondo interno ed esterno non erano ancora note. 
Quindi si potrebbe presagire cosa vagamente contiene il segreto. 
Bisognerebbe capire se nel 1960 o dopo quali scoperte si sono fatte...da questo forse si potrebbe comprendere di cosa tratti l'ultima parte del segreto.



La busta contenente il Terzo segreto di Fatima fu invece aperta, nel 1959, da Papa Giovanni XXIII, che dopo aver letto il segreto decise di rinviare la busta sigillata al Sant'Uffizio e di non rivelarlo. Papa Paolo VI lesse il contenuto nel 1965 e anch'egli si comportò come il suo predecessore. Papa Wojtyla, dopo l'attentato subito il 13 maggio 1981, richiese la busta, di cui lesse il contenuto il 18 luglio 1981, ma lo ha rivelato solo nel 2000, in occasione del passaggio dal Secondo al Terzo millennio (e quando già la sua salute era minata dal Parkinson). 



Il testo del Terzo segreto, rivelato a Lucia il 13 luglio 1917 nella Cova di Iria a Fatima, secondo quanto divulgato con un documento ufficiale dal Vaticano il 26 giugno del 2000, è il seguente:





«Scrivo in atto di obbedienza a Voi mio Dio, che me lo comandate per mezzo di sua Ecc.za Rev.ma il Signor Vescovo di Leiria e della Vostra e mia Santissima Madre. 

Dopo le due parti che già ho esposto, abbiamo visto al lato sinistro di Nostra Signora un poco più in alto un Angelo con una spada di fuoco nella mano sinistra; scintillando emetteva fiamme che sembrava dovessero incendiare il mondo; ma si spegnevano al contatto dello splendore che Nostra Signora emanava dalla sua mano destra verso di lui: l'Angelo, indicando la terra con la mano destra, con voce forte disse: Penitenza,PenitenzaPenitenza! E vedemmo in una luce immensa che è Dio: "qualcosa di simile a come si vedono le persone in uno specchio quando vi passano davanti" un Vescovo vestito di Bianco "abbiamo avuto il presentimento che fosse il Santo Padre". Vari altri Vescovi, Sacerdoti, religiosi e religiose salire una montagna ripida, in cima alla quale c'era una grande Croce di tronchi grezzi come se fosse di sughero con la corteccia;il Santo Padre, prima di arrivarvi, attraversò una grande città mezza in rovina e mezzo tremulo con passo vacillante, afflitto di dolore e di pena, pregava per le anime dei cadaveri che incontrava nel suo cammino; giunto alla cima del monte, prostrato in ginocchio ai piedi della grande Croce venne ucciso da un gruppo di soldati che gli spararono vari colpi di arma da fuoco e frecce, e allo stesso modo morirono gli uni dopo gli altri i Vescovi Sacerdoti, religiosi e religiose e varie persone secolari, uomini e donne di varie classi e posizioni. Sotto i due bracci della Croce c'erano due Angeli ognuno con un innaffiatoio di cristallo nella mano, nei quali raccoglievano il sangue dei Martiri e con esso irrigavano le anime che si avvicinavano a Dio».   Tuy, 3-1-1944

un vescovo vestito di bianco, non precisa con gli abiti soliti del pontefice, ma vestito di bianco, fa capire e comprendere che è il pontefice ma in quel frangente non lo è. 
un pontefice, i vescovi e il clero, e altri soggetti.
la montagna ripida, può intendersi non impossibile da salire, ma con una pendenza faticosa da salire.
grande croce   come se fosse sughero,  ma con la corteccia. 
il fatto che dica grande indica che tipo di pianta si tratta, il leccio no, ma nemmeno un sughero perchè dice come=simile, quindi è un rovere o una farnia, facendo una certa ricerca potrebbe avvenire presso la zona dei castelli romani, anche perchè sicuramente se la sede vaticana è stata quasi distrutta, sicuramente il pontefice andrà verso qualche altro luogo sicuro che si è salvato da questa distruzione e sicuramente è fuori dalla città. 

una città grande, distrutta e decadente
pontefice dal passo non sicuro, fa pensare ad un uomo molto anziano, afflitto di dolore per i suoi problemi, e di pena, indicherebbe una sofferenza interiore, per le anime e i cadaveri, indica una mattanza, una carneficina, gente che verrà uccisa di spada, potrebbe indicare la distruzione di Roma, mediante il fuoco, un grande incendio, come effettivamente è già stata prestabilita fin dall'apocalisse.

Venne ucciso mediante un imboscata, dice soldati, quindi un esercito.
Il fatto che parli di spade, frecce e anche armi fa capire di che esercito si tratti e in che periodo si tratta, quando le armi saranno poche, e prevarranno frecce e spade, si capisce che si parla dell'islam e dell'esercito dell'anticristo, quindi non è molto lontano nel tempo. 

L'unico pontefice esistente oggi che ha queste caratteristiche è Benedetto XVI, non certamente Francesco, assolutamente no! Quindi Dio terrà in vita BXVI fino al compimento di questo evento. A meno che non si elegga un altro pontefice, ma allora i tempi si potrebbero protrarre per molto più tempo, tutto possibile è sempre in relazione a quanto noi facciamo, (io qui non dico nulla di quello che io so già, interpreto solo quello che fa comprendere la profezia e al limite ipotizzo, non aggiungo nulla di mio, anche se sapessi altre cose non le inserirei.)

 interpretazione del Terzo segreto di Fatima era già stata offerta dalla stessa Suor Lucia in una lettera a Papa Wojtyla del 12 maggio 1982. In essa dice: 

«La terza parte del segreto si riferisce alle parole di Nostra Signora: “Se no [si ascolteranno le mie richieste la Russia] spargerà i suoi errori per il mondo, promuovendo guerre e persecuzioni alla Chiesa. I buoni saranno martirizzati, il Santo Padre avrà molto da soffrire, varie nazioni saranno distrutte” (13-VII-1917). 

La terza parte del segreto è una rivelazione simbolica, che si riferisce a questa parte del Messaggio, condizionato dal fatto se accettiamo o no ciò che il Messaggio stesso ci chiede: “Se accetteranno le mie richieste, la Russia si convertirà e avranno pace; se no, spargerà i suoi errori per il mondo, etc.”. 



La vera responsabilità non si può imputare alla Russia come nell'articolo si è detto, ma proprio alla disubbidienza di una Chiesa che ha combattuto in se stessa Dio, che si è lasciata traviare da satana, sono gli uomini, giuda che nella chiesa stessa furono e sono gli artefici di questa condanna che il mondo ha su di sé. Essa è la vera colpevole e artefice della propria distruzione, e la Russia ha solo fatto quello che era stato predetto o previsto o visto. Ma se la chiesa nella persona dei pontefici, invece di disubbidire alla volontà di Dio avesse assecondato tutto questo si sarebbe evitato, anche se la chiesa a quel tempo non capiva il suo contenuto, troppo comodo dar la colpa alla Russia sovietica. Bisogna che i preti (pontefici) colpevoli di questa decisione facciamo mia culpa perchè sono stati i veri e primi artefici e fautori di questi errori.






Se potessi leggere il vero testo del segreto di Fatima, sono sicurissimo che ne ricaverei anche la data esatta degli eventi, oltre  cose che la chiesa per quanto hanno studiato non hanno inteso. 
A me personalmente non interessa sapere, perchè tanto so già, quel che m'interessa sapere, ma per aiutare altri nel capire, sarei disponibile gratuitamente ovviamente.



°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°