giovedì 25 agosto 2016

LA LEGGE DELLA LIBERTÀ DI SCELTA

LA LEGGE DELLA LIBERTÀ DI SCELTA!

In questo momento fare un discorso del genere pare fuori luogo, ed invece no.

Dove si prega e si crede il Signore protegge ed evita i danni peggiori, concede le sue grazie; mentre dove non si prega e non si crede ed anzi si è addirittura contrari combattendolo bestemmiandolo, etc, ovviamente non c'è protezione. Questa è la legge della libertà di scelta.



Noi esseri umani abbiamo un vessillo comune in tutte le nazioni della terra, la bandiera della LIBERTÀ, questa sventola alta sopra tutte le bandiere nazionali, è l'unica che non tramonterà mai, posso sparire nazioni, monarchie, credi, ma la libertà è per l'uomo e per qualsiasi spirito una cosa fondamentale di cui non si può toccare. Ma da dove nasce il senso di libertà dell'uomo, da Dio o da Satana, molti penseranno da satana, invece è Dio che ha resi liberi, liberi di scegliere, liberi di porci da una parte o dall'altra della barricata, liberi di pensare e di vedere la realtà come ci piace di più, mentre satana ha voluto far credere all'uomo di liberarlo dalla schiavitù della libertà facile di Dio, e lo incatenato in una condizione, per cui egli lo governò per un lungo periodo sotto la sua tirannia, facendo di quest'uomo un suo servo devoto, ed facendo si che quest'essere umano, combattesse per satana la sua guerra contro Dio, in nome di una falsa libertà. Dio aveva solo consigliato i progenitori Adamo ed Eva di non fare quella determinata cosa, non glielo aveva imposto, attese di vedere cosa essi avrebbero agito, in totale e piena Libertà senza coercizione o inganno, mentre l'astuto Satana ha agito con inganno sottraendo ai due, la libertà, ed imponendo loro la sua Libertà, fatta di menzogne ed inganni, così loro liberamente hanno agito, volendosi far ingannare, sono caduti nella sua trappola, per cui hanno attratto su di loro una falsa libertà che li ha resi ciechi alla vera libertà. Il male era entrato in loro, e nel mondo usando un inganno, usando un astuzia, usando la stessa parola lasciata da Dio, contro i suoi stessi figli. Per cui satana non usa armi diverse, ma le stesse armi che Dio mette a disposizione del mondo, per il bene del mondo, ma usandole contro lo stesse bene dell'uomo.
Molti falsi profeti di oggi, come arrivano al cuore della gente, usano le armi di Dio, per mostrarsi veri e forti, santi e genuini, ma aggiungendo a questa parola lasciata da Dio per il bene di tutti, intenzione ingannevoli che mescolate sagacemente alla parola data, portano fuori strada l'uomo.
Non per nulla Cristo dice,"sia maledetto l'uomo che confida nell'uomo" è logico e giusto questo pensare, perchè esso, dimostra che spesso e volentieri noi umani riponiamo la nostra fiducia in un uomo, in amico, un papa, in un vescovo, in qualsiasi prete, o veggente o profeta, o capo di stato, o re,  e talune volte anche in satana, piuttosto che riporla in chi ti ha creato Dio. L'uomo per sua natura distorta e malata preferisce credere ed aggrapparsi ad altri umani, dai quali pende dalle loro labbra, e li esalta come se fossero dei, li mette sugli altari, li pone in alto e li rende idoli, mentori per loro, maestri, obbiettivi della loro esistenza, l'uomo imita l'uomo, molto spesso la gente mi chiede ma lei che è così bravo a dipingere che scrive queste cose, a chi si ispira, io rispondo non c'è nessuno a cui mi ispiro, perchè l'unica fonte che io conosco è Dio, se Egli è perfetto anch'io cerco di esprime la sua perfezione, nell'arte e nella vita per quanto nel mio piccolo posso fare, non c'è papa che io mi ispiri, ma solo uno io seguo Cristo Dio.  Ora io ho scelto con la mia libertà da che parte pormi, non sono stato condizionato da nessuno, ne da Dio, ne da satana, perchè non permetto a lui, di condizionare la mia vita, e non gli permetto di agire su di me. Mentre il 90% di questo mondo, cade facilmente nelle spire di satana, anche coloro che pensano di essere santi ed arrivati, anche coloro che si siedono in alto, anche coloro che scrivono libri e credono di essere grandi teologi, scrittori, poeti, hanno l'ardire di porsi in alto. Nel mondo c'è una corsa a chi si pone tra le prime file, tra i posti di potere maggiori, un papa si sente grande quando siede lassù tra le vette del cielo del Clero, ed invece egli siede solo, e come disse Gesù, nostro unico e vero Maestro: "se vuoi essere grande diventa ultimo e servo dei grandi" chi sale sulle vette del cielo, è il primo che verrà cacciato di sotto. Quindi Cristo non impone, lascia libero di pensare, di agire, non fa nessuna azione su di te, richiama, con speranza il mondo ma più di quello non fa guarda l'operare del l'uomo in funzione della sua tentazione, si perchè siamo continuamente tentati in mille modi, ma poi bisogna riaversi, se no diveniamo preda del tentatore, dell'avversario nostro, che usa tutte le furbizie per distruggerci e il mondo è pieno di avversari, pieno di coloro che operano per satana, anche senza accorgersene. Molti potenti nel mondo sono inconsapevolmente suo servi e schiavi hanno rinunciato alla loro libertà, per divenir schiavi di un essere che li vuole morte pure loro, e costoro non comprendono vedono solo la ricchezza, il dominio, il danaro, l'avere e il controllare, cosa? una massa di carne, dei cervelli, delle vite, che sono appesa a fili, ma delle loro anima nessuno controlla. E poi questi poveracci pieni di soldi, con un potere immenso per gestire cosa un mondo che non sanno nemmeno loro come si fatto e cosa lo sostenga, finiscono la loro misera vita, dentro una fossa, ad un mausoleo, sotto ad un lapide che li ricorda, a monito di chi verrà e che non li guarderà come potenti che furono, ma come uomini che hanno perso la possibilità di essere e divenire viventi in eterno. Ecco la libertà di satana, ci costringe far quel egli vuole, ci mette un cappio al collo, ci controlla in mille modi, facendoci credere che sia liberi, oscurando a noi la vera libertà, solo in Dio, esiste la libertà, per cui giustamente Egli l'Eterno dice, "Io stesso vi ho resi liberi, e vi giudicherò secondo la vostra libertà, se voi rifiutate le mia libertà perchè satana vi offusca la mente, vi annebbia lo spirito, e non siete e non volete uscire da questa falsità, io vi lascio, vi abbandono al vostro destino, visto che voi volete questo, essere liberi anche da Me, per cui solo chi mi cerca, mi vuole, mi prega e mi crede, Io darò il mio soccorso, il mio aiuto, la mia assistenza e ogni grazia che ha bisogno, ma a chi mi rifiuta, mi bestemmia, mi oltraggia, agisce nel male di altri figli, lascio che sia quella falsa libertà a far giustizia su di voi, e da me non avrete nulla"  Ecco il perchè è giusto dire DOVE SI PREGA SI CREDE IL SIGNORE PROTEGGE, perché sulla terra, tutti vogliono essere liberi da tutto e da tutti ma sopratutto da Dio, ed allora è giusto per logica che Egli ci lasci, liberi di gestire quello che crediamo, ma allora non possiamo dire quando accadono grandi disgrazie come i terremoti, maremoti, epidemie, massacri, saccheggi, etc, perchè non ci proteggi, perchè hai permesso che quelle persone muoiano, perchè qua e là, il motivo è presto detto, se non credi e se non preghi, come puoi pensare di aver protezione di Dio, quando nella tua vita fai tutto il contrario di quanto Egli ti chiede? La colpa non è sua perchè ti ha lasciato libero secondo la tua volontà o meglio dire secondo la libertà che hai scelto, quella di Dio o di Satana, molta parte del mondo sceglie satana, ma allora perchè non chiedete a satana di aiutarvi, visto che molti sono ad esso asserviti? Non dite mai che un evento qualsiasi sia si colpa di qualcuno perchè non potete sapere chi sia la causa, certamente Dio no, perchè Egli ci vuole salvare tutti anche coloro che sono nel peccato, ma se uno è ostinata ed impenitente come può Dio aiutarlo se l'uomo lo combatte con il suo peccato? 

Cercate la vera Libertà e avrete la vera protezione!
Finché rimarrete nella libertà di satana questi sono risultati egli vuole la morte di tutti, egli vuole le vostre anime, la guerra tra di Dio e satana è fatta anche di queste cose, noi siamo al centro dell'interesse di ognuno dei due, e noi siamo liberti di gestire la nostra vita sulla terra, ma non quella futura spirituale, quindi o state con Dio o con Satana. 
ma poi non vi scagliate contro Dio per non aver avuto da Lui assistenza, perchè ,molti in vita fanno questo, si lagnano ma VOI cosa avete fatto per Dio, gli avete creduto o lo avete oltraggiato, o avete calunniato, lo avete maltrattato, e voi i siete voluti bene facendo a voi del bene o facendovi solo del male, sempre che l'uomo sa cosa sia il bene o il male per se stessi.

Cos'è sia il bene o il male per se stessi.?

Noi pensiamo che il male e il bene siano solo concetti astratti dell'essere umano, ma siamo in realtà immersi in questa realtà di male e bene, tutto ciò che facciamo o diciamo è o male o bene, tutto ha il metro valutativo di male o di bene, di negativo o positivo, ma poi sappiamo se ci facciamo male o bene? 

Tutto dipende dalla valutazione di questo male e di questo bene, molti applicano il senso di bene come se fosse un male e viceversa, altri all'opposto, ci sono esseri umani che dico "io mi sono fatto del bene, prendere quei soldi, agire così, operare colà, etc," il nostro bene non è detto che sia realmente bene, è molto spesso, è male, perchè noi spessissimo guardiamo solo al nostro interesse personale e non pensiamo mai di non far un torto ad altri, invece molto spesso anzi spessissimo, agiamo così, anche chi dice di essere perfetto e che è un buon credente agisce in questo modo pensa a se stesso, non perchè non bisogna pensarci, ma è il modo in cui si fanno le cose che è errato è il pensiero che c'è dietro che è sbagliato, è l'agire che va, tutti dicono io ho fatto quella cosa per me, quindi si guarda solo a se stessi e gli altri si arrangiano, questa è la logica menefreghista, che si guarda al proprio orto, ma così facendo il mondo diventa menefreghista verso se stesso, se ognuno agisce solo per il bene proprio, cioè facendo in realtà il male proprio e quello degli altri, significa che si fa il male di tutti, anche quando si pensa a che serve andare votare, è sbagliato perchè poi il danno ricade su tutti, se io non faccio una certa azione è ovvio che poi questa ricadrà anche su altri, per cui per me potrebbe essere stato un bene, ma in realtà non solo ho fatto del male alla comunità ma anche a me stesso. Per cui dire faccio del bene o del male, è tutto relativo a cosa faccio sopratutto verso gli altri. Se io spargo una parola difforme dalla parola di Dio e aggiungo ad essa in pensiero diverso volendo portare un pensiero diverso da quello di Dio, mescolando alla sua parola la mia, non porto più la verità la porto un verità falsa, quindi secondo il mio pensare faccio del bene a me, perchè ne traggo un vantaggio, ma faccio del male al prossimo che cade nel mio tranello, ma alla lunga poi faccio molto peggio a me stesso, perchè agli occhi di Dio, io mi sono condannato da solo. 
Questo lo dico a tutti, dai potenti ai piccoli, dai religiosi, ai veggenti, ai credenti, quando parlate e operate non fatevi del bene, per un vostro tornaconto terreno, perchè poi nell'altra vita le pagate tutte. 

Le disgrazie sono sempre una brutta cosa, non bisogna incolpare nessuno, perchè nessun uomo sa chi sia il responsabile,  molto spesso è l'uomo il responsabile di tante tragedie come quelle che avvengono in questi giorni, potrebbe esserci dietro le armi dell'uomo e alle volte la natura stessa.

DIO CI LASCIA LIBERI DI CREDERE IN CHI VOGLIAMO, MA POI SAREMO NOI A GIUSTIZIARE NOI STESSI, SONO LE AZIONI DI OGNUNO CHE PARLANO PER NOI. 

QUINDI SIETE TUTTI LIBERI NEL STARE 
CON LA LIBERTÀ DI SATANA O CON  LA LIBERTÀ DI DIO 
A VOI LA SCELTA