lunedì 29 agosto 2016

UNA FOLLIA COSTRUIRE SU UNA FAGLIA COME SU UN VULCANO.

UN APPELLO AI TERREMOTATI E A QUANTI HANNO POTERE DI DECIDERE!


Faccio questo appello per una ragione ben precisa, in questi giorni si sta decidendo se concedere ai terremotati delle aree colpite dall'attuale sisma di ricostruire le loro case. 
Da notizie dei telegiornali pare che il governo abbia accettato. 

Però io vorrei sottoporre all'attenzione della autorità e della magistratura delle considerazioni.
Ora è risaputo che l'area è altamente sismica, la faglia che si sta sempre più determinando a mostrato la sua faccia, con quel dislivello di 20 centimetrici circa che dimostra che la faglia è attiva, potenzialmente pericolosa, e l'attuale sisma lo dimostra ampiamente,e che sicuramente non sarà finita, questo che è avvenuto e sta ancora avvenendo è una sequenza sismica importante, che però non è così forte da radere al suolo letteralmente tutto. 

Se per caso dopo l'eventuale ricostruzione si dovesse malauguratamente verificare un altro sisma anche più potente, tutto quello che si è edificato nuovo per quanto l'edilizia attuale possa essere più resistente, ma un edilizia cementizia non può resiste su terreni fragili, su terreni dove e certamente anche il nuovo verrebbe a crollare,, e ci saranno senza ombra di dubbio molti altri morti. Ora chiedo alle autorità giudiziarie che sono investite di autorità in questo caso e al governo Italiano, chi si prenderà la responsabilità di quei futuri morti? Voi sicuramente! Perchè siete coloro che devono dare l'avvallo alla edificabilità della zona quando nessun esperto in sismologia o geofisico si prenderebbe mai questa responsabilità, bisogna essere dei folli, perchè sanno benissimo che un altro sisma di questo genere potrebbe ancora verificarsi nei prossimo futuro, mesi, anni, decenni. 

E' semplicemente una follia senza senso logico costruire su una faglia come del resto anche su un vulcano per giunta è attivo. 


Io capisco che la gente si senta legata alla propria terra, lo siamo tutti, ma chiedo a tutti, è più importante la propria terra, l'origine delle proprie tradizioni, o la propria vita? Pensateci bene !
Se siete vivi adesso non potete sapere se dovesse arrivarne un altra come sarete la prossima volta, avete ancora la possibilità di ricostruire la vostra vita, per chi ovviamente lo può, per il bene maggiore che abbiamo è la vita, possiamo perdere tutto anche gli affetti ma la vita sarebbe bene tenersela, per cui una persona intelligente ricrea la sua vita e ciò che era in altro posto, più sicuro e più stabile. Credo che la vita di una persona sia più importante delle cose materiali.

Noi dobbiamo ben capire che uno stato che si dica tale non può mettere a rischio la vita dei suoi concittadini altrimenti è uno stato menefreghista, e se uno stato fosse così nessuna sua legge avrebbe potere, perchè i cittadini potrebbero disconoscerlo. Per cui lo stato deve tutelare ogni cittadino, e decidere per il meglio di tutti, non solo di pochi. E non è detto che il bene di pochi sia il bene per tutti. Perchè i pochi si devono adattare per non creare problemi a tutti gli altri, si perchè se si edifica ancora in quelle aree terremotate e viene un altro sisma, il popolo è costretto nuovamente a corre in contro a costoro causando non pochi problemi a tutti. Quindi se si è intelligenti, si evitano queste catastrofi, impedendo di costruire su terreni fragili, inadatti, e sismicamente instabili. Questa dovrebbe essere la coscienza di un governo che ci tiene ai proprio cittadini e anche a non spendere miliardi ogni volta che si presentano questi fatti.

Purtroppo l'Italia è una regione del globo a rischio sismico diciamoci la verità, tutto l'appennino è pieno di faglie, vulcani, e terreni poco stabili, anche a regime franoso e le zone carsiche. 
Solo alcune arre di questo stato sono più solide, meno sensibili a certi eventi. 
Per esempio tutto il territorio compresa Roma che è seduta su una caldera, cioè sulla bocca di un immenso vulcano si presume spento. Le zone attorno alla Capitale, specie quelle del lago Albano sono aree sismiche, dove esistono ancora fenomeni vulcanici di minore entità, ma ci sono.
Napoli è uguale, per giunta seduta ai piedi di un vulcano attivo, dormiente ma estremamente pericoloso, il Vesuvio. Tutta l'area verso nord è ad attività vulcanica, fino ad oltre il monte Amiata, ma anche in Veneto c'è un area vulcanica spenta, sono i colli Euganei, dove Abano Terme sfrutta l'energia del vulcanismo per i fanghi, così a Recoaro Terme in provincia di Vicenza, così nella valle di Trento zona Levico, ci sono altre aree vulcaniche appunto tutto zone dove anticamente erano attivi dei vulcani e che ora rimangono solo queste zone, ma proprio per la loro presenza indicano che il sottosuolo è strutturato in un certo modo. 



La lista delle aree di vulcani spenti o attivi nella penisola Italiana è molto lunga, 

Monti Berici, Monti Cimini, Savatini e Volsini,Monte Epomeo, Roccamonfina, Monte Vulture, Monte Vicano, 
Monte Pollino, Isola di Ponza,Colli Albani comprensivi dei laghi di Albano, Nemi e Bracciano, Isolotto di Ventotene, etc.

Vulcani sottomarini uno dei quali (il Marsili) ,Magnaghi, Vavilov , Palinuro. Ancora nel Tirreno e nello Ionio: Alcione, Enerete, Eolo, Lamentini, Sisifo, Anchise, Alicudi, Filicudi, Salina, Panarea, Ustica, Pantelleria, Linosa, Lampione e Lampedusa (questi ultimi 4 sono politicamente Italiani, ma giacciono sullo zoccolo africano), Vulcanello (solo tracce dell'edificio scomparso in epoca storica romana). 

Sotto la Sicilia apparsi e scomparsi dalla superficie ma rintracciabili con la magnetometria e la gravimetria: Ferdinandea, Nerita e Terribile. 
Riconducibili come fenomeni secondari ad attività di cui non si ha memoria quantomeno storica: Larderello, dal batolite toscano che si esprime col Monte Amiata e con le numerose manifestazioni di solfuri quali pirite, galena e blenda della Toscana. Perticara in provincia di Pesaro da cui si è estratto zolfo nel corso dei secoli, ed anche questo riferibile al batolite, enorme bacino magmatico sotto la crosta terrestre in prossimità del mantello, toscano.

Questo fa comprendere che il territorio è esposto al vulcanismo e a terremoti più che in altri luoghi, per cui su terreni di questo genere non si deve costruire con pietra, mattone, cemento ma principalmente in Legno o materiali polimerici leggeri che se anche crollano per lo meno riducono il numero di morti, oltretutto non si dovrebbe permettere di costruire in elevazione, anche se fosse in cemento, per ovvie ragioni. Inoltre il grande errore che si fa quando si edificano gli edifici è che si procedere a fare quasi sempre delle costruzioni con plinti e pali di fondazione che essendo piantati in terra, anche se compressa ma possono facilmente cadere, si deve edificare su platee per rendere maggiormente stabile le strutture soprastanti. La platea ha il vantaggio di sollevarsi contemporaneamente con un sisma che sia sussultorio, ondulatorio o misto, mentre i pali di fondazione fanno crollare prima l'edificio.

Per cui ricostruire nelle aeree terremotate, non è certamente da persone intelligenti, ma si cerca di provocare ancora altri morti, perchè presto o tardi il sisma si ripete nelle stesse aree, con eventi altrettanto drammatici.
Oltretutto su faglie attive giovani o in progressione continua è un gravissimo errore. Finché la faglia non si sarà stabilizzata e ci possono volere secoli, si dovrebbe promuovere una legge che impedisca alla popolazione di costruire su questo genere di terreni. 


OPERE BUONE E OPERE CATTIVE


QUALI SONO LE OPERE BUONE E LE OPERE CATTIVE?


LA LOGICA È PERFETTA?


Dalla frase del messaggio che ho ricevuto oggi spiego il senso di questa. 

"al momento giusto sarà posto sulla bilancia le opere buone e le opere cattive o non buone, di tutti." 

La frase sulle prime non direbbe nulla di importante perchè tutti dovremo sapere cosa sono le opere buone o quelle cattive oppure quelle non buone, per altro quest'ultima parola identifica qualcosa in più.


Cosa s'intende per opere?

tutto quello che esce dalla nostra mente e viene concretizzato sia sotto forma di opera fatta mediante le nostre mani, che delle opere fatte mediante la nostra voce, parola, canto, preghiera.

Qualsiasi cosa venga elaborato dalla nostra mente, poi passa mediante le due vie a noi comuni una è la parola e l'altra è la mano, si perchè non tutto quello che la mente pensa, passa mediante la mano, e non tutto quello che mente pensa passa mediante la parola. Per cui le nostre opere che meditiamo passano o mediante la parola alla mano, oppure mediante la mano o la Parona e non vanno sempre alla mano. 


Cecilia Bartoli famosa cantante lirica mezzosoprano in una scena dell'aria"Una voce poco fa" come si nota la cantante lirica fa uso sia dell'uso della parola che della mano, in modo assestante, indipendente, perchè la voce canta qualcosa, mentre la mano esegue qualcos'altro, due azioni diverse. 


Non sempre l'essere umano è in grado di fare azioni separate volontarie, molto spesso agiamo in maniera involontaria e questo avviene sopratutto quando si fa un movimento, azione involontaria anche il camminare e spesso si parla mentre si cammina, ma anche il vedere, l'ascoltare sono tutte azioni  involontarie.  per cui le azioni involontarie non rientrano nelle così dette opere, perché fanno parte dell'essere umano in senso meccanico del termine. Mentre quello che esce dal nostro pensare, e poi viene determinato dal nostro essere, in forma di linguaggio o canto, oppure in forma manuale sono opere diciamo delle facoltà mentali.

Quindi le opere sono intese tutte quelle che l'uomo produce nella realtà del quotidiano, quindi sia quelle che vengono create, cioè prodotte con le nostre mani, che quelle che noi esprimiamo con la nostra voce.

Quindi quante sono le opere? Un infinità tra le une e le altre. 

Ma tra queste ci sono opere buone e opere non buone e anche cattive.

Come si possono considerare le opere cattive o buone?

Il metro di valutazione è soggettivo perché va secondo il pensare di ognuno.
Ma proprio per questo, che esiste la logica, che stabilisce un metro univoco per tutti, sul quale tutta la società del mondo in diversi periodi storici si è fondata e basata.

Qual'è il metro valutativo per dire che le cose sono giuste e come noi possiamo dire che la logica sia giusta?



Cos'è la Logica?

Wikipedia ci sa una sua definizione di logica. (logos, ovvero "parola", "pensiero", "idea", "argomento", "ragione")

Da dove trae la sua origine la logica, non tanto dalla parola greca di cui non ci interessa molto, ossia cosa sta alla base dell'essere logico. 

Vediamo se riesco a farvi capire, si dice che 1+1 sia uguale a 2, ma non possa essere uguale 3, chi sostiene che è uguale a 3 è illogico o sta mentendo, oppure la sua mente fa un calcolo diverso usando un diverso modo di intendere quei due numeri iniziali, ma in questo caso si esce dal discorso logico, per affrontare un discorso diverso in cui si cambiano alcuni parametri dello stesso, ma per essere logico, deve essere rigido perché quelli iniziali sono parametri fissi e non mobili; altro esempio, se ho tre mele rosse e qualcuno sostiene che sono nere, questo per logica o sta mentendo o è daltonico, per cui da una risposta non logica, potremo dire anche falsa. Per cui la logica si avvale di una cosa fondamentale la veritàse la logica mancasse di verità essa non sarebbe più logica; ma a questo parametro manca un altro fondamentale per stabile che la logica è perfetta, quale? 
La giustizia, infatti la logica si compone di verità e giustizia, quali sue basi fondamentali su cui essa poggia. Se la logica non fosse giusta non sarebbe logica e non si userebbe nei tribunali, ne per stabilire una legge che deve essere logica per esprimere un senso di giustizia. 

Quando qualsiasi essere umano usa la logica per parlare in realtà sta facendo uso di due parole Verità e Giustizia, ma se manca una, perché la logica e gli esseri umani logici, fanno uso di questa, tutti gli esseri umani senzienti usano la verità e la giustizia per esprimere un concetto logico. 

La logica si poggia anche su un altra parola la perfezione, se la logica mancasse di perfezione sarebbe imperfetta. 

Può esistere una logica imperfetta? No! 
Non può esistere, tranne nella mente di chi vuole cambiare il senso logico  di quanto afferma, usando l'inganno.

Quindi abbiamo che la logica si fonda su tre principi fondamentali, Verità, Giustizia e Perfezione. 

Se la logica venisse prima della verità, giustizia e perfezione non sarebbe logica, sarebbe illogica. 

Quindi la logica per essere tale deve essere composta da queste tre parole Verità, Giustizia, Perfezione! se manca anche una sola delle tre, il discorso o qualsiasi altra cosa diventata illogica. 


Quindi cosa è buono e cos'è cattivo? 
Il buono può essere espresso in positivo e il cattivo in negativo.

Secondo logica colui che è buono è un soggetto che agisce nel bene in senso concettuale del termine, verso un essere qualsiasi esso sia. 

Ma le opere buone, sono tutte quelle che sono volte a agire in senso positivo verso l'esser stesso che le ha create e verso altri, cioè per logica chi compie opere buone, è colui che agisce per il bene della collettività, in senso generale del termine. Quindi un opera cattiva non potrà mai divenire buona, mai.

L'opera cattiva è contrassegnata da un aspetto particolare, essa può essere logica nella sua conformazione, ma esprimere un concetto negativo, per esempio una pistola serve a sparare, ma se la stessa invece di difendere una persona, viene usata contro quella persona, ecco che il proiettile diviene il mezzo per uccidere quella persona, quindi si fa del male a qualcuno; non rientra in un discorso di illogicità, ma solo di logica volta però a creare una situazione illogica, nel senso che l'azione che fa il proiettile produce un male, solo nel caso si voglia far un male verso qualcuno, il quale è un azione malevola; la stessa azione malevola secondo logica è in realtà illogica.

Quindi il mezzo non è detto che sia un male, potrebbe essere un bene, ma è l'uso che se ne fa che si ottiene un male. 

Per cui, ci sono molte opere che l'uomo fa sopratutto con la voce e alle volte con le mani, che sono illogiche, perché non contengono ne la verità, ne la giustizia, ne la perfezione. 


 le opere buone e le opere cattive o non buone, “


per cui cosa sono le opere buone?”
Sono tutte quelle che rientrano in senso perfetto di verità e giustizia, e perfezione nella logica più elevata.

Mentre le opere che sono definite cattive, in realtà sono opere che si sottraggono alla verità e giustizia e perfezione, e di questo tipo sono soprattutto opere della parola.

Ma ci sono anche le opere che si definiscono non buone, sono opere che usando la logica servono per fare il male, per esempio ci sono persone che usano la parola di Dio contro Dio stesso, queste sono opere non buone, in questo caso sono opere che usano l'inganno.

Il cattivo è colui che agisce provocando un danno diretto verso un altro o qualcosa altro.
Così fa il Buono che agisce promuovendo un azione benefica verso chiunque.

Quindi la logica si fonda su questi tre parametri, verità, giustizia e perfezione.

La parola di Dio è composta e fondata su questi tre paramenti, essa è vera, cioè ha in se la verità, giusta, cioè trae la sua origine dalla giustizia e perfetta perché Dio esprime attraverso di essa un concetto elevato di natura spirituale, perché la perfezione non rientra nettamente nelle caratteristiche umane, ma l'uomo si spinge mediante la logica nel cercare di essere perfetto.

Anche una cosa buona può diventare cattiva ? Certamente, si!
Tutto ciò che esiste può essere considerato buono/bene/positivo o cattivo/male/negativo dipende dall'uso che se ne fa. Per esempio un sapiente può usare la sua sapienza, per fare del bene, tanto quanto per fare del male, perché tutto dipende dalla sua coscienza, se essa è diretta verso il bene, il sapiente fa il bene, cioè un azione positiva, buona, mentre se la sua sapienza che è bene, viene usata in senso negativo del termine esso fa il male, cosa intendo dire alle volte si può usare la parola buona contro se stessa, si può usare un conoscenza buona contro gli altri, per agir nel male, è quello che satana fa, esso ha una conoscenza in se stesso buona, perché infusa di Dio in principio, ma esso la sfrutta e la usa per far del male, ecco che la conoscenza del tutto, viene usata per far del male, così anche noi quando siamo presi da idee maligne, usiamo con astuzia, furbizia, malizia quella parola di bene, positiva per agire e fare il male.

E possibile usare il male per ottenere un bene? Bisogna vedere che cosa si intende per male, per potere dar qui una risposta. Se per male intendo uccidere qualcuno, certamente no. Ma anche qui non è detto, perché se Io so che quella persona ha fatto tanto del bene e voglio sottrarla paradossalmente alla perdita futura della sua anima, se so che essa può andar persa, agisco su di essa portandomi via la sua anima, questo lo può fare solo un Dio, certamente non l'uomo, però è possibile, quindi anche in questo caso, si può intendere per bene un male tutto dipende dall'ottica e dal pensiero che c'è in chi lo esercita.


Quindi in sintesi

Le cose buone sono composte dalla nostra stessa esistenza e da ciò che in essa facciamo, poi sarà quello che facciamo ad essere usato per il bene.
Di espressioni, azioni, opere che ricadono sotto la definizione di cose buone ve n'è uno sterminio, di ordine morale, sociale, etc. esempio:
Ciò che si definisce per buono sono tutte le espressioni d'amore, di affetto, di pace, di gioia, di allegria, il candore di un bambino, tutto ciò che è positivo verso gli altri; essere ben disposto, cortese, in amicizia, educato, cortese e gentile, carità, umiltà, consolare, raccomandare, ma anche il rimprovero quando è giusto, anche la correzione fraterna, anche il giusto giudizio, il giudizio equilibrato, la saggezza, la sapienza, l'intelligente, la conoscenza,..........

Le cose non buone sono quelle che servono per ottenere un indebito vantaggio, una truffa, un raggiro, un menzogna, una bugia, qualsiasi cosa serva per ingannare, anche la stessa parola di Dio può essere usata a questo scopo. Ma anche le nostre stesse espressioni, intenzioni, parole discorsi etc possono venir usati da chi è astuto, furbo, etc, per operare un male, per esempio se io ho un discorso negativo e lo voglio rendere positivo, tolgo ad esso la parte negativa e lo uso come positivo, è possibile si fa spesso, ma se qualcuno malignamente vuole vedere in quella parzialità un modo per ingannare gli altri, e far credere che quella parzialità è negativa e trasmette un pensiero negativo, agisce su quella parzialità aggiungendo la parte che manca, e sostenendo con malignità che quella parzialità intende quello che era in origine.

Per esempio, se dico:” preghiamo per qualcuno e facciamo una catena di 1000 preghiere”.
In questa semplice frase secondo logica non c'è malignità alcuna, per esserci malignità deve contenere gli elementi che la rendano tale, ma la frase così scritta non li contiene, per cui se la logica è giusta secondo verità e perfezione, non possiamo dire che in essa ci sono le parole che inducono a pensare e ritenere che quella frase ha un senso diverso da quello che rappresenta.

Se invece siamo maligni, non usiamo più la logica nella verità, nella giustizia e nella perfezione ma nell'imperfezione, nella falsità e nell'ingiustizia, quindi una logica al contrario dove forzosamente aggiungo a quella frase senza per altro dirlo, delle intenzioni difformi dalla frase che si presenta, aggiungendo quello che mi comoda, allora in questo caso quella frase da semplice ed innocente, positiva e buona, si trasforma nel suo contrario e prende una valenza che così scritta non ha, coloro che agiscono in questo modo sono persone che sono prese da intenzioni malevole, nella religione si potrebbe dire che sono prese dalla spirito di Satana.

Solo chi ragiona per un interesse suo personale o collettivo per dar ragione alla sua tesi, usa la logica in senso opposto, e non nel senso in cui ha. 
Qualcuno direbbe che può essere lecito far ciò! No, non è lecito perché se la logica è vera, giusta e perfetta non sei più nella verità delle cose ma nella falsità, nella menzogna, nel sotterfugio e trovi tutte le possibili varianti, per ottenere il tuo risultato di male.

Cioè come disse Cristo in Apocalisse 3:15-16:tu non sei né freddo né caldo. Magari tu fossi freddo o caldo! Ma poiché sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca.”

Questa è proprio l'espressione adatta per chi usa una via di mezzo per dominare sul prossimo.
Chi trasforma la parola data, cioè quella espressa da qualsiasi soggetto che sia, in un altra parola che non contenga più gli elementi principali, fa innanzi al quel soggetto un male, un danno o un peccato, per cui ricade esattamente nella parabola di Cristo, esso è tiepido, non è freddo perché il freddo è l'ateo e non è certamente caldo perchè è il Credente o il Santo nella sua estremizzazione più elevata. E stando alla parola di Cristo, chi confonde la verità con la menzogna verrà vomitato!
Quindi per essere logica deve essere nella verità altrimenti non è logica.


Le cose cattive, possono essere logiche, ma anche illogiche, tutte volte a danneggiare il prossimo.

  1. Quindi chi stravolge il senso della parola di Dio sta facendo un opera cattiva contro la volontà di Dio, ma in modo scientifico, ma per raggiungere un altro obiettivo verso gli uomini, cioè danneggiando Dio, danneggiano l'uomo.
  2. Chi confonde la parola di Cristo con un altra parola, che a Cristo non appartiene, fa un gioco sagace, per distruggere sempre la comunità di Cristo. .
  3. Ci sono mille modi per ottenere un male, e per produrre qualcosa che non rientra in una logica di perfezione, verità e giustizia.

Nel senso morale, malvagio, perverso, disposto al male, persona di animo cattivo, feroce, disonesto, aggressivo, riprovevole, degno di biasimo o di condanna morale, anche nei  pensieri , propositi insani, avere intenzioni malevole, essere disposto al male, essere indotto all'inganno, ingannevole , agire con inganno. L'ipocrisia, la stoltezza, l'ignoranza, la superstizione, essere viziosi, l'istinto è quasi sempre di ordine negativo,  inclinazioni, immoralità, oppure indifferenza, il menefreghismo, l'essere capriccioso, irrequieto, sustoso, scontroso, intrattabile, irritabile, facile alla collera all'ira, e ai cambiamenti di umore, maldisposto nei rapporti con altre persone, quindi anche scortese, duro, essere cattivo di cuore, avere il cuore duro, non sentire pietà o carità, essere grezzila lingua pungente, persona maldicente, pettegola, offensiva, violento, ostile, astioso. Etc ve ne sono molte altre.


Quindi come ci sono tutte le possibilità per fare il bene così esistono tutte le possibilità per fare il male, nella stessa misura, sta solo a noi decidere dove porci.


Il caso dei bambini:

Alle volte i bambini fanno il male, in quel caso se il bambino non ha in se il senso del bene e del male, esso non fa ne l'uno ne l'altro perché per aver il senso del bene o del male bisogna aver conoscenza. Quando un bambino acquisterà la coscienza di cosa sia bene o male, allora potremo dire che esso sa distinguere l'uno dall'altro e sa se vuole fare il bene o il male, però dato che il bambino è un essere principalmente dotato di grande ingenuità esso opera nel male come se fosse un parziale bene senza rendersi pienamente conto che in realtà sta facendo un male anche grave.
Per cui il genitore diviene responsabile delle azioni del bambino, questa è una giusta giustizia, secondo una giusta, vera e perfetta logica.

In definitiva abbiamo che la parola di Dio è logica!
Perché essa si regge sui principi fondamentali di Dio stesso Verità, Giustizia, Perfezione.

Da queste tre parole si ricavano tutte le altre.

Dalla verità esce: l'amore, la pace, la gioia, l'allegria, la tranquillità, etc....

Dalla giustizia esce: la legge, la ragione=la logica, l'autorità, il comando, l'ordine, anche di sistema, il dominio, il regno,etc.

La perfezione sublima le altre, cioè le eleva e le rende pure, splendenti, cangianti, evolute, al massimo grado, perfette. E la perfezione è tipica solo di Dio è una sua caratteristica e prerogativa, nessun essere può dirsi perfetto se non Dio stesso, la perfezione esiste e sussiste solo in Dio.

Quindi per quanto noi esseri umani, tendiamo alla perfezione, non saremo mai e poi mai perfetti, il nostro stesso organismo per quanto sia perfetto, ha in se delle imperfezioni, l'uomo non essendo perfetto nella sua struttura è mortale, altrimenti per essere immortali saremo perfetti anche nel fisico, tendiamo a rincorrere una perfezione nelle nostre azioni, nelle opere e nelle parole, ma nessuno è perfetto neppure in quelle, se non che Dio dia all'uomo la sua parole perfetta.

Ma allora non è più opera dell'uomo ma di Dio. Quindi la perfezione è solo ed esclusivamente di appannaggio divino.

Ciò che fa la differenza tra bene e male sta nella perfezione, cioè nella sublimazione del bene, che supera di gran lunga il male, il male non può contenere in se perfezione, perché il male non ha in se un concetto di perfezione, non si può sublimare il male, non esiste un male superiore a se stesso, il male è fine a stesso e finito, com'è. Mentre il bene non ha alcun punto d'arresto se non la stessa identità di Dio. Cioè il limite del bene è Dio stesso. Quindi nessun uomo può raggiungere il massimo limite nel bene, perché in noi non esiste la perfezione di Dio, se esistesse saremo quasi dei o dei. 

Mentre possiamo fare tutto il male possibile, perché esso ha un limite oltre il quale non si va.
Ed il limite è la totale negazione delle perfezione.
Non si può dire che il male è perfetto, perché non esiste perfezione nel male.
Dato che la perfezione esiste solo in Dio ed è Dio.
L'essere più imperfetto è satana, perché ha rinunciato alla perfezione.
Prima di essere quello che ora è era prefetto.
Non esiste la perfezione nel male e non si può fare un male perfetto, in senso spirituale del termine, mentre in senso umano del termine per capirsi, il male perfetto è espresso da satana stesso, che ha in se stesso il limite della sua perfezione, nella sua imperfezione.

L'imperfezione significa rinunciare ad una parte di perfezione, per cui rimane in incompiuto.!
Satana rinunciando a Dio, ha perso la perfezione, diventando imperfetto.




sabato 27 agosto 2016

SEMPRE PIU ASTUTI PER INGANNARE MOLTI.

28 agosto 2016 ore 11:33


Questa mattina durante la messa il Signore mi ha parlato, in relazione proprio a quanto ho esternato ieri sera 27/08/2016, che qui è riportato sotto. Lo pongo qui come inizio, per una ragione che si capirà subito, non rimuovo il testo, perchè sarebbe assurdo.

Messaggio di Gesù:

Caro Figlio, ascoltami, tu sai molto bene che dal cuore dell'uomo nasce il male, e da esso si compie, ogni pensiero, desiderio che nasce nella mente se si ferma alla mente, non è peccato, ma se questo attraversa il cuore diviene peccato, perchè esso lo rende concreto, e non può più tornare indietro. 

Purtroppo nel mondo di oggi, il male è cresciuto a dismisura prendendo anche le anime di coloro che dovrebbero essere miei, li usa come egli crede, e loro si lasciamo conquistare, essi credendo di essere nel bene, praticano il male usando il bene come scudo, spargono una parola che non mi appartiene e sono sagaci, astuti, per i loro interessi. 

Non si può parlare bene e poi far del male, perchè si è nella disonesta. 

Non può un mio figlio, da me scelto portare al mondo la mia Parola, parlare bene e poi comportarsi  male, non può! Costui non è in Me, finge! 

Chi è in Me, prima di tutto mi crede, rispetta quanto io ho lasciato ai mie apostoli e nella legge antica, e non cambia una sola virgola di quanto io diedi. Se ho infuso in alcuni dei miei figli, la sapienza di comprendere a pieno la mia Parola, loro possono parlare a Mio Nome per far meglio comprendere quanto Io disposi. 

Ma non tutti gli eletti hanno ciò, ognuno ha il suo carisma, ognuno ha la sua croce.
Non ti curare più di costoro, te lo dissi già, lascia che sia Io, a fare al momento giusto; non ti arrabbiare, sai bene che molti beneficiano di quanto spargi, e che molti vorrebbero la tua rovina, solo per vendetta, perchè ciò che tu affermi, sono mie parole e in cuor loro lo sanno[.........], perchè Io ti ho eletto mio primo apostolo sugli Uomini. 

Tu sai bene come io ti consideri, e sai quanto la Madre Mia sia per te Tua Madre come lo fu per il mio diletto Apostolo Giovanni. 

Te lo ripeto anche se tu hai tutte le ragioni del mondo ad esser contrariato, ma lascia stare, al momento giusto sarà posto sulla bilancia le opere buone e le opere cattive o non buone, di tutti. 

Dico all'uomo, di ogni tempo, non cercate di aver di più di quanto vi è stato dato e il sovrappiù datelo ai poveri, perchè non sapete quanto durerà per ognuno di voi questa vostra vita, che sarà il varco per la vita o per la dannazione Eterna, in quel momento verrete pesati.

Liberatevi dai fardelli umani, dal danaro e dagli averi, cercate ricchezza in Me, meglio per voi essere poveri, che conquistare i regni del mondo.
Liberatevi da satana che ha preso il cuore dell'uomo!

Io Sono il Giudice dell'Universo sono Io che giudico ogni anima, chi non passa mediante Me non passa. Mia madre è per voi avvocata, presso di Me! Io così ho voluto e deciso, che essa portasse voi a Me, chiedete a lei soccorso, sempre come vostra Madre, amatela come Io l'amo! 
Amate il Padre Mio più di Me, se volete essere in Me. 


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
[..........] preferisco eliminare certe parti, perchè conosco già il pensiero maligno di alcuni, anche se, so che il Signore non è contento di questo mio operare, ma io devo evitare che la chiesa e quanti sono a me contrari trovino il modo di accusarmi di inumiltà, le persone che operano nel male alle volte sono vicine anche al bene. 

 "le opere buone e le opere cattive o non buone" prechè ho sottolineato queste parole, perchè farò un articoletto di specifica. 

Amate il Padre Mio più di Me, se volete essere in Me. 
cosa intende dire: 
Non esiste nessuno, che può superare Gesù come amore verso il Padre suo, ma questo è un modo di dire che noi ci dobbiamo sforzare ad amare il Padre come Gesù lo ama, nessun uomo può superare il Figlio, ma Gesù vuole da noi che ci proviamo ad amare con tutto noi stessi. Perchè vuole che noi diveniamo santi!

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

SEMPRE PIU ASTUTI PER INGANNARE MOLTI.


Come molti utenti sanno, costruisco da me le immagini, non tutte, ma una parte si, tempo addietro ci fu un altro personaggio che prelevò da un mio articolo alcune immagini che per altro io spesso uso come simbolo anche in facebook, e dato che lo scoprii feci vedere a tutti le immagini che aveva prelevato, mettendo anche in risalto il link relativo al suo sito, ed inoltre non prese solo le immagini ma anche in contenuti, senza per altro riportare nemmeno da dove li avesse presi, tanto perchè siamo tutti bravi, onesti e perfetti, e non è servito a nulla recriminare. Ora dovendo elaborare altre immagini sono andato in cerca nella rete e durante la perlustrazione della immensa banca dati di Google, mi sono imbattuto in una delle mie immagini che elaborai tanto tempo fa e ho detto ma guarda qua.
Solo che vedete, fin poco temo fa non avevo la malizia di pensare che qualcuno nella rete fosse tanto poco onesto da prelevare le mie immagini, documenti, articoli e anche messaggi, testi inediti che io ho scritto, per farli loro, sono un tantino poco malizioso e non penso mai abbastanza che ci sia gente che arriva a tanto. Ed invece purtroppo la verità oggi giorno è diversa.

Durante una trasmissione della Strada dei Miracoli, che la stavo seguendo alla Tv sento il noto Don Davide Banzato affermare una frase che si trova scritta nelle pagine di questi miei blog, frase per altro che io ricevetti direttamente dalla bocca della Madre di Dio, non era certamente stato Don Davide Banzato a prelevare dal mio articolo-messaggio quella frase, perchè lo disse lui stesso chi gliela rivelata, la Vicka. Sempre le solite faine, a riprova che loro mi leggono sempre e che prelevano da me molto materiale e poi furbescamente lo fanno passare per loro, ed infatti il povero Don Banzato ingenuamente riportò questa frase con molta altisonanza, ovvio era un concetto molto caro a Dio, che non era uscito dai veggenti di Medjugorje, dovevano accreditarsi qualcosa di più che le loro baggianate, e quindi il povero ingenuo di Don Davide Banzato comunico nella trasmissione in diretta Tv , apriti cielo non ciò più visto, ho preso il link dell'articolo e glielo sbattuto sotto il naso nella pagina relativa alla trasmissione, che per altro sappiamo bene hanno diversi soggetti che controllano  in studio e le pagine facebook, quindi hanno letto; ma ovviamente come il solito tutti fanno orecchie da mercante in barba all'onesta. Quindi il povero Banzato, ingenuamente credendo all'onestà di costoro che si innalzano a paladini e vessilli di tanta purezza e onesta, ha riportato la frase spiegandola a suo modo. Ovviamente non è servito a nulla che io scrivessi in quelle pagine, sono talmente antipatico, anche a Brosio che per altro fece dire alla Vicka in pubblico dopo aver letto un mio articolo su un esperienza di mia madre, una replica che puntualmente dopo che io dimostrai alla gente che tale replica indotta da Brosio al fine di far credere alla povera gente ingenua, cose non vere, sui veggenti di Medj che vedevano la madonna nello stesso modo in cui mia madre la vide, ma ovviamente la mia risposta fu tale da indurli rapidamente a rimuovere il video incriminato e la pagina relativa, lasciando il vuoto naturalmente, mentre nella mia pagina è rimasto a testimonianza del contenuto precedente,  il link, che fa capire chiaramente la rimozione!!!.

Ora cercavo appunto questa immagine m'imbatto in una delle mie immagini, alle volte non sto nemmeno li a guardare, questa volta ho dato un occhiata; apro l'immagine direttamente e poi mi collego al link dove è memorizzata, mi son detto, guarda un po dove si trova? Ma ovvio proprio in un sito che pubblicizza Medjugorje .... M'è ventuno quasi da ridere.

Ammettendo anche che sia stata prelevata dal webmaster, ma almeno avessero riportato il link da dove l'hanno presa, ma figuriamoci se si scomodano di far ciò. Se gli altri niente niente usano qualcosa di loro, diventano delle iene, ma se prelevano da te, tutto   a posto, perfetto, non esisti, come se qualsiasi persona fosse subordinata a questi.

I veggenti di tutto il mondo sono bravi a farsi belli, con i pensieri degli altri ci credo, quello disonesto sono solo io, guarda un pò...si perchè se alzo la voce non sono più umile, non sono più buono ad essere preso per i fondelli, non sono più trattabile come un perfetto deficiente, questo è il pensiero dei veggenti ma anche dei preti, che pure loro usano i miei articoli, contenuti ecc, che in rete ne ho sentire di tutti i colori, meglio lasciar perdere!!!!

Forse ho un po esagerato??? , è logico, non vi pare, ma intanto continuano a fregarmi testi, messaggi, articoli, immagini di tutto e di più,. ma non solo i Medjugoriani anche gli altri,  e via di questo passo, aggiungendoli sagacemente ai loro libri, vi informo cari veggenti e altri autori vari, che la prima volta che trovo scritto anche solo mezza frase dei mie contenuti o che sia simile vi denuncio come esiste Dio... Non mi credete, fate male...Mentre il sotto scritto essendo stato allevato da un madre ferrea e super onesta, metto i link alle immagini, testi, che prelevo e spero di usare tutte le cautele possibili, ma voi no, ma figuriamoci, e questo denota e dimostra chiaramente che voi mi leggete, perchè Don Banzato è stato da voi imbeccato dopo che voi avete letto i miei contenuti, ecco come mai ultimamente i vostri messaggi sono così cambiati dall'inizio dal 1981-82 e potete meglio fregare la gente, ci credo, povera gente che andate raccontando un sacco di frottole e di eresie, a me personalmente fanno pena quella povera gente che irretite per un pugno di dollari, Ah certo voi dite ma noi non chiediamo soldi, noo infatti li accettate solo, e certamente non vi tirate indietro, ma figuriamoci, siete ben felici di prenderli .... come qualcuno mi ha detto che voi non siete consacrati a Dio, ne preti ne suore, allora ho risposto a queste persone se sapevano quello stavano dicendo, perchè generalmente un veggente scelto da Dio, deve stare a stecca, viene da Dio preservato da qualsiasi pulsione carnale, anche se gli attacchi ci sono, però nella mente del profeta si fa spazio solo il pensiero di amare Dio, e di far il bene delle anime, non il proprio e non i propri interessi, se no la veggenza non c'è, perchè Dio vuole persone integerrime, e se sgarri sono "stramusoni"=schiaffi dal demonio, come li riceveva il povero S.Pio da Pietrelcina quando il Signore gli comandava di fare certe cose e Lui si rifiutava perchè aveva più paura della Chiesa che di Dio.

E mi dicono che sono cattivo? No, io non so  cattivo sono come Cristo mi ha voluto severo e sincero! E come era Giovanni Battista,  che  se ci fosse oggi vi e c'avrebbe bastonato tutti se fosse in vita, peccato che non esista più. Io mai verrò a Medj, mai vi incontrerò non siete, degni di essere chiamati veggenti.... m'è bastata una volta, con il tiro che la Pavlovic ha fatto a mia madre e vi erano anche molti testimoni, se dovesse servire.

Persone che si appropriano di messaggi, testi, immagini e quant'altro sono capaci di fare di tutto, perchè indica la predisposizione delle persone a essere disoneste. Non è una calunnia è la verità, quando una persona, con tanta faciloneria, legge cose non sue e poi con nessuna incuranza usa quelle cose, per mostrarsi grande e bello, e spiritualmente evoluto, ci credo che poi la gente cade nella trappola.

Invece a differenza vostra, io non mi sono mai arricchito, ma anzi ho dato tanto agli altri, non volendo nulla indietro, non sono stato furbo, ne disonesto, non mi approprio di nulla e tutto quello che Dio mi comanda di comunicare al mondo, lo do gratuitamente, invece voi ne avete fatto un mercato, anche delle parole stesse della Madre di Dio, se fossero vere, ma siccome non sono vere, ovviamente le ritenete vostre, giustamente, per cui giustamente ci avete fatto i libri, scritti da altri, ma siccome escono da voi, anche voi è giusto che ne avete un tornaconto i sbaglio, e non i soldi che vi donano li elargite tutti fino all'ultimo centesimo ai poveri? Ma se fosse così come hai Ivan, si comperato una casa da 800000 dollari? Pagati tutti sull'unghia, ammazza, se n'è tenuti parecchi per lui, visto che li doveva dare tutti ai poveri, e voi come vi siete fatti gli alberghi, tutte donazioni pure quelle? Ma ammettiamo che sia vero, tutte donazioni pure quelle, ma allora il rendimento lo date ai poveri? Perchè non siete rimasti nelle casette di campagna dei vostri genitori, dove vivevate, ora abitate in case calde , comode, belle, anche con la piscina, non dovevate rimane nei tuguri? Ma perchè non dite la verità? Tanto presto i tardi state certi che Dio far emergere la verità!

Volevo sapere dei 10 segreti misteriosi, verranno svelati entro un secolo o dobbiamo aspettare di più?
No perchè se devo aspettare di più bisognerà che mi inventi una camera di sospensione vitale non voglio perdermi quando lo comunicherete . ahahahah. meglio che rida vah. 

Ecco qua l'immagine ..... nel mio pc c'è anche quella di dimensione molto più grandi di questa e tutti gli elaborati che la precedono, perchè ho la mania di conservare tutto. Ho degli hard disk strapieni di immagini di tutti i tipi che uso per fare elaborazioni quindi so cosa è mio. Da oggi in poi inserirò al centro delle immagine una filigrana, perchè se le persone sono furbe, bisognerà che mi svegli... anche se trovo la cosa assai antipatica, perchè sembra che il mondo sia popolato da Gente onesta che rispetta le leggi? le applica e segue la giustizia degli uomini tanto quanto quella di Dio, sarà vero?, ma ahimè denoto che sia l'una che l'altra vengono puntualmente disattese, perchè si fa di tutto per fregare il morto e il vivo, ovvio che poi ci sono tanti furbi, ovvio che poi ci sono tanti disonesti, i primi sono quelli che vengono dalla tua "patria" o dalla tua religione, perchè di furbi ne ho trovati anche tra i preti se è per questo. Un mio amico che fatto il seminario sapete cosa i preti gli hanno insegnato un espressione che la dice lunga...dopo il comandamento del non rubare, qualcuno si è fatto uno per se, se la gente ti offre qualcosa  non tirarti in dietro dicono loro, non fare il fesso, "totenete" anche di più, in gergo veneto!

Come posso dire che esiste l'onesta? quando intorno a me vedo solo tanta disonesta,? il mondo pullula di gente disonesta purtroppo, e io odio queste cose. Che un veggente si presti e agisca lui stesso così a casa mia o con le mie cose, non esiste, e non esiste nemmeno per Dio, quindi con chi parlano costoro che sono tanto furbi?  La risposta è ovvia e connaturata, ma oggi il fregare testi dalla rete, immagini e qualsiasi cosa non è più reato è uno sport, per cui ovviamente si può prendere di tutto, ma per gli esseri umani vale questo, ma non per Dio che non ha mai cambiato la sua legge!!! Tanto per essere precisi!!!! E mai la cambierà ne per il Papa, ne per nessuno al mondo!!! 


Ecco qua il sito: http://biscobreak.altervista.org/2014/06/novena-regina-pace/ scorrete la pagine in basso fino al 22giugno.


E per essere prudenti ho scaricato la pagine in formato Pdf, generalmente mi fido di tutti, ma alle volte vogliono essere prudente, specie chi è molto furbo, perchè oggi l'immagine c'è, domani non c'è più, non amo essere passato per deficiente o per uno che dice balle. 

Avverto i Web master, chiunque siano e i veggenti che se sento o vedo prelevate le mie immagini anche dei mie quadri o testi, articoli o parti di questi, anche frasi simili, vi spenno! .

Perchè mi sono stufato passare per un gnocco!!! 

Buono quanto volete, ma le persone che truffano a casa mia non ci stanno!!!!





Come potete vedere questa è una variante di quella sopra  sempre fatta da me...
basta eliminare o colorare o clonare la parte del nome che il gioco è fatto,
I web master farebbero bene almeno riportare il link di provenienza, per onesta!