mercoledì 2 novembre 2016

LA FENDITURA VERTICALE COMPROVA LA MIA APPARIZIONE.

I primi rilievi dei satelliti mi danno ragione.










Queste apparizioni sono state scritte in rete già del 1999.

Elimino alcune parti poco importanti e concentro il succo dell'apparizione.

"Mi trovavo nel piazzale di fronte alla chiesa di S. Croce a Padova, vidi vicino al campanile della chiesa , mia sorella e un ragazzo dai tratti non veneti, capelli scuri e viso lungo, che non avevo mai visto prima, alto come me. Entrambi mi guardavano come se io e mia madre fossimo lontani da loro, ho avuto la sensazione che io e mamma abitavamo in altro luogo. Vedo che mia sorella si era sposata,(il 19 maggio 2012) e che il giorno dopo il suo matrimonio (20 maggio 2012) un forte terremoto avrebbe colpito la zona a nord degli Appennini, nei pressi della pianura padana(Emilia), e che la terra sarebbe stata scossa lungamente, che le colline sarebbero crollate e che molte frane avrebbero rovinosamente distrutto quei luoghi. Era iniziato il tempo dei terremoti(non solo per quei luoghi). Il cielo in quel periodo non era più bello, come in una bella stagione, ma continuamente turbato da eventi strani, il sole era molto attivo, le nubi spesso presenti, con lunghe velature bianche."

Inizialmente pensavo che potessi evitare questo sisma impedendo il matrimonio, ingenuamente credevo che si potesse far qualcosa, riuscii a rimandarlo per ben 2 volte, ma poi mi resi conto che era solo indicativo per farmi capire che da quel momento in poi si sarebbe manifestata la sequenza che ancora oggi si manifesta.

"Poi sentii, un gran boato, sordo venire da sotto terra, sembrava un terremoto ma forse non lo era."
"la terra si aprì da sud a nord," (terremoto e faglie) in senso verticale. 
Certo che questo è un evento che probabilmente è consecutivo nel tempo e finale di una serie di eventi protratti nel tempo, ma c'è tutto, che sia più o meno verso nord o più o meno verso sud, ma la direzione è quella. 
Indica anche che i terremoti saranno tanti e per un periodo lungo, forse anni.
"l’Italia si aprì e il gran movimento generò un maremoto, (Tsunami) le coste di tutta Italia vennero sbattute."
Qui pare che alla fine ci sarà un terremoto devastante che proprio creerà una fenditura profonda e larga, tanto da provocare uno Tsunami. Da quello che ricordo della visione-apparizione, mi pareva che ci fu anche l'eruzione di almeno 2-3 vulcani nei presi della costa, non ricordo bene se anche il Vesuvio o solo quelli marini, oggettivamente però non so quando si verificheranno tali eventi, è probabile che sia consecutivi ad un movimento tellurico non solo del bacino del mediterraneo, a me sembravano una conseguenza di certi eventi. 
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Questa parte sottostante forse è la descrizione della parte soprastante oppure un evento diverso.

"Sento ancora quel rumore assordante, come di qualcosa che correva sulla terra, era terribile, ero spaventato, subito per istinto mi arrampicai sul tronco di un cedro che si trovava di fronte alla chiesa, il cielo era diventato verde, poi rosso e poi viola a strisce, sembrava infuocato, un vento fortissimo e una foschia grigia."
Qui può essere interpretato in tanti modi, anche un esplosione nucleare, o un esplosione come di vulcano o un maremoto, ci sono diversi simbolismi all'interno, ma l'onda può anche non essere, uno tsunami ma un invasione di popoli, può avere anche un doppio senso.
"Guardai verso il mare, un'altra onda si alzava furiosa, altissima che correva sulla terra, verso ovest, distruggendo ogni cosa al suo passaggio...."
Ci sono almeno tre eventi che possono creare un onda enorme, un meteorite, un ordigno nucleare, un Maremoto-Tsunami(naturale o artificiale).

Se guardiamo la sequenza dei sismi... da quello del 2012 ad oggi, i maggiori sono avvenuti tutti sugli appennini, per non parlare delle frane, che ancora oggi colpiscono tutta la penisola, le inondazioni sono poi una conseguenza di grandi perturbazioni, per poi ne derivano le frane.

Gli scienziati hanno detto che questi sismi dureranno ancora per molto tempo loro dicono mesi, io dico anni e anni, certamente ci saranno periodi di forti tensioni interne alle strutture della crosta-mantello dovute a tutti i meccanismi che si sanno, come anche a periodi di apparente quiete, con micro sciami sismici, sentiti solo dagli strumenti o animali.



Se dovesse esplodere il Marsili quali eventi conseguiranno a tale deflagrazione?

Vediamo di fare una ricostruzione sulla base dei miei ricordi.

Sulla base di quello che io vidi, una grande onda si sarebbe dovuta abbattere sulla pianura padana, dove vidi che tutto venne sommerso, almeno per un altezza di 50-60mt. 

L'esplosione del più grande vulcano sottomarino d'Europa potrebbe provocare un sisma tale da creare un violento maremoto, fino a generare delle onde anche sulla costa adriatica?
Forse no, certamente lo tsunami si avrebbe direttamente su tutte le coste nel tirreno almeno fino all'Elba, se non anche ripercussioni fino in Liguria, visto che un onda tsunamica nel pacifico può attraversare migliaia di kilometri con velocità molto sostenute, 

Ma sicuramente sarà associato ad un forte sisma che colpirà tutto l'appennino e le isole, il quale potrebbe determinare un sisma secondario capace di far sprofondare la la pianura, visto che ci sono proprio delle faglie a formare una zona triangolare, che se si congiungessero potrebbe determinare uno sprofondamento, di quanto non si sà. Allora si che l'acqua del mare potrebbe invadere facilmente la pianura stessa per esondazione. E secondariamente provocare uno Tsunami in adriatico, dato che il mare è poco profondo potrebbe causare non pochi danni.. 

Dato che il mediterraneo e il tirreno sono mari chiusi, c'è il rischio che l'effetto dell'esplosione del Marsili sia molto peggiore che non un esplosione uguale in pieno oceano per la massa d'acqua essendo maggiore possa assorbire di più l'eruzione ed esplosione e può anche essere che il mare chiuso permetta una maggiore produzione di onde collaterali che potrebbero anche uscire dalla zona indica e colpire coste oltre, sempre nel bacino del Mediterraneo.

Anche gli scienziati hanno previsto un possibile evento di questo tipo.





°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Se ora guardiamo e leggiamo quello che gli esperti in questi giorni hanno rivelato, possiamo vedere che c'è un notevole assomiglianza con la mia apparizione, dai rilievi degli scienziati ed esperti, il terremoto ha aperto la terra con un movimento verso ovest e uno contrario verso Est proprio una spaccatura che si sta aprendo verticalmente sulla dorsale degli appennini.



L'area dell'Italia centrale che è stata deformata dai terremoti del 26 e del 30 ottobre  (FOTO VIDEO -  SPECIALE) si estende per 600 chilometri quadrati. I dati emergono da una prima analisi di quanto osservato dal satellite radar Sentinel 1 del programma europeo Coperniucs ed elaborato dall'Ingv insieme all'Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell'ambiente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Irea-Cnr). All'interno di questa la zona di massima deformazione, già delineata nei giorni scorsi, dove il terreno si è abbassato fino a 70 centimetri, è di 130 chilometri quadrati. L'analisi dei dati del satellite è però ancora in corso e il territorio colpito potrebbe alla fine rivelarsi ancora più ampio. 

Area di Norcia spostata di 30 centimetri - Sempre dalle immagini raccolte dal satellite emerge come l'area di Norcia si sarebbe spostata di 30 centimetri verso Ovest, mentre l'area di Montegallo di 40 centimetri verso Est. I nuovi dati indicano inoltre "significative deformazioni verticali", di "almeno 60 centimetri" nell'area di Castelluccio e il sollevamento di circa 12 centimetri nell'area di Norcia. L'agenzia spaziale italiani e il Cnr rilevano infine che "è possibile che gli spostamenti rilevati siano sottostimati anche di un 30%, ma tali effetti saranno corretti grazie alle nuove acquisizioni già previste nei prossimi giorni", quando dovrebbero arrivare anche i dati del satellite radar giapponese Alos 2.
Dallo Stato sei miliardi di euro - Intanto si iniziano a fare i conti anche con il costo economico del sisma. Un portavoce del Ministero dell'Economia ha stimato che nel 2017 le pubbliche amministrazioni centrali e locali spenderanno per la messa in sicurezza del territorio e di edifici pubblici e per la ricostruzione successiva a eventi sismici circa 6 miliardi di euro. Oltre alle risorse stanziate con la manovra e con i decreti sul terremoto, nel conto della pubblica amministrazione per il 2017 già compaiono spese pubbliche per la ricostruzione e la messa in sicurezza stanziate a seguito di precedenti eventi sismici.


Migliore spiegazione più dettagliata.


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


Volendosi basare solo sugli eventi scientifici senza badare alla mie apparizioni, mi chiedo, quando si potrà iniziare i lavori di ricostruzione? La mia domanda è provocatoria, visto che è ovvio e logico pensare solo quando finirà la sequenza sismica e sarà passato un giusto tempo per essere certi che nessun altro terremoto in questo lasso di tempo crei nuovi danni, alle strutture appena rigenerate o ex-novo create. Questo mi sembra più che scontato, per tanto finché il sisma continua nessuna ricostruzione potrà iniziare, bisogna che la gente sappia questo, perché il popolo pensa che lo stato agisca anche quando il sisma è ancora attivo, questo non potrà mai accadere, anche perché si mette a rischio l'incolumità di molte  aziende e altri esseri umani. Credo che uno stato che voglia bene a tutti i cittadini debba essere onesto e concreto e dica che  si potrà ricostruire solo quanto c'è certezza che il sisma non crei nuovi danni, anche al nuovo, ma fintanto il territorio non si ferma nel suo movimento, nessun geologo, vulcanologo o sismologo ne ingegnere edile darà mai il suo avvallo per l'edificabilità, sarebbe come suicidarsi, visto che poi la magistratura, giustamente li colpirebbe se edificano in periodo sismico, ma è illogico che questo avvenga. Quindi non illudiamo la popolazione che in pochi mesi si costruirà, finché il terremoto non cessa, la ricostruzione non potrà iniziare e quindi altro che primavera. Solo chi cerca voti dice questo, ma una persona concreta che sta nella giustizia non lo direbbe mai.