giovedì 30 gennaio 2014

LA PROFEZIA DI MALACHIA VERA O FALSA?

LA PROFEZIA DI MALACHIA VERA O FALSA?

Tutti conosciamo la famosa e stravagante profezia dei Papi ….. e quindi è anche inutile riproporla, ma io non mi voglio soffermare sul contenuto della profezia a cui personalmente non credo molto e vi spiego il perché?
Tutti noi abbiamo guardato la profezia con occhi di superstizione, come per vedere se quanto afferma corrisponde a verità e alla fine del Regno della chiesa, come se infondo al cuore di ognuno si nasconda un desiderio inconfessato di distruzione della chiesa stessa.  Si, perché la profezia preannuncia e vorrebbe determinare un termine all'esistenza della chiesa. Tutti si sono lasciati trasportare dall'idea se la profezia fosse autentica o no, mentre sfuggiva di mano, il capire se Dio che tutto conosce, tutto sa e ha nelle sue mani la sapienza perfetta, la conoscenza di tutto, del passato e del futuro, avesse veramente voluto trasmettere a noi una profezia, che scatenava e scatena una così grande superstizione e conoscenza di chi fossero questi pontefici descritti in essa per arrivare al così detto Petrus romano o detto l’ultimo papa, che se n’è fatto un fulcro così, importante che ha segnato un intera umanità dopo la sua scoperta o creazione.

Perché Dio ci trasmette una profezia che non rientra nella sua logica, che è portata solo alla correzione dei difetti umani, di avvertire gli eventi catastrofici che possono decimare l’umanità stessa e non a stabilire un termine per la chiesa? Anche perché solo Dio conosce il termine, visto che egli non ha rivelato nemmeno, la data della sua seconda venuta, in forma di figlio Gesù, lasciando ogni decisione ad un tempo molto remoto, guardando l’andamento storico della chiesa stessa. Di anticristi nel mondo, ce ne sono stati altri, despoti di tutti i tipi l’umanità ha vissuto in magliai di anni, sicuramente un anticristo simile ad un Dio forse non v’è mai stato, ma non per questo , questo individuo, determinerà la fine della chiesa fondata da Cristo, sicuramente sarà un indicatore di cambiamento, per se stesso nella distruzione del passato e certamente nella distruzione di se stesso e delle sue eresie, e senza ombra di dubbio un passaggio obbligatorio ad una dimensione esistenziale per tutta l’umanità, che traghetterà l’uomo e la chiesa ad una nuova chiesa, ma non più portata da esso, ma da u nuovo Apostolo eletto direttamente per mano di Gesù vero Dio.

Parrebbe molto più probabile che la profezia sia quasi, quasi di concepimento umano, come se la chiesa stessa, avesse in qualche modo voluto determinare una sua decadenza, un suo termine,io ritengo che sia proprio così, qualcuno in un tempo passato si è chiesto se la chiesa avesse avuto un termine e se questo termine fosse stato possibile determinarlo, e influenzarlo in qualche modo, se badiamo bene, questa stravagante profezia, ha questa presunzione, voler determinare l’andamento delle cose, e costringere la chiesa stessa a seguire la profezia, oppure dobbiamo dire che qualcuno occultamente abbia voluto costringere la chiesa a seguire questa profezia, facendo in modo che i pontefici nel corso della storia senza accorgersene andassero in quella direzione? E chi realmente potrebbe aver suggerito questo evolversi delle cose, se non chi ha un interesse reale nel distruggere la chiesa stessa?

Credo che ci siano diversi soggetti nel mondo che da secoli attentino alla chiesa, parliamo della massoneria, parliamo degli stessi ebrei, parliamo di altri soggetti avversi e contrari alla chiesa stessa, anche in seno alla stessa  chiesa, ci sono stati vescovi e cardinali destramente politicizzati, principi che si sono contesi regni, che hanno portato sventura alla chiesa, è inutile dire cosa ora cosa è stato, tanto la storia l’hanno ormai scritta loro e tutto scritto nei documenti e nei testi della storia. Ma non dimentichiamo che anche satana può aver istigato una simile profezia, per anche lui ha gli interessi che questa profezia, sia portata avanti, inoltre consideriamo che ogni frase che descrive un eventuale pontefice è molto oscura per essere applicata a qualsiasi pontefice, per cui l’assegnare una frase a questo o quel pontefice è molto opinabile, la chiesa può applicare un metodo, come un altro di conseguenza posso dire che la profezia sembra fatta di proposito per essere applicata non con precisione ad un singolo soggetto ma a una variabilità di soggetti, che potrebbero anche non rientrare nella lista stessa, noi ovviamente come umani, abbiamo adattato al nostro pensiero,la lista stessa, ma presa così com'è non sarebbe adattabile a nessun pontefice, tranne forse a qualcuno per puro caso e forse anche adattando i pontefici alla lista, in modo da far risultare un coerenza e un continuità con la lista, per far credere alla popolazione che la lista stessa fosse autentica.

Temo che la lista non sia affatto autentica, ma una vera e propria manipolazione che l’uomo ha estratto da conoscenze profetiche di altri soggetti, e creato ad arte tentando di prevedere un possibile scenario del futuro per condizionare sia la chiesa che per soggiogare meglio le masse, e tener sotto una costante e un perenne, condizionamento la popolazione cattolica e in parte tutta l’umanità. Sembra più un opera satanica che un opera di Dio, infatti per quale ragione Dio avrebbe dovuto comunicare a noi una lista del genere, non c’è motivo! Se la sua chiesa è eterna? Ma sappiamo che l’umanità vuole farsi condizionare e credere a qualsiasi cosa che venga proposta come un evento stravagante e che abbia come fulcro qualcosa di strano, di soprannaturale, di misterioso e incomprensibile,  temo che la lista sia tutto fuorché autentica.

Solo fatta per distrarre la popolazione, da altri pensieri e di tenerla soggiogata a pensieri comuni, in perpetua tensione, vedo che questo è un gioco pericoloso, prima di tutto perché esercita un enorme controllo indiretto sulla popolazione, in secondo luogo, vuole determinare in condizionamento all'interno della chiesa stessa, portandola a pensare che la profezia sia autentica, quando la chiesa stessa conosce la verità, se la profezia fosse stata autentica, la chiesa non l’avrebbe divulgata, guardiamo il caso combattuto da più fronti, della profezia di Fatima, come la chiesa si è comportata, disubbidendo a Dio, trasgredendo il comando che aveva ricevuto mediante la Vergine Maria, ma era un sempre un comando di Dio. Fornendo la profezia in tempi lontani dal termine imposto il 1960, e quindi inficiando la profezia stessa e non evitando il suo epilogo, infatti oggi stiamo vivendo esattamente la profezia di Fatima, essa si sta manifestando; così anche per altre profezie che la chiesa non ha voluto ascoltare, ce ne sono molte di S.Pio da Pietrelcina che la chiesa non ha voluto applicare nel momento in cui dovevano essere applicate, e altre ancora prima ancora di questo santo, per cui, ci viene da pensare che la profezia detta di Malachia sia falsa, perché se la chiesa avesse visto un pericolo per la sua fine, la profezia sarebbe stata cancellata, modificata, come è stata quella di Fatima. Per cui dato che la profezia di Malachia, non può essere considerata autentica essa viene promossa, proprio perché la chiesa stessa non vede un pericolo in essa e la chiesa stessa, la usa a suo tornaconto a favore, dopo tutto la cosi detta presunta profezia, non dice nulla di che e non profetizza nulla di catastrofico per la chiesa, ma indirettamente lo fa, ponendone un termine ultimo, forse ripeto la chiesa desidera terminare questo suo percorso, e arrivare ad un compimento della sua missione che svolga ad una liberazione della chiesa stessa da Dio.

Ma dato che io ritengo la profezia falsa, ritengo che tutto sia opinabile e potrei dire che il vero Petrus romano fu GPII , NON  l’attuale Francesco!…. Come anche, potrebbe non essere ancora arrivato …. E come potrebbe pure essere già venuto prima di GPII.  Se fosse stato un Pietro, come il primo Pietro, sarebbe stato un santo vero, un santo, Santo! Un santo super credente, un santo che applica la parola di Cristo in senso millimetrico e non un senso quasi contrario o evoluzionistico e laicistico.

Perché poi chiamarlo Petrus romano? Se il vero Pietro è il Petrus ebraico? Sembra una connotazione contraria, all'identità del primo Pietro.  Con il termine romano si potrebbe celare, una volontà di laicismo e di paganesimo e/o di identità ad una città quella di Roma, forse tutto insieme. 
.........................................................
Tutti gli storici... ammettono che la profezia è un falso!!!! Ma la chiesa, ama tenerla in piedi!